Il Blog

Pubblicato: 3 anni ago

Pina, Molly e… Mina Uack!

Una Mina con becco e piume cover girl d’eccezione di Topolino: lo straordinario exploit –  da sempre vagheggiato da tutti coloro che, come il sottoscritto, hanno cementato il proprio background musical-letterario sulle canzoni della Mazzini e sulle strisce disneyane – diverrà magicamente realtà nel numero 3029 del settimanale in edicola da mercoledì 11 dicembre. Oltre che della strepitosa copertina, la Mina Uack di Christmas Song Book sarà protagonista della storia natalizia pubblicata in apertura del numero, Paperino, Paperica e il Natale in sordina, scritta e sceneggiata da Gaja Arrighini e naturalmente disegnata dall’insuperabile Giorgio Cavazzano. “La vicenda – ci svelano le note diffuse in anteprima dal sito Topolino.it  – si svolge nella notte del 24 dicembre. Babbo Natale è un grande fan di Mina Uack e decide di andarla a cercare nel luogo segreto del suo esilio volontario in Scandinavia: il vero scopo è di ritrovare la colonna sonora del Natale, compagnia indispensabile nel suo lungo viaggio in slitta per la consegna dei regali ai bambini di tutto il mondo. Tra pericoli, colpi di scena, gag e tante risate, la voce possente di Mina Uack risuonerà ancora una volta nella notte più bella dell’anno”. Oltre a Vincenzo Mollica nei panni del suo ormai celebre alter ego paperizzato in Vincenzo Paperica (la cui prima apparizione su Topolino come cronista di Telepaperopoli, nella storia cavazzaniana Paperino e l’Oscar del centenario, risale al lontano 1995), nella storia fa la sua prima comparsa come eroe disneyano Massimiliano Pani, per l’occasione ribattezzato Max Focacce. Un debutto piumato, quello dell’ex-Paciughino, che avrebbe certamente fatto felice suo papà Corrado Pani, che nei primi anni di carriera prestò la propria splendida voce nei doppiaggi originali di lungometraggi Disney come Pinocchio (nel ruolo del burattino), Peter Pan (in quello dell’alato protagonista) e Bambi (era lui a far parlare il coniglietto Tamburino, o Tippete che dir si voglia). Quanto a mamma Mazzini, la sua Mina Uack non ha nella fantastica Molly minacelentanesca creata 15 anni fa – in perfetto Romano Scarpa’s style – da Gianni Ronco la sua sola antesignana: già nella storia di Giovan Battista Carpi Le confidenze di Paperina (dal volume L’allegra brigata di Paperopoli, edito da Mondadori nel 1969), una piumata cantante encantadora chiamata Pina teneva incollati al video Paperino e i tre nipotini scatenando le ire della gelosissima Paperina…

 

 

 

Comments
  1. MarioBeda

    Dal Corriere della Sera di oggi:
    http://thumbsnap.com/4A30zzeV

Comments have been disabled.