Il Blog

Pubblicato: 7 anni ago

Canta ragazzina

“E’ la nostra festa solenne - scrive Mina sulla La Stampa di oggi nell’ormai consueto messaggio d’amore all’adorato “Sanremone bello, luminoso e ciccione” – la festa di noi gente della musica, intendo. Noi che ci mettiamo alla gogna con i nostri dubbi, le nostre incertezze e le nostre velleità. Che siamo abituati a lasciarci prendere in giro di buon grado. Che non ringrazieremo mai abbastanza il caso che ci ha dato gli strumenti per poter fare un buon lavoro che ci appassiona e ci emoziona”. Parole davvero emozionanti, quasi commoventi, se si pensa che a dirle è una che questo mestiere continua a farlo da decenni – anzi, “da secoli”, si diverte a precisare lei – ancora “con l’entusiasmo di una debuttante in una corazza di grande professionista” (il virgolettato, in questo caso, va attribuito all’amico Vincenzo Mollica). Del resto, basterebbe spiare di nascosto l’agenda delle novità dei prossimi mesi per convincersi una volta di più che la “pensionata” Mina è in realtà – oggi più di ieri – una delle cantanti più attive e prolifiche del pianeta, con ben due progetti discografici contemporaneamente in lavorazione, una meravigliosa new version di Volare appena incisa per l’ultima campagna Barilla on air da qualche giorno, ghiotte emissioni antologiche di imminentissima pubblicazione da parte della EMI più altre sorprese ancora da definire. Ma anche Massimiliano sembra stia vivendo una seconda giovinezza dal punto di vista professionale: incassato il grande successo personale come giudice-opinionista in Ti lascio una canzone, si è rituffato con rinnovata passione nel suo lavoro di sempre, quello di musicista, ritrovando anche la vena a lungo perduta (o semplicemente trascurata) di compositore. E dopo aver firmato, con l’amico Serafini, la colonna sonora del film con cui Aldo, Giovanni e Giacomo hanno sbancato il box office natalizio, ha regalato un suo nuovo pezzo ai rinati Matia Bazar (dei quali è da qualche settimana in circolazione il nuovo album Conseguenza logica) e non è escluso abbia in serbo anche qualche bella proposta da sottoporre alla sua infaticabile mamma…

n.b. La serie di post su Mina in studio rewind riprenderà regolarmente nei prossimi giorni…

Comments
  1. Voglio avere tutte queste “VOLARE” pubblicate dalla SIGNORA!!! Bello se fossero aggiunte anche “Vorrei che fosse amore” e “Parole parole” per la Fiat Panda. ROTFL

  2. PieraPaso

    caro Gil,
    la Patty non merita le nostre troppe critiche,
    Piera
    che ama l’Arte vera
    che il lei non vedo.

  3. emilio bocchi

    Bravo Domenico l’ectoplasma Mina è sempre più viva ,carnale,passionale,innovativa,intonata,emozionante ,travolgente di tutte le signore e signorine del festival…

  4. Domenico/Napoli

    Piera ma la Patty non somigliava un po’ a “nonna papera”? sia io che mia moglie appena vista abbiamo fatto all’istante lo stesso commento; so’ che il look non pregiuduca la bravura..(forse..)ma fra lei e la Oxa, sempre a voler ostentare un atteggiammento (per me completamente finto, costruito, nulla che ti viene dall’anima)da grande dive…boh! forse non capisco proprio niente, ma a me emozione zero! Della canzone della Oxa non ho capito una parola..e non vorrei sbagliare c’è stata pure na’ mezza stecca! Decisamente il paragone non regge..c’è un abbisso…e MINA sarebbe “l’ectoplasma”..a Napoli diciamo:- ‘o toro chiamma curnuto ‘o ciuccio” te se capì! Bacioni. ROTFL

  5. Diego

    Non ho detto che brillavano, ma che avrebbero potuto (condizionale!). Il problema erano Morandi, che non è un conduttore, e le canzoni indecenti.
    Poi cosa c’entra Arcore con loro due?! Mah!

  6. madameX

    NO NO CARA Piera tu non sei su un altro pianete sono gli altri che o sono Noi siamo in UNA CASA IN CIMAAL MONDO…………..

  7. Gil

    Piera amatissima,
    e infatti io non ho detto che Patty Pravo è stata innovativa e trasgressiva, visto che nella sua canzone la Patty ha descritto una situazione hard –lui e lei che scopano mentre suonano alla porta o al telefono i rompiscatole di turno– già prospettata 31 anni fa da una “vera donna, cantante e interprete” che è stata decisamente più convincente dall’alto della sua femminilità e della sua ineguagliabile classe interpretativa.
    Inoltre, forse saranno state le innumerevoli plastiche alle quali si è sottoposta, ma adesso il suo viso è tirato al punto che non ha più espressione e i muscoli facciali, ora troppo in tensione, ne impediscono l’emissione chiara dei suoni per cui sarebbe il caso di sottotitolare quello che canta tant’è che ho fatto fatica a capire le parole. Concordo pienamente con il giudizio in merito espresso sul suo Sito da Ivan (DecorazioniSegrete).

  8. PieraPaso

    caro Gil,
    la Patty..avrà avuto un testo innovativo fin quando vuole..
    ma la “voce” dove era??????????????????
    Piera
    l’ha cercata ma non l’ha sentita!

  9. PieraPaso

    Cara madameX,
    io saro’ su un’ALTRO pianeta..non mi ha dato EMOZIONE
    NESSUNO..ieri sera..BOH..nessuna canzone rimasta nelle MENTE
    forse quando le setiro’ ADAGIO..ma credo che andranno tutte vie come “meteore”..ti dedico
    IO CHE NON VIVO SENZA TE..è di un lontano Sanremo.esprtata in America perchè cantata da mio Elvis..
    quelle di ierisera..dove le esporteranno..?????????
    Piera
    che ama l’arte vera
    che ieri sera non c’era!

  10. PieraPaso

    http://www.youtube.com/watch?v=GeBucF6420k
    Ascoltiamo la “Grande Voce” MINA Silly in: SE PIANGI SE RIDI
    la canta con grandee “bravuraaa”!
    Non condivido il tuo pensiero sul vincitore,
    su che punto fai i complimenti alla PATTY?
    io ho fatto fatica a sentire la voce quando tentava di cantare.
    Piera
    che ama l’arte vera

  11. Vassallo paleologo giuseppe

    Finalmente un Sanremo con delle belle canzoni(non tutte ma buona parte)…..spero vinca VECCHIONI e complimenti a LADY PRAVO per il pezzo Beauty
    Per il repertorio saccheggiato da MINA a SANREMO oggi il 1965 quando incise il pezzo vincitore della manifestazione ovvero il brano di BOBBY SOLO….SE PIANGI SE RIDI:

    Se piangi
    amore
    io piango con te
    perchè
    tu fai parte di me.
    Sorridi sempre
    se tu non vuoi
    non vuoi vedermi
    soffrire mai.
    Se ridi
    amore
    io rido perchè
    perchè
    faccio parte di te.
    Ricorda sempre
    quello che fai
    sopra il mio volto lo rivedrai.
    Non sarai solo
    anche se tu
    tu sei lontano da me.
    Ogni momento
    dovunque andrai
    accanto a te mi rivedrai.
    Se piangi
    se ridi
    io sono con te
    perchè sono parte di te.
    Ricorda sempre
    quello che fai
    sopra il mio volto lo rivedrai.

  12. madameX

    che bello S REMO.sono riuscita ad addormentarmi senz sonnifero….Domani lo rivedrò…..Belli i fiori.La coreogrfia stupenda. Le canzoni stupnde,Albano? che bravo,la tatangelo bella chiss con chi ce laveva..ha detto basardo,,forse salotava ilsuo topo GIGI.. bravo anche quello di Como forse le osteri erano chiuse e l hanno fato venire tricarico che figo e anch tutti gli altri bravi bravi bravi….firmato..PINOCCHIO…..Patty è sempr magica comunque brava la oXA peccato che ci vorrebbero i sottotitoli per capire che sta a dire..comunque brva.Vecchioni Grandisimo…….Ma allora non dormivo? no fore er solo un incubo,,,madamex…….

  13. madameX

    e mentre scivo su RAI UNO MILLELUCI…….quello si che che lo si vede e lo si rivede …………sempre BELLISSIMO………………………..

  14. madameX

    brillavanoooooooooooooooooo?ADDIRITTURA? DEVO AVER AVUTO IL TELEVISORE IN BIANCONERO…….Mmandatele ad ARCORE…………

  15. Diego

    E’ sempre piacevole sentir nominare MINA…. anzi, direi che in questa serata di Festival ORRENDA è stata l’unica cosa carina!
    Peccato per BELEN e la CANALIS, che avrebbero potuto brillare, insieme a Luca e Paolo: sarebbe bastato un conduttore al Festival, che invece non c’era!

  16. Gil

    Poco fa a Sanremo la cara Patty Pravo nella canzone “Il vento e le rose” ha raccontato che nel culmine di una serata un po’ speciale (scopereccia, tanto per intenderci) qualcuno bussa alla porta e lei che sussurra al suo amante a letto:
    Senti chi bussa alla porta
    Sarà il solito scocciatore della domenica
    Ma no, tu non ti muovere
    Che stai benissimo su di me
    Venti minuti d’amore…

    Insomma la cara Nicoletta ritiene di aver interpretato una canzone dal testo innovativo e trasgressivo… peccato solo che già nel 1980 la grande Ornella Vanoni, nella canzone “Il telefono”, narrava di una serata un po’ speciale con l’amante mentre il marito era lontano e che proprio nel momento più “caldo” squilla il telefono:
    Il telefono?! Chi sarà!
    Tu non ti fermare, no! Aspetterà!
    Lui è al corrente?! No! Un imprevisto, no!
    Forse è solamente la mania del controllo… Cristo!
    E l’amore da affrettare
    Sarà qui tra un’ora
    E io ti devo ancora assaporare…

    Questo per dire che Patty Pravo ha criticato Mina dichiarando che “Nostra Signora della Canzone” mette la sua grande voce al servizio di testi banali e ripetitivi… ma non mi sembra che abbia fatto qualcosa di diverso la signorina Strambelli portando a Sanremo un argomento già trattato 31 anni fa dall’Ornella nazionale. E magari vuoi vedere che grazie alla sempre più dilagante incompetenza musicale si becca pure il premio della Critica?

  17. francesco cremona

    errATA corrige
    e in chiusura lo spot di 150
    ciao mina

    ciao tà

  18. francesco cremona

    facile notte.

    terMINAta poco fa la prima serata di sanremo,

    MINA citata 2 volte, dalla canalis in un ironica poesia dedicata a morandi, e poi ancora dal duo luca e paolo, sempre su un numero comico per morandi, inoltre lo splendido spot barilla con nel blu dipinto di blu e in chiusura lo sopo di 150 di rai uno con siamo la coppoia più bella del mondo versione mina-celentano

    ciao mina

    ciao tà

  19. emilio bocchi

    Visto che abbiamo il dono della parola trovo sia molto bello poterlo fare anche parlando del duo Mina Carrà, in particolare se viene fatto in maniera competente e intelligente da una persona come Gil ,certo la Carrà era l’astro emergente ma sicuramente sarebbe stato molto più interessante vedere Ornella al fianco di Mina.
    Anch’io vorrei vedere pubblicati i cd esteri di Mina ma non considero assolutamente muffa le vecchie compilation che vengono spesso riproposte, anche perchè molti giovani che si accostano a Mina magari non le conoscono .

  20. emilio bocchi

    Concordo su tutto quello che dici caro Dario grande nostalgia per gli spettacoli di un tempo, per le nostre emozioni in bianco e nero ….e grande stima per il nostro Gil..

  21. Maria Pellegrini

    “Caro Qualcuno”.. Dai dai domani… (non è tra le mie preferite!) Via, via la zavorra. Appesantisce e limita.
    Il famigerato pacco minato, il più delle volte, contiene a iosa soltanto “briciole di baci”. So che questo non ti “stimola” ma.. anch’io ho i miei limiti…
    P.S. Devo a The Voice, alias MINA, la gioia di avere amici come Voi! Non ho mai pensato di aver investito male tanto, tantissimo amore per LEI e tu, come altri, ne siete la conferma. Grazie.

  22. PieraPaso

    http://www.youtube.com/watch?v=epDXNDUtv2w
    SOGNANDO ..perchè no’ Cute MINA
    Buona serata a tutti!
    Pierotta
    p.s.
    Vi leggero’ domani!
    sono cotta delle carte!

  23. Gil

    Visto che sono stato costretto da sempre a proteggermi da ripetuti attacchi velenosi, ormai si è verificato in me una sorta di mitridatismo… Se proprio vuoi annientarmi, ti conviene provare col “pacco minato”…

    P.S. Tranquilla, ti garantisco che Dario non ci abbandona… Ci ha impiegato una vita per trovarci e figurati se adesso ci lascia in un attimo.

  24. Maria Pellegrini

    Dario… non ci devi assolutamente abbandonare. Siamo pericolosi… lasciati da soli!!! Mean
    Una buonissima serata, adorabile peste!!! (non ti dispiace se ti chiamo così …vero?) Bacioni ROTFL ROTFL

  25. Maria Pellegrini

    Caro Gil, non c’è alcun bisogno , per me, di andare a verificare. Ti credo sulla parola. Scusa, ma posso rispondere soltanto ora -ore 18,40 circa- perchè la mia internet è ancora molto capricciosa. D’accordisssimo con te. Milleluci!… Grandissimo commiato della Tigre anche se ancora oggi ho l’amaro in bocca!!! E tanti tanti rimpianti.. ma è stato così.
    Ti saluto affettuosamente e ti ringrazio per essere sempre, quanto mai un sollecito e graditissimo “Caro Qualcuno” Bacioni, rigorosamente al Veleno… ROTFL

  26. Dario

    … non mi posso assentare un po’ dal Blog che si sviluppano tematiche molto interessanti nelle quali un posto primario è occupato dal nostro caro Gil, piaccia o non piaccia è innegabile la sua “memoria storica” e le sue analisi sono sempre precise e utili per un prezioso confronto degli estimatori della buona musica e degli show di un tempo per i quali ho tanta nostalgia … so ricordi di un tempo bello che non c’è più … Oddio mi ritovo a dire ciò che quando avevo 20 anni detestavo sentire : “Ai miei tempi” … La vita è un cerchio!!

  27. Gil

    C’è chi chiama “Pelloni” la Carrà (considerato anche che Pelloni è il suo vero cognome) come qualcun altro in luogo di Mina dice “la Mazzini” associandole, peraltro in un modo molto riduttivo, un repertorio ritenuto “muffa” solo perché già se lo ritrova. Mi piacerebbe capire tra le due persone chi è quella veramente offensiva.

Comments have been disabled.