Il Blog

Pubblicato: 4 anni ago

Era solamente ieri sera…

copertina-4

Techetechetè, Grazie! Quando compare Mina la tv in questa estate estenuante finalmente si accende!“, ha commentato Vincenzo Mollica nella sua pagina Istantanee di Facebook, dopo essersi goduto – come noi e come altri 3 milioni e 600 mila Italiani (per uno share di quasi il 20%) – la splendida maratona dedicata ieri alla Tigre nella prima serata di Raiuno. Quarantatré minuti netti di emozione pura. Un magnifico assemblaggio di spezzoni scelti con cura e competenza da Salvo Guercio (recentemente subentrato nelle ricerche d’archivio per il programma al non meno bravo Christian Calabrese) con la preziosa consulenza esterna del nostro Paolo Piccioli. Ecco, sarà perché sia Salvo che Paolo hanno saputo profondere nella scelta dei filmati tutta la loro sincera passione per Mina e la loro conoscenza più che mai approfondita dello scibile mazziniano, ma uno special così bello, così egregiamente confezionato, così rappresentativo della multiforme grandezza della nostra Diva non ci scorreva davanti agli occhi da tempo. E tra tanti videoframmenti già visti e stravisti ma ogni volta capaci di sorprenderci, non ci è mancato neppure il brivido di una “chicca” inedita con quella strepitosa intervista a Mina realizzata nel backstage di Sabato sera per la rubrica Prossimamente – programmi per sette sere. Inutile dire che il potere seduttivo della Mina catodica ha immediatamente smosso le classifiche di iTunes facendo schizzare l’eterna Platinum Collection nella Top 20 degli album più scaricati. Quanto al box InDVDbile, quello non ha bisogno di ulteriori spinte promozionali, dato che da ormai ben 7 settimane staziona imperturbabile al primo posto nella hit FIMI dei DVD musicali più venduti…

Comments
  1. Sono d’accordo con Beppe e ricordo di molte occasioni sin dai primissimi anni ’60 in cui Mina ripeteva che avrebbe prima o poi trovato il modo di sottrarsi da quel meccanismo che la soffocava

  2. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi c’è la bellissima, stupenda canzone che la nostra MINA In Love canta nel programma TECHETECHE è:
    BRAVA
    davvero perché canta tutte le note del pentagramma, lo dice Luttazzi
    Brava! Brava! Sono tanto brava! Brava!
    Sono tanto brava, sono brava
    sono tanto brava
    faccio quasi tutto con la voce, sembro un usignolo sì
    forse…forse qualche nota non è proprio giusta…giusta
    però io sono certa che così nessuno sa cantar
    sono come un uccellin
    senti il trillo…senti il trillo.
    State un pò a sentir queste note così basse che so fare
    poi vado su, vado su, vado su.
    Brava! Brava! Come sono brava! Brava!
    Certo se qualcuno vuole proprio…proprio pignolare
    forse qualcosa non so fare ma sicuramente sì
    non può essere che una cosa
    che non ha nessun valore se vogliamo ricordare
    che come me nessuno sa cantare
    sono come un uccellin
    senti il trillo…senti il trillo
    e vi ricordate quelle note così basse che so fare.
    Poi vado su…vado su…vado su
    su…su…come due note
    che volano nel cielo
    E tutti sanno
    che ho tanto di quel fiato
    che neppure una balena può resistere sott’acqua
    stando senza respirare tutto il tempo che io tengo questo “mi”.
    Brava! Brava! Come sono brava! Brava!
    Sono tanto brava, sono brava
    sono tanto brava
    faccio quasi tutto con la voce, sembro un usignolo sì
    però mi sentirei un poco…poco più tranquilla
    se potessi questa sera farmi dire che son brava sì
    ma che a dirlo siate voi
    voi voi voi voi voi voi voi voi
    voi che lo sentite questo povero mio cuore che fa bum
    bum bum bum bum bum bum bum bum bum bum bum!
    Brava! Brava!
    Brava! Brava!
    Brava!
    Grazie MINA In Love

  3. Lillo

    Mi ha sempre colpito la straordinaria complicità di Mina con il coro nel concerto del ’78, il loro sostegno che viene fuori ad ogni ascolto del disco: Wanda Fisher, Lella Esposito, Miriam del Mare e Marva Jan Marrow anche loro uniche.

  4. PieraPaso

    Stamattina sul giradischi c’è la bella canzone che la nostra MINA canta nel programma TECHETECHETE':
    DISTANZE
    Si incurva il monte all’insu, lì c’è più vento
    rosso un trattore lassù arranca lento
    e quella nebbia che sale è sempre uguale
    aspetta il bacio del sole e se ne va.

    Si apron per noi, sotto di noi, distanze
    ecco che già magico va l’istante.
    Come una danza che si snoda va il pensiero da te
    e già ogni nodo si riannoda, resti parte di me
    e ci si annulla dentro un vento che vento non è
    insieme, insieme

    Gialla, una ghianda sta qui nella mia mano
    gli occhi sfacciati che hai tu stanno lontano
    sotto i miei piedi una zolla, tu tra la folla
    sembra impazzita la molla tra me e te

    Si apron per noi, sotto di noi, distanze
    ecco che già magico va l’istante,
    Come una danza che si snoda va il pensiero da te
    e già di ogni nodo si riannoda, resti parte di me
    e ci si annulla dentro un vento che vento non è
    insieme, insieme

    E poi la sera noi due, stretti vicini
    guardiamo un volto che va tra gli abbaini
    facile il fuoco che porta una coperta
    tu che ti senti più esperto e sbagli già.

    Si apron per noi, sotto di noi, distanze
    ecco che già magico va l’istante.
    come una danza che si snoda va il pensiero da te
    e già ogni nodo si riannoda, resti parte di me
    e ci si annulla dentro un vento che vento non è
    insieme, insieme
    Grazie MINA

  5. emilio bocchi

    Ho incontrato in questi giorni la Signora Wanda Fisher ad Abano Terme ed ancora oggi ha una sconfinata ammirazione per Mina e ricorda ancora con molto piacere quei mitici concerti del 78.

  6. Ciao a tutti io penso che Mina abbia colto l’occasione della malattia per tirarsi fuori dalle esecuzioni live, il peso non c’entra gia nel 78 non era in linea perfetta seppur bellissima, uscire cosi senza motivo da un’ingranaggio dove non c’era solo lei ma musicisti ed entourage vario non e facile sopratutto per una come Mina che gli impegni li prende,credo che in cuor suo volesse smettere ma “l’occasione propizia” si e presentata solo con la broncopolmonite, combattuta come era tra il divertirsi a cantare live e il terrore per il pubblico che con il suo amore la omaggiava Smile

  7. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi c’ una bella simpatica divertente canzone che la nostra MINA In Love canta nel programma TECHETECHE è:
    LA BANDA
    Una tristezza così non la sentivo da mai
    ma poi la banda arrivò e allora tutto passò
    volevo dire di no quando la banda passò
    ma il mio ragazzo era lì e allora dissi di sì.
    E una ragazza che era triste sorrise all’amor
    ed una rosa che era chiusa di colpo sbocciò
    ed una frotta di bambini festosi
    si mise a suonar come fa la banda.

    E un uomo serio il suo cappello per aria lanciò
    fermò una donna che passava e poi la baciò
    dalle finestre quanta gente spuntò
    quando la banda passò cantando cose d’amor
    quando la banda passò nel cielo il sole spuntò
    ma il mio ragazzo era lì e allora dissi di sì
    la banda suona per noi, la banda suona per voi.

    E dai portoni quanta gente cantando sbucò
    e quanta gente da ogni vicolo si riversò
    e per la strada quella povera gente
    marciava felice dietro la sua banda.
    Se c’era un uomo che piangeva sorrise perché
    sembrava proprio che la banda suonasse per lui
    in ogni cuore la speranza spuntò
    quando la banda passò.
    Grazie MINA In Love

  8. PieraPaso

    Un simpatico buon ferragosto pieno di ALEGRIA da MINA
    http://www.youtube.com/watch?v=y9H5p2c216E

  9. massimo catti

    credo,ale, che la aspesi abbia fatto più un resoconto di una giornata passata con mina che non l’intervista classica con magnetofono….mi pare di ricordare che lo disse (la aspesi) in una delle tante rievocazioni ….forse qualcuno dell’antica bacheca ne sa di più…(mai trovata,comunque).

  10. PieraPaso

    Stamattina sul giradischi c’è la bellissima canzone che la nostra MINA In Love canta nel programma TECHETECHE è:
    INSIEME
    a tutti Voi per un buon ferragosto
    Io non ti conosco
    io non so chi sei
    so che hai cancellato
    con un gesto i sogni miei.
    Sono nata ieri
    nei pensieri tuoi
    eppure adesso siamo insieme.
    Non ti chiedo sai
    quanto resterai,
    dura un giorno la mia vita
    io saprò che l’ho vissuta
    anche solo un giorno
    ma l’avrò fermata insieme a te,
    a te che ormai sei mio
    tu, l’amore, io
    insieme, insieme.

    Io ti amo e ti amerò
    finché lo vuoi
    anche sempre se tu lo vorrai
    insieme, insieme
    insieme a te.

    Tu, tu l’amore, io
    insieme, insieme.

    Io non ti conosco
    io non so chi sei
    so che hai cancellato
    con un gesto i sogni miei.
    Sono nata ieri
    nei pensieri tuoi
    eppure adesso siamo insieme.
    Non ti chiedo sai
    quanto resterai,
    dura un giorno la mia vita
    io saprò che l’ho vissuta
    anche solo un giorno
    ma l’avrò fermata insieme a te
    a te che ormai sei mio
    tu, l’amore, io
    insieme, insieme.
    Tu, l’amore, io
    insieme, insieme.
    Grazie MINA In Love

  11. PieraPaso

    Graziee caro Mario,
    CHE MERAVIGLIA vederci tutti INSIEME

  12. mario basileus

    TA- RA – TA – TA

    L’Ente Morale, sovvenzionato dal gioco dell’Iper-Enalotto , si occupava della salute pubblica dei cittadini . La pubblicità , facendo leva su queste nobili finalità , invitava tutti al gioco e alle scommesse . Giocavano tutti e nessuno partecipava più agli scioperi generali , che , di fatto , si erano estinti .
    Il ragioniere Mario Fumini vedeva ogni mese andare in fumo la sua misera pensione , ben lontana dal traguardo che gli era stato promesso , tanto che non aveva neanche i soldi per comprarsi il suo umile pacchettino di Nazionali , il cui costo era aumentato ipertroficamente .
    Il Comitato di Salute Pubblica si occupava generosamente della sua salute , come della salute di tutti i sudditi dello Staterello . Il fumo era vietato ovunque .
    Al famoso giornalista Enzo Fumagli , per via del cognome , era stata sospesa persino la trasmissione ‘ Il fattaccio ‘ , almeno sino a quando egli non avesse fatto ricorso al più rassicurante e gastronomico pseudonimo di Enzo Formaggi , o , meglio ancora , a quello più servile e giullaresco di Ciccio Formaggio .
    Non si poteva fumare nei luoghi pubblici e neanche negli spazi pubblici all’aperto e , visto che , ormai , la proprietà privata era stata espropriata da un avido potere , in pratica, per fumare si doveva esclusivamente accedere nei lussuosi fumoir delle sale da gioco , dove i poveri polli mandavano tutto in fumo . Ma Fumini , purtroppo , non aveva abbastanza denaro per l’ingresso . Lo Stato–Balia si occupava premuroso della sua salute , non facendolo fumare , anche se poi non gli permetteva di comprarsi le costose medicine per il suo diabete , medicine che lui doveva invece pagarsi per intero . Che importanza poteva avere ! Lui si curava digiunando . Ogni tanto sorrideva , ricordandosi dei tempi felici quando , tanti anni prima , la sua donna , un vero schianto , gli dichiarava che lo amava per il fumo blu che usciva continuamente dalle sue narici . Avevano una canzone che li univa . La cantava Mina , ma ormai anche questa canzone era stata proibita , come erano stati proibiti i film di Humphrey Bogart o di Marlene Dietrich , nei quali si vedevano questi famosi divi fumare in un beato bianco e nero .
    Ormai era proibito anche accendere il camino , perché faceva fumo ed era vietato persino arrostire la carne sul barbecue . Solo i ricchi , nelle loro lussuosissime dimore , si potevano permettere i costosissimi aspirafumo costruiti dalla ditta della quale era proprietario il Capo del Governo , il Cavalier Benfumoni , pubblicizzati dalla televisione di cui era proprietario lo stesso e descritti nelle patinate riviste di arredamento delle quali non ci domandate , per favore , chi fosse il proprietario , perché vi dovremmo rispondere , noi che odiamo tutto quello che è noiosamente monotono , con lo stesso noiosissimo , identico e onnipotente nome : Benfumoni .
    Il ragioniere Fumini , a costo di essere perseguitato e mandato in prigione in Argentina , tuttavia , non poteva non divulgare un’inquietante notizia che lo aveva privato , a ottant’anni , lui , lettore accanito , che divorava i libri come le sigarette , di un libro molto caro.
    Sebbene il capo del Governo si confessasse Italiano Vero , era stata , di fatto , proibita la pubblicazione de ‘ Le confessioni di un italiano ‘ , solo perché in questo innocuo libro si parlava di un certo brigante chiamato Spaccafumo , il cui nome dalla censura veniva , assurdamente , ritenuto allusivo e minaccioso .
    Il nostro eroico vecchietto doveva , comunque , ringraziare tantissimo il Cavaliere se era arrivato ai cent’anni di vita . Dieci anni prima era stato costretto definitivamente a non fumare più . Lui , che aveva consumato nei suoi primi novant’anni circa un milione di sigarette .
    Ora invece , triste e solo , ricordava , con struggimento, un vecchio film , ormai proibito , nel quale un condannato a morte chiedeva la sua ultima sigaretta .

  13. mario r.

    Legati a uno scoglio…
    http://thumbsnap.com/PahgumJd

  14. PieraPaso

    Stamattina, su giradischi c’è la simpatica canzone che la nostra MINA In Love canta nel programma TECHETECHE è:
    TA RA TA TA TA

    Con me
    tu puoi
    fumare la tua pipa quando vuoi
    perchè
    mi piaci molto di più
    e sei così romantico.

    Fumo blu
    Fumo blu
    una nuvola e dentro tu
    e poi, e poi
    se un uomo sa di fumo
    ma sì, ma sì
    è veramente un uomo
    io ti amerò
    finchè vorrai
    proprio perchè sei così.

    Ta ra ta ta ta ta ta
    ta ra ta ta
    Un uomo quando sa di fumo
    ra ta ta
    Un uomo quando sa di fumo
    ra ta ta
    e un bacio vale dieci dato da te

    Lo so
    non sei
    un divo né un artista
    né l’eroe del west
    ma quando fumi c’è in te
    un che d’irresistibile.

    Fumo blu
    Fumo blu
    una nuvola e dentro tu
    e poi, e poi
    se un uomo sa di fumo
    ma sì, ma sì
    è veramente un uomo
    io ti amerò
    finchè vorrai
    proprio perchè sei così.

    Ta ra ta ta ta ta ta
    ta ra ta ta
    Un uomo quando sa di fumo
    ra ta ta
    Un uomo quando sa di fumo
    ra ta ta
    e un bacio vale dieci dato da te
    Ta ra ta ta ta ta ta
    ta ra ta ta
    Ta ra ta ta ta ta ta
    ta ra ta ta
    Ta ra ta ta ta ta ta
    ta ra ta ta.
    Grazie MINA In Love

  15. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi c’è la bellissima, stupenda canzone che la nostra MINA In Love canta nel programma TECHETECHE è:
    AMOR MIO
    Tu, amor mio
    chi ti ha amato in questo mondo, solo io,
    io, invece io
    sono stata
    troppo amata.

    Ma noi due
    amor mio
    che siam poco insieme,
    siamo un pò di più
    tu
    tu sei tu
    più qualcosa
    che ti arriva da lassù.

    Amor mio
    Amor mio
    per amico c’è rimasto solo Dio
    ma Lui lo sa
    e sorride,
    Lui ci guarda e sorride.

    Amor mio
    basto io
    grandi braccia grandi mani avrò per te,
    stretto al mio seno freddo non avrai,
    no tu non tremerai, non tremerai.

    Amor mio
    basto io
    no tu non tremerai
    al riparo del mio amore.

    Guarda sul mare il gabbiano leggero che va
    Vola felice e sereno, paura non ha
    Guarda quel bimbo che corre, guardagli il viso
    Tanto felice che sembra che sia in Paradiso
    Amore adesso tu ridi, il fuoco si è acceso.

    Amor mio
    basto io
    grandi braccia grandi mani avrò per te
    stretto al mio seno freddo non avrai,
    no tu non tremerai, non tremerai.

    Amor mio
    basto io
    grandi braccia e grandi mani avrò per te
    stretto al mio seno freddo non avrai,
    no tu non tremerai, non tremerai.

    Amor mio
    amor mio
    amor mio.
    Grazie MINA In Love

  16. Ale

    Mina avrebbe confidato la sua intenzione di ritirarsi alla Aspesi(durante l’intervista) a Pippo Baudo (nel corso di una cena dopo il primo concerto)e al giornalista Castaldo il quale ,in un’intervista televisiva,dichiarò che Mina aveva confidato a lui la vera ragione del ritiro dalle scene,che non avrebbe mai rivelato per non perdere l’amicizia della cantante.
    Ebbene,io non ho mai creduto a nessuno dei tre,soprattutto perchè
    Sergio Bernardini,durante lo svolgersi dei vari concerti,disse che nell’inverno di quell’anno Mina avrebbe fatto un tour con Renato Zero,tutto era già programmato ed egli aveva già provveduto ad affittare dei tir per il trasporto di strumenti ed apparecchiature.

  17. Al_Fi(e)

    Bellissima testimonianza, grazie Lillo Smile
    Sembra proprio che, polmonite o meno, Mina avesse in cuor suo già deciso di chiudere comunque, concluso l’impegno per le quindici serate, la sua esperienza di Tigre del palcoscenico, come testimoniano anche le parole di Natalia Aspesi nell’ultimo special di Techetechetè che fu tra le ultime giornaliste a intervistarla (sarebbe curioso sapere se la sua intervista fu fatta prima o dopo di quella celeberrima e fortunatamente testimoniata su nastro di Radio Taranto…).
    Al_Fi(e)

  18. Lillo

    Testimonianza di Wanda Fisher, corista di Mina.
    «In particolare, a un momento epico della nostra musica leggera: nel 1978, alla Bussoladomani di Lido di Camaiore, Wanda era sul palco accanto a Mina durante l’ultima esibizione live della Tigre di Cremona. A quattro anni dall’ultima partecipazione a uno show televisivo – “Milleluci” del 1974, accanto a Raffaella Carrà – Mina aveva infatti accettato di tornare a esibirsi davanti a un grande pubblico. Come prima corista aveva preteso proprio Wanda Fisher, che racconta: «La tourneé sarebbe dovuta durare quindici serate; invece, si interruppe dopo undici esibizioni».
    Di quei giorni del 1978, la Fisher ha ricordi nitidi: «Mi accorsi che Mina, prima di andare in scena, passeggiava nervosa come una vera tigre in gabbia. Prima dell’entrata, si faceva addirittura il segno della croce. Una volta sul palco colpiva al cuore il pubblico con quella voce unica. Una sera le chiesi: cara, non pensavo fossi così nervosa prima di un concerto, tu, la migliore di tutte… E lei: Wanda, ti confesso che ho sempre avuto una paura matta prima di cantare, mi sento morire! Dopo lo show riacquistava sicurezza e andava a giocare a poker fino all’alba».
    Durante quelle esibizioni che fruttarono a Mina venti milioni di lire a sera (55.000 euro di oggi), la star di Cremona rispolverò canzoni di Battisti (“Emozioni”, “Ancora tu”, “Sì, viaggiare”), Fossati (“Non può morire un’idea”) e Cocciante (“Margherita”), oltre a classici dei Queen ( “We’re the champions”) e di Ray Charles (“Georgia on my mind”).
    Il presentatore cambiava ogni sera: si alternarono Walter Chiari, Beppe Grillo e una giovanissima Gloria Guida. Tra il pubblico si fecero notare Adriano Panatta e Delia Scala, Renato Zero e Lina Volonghi, un ragazzino che sarebbe poi diventato Platinette e Amanda Lear.
    Il canto libero
    Il 23 agosto 1978, davanti a 6.000 fan emozionati che avevano pagato 15.000 lire dell’epoca per assicurarsi un biglietto dell’undicesima replica, Mina cantò venti brani e chiuse il bis con “Grande, grande, grande”. Poi uscì di scena con il suo vestitino nero incollato alla pelle sudata. Molti ricordano che la cantante non portava il reggiseno. Il sipario calò, le luci si spensero per sempre sulla sua immagine pubblica.
    Di quella serata resta un documento: il 33 giri “Mina. Live ’78”. Racconta la Fisher: «Nessuno, soprattutto lei immaginava che quel concerto fosse quello dell’addio. Dopo pochi giorni si ammalò, si parlò di uno strano virus, forse una brutta influenza… Le ultime serate alla Bussoladomani furono cancellate. E così, in modo malinconico, si chiuse la carriera live di Mina. La più grande».

  19. ma secondo voi come mai nel sito ufficiale non riportano settimanalmente gli incredibili risultati di vendita di inDVDbile?

  20. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi c’è la bella canzone che MINA In Love canta nel programma TECHETECHE e nel Dvdbile n.1 sempre in testa nella classifica di vendita è:
    CONVERSAZIONE
    É inutile parlare ancora
    di tutte queste cose
    ormai la nostra situazione
    non ha una via d’uscita
    cerca un altro argomento
    di conversazione
    É inutile tentare ancora
    non c’è la soluzione
    ma quante volte hai già tentato
    e dopo hai rinunciato
    cerca un altro argomento
    di conversazione
    É a te sembra tanto facile
    di cambiare il mondo come vuoi
    di cambiare come pare a te
    i pensieri della gente,
    ma per me non è così
    E dico non pensiamoci
    ma cosa vuoi pensare
    ormai conviene più lasciare
    le cose come stanno
    cerca un altro argomento
    di conversazione
    E dici sempre che
    fra noi
    qualcosa è rimasto.
    Io dico “Che cos’è rimasto?”
    mi dici “Forse tutto”
    cerca un altro argomento
    di conversazione
    É a te sempre tanto facile
    di cambiare il mondo come vuoi
    di cambiare come pare a te
    i pensieri della gente
    ma per me non è così
    É inutile parlare ancora
    di tutte queste cose
    se proprio si dovrà parlare
    facciamo come dico io
    cerca un altro argomento
    di conversazione
    cerca un altro argomento
    di conversazione
    Grazie MINA In Love

  21. sul sito Rai la puntata con Mina è la più vista della stagione di Techetechè!

  22. sul sito Rai la puntata con Mina è la più vista della stagione di Techetechè!

  23. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi c’è la bellissima canzone che rimane un Evergreen nel mondo della musica Leggera, che la nostra MINA In Love ha cantato nel programma TECHETECHE e nel Dvdbile n.1 in testa nelle classifiche di vendita è:
    SE TELEFONANDO
    Lo stupore della notte
    spalancata sul mar
    ci sorprese che eravamo sconosciuti
    io e te
    poi nel buio le tue mani
    d’improvviso sulle mie,
    è cresciuto troppo in fretta
    questo nostro amor.

    Se telefonando
    io potessi dirti addio
    ti chiamerei
    se io rivedendoti
    fossi certa che non soffri
    ti rivedrei
    se guardandoti negli occhi
    sapessi dirti basta
    ti guarderei
    ma non so spiegarti
    che il nostro amore appena nato
    è già finito.

    Se telefonando
    io volessi dirti addio
    ti chiamerei
    se io rivedendoti
    fossi certa che non soffri
    ti rivedrei
    se guardandoti negli occhi
    sapessi dirti basta
    ti guarderei
    ma non so spiegarti
    che il nostro amore appena nato
    è già finito.
    Grazie MINA In Love

  24. Paolo Comella

    Ciao a tutti e complimenti al Mina Fanblog e Fanclub per il lavoro, ma soprattutto per COME viene svolto e da CHI.
    E’ la prima volta che commento ma vi seguo spesso. Sono Paolo, 31 anni, azzannato dalla Tigre all’ascolto di Si Buana nell’ 86.

    Da notare quanto sia irresistibile in “Prossimamente”, quando dice “inIstudio” e veramente dolcissima, timida ma esperta Diva, nel chiedere indulgenza al pubblico come solo i grandi artisti sapevano fare.

  25. PieraPaso

    Sono particolarmente affezionata a questa canzone,
    perché ho una dissolvenza con MINA Kiss ..
    nella trasmissione W MINA di P.Limiti quando canta con il capello a forma di ragno.

  26. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi c’è la bellissima canzone che la nostra MINA In Love ha cantato a TECHETECHE con il capello a forma di ragno è:
    MI SEI SCOPPIATO DENTRO IL CUORE
    Era
    solamente ieri sera
    io parlavo con gli amici
    scherzavamo fra di noi
    e tu, e tu, e tu
    tu sei arrivato
    mi hai guardato
    e allora tutto
    è cambiato per me.

    Mi sei scoppiato dentro il cuore
    all’improvviso
    all’improvviso
    non so perchè
    non lo so perchè
    all’improvviso
    all’improvviso
    sarà
    perchè mi hai guardato
    come nessuno mi ha guardato mai
    mi sento viva
    all’improvviso per te.

    Ora
    io non ho capito ancora
    non so come può finire
    quello che succederà
    ma tu, ma tu, ma tu
    tu l’hai capito
    l’hai capito
    visto che eri cambiato
    anche tu.

    Mi sei scoppiato dentro il cuore
    all’improvviso
    all’improvviso
    non so perchè
    non lo so perchè
    all’improvviso
    all’improvviso
    sarà
    perchè mi hai guardato
    come nessuno mi ha guardato mai
    mi sento viva
    all’improvviso
    Grazie MINA In Love

  27. Magnifico ! Fatto con conoscenza , con gusto. E la intervista è stata una grandissima sorpresa. Sono d’accordo con quello che ha scritto Emilio. Ogni volta è una grande emozione anche se conosciamo tutto a memoria. Ottima la qualità che ci permette di vedere alla perfezione il suo splendido viso. SEMPRE COSÌ BELLA, COSÌ BRAVA. Grazie Emilio per il link e Speriamo qualcuno lo metta su you tube cosi possiamo scaricarlo per averlo per noi… Smile

  28. albertopiccolomo

    troppo pochi 45 minuti, vederla cantare dal vivo mi emoziona tantissimo e la nostalgia si fa sentire…

  29. PieraPaso

    Caro Emilio,
    bello rivedere MINA quando canta con la “GIRAFFA” a distanza kilometrica ..La voce del Silenzio
    dovrebbero tutti i cantanti cantare cosi’!
    ma solo “LEI” lo sa fare!

  30. emilio bocchi

    E’ sempre un’emozione anche se i filmati li abbiamo visti cento volte, anche se sappiamo a memoria ogni suo gesto,ogni sua parola,ogni suo battito di ciglia, ogni suo sguardo cosi diretto da bucare lo schermo ed illuminare la nostra casa ieri come adesso l’emozione è sempre la stessa anzi forse è ancora più forte.venata di nostalgia per quel suo sorriso…

  31. David G.

    Davvero splendida la puntata di “Techetecheté” di ieri sera, dedicata a Mina. Un ottimo mix tra canzoni e momenti umoristici, ben scelti e, soprattutto, montati alla grande (in questo tipo di cose, l’abilità di Salvo Guercio è evidente). Un dato di ascolto eccezionale (il più alto della serata) per un bel programma, ancora più curato e seguito.

  32. Maria Pellegrini

    Molto bella la Techetechete’ dedicata a Mina. Sempre “apparentemente facile” occuparsi di lei. La TV può ancora oggi gloriarsi di quelle cose straordinarie fatte da Mina. Vedere in sequenza “rapida” i suoi diversissimi look, mai uguali, sempre stupendi, rimanendo sempre riconoscibilissima e inconfondibile, da piacevolissime vertigini. Notevole l’effetto prodotto dal punto di vista scenico dai look assolutamente diversi mentre canta la stessa canzone in più occasioni o ospitate. Bellissima la “resa” del montaggio a dimostrazione della estrema cura ed attenzione da parte di Salvo Guercio e del minologo Paolo Piccioli. Bravi! E grazie. Vorrei osare… ma si .. oso… E’ troppo chiederVi un. Bis? Per quanto al post di Loris posso solo aggiungere, non senza stupirmene che ….. c’e’ tanta ma tanta voglia di Mina.

  33. alfredR

    Bellissima la scelta dei filmati….pur programmando le canzoni piu note al grande pubblico si é potuta apprezzare lla ricerca dei filmati meno visti con la sorpresa di Prossimamente ….devo dire che in alcuni momenti ho avuto i brividi…..e non erano di freddo!!… Smile

  34. PieraPaso

    Stamattina sul giradischi c’è la bellissima canzone di cui ieri sera hanno fatto vedere il video a Techetechetè:
    ANCORA ANCORA ANCORA

    Se vuoi andare, ti capisco
    se mi lasci ti tradisco, sì
    ma se dormo sul tuo petto
    di amarti io non smetto, no.
    Tu stuopendo sei in amore
    sensuale sul mio cuore, sì
    se poi strappo un tuo lamento
    è importante questo momento perché
    io ti chiedo ancora
    le tue mani ancora
    le tue braccia ancora
    di abbracciarmi ancora
    di pigliarmi ancora
    farmi morire ancora
    perché ti amo ancora.

    Confusione la tua mente
    quando ami completamente, sì
    ho le sue percezioni
    mette a punto le mie inclinazioni perché
    io ti chiedo ancora
    le tue mani ancora
    le tue braccia ancora
    di abbracciarmi ancora
    di pigliarmi ancora
    farmi morire ancora
    perché ti amo ancora.
    Grazie MINA In Love

Comments have been disabled.