Il Blog

Pubblicato: 4 anni ago

Uack, che Mina!

1385885_601699606538247_1462184893_n
Raggiungerà a breve il mercato “Mina Christmas song book”, disco registrato dal vivo in studio che vede la grande cantante italiana reinterpretare dodici classici della tradizione natalizia: l’album sarà corredato da un booklet che vedrà l’artista “trasformata” dalla matita di Giorgio Cavazzano in Mina Uack (nella foto), suo alter ego disneyano protagonista – insieme ai personaggi resi celebri da Topolino come Paperone, Qui Quo e Qua e Paperino – di cinque storie di ambientazione festiva.L’album verrà pubblicato sotto forma di Cd standard (con il booklet con le informazioni relative ai brani e le tavole di Cavazzano), Cd più libro (con in aggiunta le storie disegnate dallo storico illustratore e i testi completi delle canzoni) e Box Deluxe, contenente un vinile, un fascicolo con le ricerche storiche e le tavole illustrate da Giorgio Cavazzano in formato da collezione.

(fonte: rockol.it)
Comments
  1. Sono felicissimo per questa nuova uscita discografica, da tanto tempo aspettavo un “Christmas album” e pensavo che ormai non ci fosse più speranza. Invece con Mina mai dire mai, ed eccolo finalmente qui! Spero tanto che questa volta non si lasci scappare l’opportunità di almeno un duetto con Johnny Dorelli, che ha una voce molto bella e particolarmente adatta a questo tipo di repertorio.
    La mia track-list ideale è la seguente:
    1) Ole Santa
    2) The christmas song
    3) Silent night
    4) White Christmas (o Bianco natale, se avesse deciso di cantarla in italiano)
    5) Winter wonderland
    6) Blue Christmas
    7) Christmas (baby please come home)
    8) I’ll Be Home for Christmas
    9) Rudolph, the red-nosed reindeer
    10) Do you hear what I hear?
    11) Let it snow! let it snow! let it snow!
    12) Frosty the snowman

  2. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi c’è la simpatica canzone che una giovane MINA In Love canta è:
    CHI SARA’
    la canzone di Natale piu’ bella sul UACK..che MINA!
    Chi sarà il mio primo grande amor..
    chi sarà, chi sarà
    chi sarà il padrone del mio cuor
    chi sarà, chi sarà
    Io non so se lo potrò incontrar
    non lo so, non lo so.
    Io non so se lo potrò baciar
    non lo so, non lo so.
    Io lo aspetto con ansia e chissà
    se un bel giorno per me arriverà
    ma se alfine il mio cuor batterà
    sarà giunta per me la felicità
    Chi sarà il mio primo grande amor
    chi sarà, chi sarà
    chi sarà il padrone del mio cuor
    chi sarà, chi sarà
    Chi sarà il mio primo grande amor
    chi sarà, chi sarà
    chi sarà il padrone del mio cuor
    chi sarà, chi sarà
    Io non so se lo potrò incontrar
    non lo so, non lo so.
    Io non so se lo potrò baciar
    non lo so, non lo so.
    Io lo aspetto con ansia e chissà
    se un bel giorno per me arriverà
    ma se alfine il mio cuore batterà
    sarà giunta per me la felicità
    Chi sarà il mio primo grande amor
    chi sarà, chi sarà
    chi sarà ad incatenarmi il cuor
    chi sarà, chi sarà
    Chi sarà il mio primo grande amor
    chi sarà, chi sarà
    chi sarà ad incatenarmi il cuor
    chi sarà, chi sarà
    Grazie MINA Kissed

  3. rinoreder

    Questa la mia tracklist… e ce ne sono di esclusioni eccellenti, ma devono essere 12 e 12 sono:
    1.The Christmas Song (Mel Tormé – Robert Wells)
    2.You’re Just In Love (Irving Berlin)
    3.Merry Christmas Baby (Lou Baxter – Johnny Moore)
    4.The first Noel (traditional)
    5.My Favorite Things (Rodgers and Hammerstein)
    6.White Christmas (Irving Berlin)
    7.Santa Baby (Joan Javits – Philip Springer – Tony Springer)
    8.I’d Like You For Christmas (Bobby Troup)
    9.Medley: Jingle bells (J.Pierpont)/Let it Snow! Let it Snow! Let it Snow! (S. Cahn – J.Styne)
    10.Blue Christmas (Billy Hayes – Jay W. Johnson)
    11.Winter Wonderland (Felix Bernard – Richard B. Smith)
    12.I’ll Be Home For Christmas (Walter Kent – Kim Gannon – Buck Ram)

  4. rinoreder

    Sempre eccezionale Mario. Grazie!

  5. mario basileus

    Provo anch’io a dare la mia toto track-list:

    1) Oh happy day
    2) Adeste fideles
    3) The Christmas song
    4) Ole Santa
    5) A child is born
    6) The first Noel
    7) Wiegenlied
    8) Santa Claus is coming home
    9) Blue Christmas
    10) I believe
    11) Greenleaves
    12) White Christmas

  6. PieraPaso

    In italiano c’è
    Bianco Natale

  7. emilio bocchi

    Mr Max grazie del tuo bellissimo scritto.

  8. PieraPaso

    CHE MERAVIGLIA
    Grazie caro Mario

  9. alberto imparato

    ‘Mary’s boy child, Jesus Christ’ è un pezzo ‘natalizio’ inciso dai Boney M negli anni’70. Morbidamente ‘disco’ sarebbe perfetto nell’interpretazione di Mina.

  10. Filippo

    Per il mercato italiano, aggiungo “I regali di Natale” della straordinaria Antonella Ruggiero…

  11. mario r.

    Fai la magia tutto quel che vuoi tu
    bibbidi-bobbidi-bu.

    http://thumbsnap.com/wgKjLzYG

  12. mr.MAX

    …sulla tracklist ho una sola certezza: nessuno ne indovinerà più di 4 o 5… Wink

  13. mr.MAX

    Mina dà alle stampe il suo Christmas Album. Era da un po’ che sentivo nell’aria questa possibilità (precedenti ‘prove’ racchiuse in altri progetti ne preannunciavano l’uscita) e ora aspetto questo disco con trepidazione, come tutti i progetti di Mina.

    Sono sempre stato un attento e continuo ascoltatore dei canzonieri natalizi (e non solo a Natale) e confesso che alcuni, lungo gli anni, sono entrati a far parte delle mie preferenze speciali.
    Come dimenticare, o tralasciare, o peggio sottovalutare, nelle varie discografie – soprattutto americane, questi album che spesso rivelano un’anima profonda e lucida, che va ben oltre l’evento commerciale del progetto. Alcuni, pur restando fedeli alla tradizione, hanno evoluto, nel corso degli anni, il concetto di ‘canzone di Natale’ trasformandola a volte in puro cantautorato (Bob Dylan, Roberta Flack, Tori Amos, Scala & Kolacny Brothers, James Taylor o Sting sono un ottimo esempio), altre in ricerca pura (mi torna alla mente il bellissimo album di Annie Lennox – A Christmas Cornucopia oppure lo stravagante Merry Christmas di Cyndi Lauper).

    Ma le Christmas Songs non sono solo questo; nel corso degli anni, le melodie natalizie classiche (e nuove canzoni scritte di volta in volta) si sono ‘appoggiate’ su qualsiasi genere musicale, a volte fondendosi con esso (penso agli esperimenti in chiave pop-melodico delle voci bianche di Bing Crosby, Frank Sinatra, Barbra Streisand, Connie Francis e Rosemary Clooney) a volte snaturandosi un poco ma trovando nuove forme (come nei casi di gruppi vocali: Manattan Transfer, Boyz II Men, Platters, Baseballs, Neri Per Caso) altre volte creando una nuova contemporaneità (non a caso perfino Lady Gaga nel suo speciale per il Thanksgiving Day ha inserito delle canzoni di Natale).

    Caso cardine per la contemporaneità nel pop è sicuramente l’album di Mariah Carey: Merry Christmas, dove, in modo abbastanza audace, le melodie (all’epoca ancora molto legate alla tradizione) diventarono, nelle arzigogolate evoluzioni della voce di Mariah, delle nuove canzoni pop. Questo album del 1994, ha poi dato il via ad una serie di interessanti rivisitazioni in chiave pop, primi fra tutti Songs Of Christmas di Etta James e These Are Special Times di Celine Dion (entrambi del ’98), e poi My Kind Of Christmas di Christina Aguilera.

    Per andare, invece, verso il più ardito territorio Jazz, dobbiamo tornare a Ella Fitzgerald che ha nel suo Yellow Basket ben due album di canzoni classiche natalizie rivisitate in chiave Jazz, più un album di Gospel: Brighten The Corner. Ma dopo di lei tantissime voci Jazz hanno, nella loro discografia, almeno un Christmas Album.

    In Italia, invece, pochissimi artisti si sono cimentati con il materiale natalizio, e con risultati non proprio sorprendenti; è il caso del noiosissimo Un Piccolo Natale In Più di Claudio Baglioni, passando per lo stranissimo (ma coraggioso) Canzoni Per Natale di Irene Grandi, fino allo jazzatissimo Merry Christmas In Jazz della brava Rossana Casale.

    Dunque, Mina si inserisce in una tradizione ricca e variegata, che vanta precedenti illustri; oggi i classici del Natale non possono essere considerati meno importanti dei classici del Jazz, o comunque non certo meno rispettabili, quindi io trovo che il percorso di Mina sia assolutamente coerente, anzi, dopo lo straordinario viaggio di American Song Book, questa sosta nella canzone natalizia potrà essere un momento tutto da scoprire nella sua discografia.
    Anche in questo, come in ogni progetto di Mina avremo delle grosse sorprese, ne sono sicuro; chi di noi non ha immaginato con timoroso sospetto quale sarebbe stato il contenuto dell’album ‘sacro’ di cui si vociferava da qualche tempo, e chi avrebbe potuto prevedere un sì grande capolavoro? Così per -quasi- tutti gli album monotematici della sua recente discografia, Mina dà sempre prova del suo incommensurabile genio artistico: Numero Zero, Napoli, Sconcerto, Sulla Tua Bocca sono forse quanto di più lontano da quello che ognuno di noi si sarebbe aspettato. Eppure sono tutti grandi lavori di Mina, in cui lei è sempre protagonista assoluta, senza mai, però, togliere spazio e respiro alle melodie che sceglie.

    Mi fanno sorridere quelli che quasi si sentono traditi dalla Mina che abbandona il pop, o gli album di inediti, o affronta generi che a loro non piacciono. Io sono cresciuto con Mina e ho imparato con lei ad apprezzare le sue indicazioni musicali. Forse senza quel suo scritto su ‘sorrisi e canzoni’ non sarei mai andato a comprarmi i dischi di Ella, o Billie, o Sarah; senza le sue cover non apprezzerei quanto faccio ora artisti come Pino Daniele, Battisti, De André, Fossati; senza il suo Melodramma probabilmente non avrei mai guardato un’opera di Puccini.

    Mina prende la materia informe delle canzoni che le girano intorno e ne fa Bellezza, respiro, sciabordio di onde e luce di stelle. Basta star zitti ed ascoltare.

  14. per il mercato discografico americano il “Christmas Album” è sempre stato un punto di arrivo per tutti i cantanti di un certo livello, da Sinatra a Ella Fitzgerald, da Elvis a John Denver, Barbra Streisand, Dionne Warwick, Nat King Cole, Celine Dion, Ray Charles, Tony Bennet, Platters, Beach Boys,Carole King e via via fino ad arrivare a Ledisi, Patty Labelle, Luis Miguel, Josè Feliciano, Stevie Wonder, Salsoul orchestra etc. Ben venga quindi il Xmas songbook della nostra MINA. azzardare una playing list? me ne guardo bene, sperando che come al solito ci spiazzi con qualche scelta imprevedibile e sicuramente vincente! un abbraccio a tutti e….Buon Natale con MINA!

  15. Domenico Roma

    Partecipo subito!
    Questa è la mia FANTAtracklist (quindi completamente inventata e NON ufficiale!)

    1.Chestnuts roasting on an open fire
    2.Last Christmas (degli Wham!)
    3.White Christmas
    4.I’ll be home for Christmas
    5.Joy to the world
    6.Feliz Navidad
    7.All I want for Christmas is you (ma questa è pura fantascienza…!)
    8.God rest ye merry gentlmen
    9.Santa Claus is coming to town
    10.Let it snow! Let it snow! Let it snow!
    11.Jingle bells
    12.Happy Xmas (war is over) (anche questa è pura fantascienza!)
    Ne aggiungo un’altra per recuperare una delle due canzoni pura fantascienza…
    13. Stille nacht

    Quante ne avrò indovinate??
    Chissà!
    Sono felice e curioso per questa nuova scelta monografica della nostra grande Mina.
    Un saluto a tutti.
    Bella idea davvero, Simone!
    Ciao, Domenico

  16. loris (Author)

    Bella idea!

  17. mauro

    Infatti, caro Massimo, a disco uscito, che mi pare anche più corretto…
    Il repertorio natalizio potrà risultare estemporaneo e bizzarro a molti, ma ricordiamo che i più grandi interpreti l’hanno affrontato nel tempo, da Bing Crosby a Elvis, e recentemente anche le rock/pop star amano cimentarsi in queste canzoni tradizionali.
    Come già avvenuto per altri dischi tematici, penso che Mina saprà regalarci comunque qualcosa di personalissimo!

  18. Simone-Roma

    Loris, Remo, perchè non lanciamo un giochino per far trascorrere più rapidamente l’attesa del nuovo disco?
    Sappiamo che i brani inclusi nel disco saranno 12, bene, chi vuole può provare ad indovinare l’ipotetica scaletta.
    Colui che indovinerà più titoli vincerà un premio simbolico a vostra scelta..
    Che ne dite?
    =)

  19. massimo catti

    me lo sono sognato o c’era un commento ,acidino, di endymion non proprio entusiasta dell’idea dell’album natalizio? boh… a me il progetto nel complesso (natale+disney+tripla confezione) mi attrae pochissimo, ma credo importi proprio a pochi, no? c’è sempre tempo e spazio per commentare a disco uscito.

  20. emilio bocchi

    Domenico me lo sto chiedendo anch’io.

  21. Domenico/Napoli

    Qualche assaggio già l’abbiamo avuto; la simpatica “awaiana” e la sofisticata “tradizionale” night; mo’ chissà quali saranno!

  22. Domenico/Napoli

    Mi ripeto…ma si può sapere se nel formato Delux è compreso anche il CD!!!

  23. mauro

    Grande strenna…

  24. mario basileus

    Credo che la scelta dei brani natalizi di Mina non sia stata banale e quindi aspettiamoci delle autentiche chicche…

  25. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi c’è la bella canzone che la nostra MINA Laugh canta a Canzonssima 68 è:
    NE’ COME NE’ PERCHE’
    si per me va bene COSI’ il nuovo Album..CHE MINA Laugh farà
    Io, io che non volevo preoccuparmi più di te,
    io, io capisco invece che qualcosa accade in me.
    No, non mi so spiegare esattamente che cos’è
    ma scoppierò se questa gioia non la griderò.
    Gente non te ne importa niente
    ma adesso senti quello che ti dico io
    è mio, è solo mio.
    Gente che passi indifferente
    sapessi nel mio cuore cosa c’è
    è mio, e so che vuole bene solo a me,
    soltanto a me, per sempre a me
    e, e non voglio chiedermi nè come nè perchè
    ma voglio finalmente che si stringa forte a me, a me.
    E scoppierò se questa gioia non la griderò
    Gente non te ne importa niente
    ma adesso senti quello che ti dico io
    è mio, è solo mio,
    Gente che passi indifferente
    sapessi nel mio cuore cosa c’è
    è mio, e so che vuole bene solo a me,
    soltanto a me, per sempre a me
    e, e non voglio chiedermi nè come nè perchè
    ma voglio finalmente che si stringa forte a me.
    Grazie MINA Laugh

  26. Ettore71

    Salve a Tutti, vi leggo silenziosamente da anni, sono un seguace di Mina dal 1988.
    Credo che il nuovo lavoro sarà uno spunto di discussione notevole infatti sono molteplici gli esempi discografici che hanno avuto come tema il Natale. Personalmente sono un fanatico del genere e non vedo l’ora di ascoltare il nuovo cd. Intanto vi segnalo un mirabolante Jingle Bells interpretato Barbra Streisand!

  27. Beh, a me le canzoni di Natale mi annoiano… Frown Ma aspettiamo cosa succede. Non sarebbe male una grande orchestra…

  28. emilio bocchi

    Com’è che in alcuni post non c’è l’opzione replica?

  29. emilio bocchi

    Antonio credo che il cd di inediti esca in primavera.

  30. emilio bocchi

    Alessandro me lo chiedevo anch’io e ci sarà anche il cd?

  31. Antonio Di Sario

    Sarei oltremodo grato se qualcuno che sia addentro alle segrete cose, precisasse se, oltre al cd natalizio che, come sostiene Remo, è “meraviglioso”, è prevista anche l’uscita di un cd di inediti, come si era ventilato. Grazie

  32. ciao,
    ho visto che il cd non sarà distribuito dalla Sony (meno male!)
    ma dalla Artist e mi chiedevo a chi appartenga oggi la Pdu…

  33. PieraPaso

    Friggo friggo di vedere, sentire
    il nuovo UacK ..che MINA!

  34. vimercati tullio

    Benissimo………un cd o disco da ascoltare durante le festività natalizie, e anche per chi è solo, sarà come sentire la compagnia di una voce amica, che ci accompagna da da tanto tempo, nei momenti allegri e in quelli tristi, procurandoci sempre delle emozioni Big Smile

  35. Jack Vitale

    Una bella e gradevole novità,anche se avrei preferito un cd di cover italiane stavolta. Speriamo che gli arrangiamenti siano meno “impegnativi” dell’american songbook. Colgo l’ironia di ENDYMION , critici si ma non esageriamo…..con i commenti un pò al veleno

  36. mauro

    Scusa, ma certi commenti non li capisco…Boh?

  37. Antonio Di Sario

    Certamente mi ricrederò, ma, al momento, non nascondo la mia delusione; sinceramente speravo in qualcosa di più coinvolgente, non legato alle celebrazioni festaiole, con tutto il rispetto per il Natale. Senza entrare nel merito, avrei preferito un lavoro monografico di altro genere. Comunque va benissimo e certamente sarò smentito quando l’avrò tra le mani e soprattutto quando l’ascolterò; rispetto ed accetto tutte le sue scelte, anche perchè, a ragion veduta, ha sempre ragione LEI.

  38. emilio bocchi

    Arriva di nuovo Natale..ma questa volta con Qualcosa in più.

  39. mario basileus

    UAPPA!!! CHE BEL NATALE SARA’!!!

  40. Simone-Roma

    Che meraviglia! Sono felicissimo. =)
    Conti del TGCOM parla del 19 novembre come data di uscita, mentre non è ancora chiaro quale sarà la casa di distribuzione.
    Ma vabbè, sono dettagli.
    W Mina! =)

  41. Vassallo paleologo giuseppe

    Un Natale da non dimenticare finalmente potremo ascoltare nostra Sig.ra sotto l’albero In Love

Comments have been disabled.