Il Blog

instudio4
Pubblicato: 6 anni ago

Mina in studio rewind / 6

La donna che non c’era

di Flavio Merkel

Ride, fa versacci, “sporca” le canzoni, fuma (sempre Marlboro rosse), è tenera, professionale ma allegra, e non parla quasi mai, come se la sua voce esistesse solo per il canto e non per la parola. Il suo volto è finalmente visibile, ma senza collo, senza sguardo, gli occhi si intravvedono qua e là dietro le spesse lenti quando i primi piani sono molto ravvicinati. Magra, lunga e nera in quella sua mise senza tempo, bianca di pelle, una pelle che riflette – non assorbe – la luce. E poi il miracolo di quella Voce, ancora più sfumata, complessa, potente e variegata, incanta anche chi non la ama, stupisce gli increduli, nutre gli ammiratori, fa invidia alle coetanee colleghe (italiane e straniere) ormai sfiatate. Un miracolo, ripeto, e un mistero. Perché non sappiamo niente di più di quanto sapessimo (o immaginassimo) prima. Sì, l’abbiamo finalmente rivista, ma alle sue condizioni: quasi spiata, da dietro, di fianco, di profilo, raramente di faccia, rendendoci tutti voyeurs, intrusi privilegiati che la spiano nel privato. Abbiamo verificato che esiste davvero e canta e si diverte. Ma il mistero rimane. Chi è Mina?

(6 -fine)


Comments
  1. … e di cosa? Grazie a te, Pina, di cuore.

  2. Maria Pellegrini

    Emilio .. ho letto solo oggi su Sorrisi le esternazioni di Limiti. Nulla di particolarmente grave, ma sicuramente sgradevoli. Eek! Del resto le uniche magnifiche canzoni che Mina ha scelto sono di Paolo, peccato che non siano le sole… peccato che la manna non si ripeta ancora oggi… peccato che tanti cortigiani vengano cacciati a calci in c lo. Certamente Mina poteva scegliere altri mestieri, ragioniera, commessa, impiegata ecc.. ma era destinata a ben altro! Però se non ricordo male per il signor Limiti ha fatto anche la “valletta” e moltissimo altro. Cortissima memoria per chi non trova oggi alcun pertugio in cui infilarsi. Mi spiace per la Tigre ma non più di tanto… Lei sa bene che nessuna può permettersi di dire, cantare.. “Io sò io l’altri nun’ sò un c…o”. Marchese del Grillo docet. Pissed Off Pensiamo ad altro….

  3. Domenico/Napoli

    Che pomeriggio! Ho potuto dedicarvi solo qualche ora, ma sono state sufficienti per capire che persone speciali sono i “tigrotti” (anche se nu’ poco spellacchiati!). Un affettuoso abbraccio al gruppo napoletano.

  4. Domenico/Napoli

    Grazie Emilio, questa è la mia e-mail:
    domenico.aletta@hotmail.it

  5. PieraPaso

    http://www.youtube.com/watch?v=jzjtlFoYFLY
    Bella canzone è FRA MILLE ANNI..sia nel testo e che dire
    della voceeeeeeeeee della nostra Grande MINA ascoltiamola!
    Grazie MINA

  6. Vassallo paleologo giuseppe

    Gennaio 2005 MINA torna sul mercato con un album assolutamente al passo con i tempi ovvero BULA BULA che trionfa sulle chart….uno dei pezzi che io amo moltissimo dell’album è FRA MILLE ANNI:

    Cambia il tempo, pioverà
    cambia il giudizio che degi altri ci si fa
    cambia il viso di chi
    ci sorrise e poi fuggì.
    Sai, sai,
    il mondo segue il volo delle nuvole
    e niente resta uguale qui
    ma non sempre andrà così.

    Noi sì, che ci saremo, sai
    noi qui, fra mille anni
    noi sì, non dubitare mai
    dell’amore sempre nuovo in noi.

    Quanta gente cerca novità
    cambia in continuazione direzione
    vive di coriandoli
    ma non sempre andrà così.

    Noi sì, noi ci saremo, sai
    noi qui, fra mille anni
    noi sì, non dubitare mai
    dell’amore sempre nuovo in noi.

    Le tue mani, come ali, mi spingono più in là
    oltre il tempo e le difficoltà
    sopra gli alberi e le case, oltre le città
    ci ritroveremo ancora qua.

    Noi sì
    Le tue mani, come ali, mi spingono più in là
    Noi qui
    Oltre il tempo e le difficoltà
    Noi sì
    Sopra gli alberi e le case, oltre le città
    Ci ritroveremo ancora qua.

  7. mario r.

    ANNIVERSARIO
    Tre anni fa il 9 marzo per festeggiare i 50 anni di carriera di Mina, partiva il Grazie Mina Tour.
    Bologna prima tappa.
    http://www.youtube.com/watch?v=A9QfypDXUlA

  8. Voi creature di un paese Minoso, voi che il vostro imperativo è solo Mina, NOI che siamo tutti vicini vicini perchè esiste lei, perchè ci unisce la musica, volevo dirvi GRAZIE per il sostegno, per aiutarmi, per esserci in questo mio viaggio… Sono senza parole, i commenti poi mi hanno lasciato senza parole, leggere poi “un tigrotto” mi si è riempito il petto di orgoglio, cavolo siamo proprio NOI i tigrotti Grrrrrrrrrrr!!! Pina le tue parole sono state talmente profonde che ti posso dire che è vero cantare la storia di Hula ti lacera, ti sfianca, ma Sergio Gaggiotti è stato così bravo a descriverla, a descriverci, è essere dalla parte di tutte le donne anche quelle senza voce, nè diritti. Ho deciso di schierarmi di cantarle queste storie, di dargli voce e se ci sono riuscita è anche grazie alla maestra Mina che ha accompagnato tutta la mia crescita, mi ha insegnato che ogni parola ha un peso, un valore, un respiro. Per chi volesse ancora votare questo è l’indirizzo http://milano.imafestival.com/?page=Preview&id=163 basta cliccare su I LIKE e tutto qui. Vi dedico una delle interpretazioni più intense che Mina ha saputo regalarci http://www.youtube.com/watch?v=iJCg3a7IG0o&feature=related

    P.s. mi sono permessa di copiare i vostri commenti qui e riportarli nella bacheca della canzone, meritano, fanno tanto famiglia… grazie, ne sono commossa, Mina mi ha regalato troppo, anche voi!! Beauty

  9. ahahahahah … mal comune, mezzo gaudio … ahahahahah …

  10. Federica Frasconi

    Ciao a tutti!! Indovinate?!…èh si anche io vorrei fare i miei auguri a tutte noi donne con la speranza che ogni giorno questa società del lavoro riesca sempre di più a considerarci per quello che siamo senza pregiudizi….Evviva le donne…..Auguri grande grande grande meraviglia Mina. Baci In Love

  11. PINA

    Cara Maria,
    è vero. Leggendo quello che di Mina ha scritto Flavio, viene spontaneo “fermarsi”, trattenere il respiro e poi provare la chiara sensazione di aver perso tanto a non averlo ancora tra noi e a non averlo conosciuto.
    Grazie anche per avermi ricordato che avrei da rileggere “Unicamente Mina”.

  12. PINA

    Caro Francesco, grazie per il link, grazie per questa dedica e grazie per l’”irriducibile” che mai quanto adesso è azzeccatissimo, dato che non riesco proprio a… dimagrire.
    Baci.

  13. Maria Pellegrini

    A proposito de “La donna che non c’era” ci penso da giorni. Cosa aggiungere? E perchè? Flavio è stato semplicemente meraviglioso e generoso. Vorrei soltanto ringraziare un amico di ventura che non ho avuto il piacere di conoscere e che comunque è sempre nel cuore dei veri Mazziniani. Nel frattempo ho aperto un cassetto dove conservo la Sua opera libraria scritta insieme a Paolo Belluso “Unicamente MINA” – Editrice Gammalibri (prima edizione ottobre 1983). Pagine un poco ingiallite che mi spiegarono e ancora mi spiegano il “mistero” di Mina. Nel libro soltanto ora mi accorgo che manca la “prefazione”. Il primo capitolo si apre con “Caro qualcuno”.
    Grazie all’amico Flavio, inconsapevole del regalo ed indimenticabile.
    Grazie a Loris per averlo ricordato.
    Grazie alla nostra MINA.
    Forse dimentico qualcosa… fa niente…

  14. emilio bocchi

    Giorgia ho provato per votare ancora,l’ho fatto ieri ma adesso mi dà permesso negato.

  15. emilio bocchi

    Domenico non voglio riportarlo qui se mi mandi la tua email te lo giro..

  16. Maria Pellegrini

    Cara Pina, grazie del tuo pensiero in questa giornata e grazie ad ogni amico e amica per gli auguri fatti a tutte le tigrotte del MFB. Un bacione.

  17. Maria Pellegrini

    Giorgissima, se come dici è permesso votare due volte al dì, lo farò perchè, a parte la tua bravura, ho due buonissimi motivi: 1) perchè sei una Tigrotta particolare; 2) perchè sei de Roma come me. Bacioni e in bocca al lupo! Saluti anche da Alessandra. Evil Grin

  18. PINA

    Certo, per molte di noi, il cammino è ancora e sempre più lungo. Quindi tutte, anche oggi, come tutti i giorni, contro le tante difficoltà da affrontare, chi serenamente, chi stringendo i denti, da piccole formichine, ci diamo da fare per dare un senso dignitoso alla nostra esistenza, a prescindere dal genere di appartenenza, ma consce della nostra condizione di donne. E allora tanti auguri a tutte e a tutti.

  19. PINA

    Come non dedicare la giusta attenzione a questa occasione musicale? Una bella opera di Sergio Gaggiotti (il Rossomalpelo supera sempre se stesso). Bravissimi tu e Jacopo.
    Mi piace molto. La composizione, testo e musica, l‘esecuzione strumentale, la tua interpretazione, Giorgia, e la causa. Un grido accorato.
    Mentre ti ascoltavo, cercavo di immedesimarmi, di calarmi nell’interpretazione e forse posso solo un po’ immaginarmi, ma credo che sarà emozionante trovarsi l’animo nella piena condizione di poter cantare nel modo come tu hai cantato questo brano. Grazie.

  20. Domenico/Napoli

    Scusa Emilio, ma non comprando TV Sorrisi, di cosa si tratta? Piccolo suntino..Perchè si parla di MINA? ‘na vota m’era simpatico ‘stu Paolo Limiti, ‘mo accumencia a sta’ su (alla Madame X) i cojoni! Really Pissed

  21. Sergio

    Auguri ed un GRANDE GRANDE GRANDE baciotto a tutte le DONNE del blog!!

  22. Fatto.
    Ma che brava sei!

  23. PieraPaso

    Anchio ho conosciuto Massimiliano in piu’ occassioni è un Gentleman e confermo le tue parole è pieno di signorilità.
    Limiti a scrivere cosi’ è una pettogola!

Comments have been disabled.