Il Blog

instudio2
Pubblicato: 7 anni ago

Mina in studio rewind / 3

MM, Missione Mandarinetto

 

di Raffaello Martini, coiffeur

Ho deciso di contribuire al vostro Mina in studio rewind con qualche ricordo personale. Quello che narrerò – beninteso – è assolutamente raccontabile (in nome dell’amicizia che mi lega a Mina dal 1974, mai e poi mai divulgherei frasi o situazioni che devono rimanere strettamente personali e private tra me e lei). Detto ciò… vi racconterò qualche piccola chicca.

Febbraio 2001. Da qualche giorno Mina frequentava con più assiduità del solito il mio negozio. Frequentandola ormai da un bel po’ di tempo, capivo che qualcosa stesse bollendo in pentola… ma che cosa? Lei non diceva nulla. Osservava e si limitava a qualche domanda su un eventuale cambiamento di colore dei capelli. Tutto ciò mi pareva strano: sapevo quanto lei fosse legata alla tinta che “indossava” da anni.

Non capivo se voleva mettermi alla prova, professionalmente parlando o che altro.

Finalmente un giorno mi decisi a saperne di più. Mina venne in negozio e, tra una chiacchiera e l’altra, le domandai: “Quando esce il tuo prossimo cd?”. Al che lei: “Sto per fare una cosa che ti piacerà tantissimo”. “Cosa?”. “Faccio un video”. “Un videooo?”. “Eh, sì: vado in sala, con i musicisti e l’orchestra diretta da Gianni Ferrio”. “Stai scherzando!”No, per niente!”.

Conoscendola e sapendo quanto le piaccia fare la burlona con gli amici (soprattutto con me, che ci casco sempre), ancora stentavo a crederle. Qualche giorno dopo ricevetti una sua telefonata: “Puoi tagliare i capelli a un mio amico? E’ Mauro Balletti”. “Certo che sì, venite!”, le risposi.

Beh, fu proprio in quell’occasione che mi resi finalmente conto che la storia del video non era uno scherzo. Si tornò a parlare del suo colore dei capelli. Le proposi delle sfumature cromatiche che non stravolgessero la sua immagine. Provammo quattro colorazioni in dieci giorni. Fino ad arrivare a quello poi visto nel video. A ciò ovviamente si unirono le magiche mani del truccatore Stefano Anselmo che resero il tutto perfetto. Ricordo la domenica in cui si diede il via alla registrazione. Erano le nove del mattino, suonò il telefono. Era lei: “Ciao dove sei?”. “Sono a casa”. “Allora vengo lì”. “Vieni qui? Perché?”. “Dobbiamo fare un ritocco all’attaccatura.”. “Ma Mina, a casa non ho nulla per poter lavorare, vediamoci in negozio alle 11.00. Va bene?”. “Sì, va bene, a dopo”.

Alle 11.00 Mina arrivò. Con lei c’erano Stefano Anselmo, Mauro Balletti, Eugenio Quaini, il mio compagno ed io. Giusto il tempo di passarle una leggera colorazione – questione di pochi istanti, shampoo, asciugatura, treccia- e lei fu pronta per il primo ciak. Quella visita domenicale mi fece capire una volta di più di trovarmi davanti ad una grande professionista: voleva tornare al suo pubblico perfetta, come sempre. Qualche giorno dopo tornò in negozio e, una volta terminato il da farsi, mi disse: “Hai da fare?”. “Sì, ho degli appuntamenti”. “Peccato, volevo portarti in studio a vedere il lavoro che abbiamo fatto…”.

Inutile dirvi che annullai tutti gli impegni e andai con lei. Varcata la soglia dello studio, incontrai Massimiliano. Dopo una breve chiacchierata con lui, Mina mi portò nella stanza in cui Mauro Balletti stava montando il video. Mina gli chiese di farmi vedere in particolare una parte del filmato in cui secondo lei il colore dei capelli risaltava meravigliosamente. Ne fui lusingato. Lo spezzone in questione era quello di Oggi sono io di Alex Britti. In esso Mina risplendeva in tutta la sua bellezza e grandezza professionale. Mi sentii un privilegiato.

Stop. Il mio racconto si ferma qui. Magari un giorno vi svelerò qualche altra chicca. Grazie a voi per avermi letto. E a te, Mina, grazie per tutto, e tu sai cosa intendo…

Comments
  1. Gual90

    Mi piace da morire questi post Mina In Studio, sono delle vere chicche.Grazie!!

  2. emilio bocchi

    Dici bene Gil sono proprio quei puristi saccentoni che hanno criticato l’incursione di Mina nella lirica ,spero anch’io che ci sia un’altro capitolo dedicato al melodramma magari anche in video visto che dovrebbero essere state girate diverse ore durante la registrazione di quel capolavoro di Sulla tua bocca lo dirò.E’ bellissimo l’incontro fra Mercury e la signora Caballe pensa se ci fosse stato un incontro anche con Mina.

  3. madameX

    Caro Gil sai che a me di quel che dice la Ricciarelli propio non me ne frega niente di niente..Io di RICCIARELLI conosco solo i biscotti…………Grazie del b tornata ma avevo problemi di passssssss e mo so passsssssssssata………smak

  4. Gil

    Nadia carissima -intanto bentornata- la signora Ricciarelli non ha ancora compreso che Pop e Lirica sono semplicemente due diversi mondi e due diversi modi di intendere ed esprimere la musica e nessuno dei due prevale sull’altro perchè entrambi i generi, se fatti come Dio comanda, possono toccare le stesse vette e quando al Pop si accostano colleghe molto più umili e accreditate di lei (come la Caballé), allora si che ci troviamo di fronte alla Musica nel massimo della sue espressione. Mina, per quanto la riguarda, da tempo ha superato queste vette eccelse per cui si è potuta accostare alla Lirica secondo il suo indiscutibile e innovativo modo di intenderla, la Ricciarelli invece col Pop si è fermata alla base e certe vette può osservarle solo alzando la testa.

    Nel filmato che segue che emozione la stretta di mano tra Mercury e la Caballé e quando Lui bacia Lei sulla guancia… non sono solo due irripetibili artisti, ma anche due mondi che si incontrano e due voci celestiali che si fondono in una sola anima al servizio della vera Musica, quella aliena a qualsiasi forma di costrizione, in barba a quei puristi saccentoni e falsi che ancora vivono col paraocchi e pongono dogmi e limiti all’arte negandola al popolo! Ma soprattutto “GRANDE MINA”!!! Spero che “Sulla tua bocca lo dirò” non resti un caso isolato e che ci offra quanto prima un cospicuo seguito interpretando alla sua maniera perle del mondo classico ancora non comprese o sconosciute alla massa ma che solo un’ambasciatrice della Musica come Lei può recuperare nell’amore e nel pieno rispetto della Musica stessa e di chi ascolta.

    http://www.youtube.com/watch?v=JiDDflIT8Jw

  5. madameX

    porella la Ricciarelli..finita in una fattoria a lavare i piatti……………Be quando non si ha piu voce credo che sia l unico modo per sopravvivere……

  6. madameX

    Piera sei unica Il venditore Giapponese quando ti vede cambia il colore ei suoi occhi a mandorla e diventano color ORO…..

  7. madameX

    FINALMENTE grazie Remo di avermi ridato la pass,FACILE FACILE… e mo che son qui chi se move più MINA FAN il primo amore non si scorda mai..B giorno a tutti amici miei………………

  8. CIRO69

    Buongiorno a tutti ho una questione da porvi.Sono anni che seguo con affetto Sanremo e da che mi ricordo le canzoni dovevano, mi sembra proprio per regolamento, restare inedite fino alla serata in cui venivano eseguite.Ebbene ieri mi trovavo su un autogrill e avevano in bella mostra i nuovi cd della Tatangelo e della Ferreri, se li averssi acquistati avrei sentito le canzoni sanremesi con almeno 4 giorni di anticipo. Qualcuno sa dirmi se questa e’ una cosa lecita? Ho posto l stesso quesito sul blog di sanemo ieri sera ma nessuno mi ha risposto.Grazie a chiunque mi sapra’ dare una risposta e sempre VIVA MINA

  9. mario basileus

    L’avete visto il nuovo spot Barilla? Ma quand’è che avremo questa bellissima versione di VOLARE su CD?

  10. Maria Pellegrini

    Grande, grande, grande il Caro Qualcuno!!!

    P.S. Lontan da Voi è morir d’amor. No!!! semplicemente per impedimenti tecnici..
    Notte a tutti. Kissed

  11. PieraPaso

    caro Emilio..magari!
    ho preso un 45gg Giapponese CREDI..
    il rivenditore Mandarino, mi ha fatto lo sconto..perche ha detto in Giapponese che sono una “vecchia”..conoscenza..ha! ha!

    pero’ non posso scrivere quanto l’ho pagato..perchè mi viene
    il -senso di colpa- devo andare dallo psicologo!
    AIUTATEMI!

  12. emilio bocchi

    Piera ingorda ma li hai tutti….

  13. PieraPaso

    Ciumbia! (Caspita!)
    caro Gil..che potenza ha la tua memoria, io sto’ scavando mella mia per ricordare quel “momento-storico” ho bisogno ancora di tempo.
    Piera

  14. alessio-ct

    sembra ieri che Mina è ritornata in video dp 23 anni di clausura! E invece da quel mitico concerto in studio sono già passati 10 lunghi anni! Sembrava che quell’episodio fosse il preludio di un ritorno in grande spolvero di Mina a tutti gli effetti…Mi auguro tantissimo ke Mina c regali nuovamente delle immagini straordinarie come quelle del 2001

  15. Gil

    Beh si, Katia Ricciarelli dichiarò: “Non c’era bisogno che Mina cantasse il “Nessun dorma” visto che prima di lei l’hanno già fatto, e bene, i grandi tenori!”. Suppongo che per tenori la Ricciarelli si riferisse in particolare a Josè Carreras con il quale ha avuto una relazione durata 13 anni e cioè fino a che non è diventata la signora Baudo. Probabilmente Carreras il “Nessun dorma” glielo avrà cantato anche “in privato” tante di quelle volte che ormai la signora Ricciarelli, a furia di non dormire, se ne è fatto uno stereotipo tutto suo. Però, per contro, le replicò Rosanna Cancellieri che alla domanda: “Cosa le è piaciuto di più di questo Festival” rispose: “Mi ha emozionato il ‘Nessun dorma’ di Mina!”
    L’ex signora Baudo, prima di esprimersi su Mina, avrebbe fatto bene a ricordarsi del suo patetico approccio al Pop nel Sanremo ‘85 in cui cantò in coppia con Amedeo Minghi “Il profumo del tempo”… Dopo un inizio dignitoso a metà canzone perse del tutto di vista il povero Minghi e se ne andò per fatti suoi dimenticandosi che era un duetto Pop… o forse pensava che stava riproponendo il personaggio di Ninetta dalla Gazza ladra? Per fortuna poco tempo dopo a Minghi è bastato ripetere la stessa canzone con Mietta per recuperare una delle sue più belle composizioni laddove non c’era riuscita la Ricciarelli.

    http://www.youtube.com/watch?v=nlg-Tj7w_C0

    http://www.youtube.com/watch?v=YTvu_AYNaWg&feature=related

  16. PieraPaso

    Arrivo ora da Novegro alla Fiera del Disco da Collezione
    i “vinili” di M I N A Silly ..sono i piu’ ricercati, costano ORO!
    è bello vederli appesi e io SOGNO di poterli avere..
    Piera
    lo spera!

  17. Leone Jesolo

    Buon tutto a tutti!
    Che belli i vostri commenti, che bello vedere che tante emozioni nel vedere la nostra Mina in quel magnifico video (ripeto, magnifico) sono condivise da tanta gente sensibile e capace di respirarne appieno il pathos che ne scaturisce.
    Io che all’epoca ero completamente digiuno di pc ho visto l’intero video, appena pubblicato, in videocassetta a casa di un amico. Sono rimasto esterefatto. Non ho mai avuto dubbi sulla genuinità delle incisioni, sulla bellezza dell’interprete o sulle doti di tutte le persone che la circondano però un lavoro del genere mi ha veramente lusingato e fatto commuovere. Sì perchè sentivo che Lei l’aveva ideato ed eseguito in quel modo anche un pò…per me. C’è una magia che lega un artista ad un suo ammiratore, un feeling che va al di là del conoscerlo personalmente o meno. Io, almeno, l’ho sempre pensata così. Mina In Studio è la riprova del forte legame che c’è tra Mina e chi la ama. Non è un prodotto, è una dedica, un regalo e, ancor’oggi, quando sono a casa magari un pò malinconico, accendo tv, impianto e diffusione (che ho acquistato praticamente per godermi il dvd fuori stampa che ho miracolosamente trovato in un negozio a Mestre) e mi godo la mia Mina che sembra canti per me facendomi intravedere tutte le persone di talento che la circondano e capire cos’è il vero cantare, l’arte e l’amore per le cose fatte bene e col cuore.Alla fine del video, dopo essermi spulciato contenuti speciale e varie, spengo l’ambaradan con la leggerezza ed il sollievo di uno che è stato amato davvero.
    Mina In Studio al posto di una seduta dall’analista, ecco il mio slogan. L’arte vera cura cuore e mente.
    Peccato non lo ristampino…..
    Vi abbraccio tutti.

  18. emilio bocchi

    Ciao Gil ho letto con molto interesse il tuo scritto sul Mina in studio e mi sono piaciute molto le tue considerazioni,sai quanto amo sentir parlar bene di Mina e se poi sei tu che lo fai la cosa mi fa ancora più piacere.Sono d’accordo anche su Martelli che dopo l’abbandono di Mina non ha più combinato niente di buono ed è rimasto con il dente avvelenato.
    Arbore nonostante di solito parli bene della signora proprio non lo sopporto e trovo che sia molto sopravalutato.Naturalmente è un parere del tutto personale.
    In quell’occasione di Porta a Porta Baudo come dici tu parlò bene della signora ,peccato che in una sua Domenica in durante il Festival di Sanremo del 2009 criticò molto aspramente Mina e Ferrio per il Nessun dorma con parole piuttosto pesanti ma c’è da dire che era molto piccato e rancoroso nei confronti di Mina,chissà quante volte le avrà chiesto un intervento per i suoi festival…e invece …
    Il Nessun dorma come del resto tutto il cd fù molto contestato da alcuni amanti della musica classica ma anche lodato da personaggi come la moglie di Pavarotti,Claudio Abbado,Raina Kabaivanska che contestò le critiche mosse a Mina dalla collega Ricciarelli.
    Tornando al Mina in studio resta per me un grandissimo documento dove la signora si lascia spiare e ci fa vedere come nasce un suo disco,l’emozione poi di vederla cosi bella e in forma dopo anni di immagini rubate è stata veramente forte da far quasi male.
    Grazie a te e agli altri amici per aver condiviso qui questi pensieri,questi ricordi carichi di emozioni che la Signora ci trasmette.

  19. Gil

    Nel 2001 avevo ormai superato il decimo anno di uso ininterrotto del pc ma ciononostante il mio sistema, sebbene già avanzato per quegli anni, lo stesso non mi fu sufficiente per poter godere del video in studio. In verità non è che ho vissuto proprio con ansia l’attesa per quella sera e per tutta la settimana in cui furono mandati in onda i 5 filmati non ne ho seguito nemmeno uno anche perché, nel frattempo, feci l’iscrizione in quanto contavo di seguire il video durante la messa in onda ma, purtroppo, ci fu un contrattempo e non potetti fare molti tentativi per cercare di connettermi e quindi non riuscii a vederlo. Avevo seguito “Porta a porta” e devo ammettere che quando Vespa trasmise il primo filmato (Oggi sono io), fu davvero un colpo al cuore per me perché, dopo certe immagini impietose che circolavano, non immaginavo una Mina così bella e in una ineguagliabile forma sia fisica che vocale. Durante le settimane precedenti i giornali avevano parlato di questa forma fisica miracolosamente ritrovata e i il popolino pettegolo a caccia di gossip insinuava addirittura che la Tigre si fosse servita della chirurgia estetica… Certo è che così splendida proprio non me l’aspettavo.

    Qualcuno ha detto che Martelli e Baudo, durante la trasmissione “Porta a porta”, furono irriverenti verso Mina… Non è affatto vero perché, a parte Martelli che dopo 30 anni ancora sputava veleno perché non accettava la condizione di “sedotto e abbandonato”, Pippo fu molto ossequioso nei confronti di Mina. Intanto appena fu trasmesso il primo dei filmati alla fine di questo Baudo, visibilmente emozionato, esclamò: “Quanto è bella Mina!” e Vespa che già aveva iniziato a commentare chiese a Pippo cose aveva detto e quest’ultimo ribadì la sua espressione di meraviglia e ammirazione. La replica di Vespa fu: “Secondo me questa avrà fatto un patto col diavolo, visto che non è più una ragazzina! Vero Pippo?” L’unico col dente avvelenato fu solo Martelli che per tutta la trasmissione ancora cercava di minimizzare Mina. L’altro ospite, Renzo Arbore, assunse qualche atteggiamento da santone della musica però, alla fine di “Tres palabras”, ammise di aver sentito un brivido in fondo alla schiena.

    Dal mio esclusivo punto di vista Arbore è un altro miracolato dello spettacolo perché ha fondato la sua carriera rifacendosi al Teatro-canzone di Carosone, scopiazzandolo fino all’esasperazione, e si è molto ispirato al Dario Fo di Canzonissima 62. Le “ragazze coccodè” di Arbore cos’hanno di diverso dalle ballerine della sigla della Canzonissima ’62 di Dario Fo? E la comicità? L’unica differenza sta nel fatto che Arbore l’ha buttata esclusivamente sul demenziale… Comunque, a parte queste considerazioni che poco importano, non mi riuscì di assistere al Video quella sera e quando il sabato successivo mi trovavo in Puglia ospite di amici, telefonai a mia sorella chiedendole accoratamente di registrare il filmato integrale di “Oggi sono io” presentato e commentato da Mollica. Ma di lì a poco fu messo sul mercato il DVD e riuscii a trovarlo subito in una videoteca della mia città e lo pagai 50mila lire. Cosa ho provato? Da fan mi sono emozionato tanto alla sola visione… da estimatore ho provato un forte brivido al cospetto di quella “forza della natura”. Ho potuto constatare una potenza, un controllo e un uso della voce che riconosco solo alla Vaughan. Le altre (Ella, Barbra, Billie, ecc.) le ritengo un tantino dietro… anche se non troppo!

  20. E non so perché quello che ti voglio dire poi lo scrivo dentro questo blog, non so neanche se lo leggerai o resterà soltanto un’altra fragile illusione se le parole fossero una musica potrei scrivere ore ed ore e ancora ore e dirti tutto di me. Ma quando poi ti ascolto c’è qualcosa che mi blocca e non riesco a dire niente, come mai? Spero tu stia bene e che tu sia felice, grazie per le tue emozioni.

  21. Posso esprimere la mia più grande, cattivissima e isterica invidia per Raffaello Martini? A parte gli scherzi e a parte il fatto che non vorrei farci catapultare in un sol colpo nel film Donne di quel geniaccio di Cukor, mi preme ringraziare Raffaello Martini per questa preziosissima e divertente condivisione! sono istanti di vita che non vedremo mai, ma leggerli qui ci fa sognare. Tutto condito dall’affetto e dalla discrezione che giustamente richiede la persona di Mina! Grazie!!!!

  22. Molto divertente el titolo M.M_Missione Mandarinetto ! Mi ha fatto ridere!Che fortuna toccare i capelli di Mina e averla seduta davanti per poter chiaccherare!!! Mi piace tanto il colore dei suoi capelli .
    Faccio una domanda un tanto OFF- TOPIC ma è da tanto che voglio farla e mi rivolgi a i fans più ” vecchi ” : La trasmissione Gran Varietà aveva pubblico in diretta o era incisa e gli applausi venivano aggiunti??? Grazie!!!

  23. PINA

    Grazie, Piera, per il tuo intervento-documento sulla serata di Mina al “Lirico”.
    Questa, tra le altre del concerto, te la ricorderai.
    http://www.youtube.com/watch?v=_EvAdR89viM
    Grazie a te per questo bellissimo audio ed a Dario per averne realizzato il video. Grazie a Mina ed ai quattro musicisti che l’accompagnavano, Alberto Baldan Bembo, Rolando Ceragioli, Pino Presti ed il compianto Bruno de Filippi, con un pensiero particolare a lui, tuo grande amico.
    Stiamo ricordando Mina al “Lirico”, stiamo celebrando “Mina in Studio 2001”, ma già guardiamo al futuro…
    Mentre speriamo in un (ormai da noi attesissimo)… prossimo evento… “Mina in Studio 2011” (io sto già pensando al cubo… “Mina in studio rewind 2021″).

  24. francesco cremona

    uaw,.,.,.

    quante belle foto in questo blog oggi,.,.,

    il collage iniziale d’ apertura al sito meraviglioso, poi i regali della pina e di mario r, il cubo e mina in studio con noi,.,.,.

    grazie,.,.

    caramelle non n e voglio più,.,.,

    nuova classifica fimi caramella guadagna una posizione, niente male, per un disco uscito quasi un anno fa, a promozione zero,.,.,.

    http://www.fimi.it/classifiche_artisti.php

    per edicolminando vi segnalo sono usciti i nuovi numeri di raro e musica leggera( all’ interno di quest’ ultimo non so però se ci siano impronte della tigre.)

    inoltre per gli “spettegulez” da varie riviste in edicola,.,

    in un intervista la berti, dichiara sempre di essere ammiratrice di mina,.,

    dalle pagine di vivo nella rubrica curata da mingardi, “per il 2011 celentano sta preparando un nuovo disco e ha voluto chiamare anche mina,”.,.,però tra il dire e il fare,.,.,.

    facile serata a tutti.

    facile weekend.

    ciao mina

    ciao tà

  25. PieraPaso

    BRAVA Pina..
    è una geometria che mi piace!

  26. PieraPaso

    CHE MERAVIGLIA!..siamo belli vicino a Lashes MINA

  27. mario r.

    Mina in Studio con noi.
    http://thumbsnap.com/AHwpXrO9

  28. Ciao Pina è bello al … cubo.
    Un abbraccio!

  29. PieraPaso

    Si’ cara Pina,
    grazie per questo importante “ricordo”
    io c’ero quel’ 11 Febbraio al Teatro Lirico a Milano
    l’articolo di giornale del 12 Febbraio che conservo dice:
    “La Tigre ha sfoderato gli artigli” è LA VERITA’
    Quindi se ho il giornale del 12 Febbraio, il concerto l’ho visto l’11 Febbraio..
    grazie Pina per avere sottolineato la data esatta!
    il mio caro Bruno De Filippi..mi ha dato,tante foto in B/N di MINA con la vertiginosa minignna e la registrazione del concerto..che ho provveduto a fare un Cd, dove si puo’ sentire tra le grida dei Fan..chssà il BRAVA che si sente sono io!
    Ho la “locandina” del concerto è senza data è autografata sia dal caro Bruno De Filippi che da Pino Presti.
    Il ricordo di quella serata è pieno di EMOZIONI che mi rimangono nel cuore e nella MENTE
    Posso solo dire che MINA è piu’ BRAVA da LIVE..
    che sentirla nei Cd..la sua “Grande Voce” è quella con la sua icredibile facilità di variare registri..dai toni bassi salire fino alle note fuori dal rigo!
    dire grazie a MINA Lashes è troppo poco
    Piera

  30. PINA

    Per voi,
    cubo ”Mina in Studio rewind”
    http://thumbsnap.com/Hpzi0j7n

  31. PieraPaso

    http://www.youtube.com/watch?v=vSvB401SU3A
    …ascoltiamo questa “gemma” simpatica canzone: SI LO SO’
    grazie MINA Beauty

  32. Vassallo paleologo giuseppe

    Facciamo un salto al perido ITALDISC…che delizioso momento queste sue prime canzoni Beauty
    Oggi voglio rispolverare con voi una gemma che incise in diverse lingue:HEISSER SAND,UN DESIERTO,NOTRE ETOILE….SI LO SO:

    Sì, lo so
    non sono fatta per te
    ma se vuoi, io cambierò.
    Sì, lo so
    la gente parla di me
    ma se vuoi, mi scorderà.
    Non credevo nelle fiabe
    non ti ho atteso, sì lo so
    ma tu hai scritto già la fiaba
    che ogni giorno io vivrò.
    Sì, lo so
    non ho mai pianto, lo so
    ma per te io piangerò
    io verrò a mani vuote da te
    e alle tue mi aggrapperò.
    Sì, lo so
    ho il passato dentro gli occhi
    non vederlo non potrai
    ma se guardi il mio sorriso
    solo amore tu vedrai.
    Sì, lo so
    non sono fatta per te
    ma se vuoi, io cambierò.
    Sì, lo so
    la gente parla di me
    ma se vuoi, mi scorderà.
    Sì, lo so
    non sono fatta per te
    ma se vuoi, io cambierò.
    Sì, lo so
    la gente parla di me
    ma se vuoi, mi scorderà.

  33. emilio bocchi

    La nostra Piera ha vissuto questa emozione del Lirico 71…

  34. PINA

    Anche se all’interno dei capitoli attuali dedicati al decennale del grande evento “Mina in Studio”, nel pieno di questa stupenda celebrazione, vorrei aprire una piccola parentesi con la rievocazione di un altro importante “momento” della carriera artistica della nostra preferita.
    Quarant’anni fa.
    11 febbraio 1971, serata eccezionale di Mina al Teatro “Lirico”.
    Non sono presente a questo concerto. Alcune fonti riportano anche la data del 12, ma ricostruendo dagli articoli che mi ritrovo, pare che si sia svolta l’11 (gradirei qualche chiarimento a tal proposito).
    Della tournée con il grande Gaber, ma già da anni, Milano era una “tappa” che le metteva soggezione… E invece è un trionfo. Si, proprio una serata storica.
    Chi assiste alla sua esibizione trova difficile mettere assieme parole per descriverne l’emozione provata. La voce, si sa, non la si può raccontare, ma il suo talento, la sua generosità, la gestualità, il suo pathos…
    Più facilmente si può raccontare l’entusiasmo di un pubblico calorosissimo, pur se esigentissimo, assistere estasiato ed, all’epilogo, osannante. Le testate le tributano il giusto elogio, per la maturità artistica raggiunta, la forte presenza scenica, il feeling nel rapporto stabilito con il suo pubblico. Un “mostro” da palcoscenico.
    Di tanto in tanto io, Emilio, e qualche altro fan… abbiamo cercato di mettere assieme i nostri preziosi ricordi dei suoi ultimi concerti a “Bussoladomani”, le immagini, i suoni, le emozioni da trasmettervi, di quei magici momenti.
    Adesso, in occasione di questa ricorrenza, pur continuando a mantener vivo e centrale l’interesse ai commenti per “Mina in Studio”, vorrei chiedere a chi di voi ha avuto il privilegio di assistere al recital del “Lirico”, di regalarci qualche “ritaglio” di impressioni, di emozioni, raccontando, con scritti ed immagini questo evento eccezionale.
    Certo, è molto difficile ed impresa alquanto ardua “raccontare” Lei sulla scena, ma sarebbe un “momento” da richiamare alla mente, veramente bello da trasmettere a chi non l’ha vissuto.
    http://www.youtube.com/watch?v=ppLIBFt4jFY

  35. PINA

    Grazie, Raffaello, per le deliziose scene che ci hai “dipinto”.

  36. francesco cremona

    non dirmi chi sei,

    ma quanta mina hai,.,.,.,.,

    incredibile ( quasi…) mina in classifica domina più che mai.
    nelle vendite fnac resiste nella top ten, il picture box volume 3, alla sesta posizione, in discesa tra l altro al prezzo di 128 euro. inoltre mina presente con ritratti vol 2 alla posizione 11. ritratti volume 1 alla pos. 14. e ancora caramella e una piccola strenna ( a dieci euro) alla posizione26 e ancora il picture box volume 2 alla posizione 36

    http://www.fnac.it/Migliori-Vendite/Musica-Italiana/l1843

    ciao mina

    ciao tà

  37. Lanfranco

    “INVIDIA” è uno dei sette peccati capitali.
    Caro Raffaello, non sai quanto mi stai facendo “peccare”… ma proprio tanto tanto…
    Grazie davvero per questo bel regalo; mentre ti leggevo ho immaginato di essere lì con voi, invisibile, e di godermi tanta serena intimità e complicità…
    E ricomincio, bonariamente, a peccare… Smile

    Grazie Raffaello.

  38. Grazie Raffaello, mi hai emozionato, davvero!

  39. * RaffaeLLo, naturalmente Wink .

  40. Bellissima istantanea. Grazie a Raffaeelo per averla voluta condividere con tutti noi.

  41. PieraPaso

    Vi piorto i saluti di MadameX
    non riesce entrare nel blog perchè la password non gli funziona
    Vi saluta tutti..e mi dice di dirVi che Vi aspetta nel Salotto
    il 27 Febbrabio, domenica pomeriggio dalle 15 in poi
    ci sarà il VOCALIST QUARTETT JAZZ con Franca De Filippi
    figlia del Grande del Jazz il caro Bruno.

  42. G.VITTORIO

    Fortunatissimo (a dir poco)Raffaello Martini, peccato che ho pochi capelli altrimenti verrei di corsa da te, anche solo per sedermi dove la nostra Cantante Massima si accomoda !!!!!
    Scusate la presunzione!!!! mi rendo conto di essere fuori di testa!!!! ma Mina è Mina ragazzi!!!!
    Ciao Vittorio

Comments have been disabled.