Il Blog

Pubblicato: 3 anni ago

Una che somiglia a me di tanti sogni fa…

Nel nostro consueto giochino quotidiano consistente nel fornire innocue anticipazioni sulla Mina che verrà senza di fatto rivelare nulla (alle anteprime vere e proprie provvederanno a tempo debito le fonti ufficiali mazziniane), qualche giorno fa – nella fan page del Club su Facebook – ci siamo divertiti a stuzzicare la vostra curiosità sulla copertina del nuovo album ponendovi la seguente domanda sibillina: “E se l’immagine scelta per il disco fosse una vaga rivisitazione ironicamente attualizzata di una delle cover più celebri e leggendarie della discografia di Mina?“. Inutile dire che le più svariate ipotesi a riguardo da parte dei fans non si sono fatte attendere: ve ne riportiamo alcune, invitando ognuno di voi a proseguire il gioco…

“… Allora voglio la copertina di Singolare: un bellissimo primo piano di una Mina sorridente” (Alessandro Mariotti)
“Secondo me quelle specie di raggi che spuntano sulla cover de La palla è rotonda sono capelli… ” (Stefano Broccardo)
“Mmmmm…… Magari calva e con gli occhi senza pupille? O un profilo stilizzato?” (Alessandro Santarsiere)
“Mi piacciono i richiami del passato. Come rifare la 500 o la Mini. Mina è un po come i Ray ban, la vespa, Chanel n 5. Fa parte delle cose leggendarie. Degli oggetti che hanno fatto la storia. È un must” (Davide Garella)
“Punto su Veleno” (Giancarlo Nino)
Una sorta di rivisitazione ironicamente attualizzata? Anche io punto su Veleno…Anche perché Salomé é gia stato riutilizzato…” (Simone Costa)
“…Magari, invece della barba, dei baffi alla Dalì…” (Daniele Crippa)
“…O con un cupcake in testa, invece della torta, per essere al passo con le mode…” (Ocram Pourquoi)
“Anche Bowie ha fatto lo stesso per The Next Day, rivisitando la celebre cover di Heroes“… (Roberto Spiga)
“Punto su Veleno” (Giancarlo Nino)
Attila…per una Mina predatrice e d’assalto che piu’d’assalto non si può’!” (Nicola Zagni)
“Tutte le ipotesi sono valide, nessuna da scartare. Perchè Mina è Mina (e Balletti è Balletti)” (Mauro Pennazio)

 

Comments
  1. Muricat

    Che dire di una copertina a mo’ di “Rane Supreme” ma, visti gli anni trascorsi, invece di un bodybuilder un uomo più grasso e più flaccido? Sarebbe divertente e rispecchierebbe l’inesorabilità del tempo che passa… Grin

  2. francesco CUORE

    visto che si puo’ giocare fantasticare a pochi giorni e se per celebrare anche i 40 anni del doppio mina erre mina baby gate, la copertina del disco ironicamente riprendesse le due cover, e magari invece di avere la mina con la gazosa e il panino con il salame, avremo una Mina, alla moda, vegana, con lo spritz aperol e un panino “insalatoso”???

    ahiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii mi amor, con questo dubbio restero’ ………..

    ci resto solo che fare il conto alla rovescia, e aspettare la fine Grin

    baci belli a tutti, grazie mina,

  3. mario basileus

    La copertina che io amo di più in assoluto è quella di CATENE, ma non mi posso immaginare MINA incatenata al sole…

  4. Lillo

    In attesa del nuovo lavoro di MINA, sto riascoltando CARNE VIVA, canzone straordinariamente interpretata, come solo lei sa fare. Ma le parole”… sono la tua vitamina, la tua penicillina…” non si possono sentire… Big Frown

Comments have been disabled.