Il Blog

Pubblicato: 4 anni ago

Ti dimentichi di Maria

Mina Anna o Anna Maria? Ci eravamo illusi che l’annosa questione omerica sulla vera identità anagrafica della Tigre fosse stata chiarita da lei stessa una prima volta ai tempi di Milleluci (quando, nel finto Rischiatutto inscenato con la complicità di Mike e della Carrà, si presentò come Mina Anna Mazzini) e poi definitivamente risolta nel 2006 sulle pagine di Vanity Fair: “Una puntualizzazione. Non mi chiamo Anna Maria. Ma come devo fare a farlo capire a chi si ostina a dire: Anna Maria Mazzini in arte Mina? Farò una fotocopia del passaporto dove c’è scritto Mina. Battezzata Mina, e così spero che sia finita” . A dire il vero, l’equivoco sulle sue reali generalità – che si credeva partorito dalla mente fantasiosa di chissà quale biografo della prima ora – era stato in più occasioni alimentato dalla Diretta Interessata (“Io mi chiamo Anna Maria Mazzini, per l’esattezza, ma credo di essere stata chiamata così solo due o tre volte in tutto”, rivelò in un’intervista dell’ottobre ’59 al settimanale Visto). E a confondere le idee ci si mise anche Giorgio Gaber quando, presentando in musica la collega sua ospite a Senza Rete ’68 con un curioso riadattamento poetico de La ballata del Cerutti, cantò (senza essere da lei smentito): “Il suo nome era Annamaria però fin da piccina, da tutti nella compagnia era chiamata Mina…”. A risolvere l’arcano, diversi anni fa, ci provò persino l’ineffabile Eva Express pubblicando una carta di identità e una patente di guida rilasciati dal Municipio di Cremona nei primi anni Sessanta, e su entrambi i documenti compariva – inoppugnabile – il nome Mina Anna Mazzini. Ma ecco che, in questa caotica estate che ha visto crollare più di una secolare certezza, per ben due settimane di seguito nella sua rubrica su Vanity Fair la Signora è tornata sull’argomento imbrogliando nuovamente le carte: “All’anagrafe mi chiamo Mina Anna Maria”. E l’assillante interrogativo da cui credevamo di esserci per sempre liberati torna a turbare le nostre notti: “Che nome avrà?”…

 

 

Comments
  1. PieraPaso

    Caro Mario,
    per rendere la foto piu’ bella manca solo
    IO TRA DI VOI

  2. mario r.

    Ieri sera con noi 12 (american song book) Mina.
    http://thumbsnap.com/WocQP2O8

  3. PieraPaso

    Stamattina sul giradischi c’è la bella canzone che la nostra MINA canta nell’ Album Mina quasi Jannacci:
    VITA VITA
    c’è l’Armonica del mio caro amico B.De Filippi
    Vita vita che mi dai
    almeno dammi lui
    e lui non viene mai
    perché non viene mai

    Vita vita ma che fai
    non mi dai neanche lui
    e lui non verrà mai
    perché non verrà mai

    Vita vita ti darei
    la vita io darei
    ma non rapirmi lui
    che c’ho soltanto lui

    Vita che vita sol per lui
    tu fa quello che vuoi
    farò quel che vedrai
    e te ne accorgerai
    Grazie MINA In Love
    Grazie per il testo a Marina di Stasera io qui

  4. PieraPaso

    Stamattina sul giradischi c’è una bellissima canzone che la nostra MINA canta nell’Album Finalmente ho conosciuto il Conte Dracula:
    DOPO IL CIELO
    C’è l’Armonica del mio caro Amico B.De Filippi
    Come un sasso cade giù
    la notte nella sera
    sveglia i sogni, spezza il giorno
    in due metà
    fuori passa ancora un tram
    che parla forte di città.
    Cielo come lana blu
    di un blu da marinai,
    se ci penso sembra ieri
    o poco più,
    contavi solo fino a tre
    e mi chiedevi di Gesù
    che sta nel blu,
    e il cielo
    non cade giù
    perché c’è il blu.
    E perché dopo il cielo
    c’è ancora del cielo e del blu
    e perché dopo il mare
    il mare fa un’onda e va giù.
    Ed è così bambino mio
    che ti vestivo a festa la realtà.
    Passa il cielo e passa il blu
    e passerà Gesù
    poi un groviglio di sospiri
    in prima B
    scandalo di baci in tram
    e mille treni in più
    nel cuore
    che correrà
    d’amore
    che chiederà di più
    di più.
    E perché dopo il cielo
    c’è ancora del cielo e del blu
    e perché dopo il mare
    il mare fa un’onda e va giù.
    Ma non mi chiedere cos’è
    chissà se poi è vero ma è così.
    Come se dopo il cielo
    ci fosse qualcosa di più,
    come se dopo il mare
    ci fosse qualcosa di più.
    E passa il cielo e passa il blu
    e passerà tra poco
    un altro tram.
    Grazie MINA In Love

  5. PieraPaso

    Stamattina sul giradischi c’è una bellissima canzone che la nostra MINA canta in una struggente interpretazione che e’ da sentire nell’Album MINA quasi Jannacci:
    LA SERA CHE PARTI’ MIO PADRE
    C’è l’Armonica de mio caro amico B.De Filippi
    La sera che partì mio padre
    noi s’era alla finestra a guardare,
    guardare per vederlo andare,
    andare neanche tanto lontano,
    muovere neanche la mano.
    La sera che partì mio padre
    non c’erano canzoni da ascoltare
    perché la radio continuò a parlare
    e miuo padre andava
    per non tornare più.
    La sera che partì soldato
    gli dissero di non sparare
    che era solo roba da leva militare
    bastava dire soltanto “Altolà”.
    La sera che arrivò sua madre
    che lo vide bianco senza più respirare
    aveva in mano il telegramma
    medaglia d’oro per l’Altolà.
    La sera che me ne andrò anch’io
    io spero solo, solo che sia Natale
    perché a Natale stanno tutti in casa
    a mangiare, a bere, ascoltarsi parlare.
    La sera che me ne andrò anch’io
    diranno che dovevo andare
    diranno che non vado a star male
    ma io so già che là non si sta così.
    Grazie MINA In Love

  6. Adesso ricordo che l’unica volta che Mina ha cantato “SE telefonando” dal vivo fu nel duetto con Gino Bramieri, ma solo pochi secondi e in dialetto cremonese.

  7. Di SE TELEFONANDO non esistono versioni dal vivo perche quella di Studio Uno e quella della Barilla sono in playback. Di Sette uomini d’oro, sono sicurissimo che è in playbacK: Non c’è giraffa. (e non è perche Lei non possa cantare dal vivo , tutti lo sappiamo, chissà per quale questione tecnica,non so…) Sempre che Mina ha cantato dal vivo in SABATO SERA ha avuto un microfono in mano ( duetto con Dorelli ) o ha avuto la giraffa (Hymne a l’amour, Corcovado per essempio). Sabato Sera è la trasmissione dove Mina ha fatto più playback)

  8. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi c’è la bella canzone che la nostra MINA In Love canta nell’Album Cinquemilaquarantatre è:
    LE MANI SUI FIANCHI
    C’è l’armonica di B.De Filippi
    In fondo, in fondo,
    è stato meglio così,
    anche se ormai
    soltanto io vivo,
    vivo qui,
    come ogni sera
    con le mani sui fianchi,
    la porta aperta
    a guardare sui campi,
    quanto mi piaceva,
    parlare con te,
    anche se poi l’ultima parola era tua.
    Come ogni sera,
    cenavamo io e te,
    ma non mangiavi,
    e non capivo perché,
    poi tu hai posato il tuo bicchiere,
    e tenendo gli occhi bassi,
    hai detto piano me ne vado da qui,
    io ti guardavo nel silenzio,
    hai messo insieme le tue cose,
    e in un momento,
    tu non eri più mio.
    Non avrei potuto
    odiarti più di così,
    che senso avrebbe avuto,
    domandarti perché.
    In fondo, in fondo,
    è stato meglio così,
    parole, amore,
    non bastavano più,
    ma i tuoi sospiri, i tuoi silenzi,
    le tue mani così forti,
    le tue labbra non le scorderò mai,
    la tua arroganza, la tua forza,
    il tuo modo di guardarmi,
    quando dicevi,
    che il padrone eri tu,
    le calde notti senza amore,
    l’indifferenza del mattino,
    neanche di questo
    io mi scorderò mai.
    Quanto mi piaceva
    addormentarmi con te,
    quanto mi piaceva
    parlare con te,
    quanto mi piaceva
    addormentarmi con te,
    quanto mi piaceva
    parlare con te.
    Grazie MINA In Love

  9. PieraPaso

    Stamattina sul giradischi c’è una bellissima canzone che la nostra MINA canta nel programma Senza Rete del ’70:
    VIVA LEI
    Arriva lei, guardate come fa
    e quanto avrà da lui per niente che gli dà
    evviva lei, che non lo ascolta mai, che non gli crede mai,
    che anche senza te sorride, dorme e va,
    e sopravviverà
    viva lei
    che piangere lo fa, che si difenderà
    viva lei
    che gli renderà tutto il male che lui ha fatto a me
    gli insegnerà che sapore ha l’infelicità
    evviva lei
    evviva lei
    che non lo cerca mai, che non lo adora mai, che anche senza lui,
    la vita la vivrà
    e non si arrenderà.
    Viva lei
    che piangere lo fa, che si difenderà
    viva lei
    che gli renderà tutto il male che lui ha fatto a me
    gli insegnerà che sapore ha l’infelicità
    evviva lei
    lei
    Grazie MINA In Love

  10. alfredR

    Ciao Emilio, grazie per la risposta….sei sempre gentilissimo….spero di vederti presto, un abbraccio.. Smile

  11. emilio bocchi

    AlfredR Mina ha presentato in tv nel dicembre 1967 Signori l’anno è servito I discorsi e Trenodia.Sembra che non ci sia più traccia di questa sua partecipazione.Purtroppo andata distrutta.

  12. alfredR

    Anche un altro pezzo indimenticabile di tv passa pochissimo ed é il duetto, da brividi, di MIna con Severino Gazzelloni su musica di Bach da una trasmissione sempre del 1967. I commenti dello stesso Gazzelloni alla performance di MIna sono davvero entusiastici….
    Qualcuno dice anche che esisterebbe un filmato di Trenodia ma io non sono mai riuscito a trovarlo: è notizia autentica o si tratta di una leggenda metropolitana?
    Buon proseguimento d’estate a tutti, con la colonna sonora della voce di Mina ovviamente..Smile

  13. PieraPaso

    Stamattina sul giradischi c’è la bellissima canzone che la nostra MINA canta nell’Album Attila:
    MA CI PENSI
    C’è anche “l’Armonica” del mio caro Amico Bruno De Filippi
    Dai, vieni su,
    manda via quel taxi
    non serve più,
    questa sera voglio
    restare con te.
    E la luna è tutta per noi,
    ma ci pensi,
    io e te
    questa notte,
    io e te,
    inventare e poi scoprire
    di amarci veramente,
    nel silenzio abbandonarci,
    e non capir più niente.
    Ma ci pensi,
    io e te,
    questa notte,
    io e te,
    non guardarmi così,
    sono strana lo so,
    è per farmi coraggio con te.
    Dai non fingere più,
    l’hai voluto anche tu,
    manda via quel taxi,
    e restiamo io e te.

    Ma ci pensi,
    io e te,
    questa notte
    io e te,
    quella luna lassù,
    che passeggia da un pò
    è un peccato sciuparla così,
    dai non fingere più
    l’hai voluto anche tu,
    manda via quel taxi,
    e restiamo
    io e te.

    E la luna
    è tutta per noi.
    Graziee MINA In Love

  14. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi c’è la bella canzone che la nostra MINA canta nell’ Album Canarino Mannaro:
    ORO
    Si’ tutto quello che canta MINA ORO
    Per averti pagherei
    un milione anche più
    anche l’ultima malboro darei
    perché tu sei
    oro oro oro
    un diamante per un sì
    oro oro oro
    per averti così
    disteso puro ma tu ci stai
    perché accetti e ci stai?

    E così tu cadi giù
    io non ti voglio già più
    inaccessibile non sei
    non con gli dei
    tu sei senza dei
    oro oro oro oro
    quanto oro ti darei
    oro oro oro
    per averti così
    disteso puro ma tu ci stai
    perché accetti e ci stai

    Perché non ti elevi su di noi
    e resti lì celeste così
    io ti vorrei immune dal sesso
    perché ti daresti anche adesso
    oro

    Per averti pagherei
    un milione anche più
    anche l’ultima malboro darei
    perché tu sei
    oro oro oro oro
    un diamante per un sì
    oro oro oro
    per averti così
    disteso puro ma tu ci stai
    perché accetti e ci stai

    Oro oro oro
    quanto oro ti darei
    oro oro oro
    per averti così
    disteso puro ma tu ci stai
    perché accetti e ci stai

    * * *

    Le bionde trecce gli occhi azzurri e poi
    le tue calzette rosse
    e l’innocenza sulle gote tue
    due arance ancor più rosse
    e la cantina buia dove noi
    respiravamo piano
    e le tue corse, l’eco dei tuoi no, oh no
    mi stai facendo paura.

    O mare nero, o mare nero, o mare ne
    tu eri chiaro e trasparente come me
    o mare nero, o mare nero, o mare ne
    tu eri chiaro e trasparente come me.
    Grazie MINA In Love

  15. ciano forma

    Non mi sembra in playback ! Forse che Trovajoli fà finta di suonare così come gli altri strumentisti? Appena terminato di cantare Mina accompagna il maestro in platea: come è possibile che sia in playback ? e poi non è un motivo suffciente perchè Se telefonando (Studio Uno 66) è sicuramente in playback ma è trasmesso e visto in youtube moltissime volte. Non credo sia questa la ragione.
    E’ proprio perchè il pezzo è poco conosciuto e magari a molti non piace !!(sic!)

  16. Forse la ragione è che il pezzo , come tanti pezzi di Sabato Sera, è in playback . Forse è stato cosi per questioni tecniche. Dal vivo sarebbe stato ancora più valutato. Tutti sappiamo che è l’unica che dal vivo riesce a cantare meglio che nell’incisioni !

  17. ciano forma

    A proposito dei dibattiti più o meno sterili sulla voce che vengono imbastiti su altri forum debbo registrare malinconicamente che un pezzo assolutamente superbo live di Mina con Trovajoli (Sabato Sera 1967 dal film “Sette Uomini d’oro”)conta troppe poche visioni su youtube, tenuto presente i suo altissimo peso specifico (musicale). Verrebbe da pensare, caro Loris, che anche molti fans di Mina se ne dimenticano troppo spesso. Per non dire della TV che quasi mai lo trasmette: e qui bene qualcuno ha scritto sulle note di youtube. Se la Rai lo facesse vedere nei suoi programmi antologici “si verificherebbero suicidi di massa tra gli pseudo cantanti emergenti di oggi”. E’ vero, ma non è giusto che pezzi come questo non vengano trasmessi in RAI perchè sono proprio pezzi come questo che danno almeno una piccola idea della grande dimensione musicale e artistica di Mina. Ma forse Mina stessa preferisce così: non ha mai voluto strafare e non ha mai cercato di mettersi in luce più di tanto. Ha rinunciato a tante offerte che le avrebbero potuto garantire una visibilità mondiale….

  18. Lillo

    … della serie “mi piacerebbe che Mina cantasse o facesse…”: sognerei un disco come RANDOM ACCESS MEMOERIES dei DAFT PUNK, però con lei in tutte le tracce come cantante o voce o vocalist che dir si voglia.
    Un disco che sorprenda tutte le mie attese e che volti le spalle a tutto quello che fino ad oggi ha significato il marchio MINA, ma che comunque continui ad emozionarci come solo lei sa fare.

  19. vimercati tullio

    D’accordissimo, carlomannaro ognuno ha il dirito di esprimere la propria, siamo quì apposta…………….

  20. Lillo

    Tra una canzone e l’altra di Mina, consiglio l’ascolto del bellissimo RANDOM ACCESS MEMORIES, quarto disco del gruppo francese dei DAFT PUNK.
    Una collaborazione di Mina con Giorgio Moroder, in particolare, che nel disco interviene in “Giorgio by Moroder”, darebbe risultati, a parer mio, davvero interessanti. Smile

  21. PieraPaso

    Stamattina sul giradischi c’è la bella canzone che la nostra MINA canta nell’album Italiana Vol.1:
    TI DIMENTICHI DI MARIA
    Dedicata al blog!
    Ti dimentichi di Maria
    dai miei occhi lei non va via
    ti dimentichi di Maria
    ora
    ti dimentichi di Maria
    quanto rimmel, che porcheria
    ora alzati e va via
    ora.
    Per Maria
    la testa è andata via
    con Maria
    è lei la tua follia
    ci credi e vedi adesso
    lei no, non aveva sentimenti
    e tu la vuoi lo stesso
    quella non ti da che un compromesso
    le mani, la bocca, le labbra
    sono sempre state solo una magia
    adesso la bocca, le labbra
    non ti sanno dare di più
    ora
    Ora, ora, ora
    piangi
    ora, ora, ora, ora,
    Gazie MINA In Love

  22. o magari sono solo opinioni, no?

  23. ciano forma

    sul forum si è aperto un dibattito sulle voci come fenomeno vocale

    http://forum.corriere.it/fegiz_files/17-08-2013/le-voci-di-anna-oxa-e-demetrio-stratos-2388236.html

    personalmente conosco molto poco questa cantante e quindi non entro nella discussione però registro quello che si è scritto su questa per me sconosciuta cantante

    http://forum.corriere.it/fegiz_files/19-08-2013/omara-portuondo-2388637.html

    ho quindi ho fatto una breve ricerca e guardate cosa ho trovato

    ancora l’ennesima cantante straniera che come Pavarotti e la Mercedes Sosa che sognavano di duettare con Mina…
    http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2012/07/24/appello-di-omara-portuondo-vorrei-cantare.html

    incredibile!!

  24. vimercati tullio

    Quante polemiche sterili, senza conoscere ne il come ne il perché,già con l’uscita del doppio cd di Limiti, Mina disse che non aveva voce in capitolo, non essendo prodotto dal Suo marchio,dunque anche le varie compilazioni in cui appare, penso funzioni nel medesimo modo. Per quanto riguarda la beneficenza, la migliore è quella di cui nessuno sa’ niente, altrimenti è soltanto pubblicità gratuita che ognuno si fa’ generosamente, senza spendere un centesimo. E pensare che non fa’ nemmeno promozioni per l’uscita di un suo nuovo lavoro, figuriamoci su’ cose più private……………..ma le critiche sono sempre in agguato, nonostante tutto )))))))))

  25. caro Beppe condivido e ribadisco che le mie perplessità siano in realtà duplici: da una parte il non comprendere le scelte di gestione del marchio Mina che, come ci siamo già detti su queste pagine, non viene a parer mio sufficientemente onorato. L’idea stessa di confinarlo al “deluxe” quasi fosse un evento eccezionale o di nicchia che Mina canti mi sembra folle; oppure basti pensare al fatto che sullo stesso sito ufficiale non si sia rimarcato settimanalmente del successo di vendite di inDVDbile mentre si aggiorna costantemente la “posta del cuore” di vanity…mah…per il resto, pur comprendendo e rispettando le scelte personali di Mina credo avrebbe potuto ai tempi dell’incredibile live “Amicheperl’Abruzzo” spendere almeno due righe di supporto e incoraggiamento proprio su una rivista; e non limitarsi a un silenzio che l’ha resa criticabile e criticata da moltissime persone. Aggiungo che non credo sia un caso che il pezzo che segna i titoli di coda del DVD in cui compaiono veramente TUTTE le cantanti italiane tranne Lei, sia cantato da una voce che fa molto Streisand e che, a mio parere, avrebbe potuto benissimo essere proprio quella di Mina che avrebbe magari così dato il suo contributo…

  26. PieraPaso

    Io Le diro’
    ciao MINA

  27. PieraPaso

    Stamattina sul giradischi c’è la bella canzone che la nostra MINA canta nell’Album Uiallalla:
    CHE NOME AVRA’
    è la domanda del blog!!
    Chi bacerai,
    dove sarai,
    cosa vedrai.
    Ti spoglierai,
    ti parlerà
    tu riderai
    lei che farà.
    Chi dormirà
    con l’insolente intimità
    che il dopo dà,
    se chiederà di noi
    dirai la verità
    chi bacerai
    che nome avrà.
    Se canterai
    come sarà
    o forse lei ti cullerà
    e le darai
    brutalità
    coi fianchi tuoi
    finché vorrà.
    Chi dormirà
    con l’insolita intimità
    che il dopo dà
    se riderà
    ti scorderai di me
    chissà
    chi bacerai
    che nome avrà.
    Grazie MINA In Love

  28. volevo scrivere “nell’ambito della promozione poteva spendersi…” scusate

  29. Hai ragione Carlo, ma consideriamo che forse nelle compilation Mina viene usata come nome di richiamo per forzare l’acquisto delle versioni Deluxe e non credo che lei abbia “voce” in capitolo.
    Mina ha sempre fatto capire che ama la beneficenza silente quella che non fa rumore, ed essere tirata per la giacca per eventi ai quali lei non può/vuole apparire credo le dia fastidio, certo almeno nell’ambito poteva spendersi…. ma credo non ami proprio quel tipo di manifestazioni, magari che ne sappiamo si sarà spesa in altri modi, certo restare la seconda da sinistra non è sempre facile e crea parecchie illusioni e disillusioni . saluti Smile

  30. Ti ringrazio per la risposta Frank e aggiungo, proprio perché doveroso, che come ho avuto modo di scrivere in precedenza tutta l’umanità di Mina mi travolse nel corso di una sua telefonata in cui ci annunciava di non poter prendere parte ad un evento di beneficenza. Lo fece con una umiltà e una sensibilità che mi colpirono e ancora mi colpiscono… l’intento del mio post era quello di condividere alcune perplessità sulle scelte che evidentemente non solo Lei ma anche il suo staff prendono noncuranti dell’impatto che avranno sul pubblico…quando ci penso mi trovo mio malgrado a comprendere i tanti articoli che negli anni mi fecero infuriare a proposito di una Mina rinchiusa nella sua torre d’avorio e non più preoccupata di noi poveri mortali…

  31. Paolo Comella

    Trovandosela di fronte, chi di noi avrebbe il coraggio di chiamarla Anna Maria? Dai, per alzata di mano…

  32. frank

    forse a questo tuo post nessuno fara’ caso ma trovo che sia importante quello che dici ed infatti io ho sempre nutrito dubbi sulla effettiva umanita’ degli artisti. Speriamo che non sia cosi’ per la Nostra, dicono che quando si fa del bene non si deve vedere e puo’ darsi che molti artisti provvedano nell’ombra ad interessarsi di alcune situazioni. Voglio ancora credere in questa illusione.

  33. Mi spiace interrompere questo gustoso(ennesimo) post e la relativa discussione ma volevo aprire una parentesi sulle “adesioni mancate” di Mina a progetti di tanti suoi illustri colleghi. Di recente ho acquistato il tributo a Gaber “io ci sono” con 50 artisti tra cui Lei non figura in quanto la sua “Lo shampoo” è presente solo in una super edizione deluxe. Mi chiedo chi gestisca la pubblicazione di questi brani e perché, come già per “Papito” di Miguel Bosé la si releghi ad emissioni deluxe…se fossi un non-fan mi darebbe l’errata sensazione di essere Mina la figura altezzosa che molti infatti criticano e Lei stessa non smentisce. Basti pensare al tardivo messaggio su “Amiche per l’Abruzzo” dopo che, rifiutatasi di partecipate allo splendido live, non spese parola alcuna per promuoverlo nei tempi giusti…mah

  34. MarioBeda

    Quindi, secondo quanto scrive su Vanity Fair n°32, il nome completo e ‘definitivo’ è: MINA ANNA MARIA MAZZINI.
    La Treccani ha ragione! Smile
    http://thumbsnap.com/f/HLShsL41

  35. massimo catti

    e si, ci turba .oh come ci turba..ma quanto ci turba? e tu ti turbi?? (ad libitum)… Wink

Comments have been disabled.