Il Blog

Pubblicato: 7 anni ago

Morti di FM

Si è parlato e riparlato, ultimamente, delle difficoltà incontrate da Mina ad essere trasmessa in radio (Amoreunicoamore, in compenso, sta muovendosi piuttosto bene nelle medio-piccole emittenti). Ma il problema non è certamente nuovo. Leggete che cosa scriveva sull’argomento il nostro Antonio Bianchi una dozzina di anni fa...

“… Provate a pensare al pubblico delle radio. Per causa di forza maggiore, si tratta di ascoltatori onnivori – conoscono di tutto un po’ – ma supini. Subiscono le scelte altrui. E provate voi a considerare l’acquirente di dischi, colui che ascolta solo la musica che sceglie. Il più delle volte è meno “informato” rispetto al pubblico radiofonico, ma quasi sempre ha un taglio più specialistico. E’ il vero appassionato di musica, la esplora in modo più intimo e personalizzato. Rifugge gli agglomerati informi, le accozzaglie. Ese ascolta la radio è solo per trasmissioni dai contenuti un po’ più rigorosi. E spegne se sente le voci di Nek o Ligabue. Per questi due tipi di ascoltatori, la musica ha valori diversi. Addirittura contrapposti. L’ascoltatore delle radio vive di simultaneità, di compresenza: passato, presente, buono, cattivo, pop, rock, fine, sguaiato convivono. L’acquirente di dischi salvaguarda la dimensione diacronica, scandaglia separatamente epoche, stili, personaggi, filoni. Esplora, sceglie, discrimina. E il peso di un personaggio come Mina appare molto più delineato. Chi ascolta solo la modulazione di frequenza è depistato dall’abbinamento tra personaggi di spessore e personaggi dell’ultima ora. Tutto è nello stesso calderone. Tutto è contaminato, svilito dalla contrapposizione bislacca. A pagarne lo scotto maggiore sono i personaggi più ricchi e complessi. Troppa storia, troppe sfumature, troppa leggenda sono un tedio per l’ascoltatore distratto. A nessuno piace verificare la propria ignoranza…”. (Da Leggera, per chi? di Antonio Bianchi, fanzine numero 49, marzo 1998)

p.s. Occhio al nostro prossimo post: vi mostreremo in anteprima la copertina della nuova fanzine 71 pronta a settembre!

Comments
  1. monicasicilia

    CIAO PINUCCIAAAAAAAAAAAAAAA

  2. PINA

    Gil, sempre preciso, nelle dettagliate informazioni e chiaro nella giusta denuncia contro le unilaterali misure adottate dalla tv per “ricoprirla” o “nasconderla”.
    Ma Mina, malgrado le azioni censorie, veniva fuori ugualmente, emergeva, statuaria, immagine plasmata della sua espressione.

  3. PINA

    Ciao, Gianfranco.
    Ci sono adesso, un po’ in ritardo, e batto un colpo ugualmente, anche se non sono di Castelbuono, ma posso darti delle indicazioni.
    Il mio indirizzo di posta elettronica è pina.51@virgilio.it

  4. massimo catti

    what’s it all about,alfie???
    ma ragazzo mio che bello rivederti qui sopra!
    ho perso il tuo cell, mi scrivi in mail? uniformi@libero.it
    oppure mi trovi su fb…
    un bacio,e ti prego, non ri-sparire!
    max

  5. gianfranco

    Ho bisogno di contattarePina di Castelbuono per avere notizie sulla manna (scusatemi se utilizzo questo spazio). Pina se ci sei batti un colpo. Ciao

  6. PieraPaso

    Caro Mario,
    è giusta la mia tesi che in questa song..
    c’è lo zampino di ROTFL MINA?
    ti do’ un BUONDI’ speciale
    Piera

  7. mario r.

    http://www.youtube.com/watch?v=_cD-vWp2UCM

    ECCOMI

    Mi ricordo che la prima volta mi son detta
    ora tocca a te
    e ridevo e piangevo e dicevo
    amore, amore, amore.
    Ma quale amore, cosa amore, dove amore
    se l’amore non conosce me
    e piano piano ho imparato a rinunciare,
    io
    non ero ancora preparata, io
    ma
    con tutta la mia buona fede io
    ho provato e dopo riprovato
    e ancora riprovato e poi
    ho creduto di trovare chi
    invece mi ha sconfitto più che mai,
    eccomi
    col niente grande che io ho,
    inevitabilmente io
    ricominciare ancora,
    si eccomi
    o non sarei più stata io
    vuoi darmi un’altra storia Dio,
    vuoi darmela
    o tocca sempre solo a me.
    Sempre solo a me gli stessi sbagli
    e sono loro che mi cercano,
    mi son fatta grande, mi son fatta molto piccola,
    son stata un verso e poi
    una parola inutile,
    sono stata fantasia
    ma tutto questo è da buttare via,
    no, io non posso, non voglio, non devo
    non credo, io no.
    Ma quante volte ancora
    una deve pagare perché
    tutto è finito,
    mi resta la forza di dire che tutto davvero è finito.
    Dio, o mio Dio
    con niente che mi resta, io
    potrò ricominciare,
    io.

  8. emilio bocchi

    Hai due musicisti,mi sembra di riconoscere Pino Presti e Bruno de Filippi li dietro sarà venuto un infarto….

  9. Lillo

    RIMANI QUI

    C’è una dolce tenerezza su di te
    raggomitolato qui contro di me
    lascia che sia quello che sia
    non andar via di qui.
    Dormiveglia di una calda intensità
    desideri che riaffiorano a metà
    anima mia, anima mia
    non andar via
    di qui.
    Non domandarmi di capire
    adesso no
    le tue ragioni per partire
    le so, però
    ancora un pò
    con me così
    rimani qui.
    Mi manchi già
    lo senti, sì
    rimani qui
    dammi la mano attraversando
    la notte insieme a me
    non farmi più pensare a quando
    non dormirò con te
    con te
    così.

    Ancora, ancora
    con me così
    rimani qui.
    Mi manchi già
    lo senti, sì
    rimani qui
    dammi la mano attraversando
    la notte insieme a me
    non farmi più pensare a quando
    non dormirò con te.

    Rimani

    http://www.youtube.com/watch?v=IHgP5WCDCpE

  10. PieraPaso

    graziee caro Dario
    la mia voce era piena di EMOZIONE
    a parlare di MINA ROTFL

  11. Gil

    Ciao Mario carissimo,

    “all’antica tu?” Nutro qualche dubbio in merito… Nelle tue foto spesso hai sempre mostrato una Mina esplosiva nel pieno della sua esuberanza fisica e ora ti lasci prendere da crisi mistiche o esistenziali? A meno che dopo la “Conversione di San Paolo” non avremo anche quella di Mario Rossi…
    Sarebbe quasi il caso di indire un referendum qui sul Blog per vedere chi merita la beatificazione e io ti prometto che voterò per te anche se, visti gli aspiranti santi, la lotta sarà dura! Io mi autoescludo perchè ammetto di essere un peccatore e ringrazio Mina per aver poi tirato su quegli abiti lunghi… Beauty Ti abbraccio!!!

  12. Gil

    Già che mi hai tirato in causa, voglio essere io a mettere a dura prova proprio la tua pazienza e, per cominciare, una volta tanto seguirò la corrente e farò anche io la “mestrina dalla penna rossa”… e proprio con te!
    Ma, se la memoria ancora mi sorregge, non era: “Vado un attimo di là, scusate. Metto a scaldare del caffè. Mangio (o prendo?) un po’ d’uva se ce n’è. Mi stendo un poco, ci sentiamo dopo”?
    Per pararmi dagli eventuali strali che potrebbero arrivarmi, ritengo utile precisare che mi sono affidato alla mia memoria…

    P.S. “Che te possino….!”

  13. mario r.

    Gil ciao, la censura di mammarai su Mina e le altre, sia per le gambe sia per le tette, la trovo meravigliosa, a pensarci bene sono i migliori anni della nostra vita.
    Io sono all’antica: meglio immaginare……
    bula bula.

  14. Dario

    Pierotta Nazionale lo sai che ieri sotto l’ombrellone ho riascoltato Radio Meneghina? che belli i tuoi emozionatissimi interventi e che pacatezza quel gran signore di Bruno de Filippi … un regalo speciale da una Amica Speciale!!! Kissed
    Ora, come giustamente commenterebbe Gil, vado un attimo di là, scusate, prendo un po’ d’uva se ce n’è mi stendo un poco Yawn … ci sentiamo dopo per non invadere il Blog … che pazienza con questi fans ….

  15. Dario

    Sì Gil, intendevo quella registrata su disco, quella live a Studio Uno è altrettanto bella, a me è sempre piaciuta e con “Un tale” una delle più belle del periodo d’apprendistato alla Italdisc, e queste incisioni ci fanno comprendere cosa avrebbe potuto fare in quel periodo se fosse stata nella scuderia Ricordi o RCA … In Love

  16. emilio bocchi

    è vero Gil grandi riprese in campo lungo come in Senza rete dello stesso anno, e giochi d’ombre per oscurare le bellissime gambe ,insomma tutto quello che faceva Mina attirava l’attenzione ed ogni suo gesto veniva amplificato…scatenando desideri impuri che la Carrà nemmeno si sognava…

  17. PieraPaso

    GIOCHI D’OMBRE
    http://www.youtube.com/watch?v=DCtMWIDo1bI

    fà il RACCONTO MINA

Comments have been disabled.