Il Blog

Pubblicato: 10 anni ago

Mina, Caramella.

Comunicato stampa a cura di Franco Zanetti.

Provate ad ascoltare, anche solo per una mezz’oretta, “Mina: ieri, oggi e domani”, la webradio che dal 19 marzo propone, 24 ore su 24, soltanto canzoni dello sterminato catalogo discografico di Mina. E’ un’esperienza istruttiva: ci si rende conto, per merito della programmazione “randomizzata”, di quanta incredibile varietà, di quanto eclettismo, di quanti diversi generi e stili e repertori caratterizzino la carriera inimitabile di una voce ineguagliata.

Un po’ la stessa cosa succede ascoltando “Caramella”, il nuovo album di Mina, che esce a nemmeno sette mesi di distanza dal precedente “Facile”: fra le due versioni di “You get me” che incorniciano la tracklist (la prima in duetto con Seal, la seconda, come ghost track, cantata da Mina da sola) scorrono canzoni di autori diversi, di atmosfere diverse, di sonorità diverse, il cui denominatore comune è la stessa voce – una voce che però non è mail la stessa, non è mai uguale a sé stessa, anzi cambia e muta di canzone in canzone, a volte anche nella stessa canzone, a dimostrazione di una versatilità interpretativa (e anche di una curiosità professionale) senza precedenti e senza pari.

La curiosità è dimostrata, ad esempio, da “You get me”, brano assolutamente sconosciuto da noi, come sconosciuto ne è il coautore e interprete, Teitur Lassen, musicista nativo delle isole Faroe che ha all’attivo solo quattro Cd; per la canzone, scritta insieme alla neozelandese Pam Sheyne (già autrice per Christina Aguilera, Sheena Easton, Jessica Simpson, e corista per Celine Dion e i Pet Shop Boys), Mina ha invitato al duetto l’anglonigeriano Seal, che ha registrato i suoi interventi a Los Angeles con la produzione di David Foster.

“You get me” è stata segnalata a Mina da Axel Pani, il nipote che da un paio di album compare fra gli autori “della casa” (ha debuttato nel ruolo nel 2006 firmando “Per poco che sia”, in “Bau”, ha bissato lo scorso anno con “Il frutto che vuoi” e “Con o senza te”, in “Facile”, e torna adesso con “Il povero e il re”). La signora, evidentemente, si avvale di talent scout di gusto: tant’è vero che, dopo aver cantato “Non ti voglio più” di Davide “Boosta” di Leo, non solo conferma l’interesse per il fondatore e tastierista dei Subsonica incidendo qui “La clessidra”, ma compie altre due incursioni nel rock “alternativo” italiano di qualità: cantando “Solo se sai rispondere” (di Massimiliano “Max” Casacci, chitarrista, produttore e – anche lui – fondatore dei Subsonica) e riscoprendo, dal disco di debutto da solista dell’ex Scisma Paolo Benvegnù (“Piccoli fragilissimi film”, 2003), una perla sconosciuta ai più intitolata “Io e te”, firmata dal chitarrista e autore milanese con Andrea Franchi e Gionni Dall’Orto, suoi compagni di avventura – insieme a Marco Parente – nel Proiettili buoni, 1999-2000.

Senza trascurare, nel contempo, autori meno “alternativi” e già nell’elenco dei “fornitori” più o meno abituali: come Andrea Mingardi e Maurizio Tirelli (qui presenti con “Accendi questa luce” e “Mi piacerebbe andare al mare”), Samuele Cerri (che con il contrabbassista Massimo Moriconi è autore di “Così così”), Mauro Santoro (“Come se io fossi lì”), Maurizio Morante (“Ma comme faje” e “Inutile sperare”, scritta con un altro habitué, Mauro Culotta) e Fabrizio Berlincioni (che con Silvio Amato – debuttante alla corte di Mina, ma autore e musicista di lungo corso, attivissimo nell’ambito delle sigle e delle musiche per il cinema, per il teatro e per il balletto – firma “Amoreunicoamore”).

La tracklist di “Caramella” si amplia a comprendere altri due titoli già precedentemente pubblicati, ma non ancora presenti nella discografia di Mina: “Poche parole”, il duetto con Giorgia dall’album “Stonata”, 2007, e “Amore disperato”, il duetto con Lucio Dalla dall’album “Lucio”, 2003.

Non è certo compito dell’estensore di queste note informative segnalare in particolare l’uno o l’altro dei titoli di “Caramella”: non solo non è il caso di stilare graduatorie di preferenza, ma anzi è bene lasciare che sia l’ascolto – preferibilmente attento, preferibilmente ripetuto – a suggerire spunti e riflessioni e annotazioni a chi di questo disco avrà occasione di scrivere o di parlare.

Certo colpiscono immediatamente le atmosfere rarefatte di quella trenodia elettronica che è “La clessidra”, la tematica assai impegnativa del testo di “Accendi questa luce”, la drammaticità trattenuta e desolata di “Mi piacerebbe andare al mare”, le immagini evocativamente liriche di “Io e te” (“…siamo quei venti / che cambiano i deserti”), l’eleganza da jazz ballad di “Così così” sottolineata dal sassofono di Phil Woods; e l’irruenza melodica di “Solo se sai rispondere”, e la cantabilità immediata di “Come se io fossi lì” e “Amoreunicoamore”, e la dolceamarezza partenopea di “Ma comme faje”, e la dolorosa intensità di “Inutile sperare”, e la candida sincerità di “Il povero e il re”; ma al secondo ascolto già le prospettive mutano, al terzo le sensazioni si precisano, al quarto certe frasi acquistano un peso diverso: mentre su tutto si staglia la voce che mette ordine in questo apparente caos di suggestioni, e trasforma l’ascolto di un disco in una fortissima esperienza emozionale.

Comments
  1. bravo paolo!!!! video raffinato per una canzone a dir poco splendida

  2. rossana

    Sto ascoltando e succhiando la Caramella; ad ogni nuovo ascolto eleggo un pezzo diverso come mio preferito:
    ora prediligo la sofisticata ed elegantissima Così così;
    adesso mi piace di più Io e te dove avverto la presenza di atmosfere provenienti da Italiana;
    sopporto persino Giorgia…
    prima andavo pazza per Solo se sai rispondere, dalle magnifiche tonalità cupe e romantiche.
    Prima ancora facevo follie per ogni nota di Amoreunicoamore: per un’innamorata dell’amore come me una vera carezza al cuore.
    Come al solito grandi gli arrangiamenti
    La Nostra Dea sa ricercare nuovi suoni ed atmosfere me ci stupisce ancora con veri capolavori di minosità!!!
    Baci a tutti.

  3. claudio rodeghiero

    Ah, mi dimenticavo di dire che ho fatto la mia iscrizione al Club proprio oggi. Sono sempre stato tentato di intervenire da ‘esterno’ su questo blog ma non l’ho mai fatto perché mi sarei sentito un po’ un estraneo fra tanti reali appassionati di Mina. Ancora un saluto a tutti: C.

  4. claudio rodeghiero

    Ciao a tutti, sono un fan di Mina fin da bambino (e ne sono passati di anni). Ed ero iscritto al Fan Club negli anni 80/90. Forse qualcuno si ricorderà di me. Sono di Firenze, anche se di origine veneta. Io mi ricordo soprattutto di Loris, Remo e Piera. Sono stato anche a tre raduni, uno a Milano, un altro a Rimini e l’ultimo a Pila. Mi riaffaccio ora nel mondo mazziniano e spero che vogliate perdonare la mia latitanza. Ho sempre seguito negli anni l’attività del Club e non passa giorno che non dia una sbirciatina al sito. Mi fa piacere vedere quanti giovani amino la grande Mina. Mi sembra troppo presto per postare interventi che riguardino la mia cantante adorata, ma lo farò, dopo un po’ di rodaggio. Posso solo dire che sono ammaliato anche dall’ultimo lavoro di Mina e che mi è piaciuto, come successe per ‘Facile’, fin dal primo ascolto. Un abbraccio a tutti, in particolare a Loris che spero si ricordi di Claudio.

  5. Valerio

    La sto ascoltando ora! Ma che bellaaa!!!!!! Smile

  6. Friggo gli arancini e ascolto something.
    Dico … a favorire, ah! Belli caldi. Senza complimenti!!

  7. madameX

    La sua voce mi da i brividi,mi fa tremate emozionare..piangere Riesce ad entrarmi nelle vene .bucarmi il cuore come un Amnante che non bisogna Amare Grazie MINA …che m’importa cio che si puo o non si può quando la tua voce diventa poesia.magia musica..L ARTE é UNA BELLISSIMA DONNA CHE SOLO I POETI SANNO AMARE…………………….

  8. Paoloud

    Mina – La Clessidra – Video di Paoloud

    http://www.youtube.com/watch?v=FlH1NqkN6A8

    La clessidra

    di Davide Dileo

    E mi lasci qui a piangerti sola
    il bianco degli occhi mi ferma il cuore, la mano
    La punta affonda come l’aria in mezzo a noi
    Le dita già fredde non stringono, non più

    Mi sento affogare, non ci sei più, non più,
    imploro misericordia per me e per te
    non ti perdo
    è solo carta stanca

    Conto attenta ogni passo fino a te
    Non è una condanna aspettarti qui, non più

    Strofino le labbra e mi siedo un po’ sola
    Il tempo affonda come l’aria in mezzo a noi

    Mi affido adesso a questo gusto amaro fra i denti
    ti raggiungo, è solo carta stanca

    Conto attenta ogni passo fino a te
    Prendo i giorni come carta scritta
    Manca poco, solo un passo fino a te

  9. PINA

    Uscendo da casa e tirando lungo lo sguardo davanti a me, su quel mare piatto e limpido (che silenzio!..) ho quasi una morsa al cuore nel pensare di doverlo lasciare, anche se solo per poche ore. Ma l’idea di andare ad immergermi in mezzo al traffico, con quel caldo, in città stavolta mi mette allegria. C’è un motivo e “risale” alla telefonata ricevuta un’oretta prima. La voce del mio amico negoziante di dischi, “custode” ancora solo per poco di quello che presto sarebbe stato il mio “cofanetto di … dolciumi”. Quaranta minuti di strada e, stavolta, non riesco a distrarmi tanto facilmente dai richiami esterni. Eppure, guarda… (il richiamo delle cose che mi piace vedere rimane sempre forte)… hanno tolto i ponteggi da questo bellissimo palazzo antico del centro. E’ stato già portato a termine il restauro…
    I visi e le espressioni dei passanti si susseguono. Tanto importanti i loro pensieri… Mi sembra di misurarne il peso. “In mezzo alle macchine, semafori…” ancora per poco. Finalmente arrivo e, appena aperta la bussola, mi “investe” “Amoreunicoamore”…il magico timbro della Voce… E’ forte il primo impatto, soprattutto con questo suo mezzo espressivo, la Voce e poi la musica, i colori…
    Il tempo dei saluti, mentre ancora aleggia nell’aria questa calda atmosfera che riempie lo spazio.
    Avrò tempo (e quanto me ne prenderò…) per meglio addentrarmi fra le righe di questa grande occasione musicale.
    Nulla più attorno mi prende. Devo solo stare attenta alla guida… ma ce la farò.
    Che dire? Io sono … incantata e senza fiato. Non mi è mai sembrato così breve lo spazio-tempo di questo viaggio di ritorno.
    E, fino a notte, a casa, continuo a gustare la “Caramella”. Non finirei mai.
    Il mio approccio con l’opera è immediato. Ma ancora chissà quante sfumature da cogliere… quando ogni volta sembra essere sempre la prima.
    Dopo qualche ora di ascolto sento che, senza lasciare in disparte la qualità dei brani e le eccezionali, piacevoli sonorità ottenute, quello che mi riempie l’animo è la sua voce che più che mai spazia in un’ampiezza immensa, ora chiara, limpida, cristallina, ora pastosa, rauca, possente, ora bassa fino a scavare il cuore, oppure alta fino a sembrare irraggiungibile… La sua forza interpretativa e l’espressività hanno ormai toccato livelli ineguagliabili. Mi soffermo ad ascoltare ad occhi chiusi, ad alto volume, “Come se io fossi lì”, quella che, a primo impatto, più mi piace. Ogni nota, ogni sillaba sono dell’anima. E nell’anima giungono e ti toccano, laddove ogni sentimento e sensazione diventano momenti sublimi.

  10. PieraPaso

    .un CARO QUALCUNO..porti qui da me madameX
    che ha le mie CARAMELLE
    Vi ringrazio anticipatamente!

  11. osvaldoRM

    Mi sbilancio anch’io, malgrado solo tre-quattro ascolti. Sono ancora fortemente indeciso sulla canzone più bella di “Caramella” e la lotta è dura tra “You get me” (nella versione con Seal) e “Amoreunicoamore”: la prima è proprio un agglomerato di zucchero filato alla faccia del diabete, e Mina diventa un tutt’uno con questo pasticcio caramelloso e Seal è grandioso con la sua voce black, sporca e allo stesso tempo pulita; la seconda è cantata divinamente nelle strofe e negli incisi (anche qui con una dolcezza unica nelle strofe) ed è anche la classica canzone di Mina quindi ha in sé tutta la forza per essere già un classico dell’immaginario collettivo, il vero asso nella manica di “Caramella”. Poi in ordine di preferenza ci sono tutte le canzoni firmate dal retropalco alternativo italiano: la perla di Benvegnù diventa un condensato rock simile se non migliore della cover di “Tre volte dentro me” (e non “Tre volte sì” come qualcuno ha segnalato) degli Afterhours; “La clessidra” spaziale-funerea-plumbea-straniante è il primo vero pezzo di elettronica cantato da Mina (e qui lodi su lodi a Boosta che ne ha cesellato il vestito) e ricorda sì alcuni esperimenti musicali di fine anni Settanta di Patty Pravo ma è uno di quei brani che sarà per alcuni fan (compreso me) una sorta di approdo nell’isola di Bula Bula; e poi c’è “Solo se sai rispondere” moderna, seducente, forse un pochino ripetitiva. Tra i ripescaggi il mio preferito è “Amore disperato”, uno dei pochi duetti -ricordiamolo!- che ha smosso Mina da Lugano fino a Bologna negli studi di Dalla. Tra le altre canzoni più classiche mi ha incuriosito “Mi piacerebbe andare al mare”, per la stranezza del testo e anche della canzone, e sicuramente “Come se io fossi lì” che rimanda al discorso zuccheroso caramelloso di cui sopra. Mentre stavolta non mi ha colpito particolarmente l’inedito di Axel, a cui preferisco nettamente “Con o senza te” che è diventato uno dei miei brani cult dell’ultimissima Mina. Per le altre mi riservo qualche altro ascolto ma certo non si può restare indifferenti a come Mina canta questo disco e in particolar modo la parola “mariuolo”. Smile

  12. PieraPaso

    …………io non l’ho sentitoooo ANCORA..
    uffa!!!

  13. interMINAbile

    4° posto su Itunes! Laugh

  14. Jessicuccia90

    Le vostre recensioni sono commuoventi!
    Personalmente sono rimasta folgorata da “Io e te”! Non riesco a fare a meno di ascoltarla!
    Ma mi piace anche il contrasto tra l’Ugola di Mina e la voce di Dalla in “Amore disperato”.
    Per Amoreunicoamore non ci sono proprio parole: sono scese lacrime ma, come ho letto, molti di voi mi fanno compagnia! Big Smile “You get me” è deliziosa, anche se qualcuno ha detto che è un pò scialba a me piace!
    Le altre le devo ancora capirle bene riascoltando e riascoltando…
    Grazie Mina, come al solito sei Grande, grande, grande!!!! Grin

  15. saverio

    Dopo vari ascolti voglio sbilanciarmi anch’io.Sono d’accordo con Madame x,la canzone in napoletano mi stringe il cuore,poi,amoreunicoamore è stupenda e mi piace moltissimo anche Mi piacerebbe andare al mare.La clessidra non mi piace,non è il mio genere,come non mi è mai piaciuta Non ti voglio più.Cmq non è un cd Facile,anzi a ogni ascolto diventa sempre più bello.Trovo inutili i ripescaggi delle tre canzoni già edite, che senso ha visto che la più nuova ha già tre anni?Recupero x recupero non era maglio mettere qualche canzone incisa e mai pubblicata?

  16. PINA

    Anche se con un giorno di ritardo (perora sono alle prese con i… “dolciumi”), ho il piacere di mandarvi quanto riportato ieri dal “Giornale di Sicilia” sulla nostra “Caramella”.
    http://thumbsnap.com/rSSHUltA

  17. Daniele Cai

    Bellissimo Stupendo Magnifica(come l’ha salutata Luciano Salce in un’indimenticabile Senza Rete in cui Lei era in strepitosa minigonna).Disco bellissimo stupendo Lei Magnifica.Strepitosa Voce.Amoreunicoamore da brividi.Buona pelledoca a tutti.(Strepitosa Madame X nei suoi commenti come sempre arguti salaci e intelligenti come del resto è lei)

  18. Andreina C.

    Caramella l’ho trovato meraviglioso già al primo ascolto, il 24, nell’anteprima. Adesso si vanno delineando le mie preferenze. Allora: COME SE IO FOSSI LI’, è uscita dallo stereo ed è andata dritta dritta al mio cuore, trasformandosi in lacrime, credo proprio che sia la mia preferita, seguita da AMOREUNICOAMORE, SOLO SE SAI RISPONDERE, IO E TE (al primo ascolto sulla webradio non mi era piaciuta molto), IL POVERO E IL RE, ACCENDI QUESTA LUCE.
    YOU GET ME, senza nulla togliere alla bravura di Seal, è sbiadita ascoltando la ghost track dove canta solo Mina!
    Per ora, che proprio non mi piace è LA CLESSIDRA, ma mi riservo di ascoltarla un po’ di volte…
    I brani già conosciuti, pur piacendomi (AMORE DISPERATO penso sia un vero capolavoro!), mi da fastidio trovarli in questo disco, avrei preferito che fosse tutto di inediti, ma va beh, questa è cosa da poco.
    Quindi, soddisfattissima di questa Caramella! Un grande Grazie a Mina!
    Buona giornata a tutti!

  19. PINA

    Mario, perdono per aver sbagliato a digitare il tuo nome.
    La forza che sento di dare al mio messaggio è per te, Mario.

  20. PINA

    Mauro, che meraviglia!
    Questo tuo scritto ci regala l’incanto di una magica poesia.

  21. interMINAbile

    ciao a tutti! caramella è su itunes soltanto da stamattina o stanotte forse… ma è già al 7° posto!!! Grin
    prepariamoci alla scalata ragazzi! Razz

  22. mario r.

    Il matematico Mario Basileus nonchè anche letterato a Cesenatico a maggio il giorno 8 con me molto somaro.
    http://thumbsnap.com/9oVmNwxd

  23. Jack Vitale

    …..carissimi fan il disco è di buona fattura la Mazzini ha sempre una bellissima voce,alcune canzoni risultano difficili ma bisogna avere tempo x metabolizzarle……basta con sto Mingardi preferisco i testi si samuele cerri,molto raffinato……con axel a poco a poco,ancora il pezzo forte x la nonna lo deve scrivere…….ciao

  24. Sergio

    Vi chiedo scusa degli errori ortografici!. Scrivo con un solo dito! Chiedo venia! Smile

  25. Sergio

    Buongiorno baldi Mazziniani,

    Mi sono appena scartato CARAMELLA e me le sto assaporando tutte una ad una! Una più dolce dell’altra. Questa DONNA DONNA DONNA è una bomba sonora, un vulcano in continua eruzione!.

    In questo disco troviamo atmosfere da pianobar (ma per pochi intimi – tutti noi! Big Smile ).

    Gli umici brani a me meno graditi sono: LA CLESSIDRA (ma mi riservo di ascoltarla meglio!) & AMORE DISPERATO (non per il brano in se stesso, ma per Lucio Dalla che non lo trovo affatto adatto a cantare con la potente ugola sonora della nostra MINA!).
    Quest’album mi ha dato brividi continui già dall’ascolto dell’anteprima della SONY MUSIC in streaming.

    Sto ascoltando LA CLESSIDRA e confermo che mi sembra di sentire la nenia sterile dei brani della PATTY PRAVO (dell’untimi anni!).

    Chiedo scusa a tutti coloro che amano PATTY PRAVO e ci tengo a precisare che a me PATTY PRAVO è SEMPRE SEMPRE SEMPRE piaciuta!. Ho anche alcuni suoi 33 giri. Mi è passata di grazia negli ultimi anni.

    Tornarndo all’ ultimo lavoro della nostra MINA, trovo questo CD un capolavoro, un dono della Signora a tutti noi, STREPITOSA come SEMPRE SEMPRE SEMPRE. Anche questa volta NON ci ha deluso, anzi ha superato se stessa! Complimenti pure al nipote Axel e a tutti i musicisti che ci hanno regalato “questo gioiellino d’insuperabile ed immensa bravura”.
    Complimenti a tutti loro!.
    Se fosse stato possibile superare la magnificienza già espressa nell’album precedente, MINA ci è pienamente riuscita!.
    GRAZIE MINA per i brividi e l’emozioni che mi hai donato anche stavolta!.

  26. giulia_z

    [apro parentesi quadra] oggi mi è venuta come l’impressione di aver iniziato a “conoscerLa” un po’ più a fondo: sapevo che avrebbe chiesto alla lettice mascolina cosa volesse dire “mi battono i pezzi” prima ancora di leggere la risposta…. Grin
    [chiudo parentesi quadra]

  27. madameX

    Che belle parole che hai scritto MARIO Mi hanno commossa. e non aggiungo altro…Un abbraccio
    L’ascolto e la riascolto e trovo sempre piu bello piu magico tutto il lavoro fatto…
    Comunque è vero il disco va ascoltato piu volte per assaporare..per capire la sua grandezza…E oggi IO e TE e IL POVERO e il RE le sento ancora di piu…Anche se le lacrime sono state per AMOREUNICOAMORE MA COMME FAJE non so perchè ma STA minanapoletana mi sa sempre distruggere..RESTA QUI SOLO SE SAI RISPONDERE ma adesso ACCENDI QUESTA LUCE…………….. AMOREUNICO AMORE che aspetti a stringermi Amore senza una ragione senza via d’uscita………..Amore unico unico Amore

  28. MarioBeda

    Ciao Mario: la descrizione di questo tuo maggio 2030 è davvero affascinante… Yes

  29. mario basileus

    IL TEMPO
    ‘ Il tempo è una spazzola sciocca che tutto confonde ,
    raccoglie i diamanti e la sabbia e li getta nel mare .
    La ruota del tempo che oscilla e che passa
    sarà veramente la stessa ?
    Ma questo è il momento che tutto si ferma :
    ascolta il sospiro mio , unito al tuo … ‘

    Così cantava Mina settant’anni fa .
    Va tempo va …
    Adesso ho ottant’ anni e Mina ha consegnato da poco a tutti noi , vecchi e nuovi fan , quello che dicono ( forse ) sarà il suo ultimo disco : è un disco struggente e bellissimo , dedicato all’ultimo nato di Axel , un disco di NINNE NANNE , che una Mina novantenne canta con il suo immenso cuore di donna , di madre , di nonna , di bisnonna .
    Cazzo! E’ da più di settant’anni che canta , ha registrato più di 1700 canzoni , alcune delle quali sembrano state incise solo adesso come quella che ho voluto riascoltare oggi , dopo vent’anni dalla sua uscita . Si tratta de LA CLESSIDRA , che , guarda caso , fa uno strano riferimento al tempo che falcia la vita . E’ una lamentazione elettro-ipnotica che sottilmente descrive un misterioso ( vero o immaginato ) omicidio – suicidio e che Mina canta in maniera incredibilmente moderna . Ma sono passati veramente vent’anno da quando l’ha incisa ? Ancora oggi sembra essere più avanti nel tempo . Ed io , vecchio diabetico , che non posso più assaporare una caramella , oggi ho invece gustato i vecchi bonbon di Mina , che mi hanno quasi guarito o perlomeno fatto ringiovanire e , mentre guardavo il cielo , arrivava un canto come proveniente da un satellite lontano , che attraversava la montagna e sembrava che Mina cantasse COME SE FOSSI LI’ accanto a lei .
    Che magia , AMOREUNICOAMORE , tu donna , tu miracolo della natura , tu musica , tu metafora della vita , tu che rendi uguali IL POVERO E IL RE quando godono del tuo canto , tu che , attraverso le note , risvegli la mia energia vitale , che , grazie a te , conservo come una fiamma all’interno di me stesso , cantami ancora o Diva …
    Rimetto sul piatto il vecchio vinile : siamo ancora insieme IO E TE .
    YOU GET ME , forever …

  30. MarioBeda

    Una parentesi tra le Caramelle:
    su Vanity Fair n°21, un deliziosa cronaca di Inter-Bayern Monaco (a pag 27… ma Uffa è tornato a casa???) e poi, per la prima volta mi pare, Mina accenna al suo incontro con la grande Oriana Fallaci ( e anche a quello con Luchino Visconti)
    Chiusa parentesi: CARAMELLAAAA !!!!

  31. robertobagna

    La Sony dopo l’ascolto in anteprima del cd ci invia il video di you get me, beh sono soddisfazioni anche queste! Kiss

  32. PieraPaso

    ..friggggo di sentire come sono le CARAMELLE
    di MINA Laugh

  33. giulia_z

    “è solo un suono
    ma per me questa è musica
    la tua voce
    in mezzo a questa
    velata realtà…”

  34. mauro

    Come “Facile” più di “Facile”, questo “Caramella” è una bomba, in senso positivo, ovviamente.
    Non solo l’orologio biologico, ma l’intelligenza musicale di Mina è sintonizzata su un altro pianeta.
    Con i suoi 52 anni di dischi e canzoni, riesce ancora a sorprendermi e ad affascinarmi, a lasciarmi senza respiro mentre ascolto, rapito, un nuovo album, una canzone mai ascoltata prima…
    Mentre tutti i suoi colleghi e colleghe si rifugiano nell’autoreferenzialità e svendono il loro personele monumento, lei è giocosa, sperimentale e avanti, inarrivabilmente avanti anni luce.
    Le cover che fa sembrano canzoni nuove, gli inediti brillano già come dei classici!
    Con una naturalezza geniale rende semplici le cose più difficili e incastona nella splendida cornice della sua voce-anima quei pezzi che cantati da altre sfumerebbero inconsistenti…
    darò le mie preferenze a “Io e te”, “Amore unicoamore” (ma quell'”…amore mio” al termine della strofa è lo stesso dell’incipit dell’omonima di “Altro”!!!!) e “Come se io fossi lì”, ma vorrei sottolineare la bellezza del brano di Axel: un gioiellino che va a formare un trittico con “Per poco che sia” e “Con te o senza te” che si avvicina alla paterna “Proprio come sei” tanto per dirne una…
    Concludo con un pensiero: noi stiamo godendoci questa nuova Mina, ma in questo preciso momento lei chissà dove sarà già…

    “Non dirmi chi sei. Ma quanto amore hai.”

    mauro

  35. Simone-Roma

    Segnalo che “Caramella”, da questa mattina, è disponibile anche su Itunes!! Grin

  36. Vassallo paleologo giuseppe

    Ieri ore 16.00 ho finalmente la mia CARAMELLA tra le mani attendo le 18,30 la scarto…il packaging mi piace ma per me è sempre stata una cosa relativa anche una bustina trasparente col cd dentro va bene…è la sua voce che mi interessa!!!!
    Inserisco il cd sul lettore parte YOU GET ME bella-bellissima prosegue IO E TE finalmente il brano mi entre nelle vene e posso inserirla nella rosa delle mie preferite…segue IL POVERO E IL RE la canzone più delicata del disco mi ricorda veramente una zolletta di zucchero!!!
    Proseguono i 3 brani editi che brillano di luce propria all’interno del disco non sono solo delle fotografie sbiadite dal tempo!!!
    Comincia da adesso il vero e proprio momento da gustare pienamente SOLO SE SAI RISPODERE ed ACCENDI QUESTA LUCE non mi convincono subito ma dopo qualche ascolto sono già convinto che si tratta di capolavori!!!
    Ascolto le mie preferite in assoluto AMOREUNICOAMORE,COME SE IO FOSSI LI,INUTILE SPERARE non ho da commentarle mi hanno rapito il cuore subito per tante ragioni Smile
    Ascolto MA COMME FAJE e penso subito che il ritorno di Mina nella canzone partenopea è SUBLIME!!!
    MI PIACEREBBE ANDARE AL MARE è il classico brano da fine album…un dolcissimo e delicatissimo saluto!!!!
    Ascolto YOU GET ME da sola e mi incazzo…ma perchè non la incideva da sola?MINA cara lasciamo gli artisti internazionali(pur avendo io un grande simpatia musicale per SEAL)a casa…come hai detto tu sei una cantante popolare e noi popolo italiano amiamo te Smile
    Unico brano che ancora non mi convince(ma fu così anche per NON TI VOGLIO PIU’ che per amarlo alla follia ci son voluti mesi)è LA CLESSIDRA!!!
    Che dire a quando la prossima CARAMELLA? Ogni 6 mesi va bene Smile

  37. madameX

    no ma sparare cazzate senza far centro fa leggermente girare i cojoniiiiiii io al posto tuo mi ascolterei un bel gigi d’alessio caro red fox tale Quello si che canta da dio Che voi fa Mina è na principiante non fa per te Ascolta il mio consiglio e poi le sue copertine che figata Le fa la Tatangelo…all’uncinetto ciao red.

  38. madameX

    GRANDE MAX

  39. madameX

    Tesoro che bello che ci sei e sei qui con noi Bellissimo il nostro incontro Caramelloso Un bacio tesoro

  40. madameX

    ahhh TROPPO BELLA L’ IDEA bacio

  41. MarioBeda

    Giornata milanese con gli amici e con MadameX “caramellata”; acquisto di CARAMELLA e di una quindicina di quotidiani per le recensioni e poi tutti al Salotto per l’ascolto, il VERO primo ascolto!
    A caldo le due canzoni che colpiscono di più sono quelle che rappresentano una l’antitesi dell’altra, ovvero LA CLESSIDRA (mi fa venire in mente Morgan ex Bluvertigo) e la Minasenzatempo di AMOREUNICOAMORE; ma poi amo tantissimo quei nuovi, freschi guizzi vocali che Mina sparge qua e là, come in ACCENDI QUELLA LUCE o in INUTILE SPERARE (dove nel ritornello sento con piacere l’indimendicata FRANZ…)
    La prima volta che ho letto il titolo MI PIACEREBBE ANDARE AL MARE ho pensato a… Toto Cutugno!!! Anche lui,nel 1985, voleva andarci “di lunedì”: adesso, per fortuna, “l’omonima” dolcissima canzone del duo Mingardi/Tirelli (sempre benvenuti!) contribuirà a rendere dimenticabile la ‘cutugnata’… (ma quanto mi piace quel verso “…Se si potessero archiviare i sogni, tu lo faresti sì…
    Questi i primi commenti… l’album CARAMELLA non ha la facilità di Facile (voluto gioco di parole Smile e quindi ha bisogno di essere ascoltato tanto tanto tanto… Un compito gradevolissimo!!

  42. Luigi Proto

    Quando esce il nuovo disco di Mina, per me è un regalo meraviglioso e una volta a casa me lo guardo tutto prima di ascoltarlo, guardo anche i titoli dei brani come sono messi,(un esempio i titoli messi sul vinile doppio Singolare e Plurale sono fantastici),il logo della Pdu e ovviamente la copertina il retro e l’iterno con il liretto contenuto. E anche questa volta la trovo una copertina assolutamente divina (lo voglio proprio scrivere è bellissima). Grande Mauro Balletti. Poi passo all’ascolto e sono letterarmente senza parole su cosa ho ascoltato, e cioè un disco spettacolare. Voglio dire immediatamente come ho già scritto che il pezzo “La clessidra” non solo è forte ma è qualcosa nel suo canto, una forza che non ha eguali è unica. Adoro i brani che Andrea Mingardi scrive per la Numero 1. Trovo che siano radiofonici al massimo con la voce di Mina e quindi dei veri e propri singoli. Il brano di Axel in un nuovo concerto di Mina, quando intona:”è solo un suono ma per me questa è musica” saremmo tutti li ad ascoltarla abbracciandoci,è dolcissima. ” Io e te ” (lo vorrei come secondo singolo per le radio) e “Solo se sai rispondere” sono le canzoni con cui Mina ci fa le sue magniiche sorpese conquistandoci e conquistando nuovi fans come in tutte le canzoni dove ognuno trova la sua Mina. Io la amo in tutto il disco con il suo sempre dare il Nuovo a noi. Quei suoi contuini cambi di tonalità nel cantare il ritornello di “Mi piacerebbe andare al mare” mi prendono al massimo. Io non sono bravo di descrivere le emozioni che mi da Mina ad ogni suo nuovo disco ma so che sono emozioni bellissime. Mina non delude mai, lei ci da la vera musica.
    Ne parleremo ancora in questi giorni di questo eccezionale disco e adesso dico:
    Mina sei forte e bellissima grazie

  43. Resisti Fernando! Il cd sta arrivandoooo Smile

  44. Fernando

    Il disco non é ancora disponibile per scaricare sull iTunes Cry Mad a questo ritmo arriverà prima in Spagna in formato cd che il mio (nostro) amico Giuseppe mi ha regalato Wink é ancora non voglio sentire di parlare di anteprime…

  45. arg…ed io non mi accorgo che nella prima riga “conitnuo” e “continuato” si scontrano in perpetua ridondanza…pardon! Notte! Smile

  46. Il cd continua a girare nel lettore in modo continuato, non riesco a smettere. Il mio amore smisurato per “Io e te” sta piano piano trovando altre canzoni su cui sfogare le proprie emozioni: “Solo se sai rispondere” e “La clessidra” in primis ma anche il gioiellino di “Mi piacerebbe andare al mare”…Queste sono le mie reazioni a caldo, per qualcosa di più approfondito aspetto ancora qualche giorno.
    Ascoltare il cd farà sicuramente bene a chi sembra ossessionato dall’estetica della copertina e sembra fermarsi solo lì, all’apparenza: così con un po’ di silenzio, la musica che va avanti, la sua magnifica voce che si libera nell’aria, i polpastrelli smettono di scrivere vacuità.


  47. perché un nemico nella vita sai cos’è? Un cucchiaino di zucchero nel thè.

  48. red_fox_tale

    la grafica del cd è una cialtronata amatoriale irritante, manco i cd di Amanda Lear…

  49. taiale

    Anche per me “You get me” è meglio senza Seal.
    In questo duetto lui ha sicuramente perso dei punti !!
    Meglio da solo !! Se volete conoscerlo meglio prendetevi il doppio HITS.

    Ma il duetto con la Vanoni “Amiche mai” perchè non è stato incluso ??

    Qualcuno sa se uscirà anche il vinile ??
    e magari maggiori dettagli riguardo il box, che dovrebbe uscire il 01/06, con 10LP picture disc ?? Grazie

  50. CAvolo che bella recensione!
    Complimenti…sono in accordo quasi su tutto…soprattutto mi piace la tua sincerità ed intelligenza .
    BRavo bravo !!!

Trackbacks.

Comments have been disabled.