Il Blog

Pubblicato: 10 anni ago

Amici che non vedo mai…

Alleluja: corrette le bozze, inserita sul filo di lana una notiziuccia dell’ultima ora, aggiunti quei due o tre nomi che mancavano alla lista dei collaboratori e dei ringraziamenti nella pagina dei credits… la nuova rivista numero settanta è finalmente in stampa e sarà pronta per essere spedita alla fine della prossima settimana. Ma la parte più noiosa del lavoro, per quanto mi riguarda, comincia adesso, con la preparazione delle buste, come sempre affrancate e compilate a mano come ai tempi delle mie prime fanzine. In fondo, questo tour de force ha il suo lato romantico, essendo in molti casi l’unico filo “umano” che mi lega a tanti soci (quasi la metà dei quali, non dimentichiamolo. è del tutto digiuna di internet o comunque conosce a malapena l’esistenza del Minafanblog e di altre forme di contatto virtuale). Di molti ricordo gli indirizzi a memoria: sono gli iscritti della prima ora, che in diversi casi – cito tra i tanti Grazia Camerata, Walter Carminati, Franco Ghetti, Camillo Faverzani, Renato Aggio, Fernando Fratarcangeli, Camillo Di Giampaolo, Marco Alesii, Bonina Lo Presti, Bruno Sabbioni, Sergio Paris, Alberto Imparato, senza contare naturalmente i vari fondatori come Mauro Coruzzi, Fabio Saccani e Paolo Belluso – militavano già nell’antico fan club di Parma. Ancora più numerosa è la truppa di irriducibili  che ingrossò le nostre file – per non lasciarle mai più – agli albori dell’era aostana, e qui l’elenco sarebbe davvero troppo lungo. Da allora molte cose sono cambiate e la nostra community ha ininterrottamente continuato a rigenerarsi di nuova linfa. Le neoiscrizioni a valanga di qualche anno fa sono una chimera (qualcuno ricorda la “carica dei 101″ nuovi soci che si aggiunsero nel giro di due mesi sull’onda emotiva dello special Viva Mina! condotto da Limiti nel ’94?), ma il ricambio generazionale prosegue senza soste sia pure a ritmi più tranquilli. E a tal proposito voglio pregare gli ultimissimi iscritti di queste settimane – Annabella Toninelli, Ada Mazzotta, Ivo Virone, Marcello Seregni, Giuliano Breveglieri, Jorge Palomares Martinez, Giovanni De Vitis, Saverio Costantini, Angelo Murè, Gianmaria Ravera – di aspettare che sia pronta anche la nuova fanzine prima di ricevere il loro primo bustone con arretrati-bonus, tessera e cartoline varie. E per finire, consentitemi di esprimere un ringraziamento speciale ad alcuni amici che, con fin troppa generosità e – forse – con un eccesso di fiducia nella nostra tenuta nel tempo, ci hanno anticipato le quote di abbonamento talvolta fin quasi a tutto il 2013. Qualche nome? Andreina Colombo, Carlo Alberto Fornari, Simone Molinari, Tonino Di Sario, Mario Gravina, Fabio Manzoni, Eddi Pellegrini, Manuel Salazar Hidalgo, Maria Pellegrini, Angela Tatarella, Marta Vannini, Luigi Vitali, Domenico De Corato, Pietro Bocchi, Augusto Nobili, Antonio Scibilia, Thomas Calce, Giorgio Beretti: a questi e a diversi altri munifici eroi (ai quali sono immensamente grato anche perché mi risparmiano l’odiosa incombenza, in troppi altri casi inevitabile, di dover sollecitare i rinnovi annuali) raccomando con tutto il cuore di non inviare più nuove quote fino a nuovo ordine. Ma non avrò violato qualche legge sulla privacy menzionando tutti questi nomi?…

 

Comments
  1. PieraPaso

    ..anche io tengo all’Inter
    come MINA

  2. Raiça

    unhh leggo adesso che mi ha risposto che bello!! sono contentissima, è da tanto che non vi sento…scuola scuola scuola.. Frown vabbè Mina è sempre così ironica… Grin e poi sono contenta per le Fanzine!! Non vedo l’ora.
    Ho potuto inoltre vedere il programma di Fachinetti…ahahah ed ho letto quello che avete scritto, mamma sinceramente avete ragione, come si può paragonare Michelangelo con la Pausini, oppure un Papa con un Santo, misteri della vita…sicuramente Mina in quel momento stava vedendo altro, come una partita di Calcio, come mio padre!!! Mi ero anche arrabbiata perché volevo vedere chi ha rappresentato Mina in quel momento, ma mio padre mi aveva cambiato canale, comunq le altre cose che ho visto non ho voglia di commentare, mi farebbe troppo arrabbiare… Oggi Parma-Inter…. chissà chi vincerà?? Spero l’Inter per Mina Alien

    Inoltre vorrei anche ringraziare pubblicamente anche Pina,
    una Grande Pina
    che mi aiuta a diventare molto colta di Mina!! Grin (fa anche rima)
    Grazie anche a voi! Mina ti amo, non lo smetterò’ mai di dirvelo baci, spero di leggervi presto. Wink

  3. robertobagna

    Sapete carissimi il metodo che utilizzo nell’ascolto di Mina quotidianamente, la dose “modica” necessaria per non soffrire di astinenza? Ebbene il percorso fra casa e sede di lavoro è di circa 1 ora a/r così prelevo dal “grattacielo” dei suoi cd quello che capita e via. Ogni volta mi sorprendo dal fatto che la Signora mi sorprende. Ovvio rifaccio i miei personali percorsi a ritroso sulle emozioni che suscitarono a suo tempo le canzoni che scorrono sulla sua Voce e, talvolta, me meschino sulla mia che si affianca alla sua, e ritrovo sussulti al cuore e riccomento fra me e me la sua bravura, oggi come ieri.
    Non c’è niente da fare, anni 60/70/80/90/2000 è Mina.
    p.s. KIRIE é STUPENDO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. mario basileus

    NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE

    ‘ … Basterebbe ascoltarli bene i due dischi per ritrovarvi quelle che sono , al limite , sono anche doti positive di Mina : la sua solita esuberanza , il suo pressappochismo , la sua mancanza di ‘ cultura ‘ . Gli ultimi dieci anni , l’ondata dei cantautori e i nuovi fermenti per Mina pare non ci siano mai stati . I dischi delle sue colleghe ( ‘ Ricetta di donna ‘ dell’Ornella Vanoni , per esempio ) non le dicono nulla . I giovani che si affacciano oggi alla ribalta con idee nuove e spesso molto chiare Lei non li conosce … ‘ . Queste ed altre amenità erano contenute nel servizio che un non ben identificato critico musicale di nome Andrea Vandini scrisse nel febbraio del 1981 sulla rivista ‘ Music ‘ , che da tempo ha cessato le pubblicazioni . Lo confesso , anch’io quell’anno tradii Mina , non comprando il suo doppio , dopo che avevo letto questa ed altre feroci critiche , e comprai appunto la ‘ Ricetta di donna ‘ della Vanoni , che comunque , a onor del vero , conteneva un capolavoro straordinario come ‘ La famosa volpe azzurra ‘ , strepitosa composizione di Leonard Cohen , splendidamente tradotta in italiano da Fabrizio De André , che rimpiango che Mina si sia lasciata sfuggire e , a tale proposito , mi chiedo come mai Mina non abbia mai affrontato il repertorio di Leonard Cohen . Ascoltando successivamente alla radio i mitici ‘ Incontri musicali del mio tipo ‘ , presentati alternativamente da Mina e da Ornella , rimasi invece folgorato quando sentii per la prima volta la bellissima , strepitosa , insuperabile , sublime ‘ Quatt’ore ‘e tiempo ‘ . Scopersi che non era altro che la famosa Aria di Chiesa ( o da Chiesa ) di Alessandro Stradella , avente come titolo originario ‘ Pietà , Signor ‘ . Ma allora , pensai , ‘ Kyrie ‘ non è proprio così brutto come vogliono farmi credere ? Ritardai comunque il suo acquisto . In quel periodo ero anche intento a formarmi una buona discoteca di musica classica e gli acquisti di album di musica leggera erano fatti col contagocce . Lo comprai quindi qualche anno più tardi e non vi dico le meraviglie che vi scopersi a cominciare da ‘ Voglio stare bene ‘ , strepitosa prova di bravura di una scintillante Mina che mette in mostra nuove sfaccettature vocali che lasciano stupefatti . E poi l’ipnotica e rarefatta ‘ Musica ‘ , la bellissima versione multivocale di ‘ She’s leaving home ‘ , che strabiliò persino Paul Mac Cartney , la grintosissima ‘ Colori ‘ , nella quale Mina sfodera una voce nera da fare impallidire Aretha Franklin , la bellissima ‘ I know ‘ , l’intrigante ‘ Chi sarà ‘ , l’ironica e paradossale ‘ Bambola gonfiabile ‘ , la conturbante ‘ Fermerò qualcuno ‘ . Scopersi che ogni canzone era un pezzo a se stante e che l’intero disco era una sorta di sperimentalismo canoro al quale non eravamo certamente abituati . ‘ Kyrie ‘ , inciso da Mina dopo poco più di vent’anni di carriera , è un disco in cui Mina esce tirata a lucido , nuova e giovane come quando aveva vent’anni , e infatti ‘ Kyrie ‘ è un disco avanti nel tempo almeno di una ventina d’anni . Solo adesso pare diventato attuale , anzi no , lo sarà ancora per altri vent’anni .
    Ritornando al nostro beneamato e illustre critico Andrea Vandini , egli , facendo delle riflessioni degne semplicemente di querela , concludeva il suo lungimirante articolo su Mina in questo modo : ‘ Una vita sciatta , senza interessi , senza partecipazione produce risultati del genere e quando esce un nuovo 45 nessuno se ne accorge : occorre lo choc del trentatré per recuperare credibilità e sostanza . Ma sino a quando ? ‘ . I fatti e gli avvenimenti musicali hanno decretato , sino ad ora , più di vent’anni . Io , personalmente , credo e spero almeno altri venti .
    A proposito , sa qualcuno che fine ha fatto , dopo vent’anni , il nostro famoso critico ?

  5. giulia_z

    ihihihih…. la Mina su Vanity mi fa troppo ridere !!!

  6. Maria Pellegrini

    Caro MarioBeda personalmente ho sempre ritenuto che “QUALSIASI COSA” LA SIGNORA appena appena SFIORA è IL FINIMONDO Neutral Neutral potenza all’ennesima potenza di MINA non c’è niente da fare.. Chi altra avrebbe potuto dare il LA’ ad uno scatenato BENIGNI rendendo possibile, plausibile ed esilarante la battuta di Roberto su MINA / Biladen? E poi.. il Suo NESSUN DORMA da favola !!!! (a proposito… avete notato che i mentori culturali del più grande… per la sigla di apertura hanno RICOPIATO L’IDEA Confused: Caro Mario cari saluti.

  7. Vassallo paleologo giuseppe

    Ragazzi io quando ascolto Kyrie mi vengono alla mente le frasi scritte sul bollettino n°1 della nostra fanzine e poi ripubblicate nella fanzine 46 sul dossier dell’album Oops!

  8. Francesco

    Bhè Giulia che dire??? Le risposte di Mina sono sempre bellissime… e complimenti anche a Raica per aver scritto qualcosa. E Mina ha risposto anche a voi!!

  9. MarioBeda

    Vigilia sanremese 2010… Il principe ballerino,i processi a Morgan, la dieta della Clerici…
    Ma vogliamo mettere l’anno scorso con “cosa dirà Roberto Benigni” e soprattutto con “IL RITORNO DI MINA”? La vedremo non la vedremo…
    E’ stato bello crederci per un po’…e l’emozione di quella sigla con Nessun dorma è indimenticabile…

    E a proposito di Kyrie http://thumbsnap.com/v/4umi6Fxq.jpg

  10. PieraPaso

    ben tornato caro Gil,
    complimenti per il tuo messaggio, sai scrivere in maniera certosina.
    che discussione forte su KIRIE…non merita certamente l’aggettivo “brutto”
    farei leggere gli spartiti delle song di KIRIE per far vedere le note che MINA canta
    io penso che a volte scrvono queste parole forti per attirare l’attenzione,
    ci è riuscito, leggendo le tante risposte.
    condivido il tuo pensiero. quando scrivi di QUALCOSA IN PIU’ è la MINA che piace a me.
    la “grande voce” di MINA puo’ cantare TUTTO.
    è poco il mio messaaggio a confronto al tuo,
    mi darai la sufficienza..adesso “corro” a sentire KIRIE a volume FORTISSIMO
    Piera

  11. emilio bocchi

    Nell’augurarti il bentornato voglio aggiungere per Ganimede che Kyrie non fu molto ben accolto dalla critica,in particolare un articolo di Andrea Vandini dal titolo Mina dei miracoli dalle pagine (e qui pur avendo l’articolo non mi ricordo il nome del giornale,certamente Loris lo saprà) criticò aspramente il nuovo lavoro di Mina e solo nella testata dell’artocolo scrisse:
    E’ un miracolo che un ellepi doppio,sia in classifica? O è merito dell’invocazione che l’intitola ( Kyrie O Signore)
    E’ comunque un miracolo che anche in un disco cosi scarso ci sia sempre la zampata della tigre.
    Ora al di là di tutto a parer mio giudicare Kyrie come un disco cosi scarso è veramente scandaloso e riduttivo.
    E non può essere altro che il risultato già da allora di una notevole prevenzione e risentimento verso la Signora.
    Trovo anch’io come Gil in Kyrie l’album più innovativo e coraggioso che Mina abbia mai fatto.
    Un vero capolavoro.
    Di diverso parere è stato anche Gherardo Gentili che scrisse in termini molto lusinghieri di kyrie : Mina ha ritrovato la sua prima giovinezza.

  12. Dario

    Ancora una piccola note : in Kyrie ci sono tutte le Mine possibili …

  13. giulia_z

    Scusate se interrompo il flusso di quella che considero una interessante e nutriente discussione; è solo per far notare una piccolissima e simpatica curiosità: oggi su Vanity Fair la Mina risponde ad una nostra giovanissima conoscenza Wink

    http://mina.style.it/

    Alien

  14. Dario

    Aggiungerei alle note di Loris e a quelle di Gil (ciao e bentornato) anche le mie a proposito di quello che considero il più pregevole album degli anni ottanta (e non parlo quindi solo dei lavori … di Mina).
    Pubblico e critica certamente allora furono spiazzati da un album così innovativo, quasi provocatorio direi.
    Ricordo che in una recensione dell’epoca qualche critico scrisse che Mina si stava avventurando per un sentiero che molti suoi fans non avrebbero capito e che “il suo” pubblico l’avrebbe abbandonata …
    I risultati di vendita non furono esaltanti, per lo meno non paragonabili agli esiti di “Attila” per cui “Kyrie” è rimasto un episodio isolato … io direi fortunatamente “isolato”.
    Un ultima nota relativa a due brani che ancora oggi ascolto e che sono tra i miei preferiti nel’immenso repertorio mazziniano : “Radio” di Bruno Lauzi e “Fermerò qualcuno” di Beppe Cantarelli che da sole basterebbero … e adesso scusate, vado a riascoltare Kyrie

  15. Diego

    “Kyrie” è davvero uno degli album più incredibili di Mina! Se non lo sapessi, quasi non crederei che Mina avesse potuto cantare in quel modo e quelle canzoni!!….bellissime!!

    Del Vol.1 trovo spettacolari CAPISCO!!!!!!!! Che parole dice la nostra Mina???!!! E’ poesia pura!!!
    VOGLIO STARE BENE è una roba stratosferica!!! Potrebbe andare in discoteca oggi!
    TRA NAPOLI E UN BICCHIERE? Ah come mi mette subito di buon umore!
    E I KNOW?!?! Màzzate che forza in quella canzone! E’ per me uno dei capolavori di Mina! Una di quelle canzoni che potrebbero essere tenute in aria tutto il giorno!

  16. Ganimede Fe

    grazie Maria. mi sà che ascolterò il tuo consiglio Wink

  17. Maria Pellegrini

    Buon giorno Ganimede Fe. Che sconquasso hai procurato a questo blog, ma certamente ne hai diritto e penso che ti leggiamo con attenzione e affetto. Le tue perplessità sono condivisibili però una premessa è necessaria : KYRIE non era di facile ascolto allora e nemmeno adesso!!! Mad che di MINE c’è ne sono a iosa è cosa risaputa (gli addetti ai lavori hanno sempre fatto finta di non saperlo, salvo rarissime eccezioni) forse forse VOGLIO STARE BENE è UN MESSAGGIO diretto a chi con spregiudicato atteggiamento e disonestà mentale e culturale ha sempre condannato i tanti Noooooooooooo!!!!! di MINA Rolls Eyes salvo poi versare lacrime di coccodrillo, come per l’immenso TOTO’??? Confused: Confused: LORIS ha già detto cosa avrei detto io e quindi non mi dilungo oltre. Mi permetti un consiglio? Lascia KYRIE DOV’E’, per ora. Se cambierai idea, qualunque sia, faccelo sapere. BUONISSIMA GIORNATA Grin ..

  18. Ganimede Fe

    Seppur sottile il messaggio è chiaro nel paragonarmi al tuo alunnoma…riflettendoci: non trovi eccessivo paragonare la musica anni ’80 ad un film classico ch.ch? capiasco che per molti di voi rappresenta la vostra generazione( ventenni più o meno) quindi posso immaginare la carica affettiva che riveste i ricordi di quella decade. ma sù, stiamo parlando della musica Non-musica, dove gli accordi e gli stumenti utilizzati sono rudimentali computer? il paragone è inadeguato. capirei l’accostamento a 5043 o frutta e verdura, a bulabula o a napoli…

  19. Gil

    Una cosa è dire non conoscere Kyrie per questioni anagrafiche è tutt’altra cosa è affermare che è l’album più brutto della Tigre… quando invece poi, in assoluto, è stato quello più innovativo che sia mai apparso sull’intera scena musicale italiana e tuttora, a distanza di 30 anni, non esiste interprete che osa più di quanto ha fatto Lei allora. Peccato solo che è stato un caso isolato e che non ha insistito su questa strada o, quantomeno, non ha più riproposto alla stessa maniera qualcosa del genere…

    In questo album Mina abbraccia tutti i generi musicali possibili e ci propone nuove sonorità e modulazioni di voce che ancora oggi sono all’avanguardia. Ascoltando “Musica”, ad esempio, si possono intravedere le stesse atmosfere musicali che oggi ritroviamo in “Non ti voglio più” che rappresenta, forse, il brano più innovativo di Facile. In “Qualcosa in più” ci sono, invece, sonorità fino ad allora proposte solo dai Pink Floyd…

    Quatt’ore ‘e tiempo” è talmente classica che poteva benissimo essere collocata in “Sulla tua bocca lo dirò”… e tieni conto che ancora non c’era stato l’avvento della “Vita spericolata” di Vasco Rossi e Mina irrompeva con “Voglio stare bene” dal testo aggressivo e cantato con vocalità miracolose. E che dire di “You keep me hangin’ on” fino ad allora interpretata in maniera leziosa ed ammiccante da Diana Ross (in trio con le Supremes) ed invece Mina la trasforma quasi in un rock duro e allucinante da mettere in ombra anche i “metallari” dell’epoca? Si è tanto discusso in questi giorni sulle varie esecuzioni di “Io vivrò senza te”… ma non mi sembra che in “Colori” ci sia meno pathos…

    Non voglio farti qui l’analisi di ogni singolo pezzo e ti dico solo che l’intelligenza e il gusto musicale di Mina non hanno confini e forse, già allora, Lei più di tutti, sapeva che avrebbe “urtato” contro la pubblica ottusità… ma comunque il tempo le ha dato ragione e oggi, chi ha voglia di ovviare alla piatta monotonia dello scontato musicale, basta che riascolta Kyrie… e si proietta in una dimensione musicale senza tempo e aliena a canoni musicali inderogabili per la massa poco esigente.

  20. Ganimede Fe

    Bene. temevo che qualcosa di questo disco mi fosse sfuggito. vorrà dire che riprenderò l’ascolto e chissà a furia di sentirlo lo eleggerò anche io a capolavoro mazziniano per eccellenza. sarà che la musica anni ’80 non mi è mai piaciuta con tutti quegli ellettri elettronici…ma alla signora Nadia basta così poco perche gli girino i cojoni. qualcuno le ha mai congigliato del valium?

  21. madameX

    Buon Giorno a tutti Tigri tigrotti…Caro Ganimede penso che Loris da gran Signore che è non abbia voluto far nessun commento perche credo che forse l’hai ascoltato poco Kirie ma ti assicuro che ci sono delle vere perle.Non esistono Cd brutti di Mina perche la sua voce puo far diventare magnetica qualsiasi canzone Anche se cantasse Bella di padella ….
    Percio carissimo amico il consiglio che ti do da vecchia gallina è sentire e risentire il cd e troverai tutta la bellezza della sua voce Un bacio (chiaramente il mio è solo un piccolo parere personale senza polemica ) anche se mi sono girati leggermente i cojoniiiiiii Al pincio stasera tutti al Pincioooooooooooooooo madame

  22. loris (Author)

    I puntini di sospensione volevano semplicemente esprimere la perplessità che mi suscita un giudizio così superficiale, frettoloso e arbitrario. L’altro giorno un mio ragazzino di Prima Superiore, dopo essere stato costretto a vedere in orario scolastico “Tempi moderni” di Charlie Chaplin, alla fine ha sbuffato: “La pellicola era tutta rovinata. E poi che palle tutto quel bianco e nero”. Da KYRIE sono trascorsi “solo” trent’anni. Troppo facile infierire con l’orecchio di oggi su qualche inevitabile segno del tempo passato. Ma chiunque ascolti il disco con un minimo di attenzione non può non rimanere incantato dalla freschezza, dalla modernità, dal coraggio innovativo che trasudano da quasi tutte le sue canzoni. Averne, oggi, di I KNOW, QUALCOSA IN PIU’, QUATT’ORE ‘ E TIEMPO, VOGLIO STARE BENE, RADIO, COLORI, FERMERO’ QUALCUNO, CHI SARA’, e anche – perché no? – di BUONANOTTE BUONANOTTE e L’AMORE E’ BESTIA… E quella meraviglia di SHE’S LEAVING HOME dove vogliamo metterla?

  23. Ganimede Fe

    Grazie peppe, grazie franco. altre volte avevo letto che kyrie per molti del blog è stato ed è un capolavoro, e proprio per questo che ho deciso di ascoltarlo in modo più approfondito. è vero che nel volume due ci sono delle chicche bellissime così come Quatt’ore ‘e tiempo è veramente una perla…ma il resto….Lo ascolto da un paio di giorni(vol.1)ma niente, non mi piace quello che voi definite sperimentale, la voce metallica poi. ma grazie lo stesso per avermi spiegato che allora fu accolto come un disco “avanti”. Ognuno ha la sua Mina. ed bello proprio questo Una, Nessuna e Centomila. Mai uguale a se stessa!

  24. saverio

    Ciao GANI che dire i gusti sono gusti e vanno rispettati.Riconosco che KYRIE è un album veramente difficile,unico nel suo genere.Quando è uscito avevo circa 7 anni,lo scoperto circa 10 anni dopo e non ti nascondo che all’inizio sono rmasto un pò così ma dopo mi ha preso e ora lo considero un capolavoro.Ripeto i gusti sono gusti a me per esempio non mi ha mai fatto impazzire ITALIANA,nonostane i milioni di ascolti non mi prende,lo trovo piatto e noioso,impazzisco invece per DRACULA o CATENE tanto per dire due titoli del solito periodo.Gli anni 70 li salvo tutti,forse di tutti gli album usciti in quella decade quello più debole è forse QUANDO TU MI…………maè un parere pesonale.Gli anni 90 sono partiti all grande,TI CONOSCO secondo me è un capolavoro insieme a CATERPILLAR.Gli anni 2000 penso che tra gli inediti FACILE sia il più bello e tra gli album a tema penso che SULLA TUA BOCCA sia fantastico.Ai primi ascolti ero dubbioso,non conosco niente di lirica,a parte il VINCEROOOOOOOOOOOOOOOOOOOO e qualcos’altro già cantato da MINA,ma piano piano è arrivato,premetto che io ascolto tutto di lei anche quello che non mi piace,e cosi ora sento più SULLA TUA BOCCA che FACILE.Non c’è niente da fare LEI ha sempre ragione.Saluti a tutti.

  25. Franco Ghetti

    ciao ganimede fe , dire brutto mi sembra eccessivo.
    questo disco e’ ancora avanti oggi, pensa come poteva essere quando e’ uscito 30 anni fa.
    come si fa a dire che fermero’ qualcuno, she’s leaving home , l’amore e’ bestia, l’amore e’ poeta, you keep me hangin’on, quatt’ore ‘e tiempo ( solo per citarne qualcuna ) sono brutte canzoni. la critica???????? ahahahahahahahahahhahaha
    perche’ sono mai stati criticati i dischi di MINA ?????? si……. col copia incolla. io ne ho parecchie degli anni passati, ebbene sempre le stesse parole. poteva fare meglio, la voce e’ bella ma le canzoni non sono alla sua altezza ( come se ci potessero essere delle canzoni all’altezza di MINA), gli arrangiamenti, un’occasione perduta, ecc ecc.
    io le compro sempre . le leggo solo di corsa per vedere se qualcuno dice qualcosa. pochi. molto pochi.
    un consiglio ( anche se so che sarebbe meglio non darne )……. ascoltalo. ciao
    grazie MINA: Grin

  26. Di solito non amo le autocitazioni ma se ti va leggiti qualche notizia qui: http://blog.libero.it/MINA50/3597802.html
    Kyrie è uno degli album più coraggiosi e sperimentali di Mina, forse sei ancora troppo giovane per comprendere la botta di emozioni che un album così, anche a tanti anni di distanza, riesce a dare…

  27. Ganimede Fe

    dimmi Loris, che significa(…)? troppo duro nella critica? richiesta fuori luogo?
    semplicemente vorrei che qualcuno mi raccontasse ciò che non so per questioni anagrafiche.

  28. loris (Author)

  29. Ganimede Fe

    ciao amici come state? chi è così gentile di raccontare qualcosa sul KIRIE. Mario? Emilio?
    lo sto ascoltando adesso, mi incuriosisce sapere come è stato accolto da critica e pubblico. sarà che gli anni ’80 io non li ho vissuti ma lo trovo tra i più brutti che Mina abbia mai fatto.troppo elettronico e testi veramente brutti…

  30. Vassallo paleologo giuseppe

    Buondì questa mattina sul giradischi un brano che ho sempre considerato bellissimo…LA LUNA E IL COWBOY….una Mina ancora acerba che regala però un’ottima interpretazione Wink

    O luna del Far West,
    o luna del mio River Blue,
    quando dal ciel risplendi tu,
    sento il canto ancor dei cowboys.

    O luna del Far West,
    insieme a te cavalcherò
    insieme a te ritroverò
    lungo il River Blue il mio amor.

    Sotto le stelle mi stendo supina,
    che pace intorno a me!
    Mentre la sella mi fa da cuscino
    io guardo te.

    O luna del Far West
    o luna del mio River Blue,
    quando nel ciel risplendi tu,
    mi ricordo ancor il mio amor.

    I suoi capelli, la bocca, le mani
    vorrei baciare ancor,
    fu come un vento di terre lontane
    quel nostro amor.

    O luna del Far West
    o luna del mio River Blue,
    diglielo tu che non vivo più,
    diglielo tu: cavalcherò
    senza respir
    finché cadrò
    tra le sue braccia
    sotto il cielo del West.

    Baci Alien

  31. Pasqualina

    Una buona giornata a tutti, nn vedo l’ora di ricevere la Fanzine n 70, sono gia in fibrillazione di leggere ciò che, sicuramente di speciale, hanno saputo mettere insieme Loris e Remo sulla nostra Mina! A Csimiro Lotti voglio dire che FACILE ha avuto e sta ancora avendo la sua bella storia nelle classifiche italiane, sono già 15 settimane che vi permane, e nn mi sembra poco, direi anzi che sta avendo un bel successo.

  32. casimiro lotti

    Grazie a te Loris,con il grande lavoro che fai,ci fai rivivere e sognare il grande mondo della grande Mina,non vedo l’ora di poter leggere e sfopgliare la fanzine che fra poco arriverà.Facile l’ultimo lavoro della divina Mina che per me è bellissimo, meritava molto di più in classifica. un grande CIAO e un abbraccio

  33. emilio bocchi

    Si Francesco c’è ogni sabato e inevitabilmente per fortuna quasi sempre Mina compare in quei vecchi filmati in bianco e nero che ho vissuto e ricordo con molta nostalgia.

  34. carlomannaro

    sogno o verità?era Mina quella là?!

  35. Maria Pellegrini

    A LUIGI VITALI: Ben detto e ben fatto. Per quanto possiamo questi meravigliosi RAGAZZI (per noi come i Bronzi di Riace) Evil ..Twisted dobbiamo sostenerli con tutto l’affetto possibile. Grazie Luigi.Grin

  36. Francesco

    Carissimi come dice Beppe da Novara sarà il nostro sorriso nell’aprire la busta contenente la nuova fanzina che gratificherà il duro e faticoso lavoro di Loris e Remo. E, secondo me, è tanto…

    Spero anch’io di reperire lo spartito e il cd di Facile al più presto. Inoltre colgo l’occasione di darvi una notizia. Spero sia esatta e correggetemi se mi sbaglio: sabato 13 su Raiuno alle 00:40 ci sarà uno special dal titolo “Memorie del bianco e nero” in cui comparirà anche la nostra Mina. Spero di non sbagliarmi!

    Buona serata
    Francesco

  37. mario basileus

    L’arrivo della vostra rivista mi mette nella stessa ferenetica attesa di un nuovo album di Mina e il momento magico si ripete quattro volte l’anno ovvero quattro ore di paradiso…

  38. Maria Pellegrini

    UHE’ BELLA BIONDA tu friggi in continuazione ma a noi che ci rimane poi Grin E POI E POI.. LOL

  39. Maria Pellegrini

    E’ passato tutto questo tempo Confused: Accidenti !!! non rammaricarti. Sei ancora qui tra noi e ne sono felice. Anche la PIERA certamente lo è. Credimi :!: In certe occasioni non manca la confusione e non sempre possiamo essere presenti negli incontri che il ns superlativo MFC ha sempre organizzato e curato con rara capacità. Alla prossima opportunità vorrei proprio non mancare e poterti parlare e salutare come si deve.
    P.S. se faccio errori ortografici imperdonabili sappiate che mentre scrivo devo: preparare roba commestibile per cena, avere sotto la scrivania la cagnolina Schila con quella peste di nipotina LOL dopo una giornata che non dico!!!! Oops! Bacioni PG

  40. PieraPaso

    graziee Emilio,
    il DOTTORE mi ha detto..
    che hai preso una copia per me..
    i miei spartiti raggiungono quota da record!

  41. PieraPaso

    .. vieni il 21 nel Salotto di MadanmeX
    è una bella OCCASIONE..per conoscere tanti amici fans di MINA
    Pera

  42. PieraPaso

    ..friggggo di ricevere la Fanzina n. 70

  43. PG

    Ho visto le foto della serata di presentazione del libro di Balletti, ormai quasi vent’anni fa, e ho avuto un gran dispiacere: che peccato non avervi conosciuto quella sera. C’ero anch’io, ma non vi conoscevo. E questo mi dispiace molto. Spero di potervi conoscere presto, spero di incontrarvi insieme a tutti quei nomi che leggo e che non associo a nessuna faccia.
    A presto.

  44. Pasqualina

    Si parla di Mina anche nell’articolo di Sorrisi su Lady Gaga e Malgioglio. Dice Malgioglio: “Io scrivo da sempre canzoni per Mina, come per quest’ultimo disco che ha avuto un grande successo, e lei (lady gaga) adora la nostra cantante più famosa, tanto che mi ha confidato di ascoltare sempre i suoi dischi”.

  45. Maria Pellegrini

    Carissimi Loris e Remo sapete benissimo con quanta ansia mista a libide aspettiamo questa MAGICA STORICA FANZINE. LOL e anch’io, come altri vecchi (o miseramente storici Confused: fans e fanzinari sappiamo bene quale grandissimo impegno e sacrificio Vi ha portato a raggiungere un traguardo assolutamente invidiabile!!!! Sono certa, certissima che anche MINA darà il giusto peso a tanto amore, sempre assai discreto e rispettoso, tenace e sincero e le voleremo…. nel cuore…. Ed è grazie a Voi, nostri impareggiabili portavoce, che con gentilezza e classe sapete tradurre in concreto i nostri sentimenti!! Come ripagarvi di tutto questo Rolls Eyes Rolls Eyes Rolls Eyes Confused:
    Un abbraccio grandissimo e grazieeeeeeeeeeeeeeeeeee.

  46. emilio bocchi

    Alla Feltrinelli è in vendita lo spartito di FACILE con allegato un CD con le basi musicali di tutte le canzoni.
    Su Tv e Sorrisi nella lettera al direttore si parla di Mina.
    E intanto FACILE rientra in classifica. Grin

  47. PINA

    Fanzine 70…
    Saranno lunghi i giorni che ancora ci separano e l’attesa trepidante!
    Ma, ecco… la prenderemo fra le mani, subito a sfogliarla, leggerla, ammirarla…
    Consiglio un sottofondo musicale…
    La voce, non abbiamo dubbi… il brano, ad ognuno l’arduo compito di scegliere il proprio .
    Grazie, Loris e Remo e grazie a tutti.

  48. Luigi

    Grazie Loris! Sono davvero molto onorato e felicissimo della tua citazione tra ali amici-soci “generosi”, ma per quanto mi riguarda credo di non aver fatto altro che versare con puntualità (la scadenza del rinnovo non mi sfugge mai!) e con grande piacere la quota associativa, che non è assolutamente proporzionata a tutto ciò che di grande e meraviglioso fate per il Mina Fanclub! Anzi…sta per scadere il rinnovo per l’anno 2010…devo provvedere!
    Penso che dobbiamo essere noi soci a ringraziarti, insieme a Remo, per la vostra attività e per tenere vivo il fantastico Mina Fanclub!
    Grazie!!
    Un salutone!
    Luigi Vitali

  49. Io non le avevo mai viste, né sfogliate, mai! Ovviamente ne avevo sentito parlare in questo blog, ma non ne avevo mai avuta una fra le mani, se non che, un giorno, in quel di Lugano …percossi quel gong e apparire la vidi, bianca al pari della giada, fredda come quella spada era lei, la bella (e spietata) Turandot…
    E mi ammalai di fanzinite acuta.
    Smile Grin Wink

  50. Grandioso Loris! Un GRAZIE immenso a te e Remo per tutta la fatica che fate: il mio sorriso quando aprirò la busta col nuovo numero sarà dedicato tutto a voi! Un abbraccio!

Comments have been disabled.