Il Blog

Pubblicato: 5 anni ago

Eva ed io

mina eva kant

Se si esclude una sua estemporanea trasformazione nella doppia veste di Diabolik e di Eva Kant in una recente vignetta disegnata dal vulcanico Gianni Ronco per la rubrica di posta di Vanity Fair, fino ad oggi Mina non aveva mai avuto alcun legame virtuale di sorta con la coppia di criminali più amata e inossidabile del fumetto italiano. A scovare un inedito trait d’union tra l’inafferrabile star  e il Re (e la Regina) del Terrore ci ha pensato, nell’ultimo numero del magazine Sette allegato al Corriere della Sera, quel fine esperto di storia del costume che è Antonio D’Orrico in un’intervista immaginaria alla neocinquantenne Eva Kant. All’osservazione fatta dal giornalista sul fatto che “Lei e Diabolik siete stati la prima coppia di fatto del fumetto”, la bionda eroina noir creata dalle Sorelle Giussani ha risposto: “Confronti un po’ di date. Il 1° marzo 1963 appaio per la prima volta in edicola, il 18 aprile 1963 nasce il figlio di Mina e Corrado Pani. Per aver avuto un bambino da un uomo sposato, Mina, coraggiosissima, pagò un prezzo altissimo. Fu epurata dalla RAI. Bandita dalle case discografiche. Cose talebane. Quelli erano i tempi. Diabolik, un ladro e un assassino, e io, un’avventuriera, forse abbiamo fatto qualcosa di utile per rendere l’Italia un Paese più civile…”. 

Comments
  1. mauro

    Oggi, sul quotidiano “La Stampa” nella pagina degli spettacoli, un bel servizio sulla Mina cinematografica, a presentazione di un programma che si annuncia interessantissimo, dedicato alle “Storie di cinema”, la cui prima puntata è appunto su “Mina e il grande schermo”.
    Il programma pare sia stato registrato a Lugano nello studio di incisione che noi ben conosciamo…
    Andrà in onda il 19 marzo sul canale Iris, in seconda serata.

  2. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi ..c’è la bella canzone che c’è sul 45gg.con Se tornasse caso mai è:
    NEL FONDO DEL MIO CUORE In Love
    Nel fondo del mio cuore
    io tengo quel dolore
    che mi lasciò il tuo addio.
    Nel fondo del mio cuore
    è morto quel poema
    che il nostro amor creò.
    Nel fondo del mio cuore
    mi manca la tua voce
    il tempo la rubò,
    mi mancano i capelli
    che nelle notti nostre
    io tanto carezzai.
    Nel fondo del mio cuore
    mi fa male i “ti amo”
    che tu dicevi a me
    i “saremo felici, non ti lascerò mai
    sempre sarai il mio amor”.
    Nel fondo del mio cuore
    conservo il fallimento
    che il tempo preparò
    per farmi poi morire,
    morire ricordando
    che cos’eri per me.
    E non mi sembra vero
    dopo di avere amato
    come ti ho amato io
    e non mi sembra vero
    sentirmi così sola
    come mi sento io
    a che serve la vita
    se a un poco di allegria
    segue un grande dolor
    e non mi sembra vero
    che anche questa notte
    io non ti rivedrò.
    Nel fondo del mio cuore
    io tengo quel dolore
    che mi lasciò il tuo addio.
    Nel fondo del mio cuore
    è morto quel poema
    che il nostro amor creò.
    Con le cose più belle
    io terrò il tuo ricordo
    che il tempo non riuscì
    a togliermi dal cuore
    e lo terrò fin quando
    anch’io non morirò.
    Graze MINA In Love

  3. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..c’è la bella e simpatica canzone che la nostra MINA In Love canta nel programma Jonny sette del ’64 è:
    L’UOMO PER ME
    La dedico al mio Controllore di Volo..diventato un “badante” d’ORO

    É l’uomo per me,
    fatto apposta per me,
    è forte con me e da uomo sa dir
    parole d’amor
    ma ciò che amo in lui,
    è il ragazzo che
    nasconde in sé

    É l’uomo per me,
    è sicuro di sé
    da uomo son già
    i progetti che ha,
    i sogni che fa
    Ma ciò che amo in lui
    è il ragazzo che nasconde in sé

    Mai nessuno saprà separarlo da me,
    ogni giorno saprò, con lui restar

    É l’uomo per me,
    sicuro di sé,
    è forte con me
    e come un uomo sa dir
    parole d’amor
    Ma ciò che amo in lui,
    è il ragazzo che,
    nasconde in sé

    E’ l’uomo per te

    Ma è un ragazzo ancora per me.

    E’ l’uomo per te.

    Per questo trovo in lui l’amor.

    E’ l’uomo per te.

    Ma è un ragazzo ancora per me.
    Graziw MINA In Love

  4. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..c’è la bellissssima canzone che la nostra MINA In Love ..canta nell’ Album La MINA: è
    SIGNORA PIU’ CHE MAI
    dEDICATA A “Lei” perchè è proprio:
    SIGNORA PIU’ CHE MAI
    Gente di strada,
    che viene e va
    muovendo fili che lei non sa,
    tira la sorte su un altro giorno che se ne va.
    Tra le comparse mi muovo anch’io
    e camminando
    nel tuo pensiero
    cado sul fondo
    e si rinnova la pena mia,
    un sacco vuoto da buttare via
    è questa donna forte
    senza di te.
    Signora più che mai
    e tempo che avaro spendi e non mi dai,
    mi porti su,
    spiragli di luce blu,
    e gli inverni che eterni e poi mi lasci ancora tu.
    Signora più che mai,
    del mio sentimento vivo non rinnego gli occhi tuoi
    graffiando la mia speranza,
    aspettando un domani che ragione mi darà,
    se poi verrà.
    Pioggia sottile
    non bagna ma
    tamburellando sui vetri sta,
    voce sommessa come preghiera che al cielo va.
    Un’altra sera da sola io,
    stesso discorso,
    un soliloquio
    senza rimorso.
    E ripercorro la stessa via,
    la tentazione di gridare al vento
    che ora il fuoco è spento
    senza di te.
    Signora più che mai,
    invento ragioni inutili perché
    tu non ci sei,
    pretesti che tu non sai,
    per un attimo solo non esistere vorrei.
    Signora più che mai,
    le antiche battaglie vinco e non mi stanco d’esser tua,
    rubando stagioni al tempo,
    carezzando un domani che ragione mi darà,
    se poi verrà
    Graziee MINA In Love

  5. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..c’è la canzone che la nostra MINA In Love canta nell’ Album Frutta e Verdura è:
    LA PIOGGIA DI MARZO
    che sta’ per finire ..io VORREI PRESTO ‘O SOLE MIO
    E’ mah è forse è quando tu voli
    Rimbalzo dell’eco è stare da soli
    E’ conchiglia di vetro è la luna e il falò
    E’ il sonno e la morte è credere o no
    Margherita di campo è la riva lontana
    E’ Artù’ Baba è la fata Morgana
    E’ folata di vento onda dell’altalena
    Un mistero profondo una piccola pena
    Tramontana dai monti domenica sera
    E’ il contro è il pro è voglia di primavera
    E’ la pioggia che scende è vigilia di fiera
    E’ l’acqua di Marzo è c’era o non c’era.
    E’ si è no è il mondo com’era
    E’ Madamadorè burrasca passeggera
    E’ una rondine al nord la cicogna e la gru
    Un torrente una fonte una briciola in più
    E’ il fondo del pozzo è la nave che parte
    Un viso col broncio è stare in disparte
    E’ spero è credo è una conta è un racconto
    Una goccia che stilla un incanto un incontro
    E’ l’ombra di un gesto è qualcosa che brilla
    Il mattino che è qui la sveglia che trilla
    E’ la legna sul fuoco il pane la biada
    La caraffa di vino il viavai della strada.
    E’ un progetto di casa è lo scialle di lana
    Un incanto cantato è un’andana è un’altana
    E’ la pioggia di marzo è quello che è
    La speranza di vita che porti con te
    E’ la pioggia di marzo è quello che è
    La speranza di vita che porti con te
    E’ la pioggia di marzo è quello che è
    La speranza di vita che porti con te
    E’ la pioggia di marzo è quello che è
    La speranza di vita che porti con te.
    E’ mah è forse è quando tu voli
    Rimbalzo dell’eco è stare da soli
    E’ conchiglia di vetro è la luna e il falò
    E’ il sonno e la morte è credere no
    E’ la pioggia di marzo è quello che
    La speranza di vita che porti con te
    E’ la pioggia di marzo è quello che è
    gLa speranza di vita che porti con te.
    Graziee MINA In Love

  6. PINA

    Bellissime, queste canzoni di impronta intimista. Di sapore autobiografico, io aggiungerei anche quelle “spettacolari”, come la ironicissima “Brava” (che non è solo un pezzo di bravura), “E sono ancora qui”, “Sono qui per te”, “Stasera io qui” e poi “Nuda” … e poi… un po’ tutte… perché, in fondo, Mina è come se ci raccontasse sempre un po’ di se’.

  7. Luigi Proto

    Ah che bello è rileggere le nostre fanzine. In questi giorni ad esempio, sono alla rilettura della n.72, quella dedicata all’album del 1971. L’articolo scritto da Antonio Bianchi, in special modo sul brano “Non ho parlato mai”, è condivisibile. All’epoca, quando lo ascoltai per la prima volta, rimasi affascinato proprio dal testo autobiografico oltre che dalla bellissima melodia. E delle canzoni tra virgolette autobiografiche di Mina, voglio ricordare il trio di queste tre canzoni degli anni’ 70 (negli anni 90 c’è anche “Ma chi è cosa fa?”), che sono le meravigliose “Non ho parlato mai”, “E proprio così son io che canto” e ci mettiamo anche “Eccomi” ?

  8. PieraPaso

    Stamatti, sul giradischi..c’è la bellissima canzone che la nostra MINA In Love canta nella sesta puntata di Teatro dieci è:
    UNA DONNA, UNA STORIA
    Era un uomo,
    uno dei tanti,
    mi piaceva,
    dissi di sì,
    mi diceva
    tu sei diversa
    dalle donne
    viste fin qui,
    mi parlava
    del suo paese,
    ripeteva
    vieni lassù.
    Lo diceva sempre
    sempre
    sempre
    sempre
    e fu così
    che non volendo
    dissi di sì.
    Io credevo
    chissà che cosa
    ed invece
    scopersi che
    da sposati
    non cambia niente,
    anzi, tutto resta com’è,
    lui leggeva
    nei miei pensieri
    e diceva
    resta con me.
    Lo diceva sempre
    sempre
    sempre
    sempre
    ed è così
    che non volendo
    restavo qui.
    Delusioni,
    una ogni giorno,
    e il mio uomo
    eccolo lì,
    passa il tempo,
    passano gli anni
    ma lui resta sempre così,
    pazzamente
    innamorato,
    mi ripete
    non ho che te.
    Lo dice sempre
    sempre
    sempre
    sempre
    ed è così
    che non volendo
    io resto qui.
    Quarant’anni,
    che vuoi sperare
    ed invece
    chissà perché
    è arrivato
    un altro uomo
    che mi ha detto
    fuggi con me,
    certo è forte
    la tentazione,
    forse l’amo
    o forse no.
    Mi ripete sempre
    sempre
    sempre
    sempre
    vieni con me
    ma non rispondo
    chissà perché.
    Guardo indietro,
    è un po’ avvilente
    l’inventario
    alla mia età,
    c’è una cosa
    nella mia vita,
    una sola,
    eccola là
    è quell’uomo
    che avevo scelto,
    ora piange
    piange per me.
    E mi guarda sempre
    sempre
    sempre
    sempre
    sempre così,
    che non volendo
    resterò qui.
    Graziee MINA In Love

  9. alberto imparato

    Mario, Domenico, se me lo permettete io invece azzardo: dunque, riedizione in DVD di ‘Mina in studio’ con contenuti extra di pezzi tipo LA BARCA, BLUE MOON, ??, più altri interventi di backstage. Poi un CD di inediti pop, ed un altro (sulla falsariga di ’12’) dedicato ad un ‘italian songbook’.. Che ve ne pare ? Chissà se ci ho preso stavolta!
    Ciao a tutti

  10. Al_Fi(e)

    Grazie, Francesco e Maximin Smile di kyrie ero certo, ma avevo il dubbio di salomè… che strano che l’esperimento “dischi separati” sia stato ripetuto a due anni di distanza e poi mai più…
    Al_Fi(e)

  11. Maxmin

    Alfi…Salomè non usci separato…come anche Kyrie..

  12. Che io sappia no

  13. Al_Fi(e)

    Scusate se non c’entra niente… stavo riordinando i miei vinili è mi è venuto un dubbio: oltre a “Attila” e “Italiana”, per caso anche “Salomè” è uscito in due vinili separati…? (“Kyrie” sicuramente no)
    grazie a chi vorrà rispondermi Wink
    Al_Fi(e)

  14. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..c’è la bella canzone che la nostra MINA In Love canta nell’ Album Pappa di Latte è:
    DONNA DONNA DONNA
    Oggi è la festa della DONNA ..è dedicata a tutte le Donne!
    Ma quanto caldo
    ma che caldo che fa
    accidenti
    si sta squagliando
    anche l’asfalto in città
    lo senti
    c’è l’orizzonte che vacilla
    che trema, che oscilla.

    Dietro gli occhiali
    puoi intuire i miei occhi
    grandi come fanali
    come fari allo iodio
    eppure purtroppo a volte
    sempre sempre più spesso
    mi odio.

    Donna donna donna
    ma che pezzo di donna
    si sconvolge la gente
    quando passo per strada
    una donna donna donna
    senza tacchi arrivo quasi
    a un metro e novanta
    e se alzo una mano
    l’universo si schianta
    una donna donna donna
    hei! sì dico a te
    questa notte
    puoi restare con me
    ma alle sette fuori di qui
    c’è il tassì.

    A testa alta vado
    dritta alla meta
    e allora basta un sorriso
    e diventi una preda
    e dopo io ti trascino
    piano piano nel buio:
    sei mio!

    Ma una notte
    mi ricordo andò male
    purtroppo e ci ho rimesso
    un bel pezzo di cuore
    e allora
    tutto è finito
    in un guizzo di blu
    mai più!

    Donna, sono un sogno
    travestito da donna
    luce accecante
    uno stupefacente
    una donna donna donna
    quando accarezzi
    la mia pelle di seta
    ti trasformi all’istante
    in un eroe in un poeta
    una donna donna donna.

    Ehi! Dico a te
    se gradisci
    posso offrirti un caffè
    ma fra un’ora fuori di qui
    c’è il tassì.
    Graziee MINA In Love

  15. Domenico/Napoli

    Non voglio incominciare a “fondere” le meningi! Finisco per metterci il pensierino come i bambini e poi..ci stò male! Non voglio pensarci..no ci penso..evvivaaaa! Il musical-libraio mi intrica molto!
    Mina facci sognare ancora!

  16. mario basileus

    Un nuovo disco. Anzi, due. Riedizioni in DVD con grandi sorprese. Una possibile colonna sonora per il cinema. Un importante progetto musical-librario in fase di definizione. Pare proprio, insomma, che la Mina del 2013 sia più che mai intenzionata a stupirci. E noi del Fan Club saremo come sempre in prima linea per raccontarvela al meglio.
    E’VERO??????????

  17. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..c’è la bellissima canzone che la nostra MINA In Love canta nell’ Album, Cannarino Mannaro è:
    ADORO
    si’ per me è LA verita’ ADORO ..la “Grande Voce” di MINA
    Adoro la calle in que nos vimos
    la noche quando non conocimos,
    adoro las cosas que me dices,
    nuestros ratos felices
    los adoro, vida mia.

    Adoro la forma en que sonries,
    el modo en que a veces me riñes
    adoro la seda de tus manos,
    los besos que nos damos,
    los ador, vida mia.

    Y me muero per tenerti junto a mi
    cerca, muy, cerca de mi
    non separarme de ti
    y es que eres mi exsistencia, mi sentir
    eres mi luna, eres mi sol
    eres mi noche de amor.

    Adoro el brillos de tu ojos
    lo dulce que hay en tus labios rojos
    adoro la forma en que me miras
    y asta cuando suspiras,
    yo te adoro, vida mia

    Y me muero per tenerti junto a mi
    cerca, muy, cerca de mi
    non separarme de ti
    y es que eres mi exsistencia, mi sentir
    eres mi luna, eres mi sol
    eres mi noche de amor.

    Adoro el brillos de tu ojos
    lo dulce que hay en tus labios rojos
    adoro la forma en que me miras
    y asta cuando suspiras,
    yo te adoro, vida mia

    Adoro el brillos de tu ojos
    lo dulce que hay en tus labios rojos
    adoro la forma en que me miras
    y asta cuando suspiras,
    yo te adoro, vida mia

    Yo, yo te adoro, vida, vida mia.
    Yo, yo te adoro, vida, vida mia.
    Graziee MINA In Love

  18. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi ..c’è la bella canzone che la nostra MINA In Love canta ..nell Album: MINA canta Lucio è:
    EMOZIONI
    Con un’augurio in ritardo a Lucio di Buon Compleanno che era ieri..
    Seguir con gli occhi
    un airone sopra il fiume e poi
    ritrovarsi a volare
    e sdraiarsi felice sopra l’erba ad ascoltare
    un sottile dispiacere.
    E di notte passare con lo sguardo la collina
    per scoprire
    dove il sole va a dormire.
    Domandarsi perché quando cade la tristezza
    in fondo al cuore
    come la neve non fa rumore
    e guidare come un pazzo a fari spenti
    nella notte per vedere
    se poi è tanto difficile morire.
    E stringere le mani per fermare
    qualcosa che
    è dentro me
    ma nella mente tua non c’è.
    Capire tu non puoi
    tu chiamale se vuoi
    emozioni
    tu chiamale se vuoi
    emozioni.
    Uscir nella brughiera di mattina
    dove non si vede a un passo
    per ritrovar se stesso.
    Parlar del più e del meno con un pescatore
    per ore e ore
    per non sentir che dentro qualche
    cosa muore.
    E ricoprir di terra una piantina verde
    sperando possa
    nascere un giorno una rosa rossa.
    E prendere a pugni un uomo solo
    perché è stato un po’ scortese
    sapendo che quel che brucia non son
    le offese.
    E chiudere gli occhi per fermare
    qualcosa che
    è dentro me
    ma nella mente tua non c’è.
    Capire tu non puoi
    tu chiamale se vuoi
    emozioni
    tu chiamale se vuoi
    emozioni.
    Graziee MINA In Love

  19. PieraPaso

    ops: dall’ Album: Leggera

  20. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..c’è a bella canzone che la nostra MINA In Love canta .nell’ Album Italiana è:
    SUONA ANCORA
    ..io dico canta ANCORA
    Ho paura che nulla più accada
    e che lei non venga più da me.
    Il silenzio regna dentro e in strada
    fuori e in casa penso, sento che

    Io ti avevo e ti vorrei,
    sono vuota come mai,
    suona ancora un’altra ora,
    suona ancora un’altra ora
    Suona ancora
    suona ancora.

    La tua bocca chiusa non mi parla
    la mia mente cerca, niente muove l’aria.
    Ripeti, ripetimi
    nella notte, nella notte ti persi
    ripeti o riempi sì
    con la mia voglia le tue forme diverse.
    Qui vicino ti vorrei
    mi avvicino e te ne vai.
    Sei di un altro o un’altra ora, sei
    più lontano e suoni ancora.

    Così, signora, quando si sta dormendo eh
    cosa si prova quando poi si viene scelti e tu,
    tu sei per me una storia unica
    come una donna ho voglia di te, musica.

    Se qualcosa aiuta chi si aiuta
    se una storia non è finita finché si è vissuta
    di chiedermi ti chiederei
    un’altra prova, ancora proverei
    a chiedermi ti chiederei
    di accompagnarmi, ancora sognerei

    Cosa si prova quando si è stati amati
    cosa si prova quando poi si viene lasciati
    tu sei per me una storia unica
    come una donna ho voglia di te, musica

    cosa, cosa si prova quando si è stati amati e
    cosa si prova quando poi si vien lasciati.
    Torna energia, la mente mia s’illumina
    d’ispirazione non solo della mia musica

    Di chiedermi ti chiederei
    di chiedermi ti chiederei
    Di chiedermi ti chiederei
    di chiedermi ti chiederei
    Di chiedermi ti chiederei
    di chiedermi ti chiederei

    Suona ancora,
    suona ancora
    suona ancora,
    suona ancora.
    Suona ancora,
    suona ancora.
    Suona ancora
    suona ancora.
    Graziee MINA In Love

  21. mauro

    In un rifugio di Diabolik ed Eva Kant, scoperto casualmente dalla Polizia, tra i tanti disseminati un po’ ovunque, insieme alla refurtiva di un colpo eseguito ai danni di un famoso gioielliere e ad alcune maschere utilizzate per la preparazione, è stato rinvenuto un arsenale…musicale di tutto rispetto, che fa della coppia criminale per antonomasia anche un esempio di competenza e buon gusto nel settore delle sette note.
    Infatti tra sinfonie di Mozart fughe di Bach, rock and roll di Elvis e standard di Sinatra, sono stati trovati in bella vista i doppi “Attila” “Italiana”, “Rane supreme” e “Ti conosco, mascherina”!
    Diabolica Dea, per dirla alla Luttazzi!

Comments have been disabled.