Il Blog

Pubblicato: 10 anni ago

Acquolina

Facile non ha sfondato, come in fondo era logico prevedere. Troppo raffinato, troppo al di là del tempo, troppo impegnativo, come mi confermavano le eleganti signore che gestiscono il negozio di dischi del Pantheon dove in genere consumo i miei averi (liquidi). La gente (ma chi sarà mai la ggente, co’ du’ ggi, come dicono a Roma?), chiede cose molto più facili di Facile – scusate la battuta, giust’appunto, fin troppo facile – cose che scivolano via dalla gola al piede, come l’acqua sul marmo. Cose che si possono far finta di ascoltare mentre si ciancia al cellulare o si sfoglia un magazine o comunque si pensa, magari, ai fatti propri (o ai regali di Natale, tempo sbagliato, secondo me, per ogni promozione che non sia di prodotti ovvii, e per il frastuono da cui si è circondati). Invece, la nostra Signora, anche quando strizza l’occhio ai gusti più correnti e sfoggia Afterhours e Subsonica – anche quando si mettesse a cantare l’elenco telefonico – pretende un impegno, un ascolto. Un’immersione. La sua grande Voce, ancora incredibilmente tersa, fluida e piroettante, che non conosce vere stanchezze, è agli antipodi delle voci correnti, femminili o maschili che siano – vociucole senza nerbo, vocette che precipitano in mielosi falsettini, vocine unidimensionali, vuote in alto, in basso e perfino al centro. No, non voglio parlare di Facile – mi spiace che questo album così intrigante non sia stato apprezzato. Voglio parlare e riparlare della sua Voce. La Voce di una sfolgorante Signora di settant’anni che tra pochissimo potrà dire di avere “settant’anni suonati”. Cantati. (…)”.

Quello che vi abbiamo proposto non è che l’inizio dell’articolo che Rina Gagliardi – gran “pasionaria” della Mazzini oltre che esponente prestigiosa della Sinistra italiana – ha scritto per la nuova fanzine in spedizione tra sabato 20 e lunedì 22 febbraio. E se questo è l’antipasto…

Comments
  1. Maria Pellegrini

    Ecco come si guarda in faccia la realtà delle cose e si raccontano le condizioni di una signora come NILLA. Ci volevano gli ARTIGLI DELLA TIGREEE Twisted delicatissimi quando occorre che siano tali… dolcissimi, teneri e di un RISPETTO espresso DA PAR TUO. Sono orgogliosissima di amare una persona come te!!!! Un bacione GRANDISSIMA MINA A TE E A NILLA

  2. Leone Jesolo

    Buona domenica a tutti!
    A me Sanremo fa sempre sorridere! La spontaneità della Clerici, le composizioni di fiori AGGHIACCIANTI sul tavolo della conferenza stampa, gli ospiti, le stecche, quei vuoti di scena il cui silenzio pesa come il piombo. Lo vedo così, come una passerella di tante cose italiane. I cantanti a parte qualche facile entusiasmo cerco di non giudicarli subito, non ne ho la facoltà haimè. Mi ritrovo spesso a capire che un brano m’è piaciuto dopo qualche giorno dall’ascolto quindi cerco sempre di vedere le cose con lungimiranza.
    Però la trilogia del terrore NO! Quelli li avrei presi a sassate pure io! Con la bolletta del telefono che arriverà alla Clotilde per i soldi spesi per far vincere il marito ci si sfamava l’Etiopia per un anno mi sa. Tristezza.

    Invece parlando di cose davvero belle …ieri sera a Jesolo, sotto casa, il concerto di solo pianoforte di uno dei più grandi veri artisti italiani DANILO REA!!!!
    Non vi dico quanto bravo, intenso, poetico, sorprendente è stato. Un mago, un tutt’uno col pianoforte, un genio scatenato! Vi giuro, un’ora e più di pura emozione. E’ un mostro di bravura…e se posso dire di sex appeal LOL
    Se capita dalle vostre parti non mancate la sua esibizione…oltre a sentirvi per qualche istante nello Sutudio Di Mina (ho sperato tanto che sbucasse da dietro il palcoscenico dicendo “Danilooo…non è che possiamo cambiare questo accordo??” ma niente) assisterete all’esecuzione di un vero maestro.UN GRANDE!
    Baci
    Lion

  3. madameX

    Esprimo velocemente il mio parere personale su vinvcitori e vinti
    Scusate non vi ho salutato…
    Il ragazzo di AMICI che ha vinto mi era piaciuto al primo colpo e ho sperato vincesse…Forse l’unico che mi da dato un’emozione da poco ma l’unica del festival
    Mengoni nessun emoziome
    Arisa..?
    Del trio il bello il brutto e il cattivo non voglio nemmeno parlarne perchè ho gia espresso il mio parere in altre occasioni.
    Costanzo l’ho trovato inutile nella sua geniale creativita e tanto di cappello a SE TELEFONANDO che ci ha regalato la voce di MINA…ma darla ad Arisa………Porella. e poi il suo Maurizio Costanzo…non c’entrava niente……..
    ELISA non la sopporto Ha distrutto canzoni come ALMENO TU NELL’UNIVERSO e SE telefonando…e questo mi basta….
    La Clerici porella brava simpatica ..Ma a me le finte casalinghe le lascio in cucina a fare i tortellini……
    Quella frase alla Maike Bongiorno A chi la do?…. studiata al copione e volutamente sottolineata mi è sembrata inadatta al festival Ma tesoro dalla a chi vuoi che a noi nun ce ne frega niente Se mai… Ma chi te la chiede?
    Le uniche simpatiche sono LE SORELLE MARINETTI….
    Comunque S REMO sarà S REMO ma EMOZIONI ZERO.
    Anzi l’unica Emozione è stata per la regina della canzone NILLA PIZZI anche se da piccola non era il mio genere….e non è il mio genere solo adesso capisco che Lei rimarra nella storia della canzone…
    Questo è il mio piccolo parere personale perciò nessuna polemica..con nessuno Ognuno ha i suoi idoli…
    Mo vado nel Salotto scusate credo di aver fatto un caos Non sono andata a dormire e oggi mi aspetta una giornata…da sballo Un bacio un abbraccio a tutti voi……. GRAZIE

  4. Dario

    Di Sanremo 2010 cosa resterà? Poco, condivido in pieno il giudizio espresso dalla nostra Mina : “Due eccezioni. Marco Mengoni, più potente della canzone che ha scelto, talento autentico, controllo invidiabile, gran figo con un gran futuro. Nilla Pizzi, la regina, che, quando apre bocca per cantare, supera l’età, il disagio ed esce con la voce identica a quella della sua gioventù. È tutto.”
    Mi soffermerei brevemente solo sulla terza serata per esprimere il mio parere sulla esecuzione della Mannonia di “E se domani” … qui divento veramente troppo fazioso … non si può, e sottolineo non si può “interpretare” quel brano senza regalare la minima emozione, come se si stesse leggendo una notizia del TG … dov’è la linearità e la morbidezza dell’esecuzione originale di Mina? Sì perchè tutti dicono che E se domani era una bella canzone ingiustamente eliminata … dimenticando che Mina l’ha completamente ribaltata e rieseguita conferendole quell’atmosfera jazz che il brano in origine non aveva (provate a riascoltare la versione “rumba rock” di Gene Pitney …)
    Ancora sulla terza serata, qualcuno ha detto che Elisa ricorda Mina giovanissima … intanto Elisa non è più giovanissima e Mina alla sua età era già un’interprete straordinaria … poi l’esecuzione di “Canzone per te” è stata decisamente scarsa … per chi ha ancora nelle orecchie le esecuzioni di Endrigo o di Roberto carlos e, ovviamente di Mina. Elisa ha gridato e mi veniva da chiederle : Ma cosa gridi? ma il testo l’hai compreso?
    Si dirà ma Elisa canta e Fiorella interpreta … soliti luoghi comuni … per non voler ammettere la verità : ciscuno canti e interpreti quello che vuole ma non si azzardino paragoni improponibili, per favore … c’è un limite a tutto … nonostante le Amoruso e i Carta che imperano nello sconsolato panorma musicale italiano dove persino la Pausini sembra la callas … Ma per favore!!!!

  5. mario r.

    Perfetta La MINA.
    “…ma a tutto c’è un limite.”

    Siamo Fermi Fermi Fermi.

    La Clerici quando chiede alla Lopez come fa ad avere un “fondo” come ha: grande grande grande!
    mario r.

  6. Franco Ghetti

    buongiorno. di sanremo mi e’ piaciuto tutto. la conduttrice. l’essenzialita’. la semplicita’ . le canzoni. i cantanti. tutto.
    anche il vincitore. i giovani ci sono, sono forti e sono bravi. e lo dimostrano.
    lo dico perche’ cosi’ sono controcorrente. no scherzo lo penso davvero. ma oggi va di moda dire che non va mai bene niente.
    con un po’ piu’ di amore e un po’ piu’ di umilta’ tante cose andrebbero bene.
    purtroppo ci sono cose che non vanno bene, ma non sono certamente queste.
    e allora facciamo almeno andare bene queste. anche quello che fa MINA non va mai bene, mentre a me va cosi bene quello che fa.
    grazie MINA per aver fatto sempre le cose con la tua testa. grazie MINA. Grin

  7. PieraPaso

    caro Angeko-PE
    ci mancherai..ops..mi e sottolineooo mi mancarai tantisssssssssimo,
    oggi pomeriggio perchè conoscendoti ho avuto modo di vedere che sei un UOMO “speciale”
    che ama MINA tantooooo, te lo dice la
    Piera
    nazionale

  8. PieraPaso

    cara adamemeX
    io vengo vestita da CATERPILLAR..ha! ha!
    tieni libero IL POSTO MIO..la sedia la porto io..
    non è elettrica per non farti consumare corrente!
    W MINA e NOI che amiamo la suaaaaa “grande voce”
    Piera

  9. 80express

    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/grubrica.asp?ID_blog=45&ID_articolo=188&ID_sezione=60&sezione=#

    “Due eccezioni. Marco Mengoni, più potente della canzone che ha scelto, talento autentico, controllo invidiabile, gran figo con un gran futuro. Nilla Pizzi, la regina, che, quando apre bocca per cantare, supera l’età, il disagio ed esce con la voce identica a quella della sua gioventù. È tutto.”

  10. PieraPaso

    si’ cara Giorgia
    io ho avuto la fortuna di vedere MINA dal Live ..il 12 Febbraio ’71 al Teatro Lirico Recital con Giogio Gaber..ho la registrazione di quel concerto..e foto “stupende” regalatemi da caro Bruno De Filippi ..che c’era su quel palco,.
    Il gioenale di allora (che ho conservato) scrive “Crolla il Lirico per gli applausi” è ed vero..non si finiva mai di appludire, credimi è stato uno schiock positivo vedere MINA dal LIVE (Grazie alla mia età anagrafica che mi ha dato questa gioia)
    MINA è piu’ BRAVA dal LIVE che su CD..se vuoi ti mando la regidtrazione del concerto on qualche imperfezione tecnica e la fotocopia della locandina, con l’autografi di:
    Bruno De Filippi e Pino Presti
    grazie MINA per quello sciok..bello che non dimentchero’ MAI..

    Su Sanremo..stendo un velo pietoso..l’unica che mi piaceva l’hanno eliminata subito era la canzone di T.Cotugno..lasciamo che il tempo dica chi ha vinto.

    BUONDI’ Cara Giorgias..meglio dire buon SOMEDAY..
    Si’ per me lo sarà perchè nel pomeriggio nel Salotto di madameX
    si sentirà tanta MINA
    ci mancherai Giorgia
    Piera

  11. Angelo-PE

    Ciao Nadia,anche domani,x l’ennesima volta,ci sarò solo con la mente ed il cuore….vi auguro una splendida giornata da raccontare poi a noi assenti…involontari!Volendo si può….è tanto facile……bacio a tutti voi ed a te,Angelo

  12. Finalmente Sanremo è finito!!! Mi è dispiaciuto molto che non abbia vinto Mengoni, ma si sà i migliori non vincono mai al festival, è una vecchia storia ormai no??? Ma Mina c’è stata per ben due volte… la prima quando si sono esibiti i bambini ed hanno cantato “Le Mille bolle Blu” e pensando ad una Mina giovanissima sentendo le note dell’orchestra mi sono emozionata, e poi “Se telefonando” grazie alla presenza un pò fuori luogo di Costanzo. E penso un pò triste che data la mia età non ho mai visto Mina dal vivo, e che per questo mi manca un tassello, ed invito chi di voi è riuscito a viverseli questi live a condividerli con noi. Mi piacerebbe che voi ce li raccontaste, regalandoci quell’ emozioni, quell’ immagini stampate nella mente, fatemi respirare un pò quegli anni, fatemi sentire i profumi di quei luoghi… Notte a tutti

    P.s. Un saluto a Nadia e al suo salotto e grazie a Loris di aver cominciato già a spedire non vedo l’ora di “possederla” questa nuova Fanzine…

    Alien

  13. robertobagna

    Anche Mina a Sanremo, non citata, ma forse non è necessario dirlo, Lei è la voce per antonomasia. Fra tante parole fuori luogo, Costanzo e il dibattito politico, per non parlare dello strazio del principe che vince la sua fiaba nel consenso di una Italia che non conosco è bene che ci ricordiamo che Lei canta punto e basta!!!
    Buon salotto milanese, non posso esserci, cara madamex sei splendida e le tue parole mi toccano sempre il cuore, tu ne hai una vagonata, scommetto che a volte ne lasci un po’ anche al Pincio, ma domani è tutto per gli amici di MINA!!!!!!!!!!! Baci a tutti.

  14. giacomo79

    proprio ora Costanzo ha detto che se avesse scritto oggi la sua SE TELEFONANDO l’avrebbe data ad Arisa…Sto provando ad immaginare l’effetto. A sto punto tutto è possibile: basta che non la cantava ” lo svizzero”! E Cmq tanto poi Mina ne avrebbe fatto una cover di successo, come E SE Domani!

  15. madameX

    Domani IL SALOTTO si riempirà di musica per la gioia di stare INSIEME….
    Sara una domenica SPECIALE in questo circo che si chiama VITA
    Ci saranno tanti amici e personaggi dello spettacolo
    Anche se il Carnevale è finito domani per noi sarà ancora carnevale .Saremo in maschera e ognuno diventerà il personaggio che vorrebbe essere nella fantasia
    Avrei voluto disdire questo incontro ma non posso farlo.
    Non potrei mai deludere le persone e gli artisti che ci regaleranno questa domenica SPECIALE…..
    Voglio ricordarvi RARO DI MARZO…un intervista rilasciata a FERNANDO FRATARCANGELI con le foto del SALOTTO del Maestro MAURO BALLETTI.
    Intanto vi lascio una canzone con tutto il mio amore…stasera niente Pincio

    Volendo si può

    Considerazioni
    che faccio da sola,
    a chi può importare
    la mia vita.
    Al mio partito è già un voto in meno
    e da mia madre già un dolore in più
    ed al mio cane a lui sì che può importare.
    Ma a te
    che ho accompagnato alla stazione
    e che m’hai tolto la forza
    di tornare a casa,
    a te
    che cosa può importare.
    Mi devo sbrigare, mi devo sbrigare,
    i vetri socchiusi, i vetri socchiusi,
    volendo si può, volendo si può,
    io questo lo so, io questo lo so,
    tutto è troppo,
    basta poco,
    e fra poco
    io per sempre dormirò,
    è tanto facile.
    Mi devo sbrigare, mi devo sbrigare,
    i vetri socchiusi, i vetri socchiusi,
    volendo si può, volendo si può,
    io questo lo so, io questo lo so,
    tutto è troppo,
    basta poco,
    e fra poco
    io per sempre dormirò,
    è tanto facile.
    madamex

  16. Andreina C.

    Anche a me piace questo elemento! Grin
    Grazie fin da ora, Loris, ciao!

  17. Andreina C.

    si, molto carina! Grazie per averla segnalata. ciao!

  18. Maria Pellegrini

    Gil solo adesso leggo le tue osservazioni. Ti dico subito che le ho scorse velocemente per avidità ma l’attenzione deve essere necessariamente diversa. Quindi mi astengo da ulteriori considerazioni personali poichè sarebbero superficiali e non voglio che sia così. A proposito di E SE DOMANI proprio ieri in un filmato, credo tratto da VITE STRAORDINARIE, mi è capitato di sentire quanto il Maestro Gianni Ferrio ha detto a proposito di E SE DOMANI…. -riferendosi specificatamente alle difficoltà musicali, di testo e d’interpretazione di un “pezzo” che sembra facile…..- io dichiaro apertamente di non avere competenze specifiche ma soltanto la passione, l’amore, se vuoi il TIFO …. le mie orecchie…. Perciò citazioni di MINA, E PER LE TANTISSIME BELLISSIME INTERPRETAZIONI che qualsiasi SUO collega faccia e, le faccia con quell’umiltà che se evidente e sincera merita rispetto e considerazione prima di tutto proprio da noi le ritendo un bellissimo omaggio!!! CIAO!!!

  19. Gil

    Un noto quotidiano nazionale di oggi riporta l’affermazione di Lippi (ieri a Sanremo): “Non sono un critico e amo Celentano e Mina” e sullo stesso quotidiano c’è la dichiarazione da Nina Zilli (secondo posto nella sezione di Sanremo Giovani, premio della critica e quello di Assomusica):
    “Il mio suono è nero, giamaicano innanzitutto, ma anche soul e funky… e sogno MINA sospesa tra Detroit e Kingston!”

    A parte Lippi, mi consola che una giovane promettente artista, in cerca di evoluzione e che sperimenta nuove sonorità vocali e musicali, prende Mina a modello e soprattutto che lo dichiara pubblicamente. Ma di sicuro non è la prima (e nè sarà l’ultima)… e lo stesso Mengoni che dopo aver ricevuto i complimenti della Tigre dichiara ancora nelle sue serate: “Ma come è possibile, vi rendete conto? E’ Lei che fa i complimenti a me!” Evviva l’umiltà perché senza quella non si potrà mai arrivare al cuore della gente.

    Mi ha lasciato un po’ perplesso che nessuno del Blog abbia evidenziato l’esecuzione di “E se domani” da parte di Fiorella Mannoia. Intanto ne ha dato una piacevole e dignitosa interpretazione, senza entrare in competizione con quella di Mina… La Clerici, un po’ “cafoncella” sotto questo aspetto, nel presentare la canzone ha detto che nonostante sia stata eliminata nel Sanremo ’64, comunque è diventata un grosso successo. Alla fine dell’esecuzione della Mannoia, e senza precisare come mai diventò un successo internazionale, rivolgendosi a questa ha ribadito la sua dichiarazione di prima… Ma qui la replica di Fiorella: “Beh si, se è diventato un grosso successo è stato grazie a Mina” e nel nominare la Signora, Fiorella ha alzato lo sguardo e ha fatto un’ampia rotazione con lo braccio come a voler indicare con un solo gesto la grandezza di Mina.

    E proprio a proposito di “E se domani” mi ritorna alla mente l’esecuzione fornita da Anna Oxa in un intermezzo musicale a Sanremo ’94. La cara Anna, ormai fuori di testa per un successo insperato del momento e con atteggiamento da nuova santona della musica, nel cimentarsi in “E se domani” ne diede un’esecuzione tutta nasale, boccheggiante… la enfatizzò fino all’esasperazione producendosi in miagolii da gatta in calore. Eppure alla fine dell’esecuzione Pippo Baudo, con le sua proverbiale mancanza di tatto, esclamò: “Questa canzone fino ad ieri era patrimonio del repertorio di Mina e da oggi è patrimonio del repertorio di Anna Oxa”. Già il giorno dopo Baudo dovette rettificare il tiro perché la critica (e meno male che ogni tanto funziona) si rivoltò aspramente e la Oxa, da parte sua, dichiarò che lei stava solo facendo il suo lavoro.

    http://www.youtube.com/watch?v=Uxdjx9N6Fos

  20. Ganimede Fe

    ciao ragazzi. oggi rileggevo l’articolo sulla fanzine 67 di antonio bianchi “Metamorfosi di una voce”, di come mina in occasione di todavia abbia rifatto una rilettura “latina” di brani di recente produzione (si dice cosi?) e mi chedevo: chissa come canterebbe oggi “Eccomi”, “fiume azzurro”,”mi sei scoppiato dentro al cuore” e tante altre perle come queste??? è wstato belle risentire “questo piccolo grande amore a distanza di 20anni. colorie e sfumature vocali nuove, più intense, più mature.
    Mi piacerebbe ascoltare una rilettura di questi brani magari in “Anna Mazzini canta Mina”. A voi no?

  21. Mi piace questo elemento! Smile

  22. robertobagna

    si davvero carina, e come sempre, a leggere di Mina in termini così vasti, fa uno stupore che sfiora la retorica; mi spiego senza fraintendimenti, noi che frequentiamo a tutto tondo Mina ci sentiamo confermati nella passione per Lei e allora oggi e sempre W MINA.
    Buon sabato……………Roberto che oggi tifa Marco Mengoni, l’unico Miniano di Sanremo.

  23. giulia_z

    Navigando in rete un po’ a casaccio mi sono imbattuta in questa pagina:

    http://it.wikiquote.org/wiki/Mina#cite_note-4

    Carina, vero?

  24. Diego

    Sì ma io penso esattamente le stesse cose… La differenze è che a me emoziona anche Elisa! Wink

  25. mr. Blue

    GRAZIE LORISSSSSSSSS. SEI UN MITO !!!. Carlo.

  26. Maria Pellegrini

    Loris carissimo questi sono i momenti nei quali mi amareggio di più per tanta lontananza mentre invece vorrei tanto stare dalle parti di AOSTA per poter essere utile e darvi una mano!!!! CIAO… BUONISSIMA FINE SETTIMANA A TE E A REMO.

  27. giulia_z

    Loris, sei il nostro eroe!!!! Grin

    Baci

  28. MarioBeda

    Su VIVO n°7 intervista a Stefano Anselmo con un bel fermo-immagine da Mina in Studio.

    D :”Il più divertente da truccare?”
    R :”Mina. Non c’è mai nulla di eccessivo o sconveniente per lei… E’ più matta di me”

  29. loris (Author)

    Pant!… Sono riuscito a spedire un primo centinaio di copie prima dell’orario di chiusura delle Poste. Tutte le altre partiranno lunedì…

  30. mario r.

    Buon Giorno con MINA
    Solamente tu…….
    http://thumbsnap.com/v/oLir4Kt3.jpg

  31. Maria Pellegrini

    A GIL
    CARO QUALCUNO…….PRECISO….. PUNTUALE INTERPRETE… Voglio ancora, testardemente pensare che non ci sia alcuna malizia in DecorazioniSegrete, ma soltanto un malinteso …. BUONA NOTTE GIL.

  32. Gil

    Penso che non ci sia molto da capire….. DecorazioniSegrete, nell’omaggiare la signora Pizzi, si è espresso con una delicatezza e una sensibilità d’animo tale da meritare lui stesso le tue lodi per le parole usate nell’esternare le sue emozioni. Per me questa è l’interpretazione della tua replica… oppure anche io ho male interpretato?

  33. Maria Pellegrini

    A decorazionisegrete
    Mi dispiace che non hai capito… sono stata sintetica e chiarissima… ma se c’è UN CARO QUALCUNO che sia più esplicito di me gliene sarò gratissimana. A me non piacciono proprio le prese per il c…….

  34. madameX

    EMOZIONI…….
    Si parla di Emizioni e della voce incantatrice di MINA
    Oggi nel Salotto ho fatto un servizio fotografico con un Grande Maestro Un grande Uomo un vero Signore un genio MAURO BALLETTI
    e mentre ero li che posavo.. un cd di Mina ci faceva da sottofondo nusicale… e tra uno scatto e l’altro la sua voce aveva fatto vibrare la mia anima … Mentre vivevo AHY MI AMOR mi sono resa conto che il mio sorriso era sparito ,che mi stavo mordendo le labbria i miei occhi si inumidivano sino alle lacrime.
    Mi sono vergognata e ho chiesto scusa….Mentre Lui mi diceva No Nadia lascia vivere le tue Emozioni mentre continuava a scattare Queste saranno delle foto solo tue
    e sono bellissime…….
    Grazie Mauro Grande genio con una grande sensibilità d’animo Grazie Mina di avermi regalato questo bellissimo momento
    Grazie Loris di avermi accettata in questo MFC….La tua cicoria matta……..

  35. giulia_z

    Grazie Emilio per aver ricordato a tutti noi queste parole così amorevoli, sincere, semplici e allo stesso tempo intense che Mina ha dedicato a Nilla Pizzi. In tempi più recenti, ha scritto anche un articolo su La Stampa per celebrare il novantesimo compleanno della suddetta Regina.
    Credo che se volessimo immaginare il volto della Mina mentre pensa e scrive queste cose, sarebbe sufficiente andarsi a rivedere il filmato del già citato duetto di “Papaveri e Papere” a Milleluci… Lì si vede tutta la reverenziale e rispettosa tenerezza con cui Mina si rivolge a “Nillapizzi”.
    E vorrei sottolineare per l’ennesima volta che è proprio in questi momenti che per me diventa tangibile ed evidente che ciò che rende quella Voce così speciale, ciò che la fa vibrare a quella frequenza così magica, intensa, speciale e, per me, “domestica” è tutta quella “fagottata” di Cuore Intelligente che dimora nell’adorato petto della Gentile Signora.

    Scusate se mi ripeto, ma come avrete ben capito per me ogni occasione è buona per dichiaraLe il mio assoluto, inestimabile, inesauribile, incontrastato e incontrastabile AMORE.

    Ciao Mina.

    Giulia

  36. oddio non ho capito….

  37. PieraPaso

    ..errata corrige,perchè ho scritto la replica a Diego mentre rispondevo ad una email ed ho confuso le due cose..

  38. PieraPaso

    Da: acontan@libero.it
    Data: 19/02/2010 17.22.48
    A: piera.pasotto@tiscalinet.it
    Oggetto: I: foto di.. Piera e Enzo

    Caro Diego,

    spero che non ti sei offeso se ho detto che Elisa non mi emoziona.
    Io sono una “vecchia” fan di Mina e apprezzo Elisa ma MINA è un’altra cosa e perciò sono d’accordo con Gil con Emilio e con Pina.
    Ma questo non solo per Elisa ma con tutte perché non c’è una cantante che riesce a darmi le stesse EMOZIONI di MINA e poi è vero che MINA ha più voce e fiato di tutte e come interpreta lei le canzoni non lo sa fare nessuna.

  39. PINA

    Si, Emilio.
    Io penso che i grandi si rivelino completamente tali, solo se sono profondamente umili.
    E Mina lo è.

  40. emilio bocchi

    Tornando alla signora Nilla Pizzi eccocosa scrisse Mina dalle pagine di LIBERAL.

    65. “NILLAPIZZI”, LA REGINA
    3 giugno 1999

    Cara Mina,
    so che non è elegante rivelare l’età delle signore. Ma nel caso di Nilla Pizzi si può anche fare un’eccezione alla regola. Sono 80 gli anni che la regina della canzone italiana si porta sulle spalle. Ma lei non si risparmia. Vive la sua età con grande energia e mi sembra che anche la voce regga ancora bene, nonostante l’usura del tempo. All’inizio della tua carriera i maldestri giornalisti ti contrapponevano spesso alla Nilla nazionale. Ma oggi ha ancora senso questa disputa tra due modi diversi di intendere la canzone?
    Luciano F., Salerno

    Bella, leale, rassicurante Nilla. La nostra carne di irriducibili italiani è impastata con la tua voce soffice e nutriente. Sei bella con quella faccia da aristocratica popolana e con quella tua espressione sempre un pochino ironica. Tutti abbiamo imparato qualcosa dalla tua voce, anche se non vogliamo ammetterlo. Intendo dire noi “lavoratori della canzone”. Abbiamo cercato di arrotondare la voce, di renderla più autorevole proprio nella emissione, abbiamo lavorato sulle vocali e sulle doppie proprio come tu suggerisci. Senza tecnica e senza un controllo totale non si possono fare delle serie pazzie. Ascoltarti è sempre stato un po’ come andare a scuola da una maestra estremamente intelligente, di quelle che insegnano con l’esempio, senza volersi imporre a tutti i costi.
    Possibile, o regina, che tu abbia già ottanta anni? L’espressione dei tuoi occhi è sempre talmente fresca, contrassegnata da una sana stimolante curiosità che sembra ancora non essersi spenta. La lucina che hai negli occhi è ancora più evidente di quando eri una splendida, opulenta giovane donna. E di cose ne hai viste. Hai visto passare legioni di cantanti, stili, mode, musicisti, cialtroni e star di tutti i tipi. E tu sempre sorridente e … come dire, tollerante, addirittura interessata anche alle più ardite e spinte innovazioni nel campo della musica, anche se sempre ferma, monoliticamente avvinta, come “il noto rampicante”, alla tua inscalfibile e ferma personalità.
    Tu non sei mai stata considerata “diva” o “dea”, ma semplicemente “regina”. E, a dispetto dell’apparenza, questa non è una “deminutio”. Tu sei nata nell’epoca in cui la canzone era solo espressione di una voce, e non negli anni del divismo della presenza fisica. La tua voce, che ci raggiungeva attraverso il mezzo discreto della radio, generava in noi una rispettosa reverenza. Era la voce di una regina, ma poteva essere anche la voce della mamma che ci rimboccava le coperte e ci sussurrava parole dolci, come un sonoro viatico che avrebbe cullato i nostri sogni. Voce calda quanto si vuole, ma voce “incorporea”. Voce pastosa e velatamente sensuale di una madre qualsiasi, ma che la sorte aveva voluto che si chiamasse Nilla Pizzi. Voce rassicurante e consolatoria che ha saputo idealizzare le passioni fatte in casa di un’Italia ancora provinciale, che odorava di tortellini e di sapone di Marsiglia.
    Tu sei stata preservata da tutte le classificazioni e le titolature a cui siamo state costrette noi cantanti del periodo successivo al tuo. Per definirci sono stati scomodati animali da aggressione, come le pantere, le aquile e le tigri. Di te, invece, la Regina, non si è mai immaginato che fossi un animale. Bastava chiamarti “Nillapizzi”, così per esteso, come se fosse un soprannome più efficace di ogni metafora.
    Oggi sento in giro una certa spocchia, un atteggiamento da puzza sotto il naso, da parte di chi non ammette la tua bravura e non ti considera un pilastro della nostra canzone. Ti hanno ridotta al rango di cantante buona solo per i revival antidiluviani o per gli italiani all’estero, che necessitano di facili emozioni nazionalpopolari. Hai vissuto la disgrazia di essere troppo popolare per essere considerata anche brava.
    E anche a proposito del tuo compleanno non ho visto gran che sui media. Non preoccuparti, c’è chi sa che cosa sei e ti ama. Io, per quanto possa valere, alzo la mia piccola voce per onorarti in questo momento così importante della tua vita di donna e di cantante e ti mando idealmente un abbraccio e un grande mazzo di fiori. No, non ti disturbare … so già la risposta.

    Solo una grande come Mina ha l’umiltà di riconoscere ed ammirare un’altra grande.
    Mina ti amo anche per questo.

  41. Maria Pellegrini

    EMILIO, AMORE MIO, MINA E’ MINAAAAAAAAAAAAA. Artista SUBLIME E DONNA DONNA DONNAAAAAAAA. (Licenza personalissima)…. la mia adorata mamma, avendo grande comprensione per la mia PASSIONE mi disse un giorno, in cui ero particolarmente incazzata coi soliti … noti…. bravi solo a vedere un pelo ma non il trave nei propri occhi “L’oro è oro e galleggia sempre anche in un mare di stagno” :!: :!: Aveva ragionissima. CIAO

  42. PieraPaso

    caro Gil,
    non mi sgridare a me Elisa non mi emoziona per niente,
    (solo il nome mi dà i brividi perchè è quello della mia mamma)
    è molto intonata, è brava canta bene..ma a me non attira la voglia di sentirla e compedrare un suo cd..saro’ bacchettata da altri fans ma io..devo provare EMOZIONE quando sento cantare l'”Artista” ieri su quel palco me la data solo Massimo Ranieri..è la voceeeeeeeeeeee che esce dal “cuore” dalla “pancia” è un’ vero -istrione-
    Piera
    che ama l’arte vera

  43. emilio bocchi

    Gil la tua analisi cosi lucida sulla voce di Mina dovrebbe essere letta da certi critici musicali che continuano ad avere questo stupido risentimento verso la Signora ..ci sono poi certi personaggi nel nostro panorama musicale che a parer mio sono assolutamente sopravalutati…molto amati dai ragazzini che li seguono dai vari programmi televisivi e inevitabilmente poi col televoto ( chissà poi se è una cosa cosi trasparente )votano i propri eroi che secondo me non dovrebbero nemmeno occupare un palco come Sanremo in gara con artisti che hanno diversi anni di carriera alle spalle…E infatti i grandi nomi non ci vanno più se non come ospiti.. Mi sembra che oltre alla sezione nuove proposte (che và benissimo) ci sia anche una spropositata quantità di giovani big che in realtà sono appena nati,ma evidentemente è una questione di grandi interessi da parte delle case discografiche…
    Per chiudere col Festival trovo anch’io scandalosa l’elemosina di 3000 E fatta alla signora Nilla Pizzi…
    Spesso snobbata e quasi derisa ma molto amata dalla stessa Mina che con due bellissime lettere aperte l’ha ricordata con grande affetto.
    Mina non ostenta, hai ragione Pina e con la sua voce potrebbe benissimo farlo facendo rimanere tutti col fiato sospeso ma Mina non canta bene solo perchè ha una splendida voce,Mina canta bene anche perchè è intelligente,perchè è sensibile,perchè canta col cervello e con il cuore di pari passo col cervello e con il cuore..

  44. Diego

    Eh ma io ho voluto precisare che per me è la migliore ma escludendo Mina!!!!!!!!!!!!!! perché la penso così, se no non l’avrei scritto!!!! ma guarda un po’!! 8O

    Comunque ascoltando la versione di Mina si entra in un altro mondo… ma è ovvio! E’ forza pura!
    Di quella di Elisa con la Mannoia mi piace molto la parte che recita: “come un diamante in mezzo al cuore tu”…. è bellissima cantata così!

  45. PINA

    Si, Gil, è vero. Quando Mina canta, non ostenta. E’ la sua grande classe, la naturalezza nell’affrontare cose incredibili. Ed allora, quando l’ascolti, all’istante, magari non ti soffermi a valutare la performance, anche perchè ti trovi d’impatto con l’anima che traspare dalla sua voce.

  46. Maria Pellegrini

    Buon giorno Gil ti ho letto e devo dire che condivido quanto dici, non è importante la mia “approvazione” ma ci tenevo a dirtelo. Buona giornata (aspetto sempre quello che mi hai promesso ma non ho fretta) Un bacione

  47. Gil

    Concordo con te nell’affermare che Elisa è una delle migliori proposte dell’attuale panorama musicale italiano ma, per dire che una cantante piace, non ritengo che sia necessario precisare “escludendo Mina”, considerato che non vige alcun obbligo o limite in merito alle preferenze perché la libertà di gusto penso che ancora sia rispettata… Però, nell’esprimermi sulla voce, io avrei detto che è Mina che dall’alto della sua maturità anagrafica ancora offre un timbro di voce riscontrabile solo in una giovanissima e questo l’abbiamo visto anche nella recentissima “Non ti voglio più”, in particolare in quel passaggio che ha del miracoloso dopo la fine del secondo minuto…

    Si dice che la cioccolata è come la cultura, meno ne hai e più la spalmi… e così ritengo che sia anche con la voce. Infatti molti/e si danno da fare ai limite delle proprie possibilità (magari ricorrendo ai raddoppi e ai potenziamenti di voce in sala di incisione) per offrire qualità e capacità vocali che in realtà non hanno… Mina, invece, le ha ma ne da dimostrazione senza farne ostentazione. Non a caso di “Almeno tu nell’universo” Elisa ci offre una versione molto sofferta ma nella parte dove c’è da esplodere con la voce, ricorre quasi al falsetto e si prende i suoi tempi fra una frase e l’altra, come per riprendere fiato. Mina invece esplode in tutta la sua potenza e lega le frasi senza riprendere fiato. Alla fine succede che una canzone riesci a canticchiarla insieme all’interprete… ma se si tratta di Mina ti è concesso solo ascoltarla.

  48. Maria Pellegrini

    A decorazionisegrete.
    Forse il tuo intento era di esprimere ammirazione e omaggiare la signora Nilla Pizzi ma i complimenti bisogna farli a te per la delicatezza e la sensibilità contenute nel tuo messaggio diretto alla Signora. :!:

  49. Diego

    http://www.youtube.com/watch?v=FVLHaY6UKuk

    In certi momenti la voce di Elisa mi è sembrata simile a quella della Mina giovanissima… Penso che Elisa oggi sia la migliore cantante italiana, escludendo Mina…

Comments have been disabled.