Il Blog

Pubblicato: 12 anni ago

Diranno che è Facile…

(Aggiornato il 3/11/2009)

Eccovi rapidamente le prime date certe relative al lancio promozionale del nuovo album di Mina: giovedi 29, a meno di imprevisti, Facile dovrebbe essere presentato in anteprima da Vincenzo Mollica sul TG1, mentre venerdì - giorno in cui il sospirato bene arriverà finalmente nei negozi - appariranno le recensioni del disco sui quotidiani. Nulla di certo, invece - a parte le anticipazioni malgiogliesche pubblicate nel numero scorso – sul tradizionale appuntamento con l’articolo di Sorrisi. L’inarrestabile Cristiano, in compenso, sarà protagonista di un’intervista di Gabriele Parpiglia – dal titolo Io e Mina – sul numero di Chi in edicola da mercoledì 4…

Comments
  1. PINA

    E allora, PG, come per Emilio è …FACILE fare tanti auguri anche a te. Di tanta felicità!
    Buon Compleanno.
    Ciao,
    pina

  2. PG

    Ciao Emilio, auguri: siamo nati nello stesso giorno! Sono sempre molto contento di trovare un “gemello”. Io ho l’età della “voce” di Mina (sono nato nel ’58) e anche quest’anno Mina ci fa un disco per regalo! Speravo che lo scorso anno me ne facesse uno con 50, come è successo per i 25, ma non è andata! E adesso aspetto Facile.

  3. PG

    Del puzzle ho messo insieme una decina di pezzi, in ordine sparso. Ma ho l’impressione che alcuni siano ripetuti. Il difficile sarà metterli insieme su un “foglio” elettronico. Mi chiedo come si farà: non è FACILE!

  4. PieraPaso

    grazie caro Raffaele,
    “vecchio” amico della prima bacheca gialla di MINA
    e amico di tante pizzate al Moilin Rouge, con tantisssimi Minosi..
    che NOSTALGIAS..li metto nei ricordi piu’ belli perchè tanti attimi in ALLEGRIA
    Ti aspetto nella mia casa nuova, che tu non hai visto..ricordati che è vicino alle “Giraffe” era meglio a UNA ZEBRA HA POIS.
    ti mando il mio bàsin, scrivi qui ANCORA,
    te lo dice la
    Piera Oops!

  5. Pasqualina

    Ciao Piera! ..ciao Sergio!..grazie dell’accoglienza..e sì sono stata latitante per un pò, ma solo perchè nn riuscivo a collegarmi..ora sono molto contenta di essere tornata “a casa” insieme a tutti voi..vi auguro una buona giornata, ciao a presto! Smile

  6. Federico Mazzini

    Ciao Mazziniani!
    Sono passato per farvi un saluto.
    Bacio!
    TVB Mina!!!!!!

  7. Sergio

    Ciao Pasqualina! Che bello rivederti in mezzo a noi? Che fine avevi fatto?

    Come stai? Spero bene!. Ti mando un grosso basin…ciao a presto!. Grin

  8. anthony888

    mah…questo puzzle io nn lo capisco ….la maggior parte delle tessere è bianca mancano due giorni all’uscita e nn sono riuscito a mettere 2 pezzi insiem…..IO MI SONO STUFATO ASPETTO L’ALBUM….. Confused Mad Cry Evil

  9. sto ricomponendo il puzzle e credo di aver capito che la misteriosa copertina apparsa sul web sia solo una parte dell’intera copertina. e che la vera copertina è il puzzle. infatti c’è un pezzo dove si intravede la mina disegnata da un/una bimba… Grin -2… Sembra un secolo…

  10. PieraPaso

    ben tornata tra NOI,
    perchè era tanto che non ti leggevo.
    Cara Pasqualina..ti do’ il mio BUONDI’
    Piera Oops!

  11. PieraPaso

    UN’ANNO D’AMORE..Questa CANZONE..resterà sempre nella storia della canzone ITALIANA
    si riconosce subito dalla prima nota, dalla prima parola..
    un grazie ad Alberto Testa..è troppo poco.
    lo dice
    Piera Oops!

  12. Pasqualina

    Buongiorno a tutti voi mazziniani..tanti auguri a Emilio!

  13. Sergio

    Auguri Emilioooo

  14. Francesco

    Auguri Emilio…

  15. nicola cagnetti

    Cristian,
    su you tube la versione di Estela Raval non sono riuscito a trovarla ma ne ho trovato un’altra altrettanto bella di Francisco Cespedes…quella di Mina sarà superlativa…la nuova Sogno!
    Ciao
    nic

  16. PINA

    Caro Emilio,
    oggi è la tua giornata ed allora sono contenta di farti i miei migliori auguri di buon compleanno e di tanta felicità.
    Ciao, pina

  17. madameX

    EMILIO TANTI AUGURI A TE TANTI AUGURI A TE TANTI AUGURI EMILIO TANTI AUGURI A TEEEEEEEEEE………

  18. madameX

    Buon Giorno TIGROTTi ciao Vassallino…UN ANNO D’AMORE..una Mina che racconta una storia con tutto lo smarrimento la nostalgia e la paura di aver buttato via un anno d’AMORE…..Una Mina e testo che ha fatto storia….Ricordo domenenica nel SALOTTO che si proiettava una donna bellissima con i capelli neri nelle tv spagnole…….e ci fu un lungo applauso……Si può buttare via un anno d’amore….a volte si può buttare anche una vita d’amore..ma la canzone resta nella storia….Un bacio
    Mancano 2 giorni…. ODDIO ho già le doglie le acque si stanno rompendo…ma dove cazzarola è l’IDRAULICOOOOO:……

  19. emilio bocchi

    Un grazie a tutti e due… Grin LOL

  20. angeloparigi

    Ciao SANDROLONDON,come stai??
    Hai saputo niente se il cd Facile sarà disponibile
    venerdi in Inghilterra??Qui in Francia credo che non sarà possibile…Dovro ancora aspettare quei 4o5 giorni in più
    dall ‘uscita del cd Evil
    Forse faro un salto a Londra LOL ,città che adoro ,una delle più belle al mondo;visto che con l ‘eurostar da qui in 2 ore e mezza ci si arriva……… Grin
    A presto
    Angeloparigi
    angelo_lazzara@hotmail.fr

  21. PieraPaso

    Razz Caro EMILIO,
    faccio copia e incolla delle parole che ha scritto Ale..
    perchè dice LA VERITA’..Tanti Auguri di BUON COMPLEANNO anche da
    Piera
    p.s.
    in posta trovi un biglietto d’Auguri scritto da MINA

  22. Vassallo paleologo giuseppe

    In questa settimana dedicata ad Alberto testa….oggi mettiamo sul giradischi la mia canzone….UN ANNO D’AMORE….un testo ed una storia che mi appartengono anche se è stato più di un anno….ma che importa “il tempo è una spazzola sciocca che tutto confonde Grin “….attendo i vostri commenti…non siate timidi…sono sicuro che molti di voi hanno vissuto una storia simile Alien

    Si può finire qui
    ma tu davvero puoi
    buttare via così
    un anno d’amore
    se adesso te ne vai
    da domani saprai
    un giorno com’è lungo e vuoto senza me.
    E di notte
    e di notte
    per non sentirti solo
    ricorderai
    i tuoi giorni felici
    ricorderai
    tutti quanti i miei baci
    e capirai
    in un solo momento
    cosa vuol dire
    un anno d’amore
    cosa vuol dire
    un anno d’amore.
    Lo so non servirà
    e tu mi lascerai
    ma dimmi, tu lo sai
    che cosa perdiamo
    se adesso te ne vai
    non le ritroverai
    le cose conosciute
    vissute
    con me.
    E di notte
    e di notte
    per non sentirti solo
    ricorderai
    i tuoi giorni felici
    ricorderai
    tutti quanti i miei baci
    e capirai
    in un solo momento
    cosa vuol dire
    un anno d’amore
    cosa vuol dire
    un anno d’amore.
    E capirai
    in un solo momento
    cosa vuol dire
    un anno d’amore
    cosa vuol dire
    un anno d’amore.

    Buondì a voi tutti Razz

  23. Sono felicissimo!”Vida loca” è un brano che ho incluso e lasciato a Mina in un cd che ho fatto per Lei con canzoni americane e sudamericane quando sono andato alla GSU. La versione che ho mandato è in spagnolo ed è cantata da una cantante argentina chiamata Estela raval ( che adesso ha 80 anni e ha inciso questo cd nel 2005) Grin

  24. ale Bs

    auguri a EMILIO di Brescia, splendida persona dentro e fuori…Beato te che starai festeggiando con la MINA…
    http://www.youtube.com/watch?v=TAyEN_33wDU

  25. francesco cremona

    due o forse tre,

    aspettare ancora facile non è.
    a questo punto cosa importa………….

    adesso è facile invece, ( forse)

    il tempo stringe( ma c’è tempo)

    e la temperatura “sube”……….

    allora sì, che tutto sarà facile? (dal 30 ottobre)

    allora due o forse tre? Alien

    meno2 adesso è facile no?

    ciao mina

    ciao tà

    facile notte a tutti

  26. beh forse sono strano io/
    ma il suo stile non mi va/
    forse ha troppe qualità per il gusto mio…
    o semplicemente URLA troppo.
    un Claudio Villa in gonnella…
    Smile

  27. ahahahahah
    meno male che non era del 1272! Wink

  28. anche io ADORO ELLA.
    è incredibile. oggi ho comprato su ebay.com un disco che ancora non avevo… ma credo che la più bella OVER THE RAINBOW in asoluto sia quella di EVA CASSIDY.
    se non l’avete mai sentita, scaricatela.
    non guardatela su youtube chè è una merda, scaricate un buon file e mettetela nello STAREO A tutto volume, dopo aver spento le luci della stanza.
    vi assicuro i brividi a fior di pelle.

  29. red_fox_tale

    mamma che aggressività, un nome è composto da lettere, un suono. Bello, brutto. Un suono. Tutto ha un nome. Lo ha la TASTIERA sulla quale batto, lo ha il cane che accarezzo, lo ha anche il mio profilo in questa bacheca, dove pare esserci una immotivata ostilità per le code delle volpi rosse (red_fox_tale). Ma se non ti piace non è un problema, comunque. Ance a me non piace quello di MadameX o di idraulico, ma li trovo ugualmente simpatici. Questione di tolleranza, non di vecchiaia.

    Venerdì sentiamo se c’è una ballatona rock delle due M. Mina e Manuel…

  30. Federico Mazzini

    Bellissimo pezzo!!!
    Complimenti vivissimi per la scelta!
    Testo splendido, e la voce di Mina come sempre, è al massimo!
    Grin

  31. PieraPaso

    la fà la differenza
    cosi’ mi sembra che sei NESSUNO
    Piera

  32. PieraPaso

    caro Emilio,
    un po’ ho ragione..non CAPISCO e non CAPIRO’
    MAI il perchè qui scrivono con un link strano BOH
    saro’ “vecchia” ma qui è bello leggere nomi “veri”
    Bon nuit..a domani perchè friggo di tirati le orecchie..
    Piera Oops!

  33. PieraPaso

    Oops! grazie caro Mario r
    mi è gradita L’OCCASIONE (bellissimo Album di Massimiliano Pani)
    per dari la buona sera
    Piera
    p.s.
    grazie anche per i MAGNIFICI
    e le coccole!
    se non ci fossi tu!

  34. mario r.

    la Repubblica – Sabato, 24 marzo 1990 – pagina 33
    di ANNA BANDETTINI

    Quando il regista incontrò Mina
    STREHLER: LA VOLEVO MA FU UN PROGETTO MAI REALIZZATO

    MILANO Ah, che matta! Che magnifica matta, la Mina sbotta Giorgio Strehler allegramente, con un grande sorriso Chissà, magari è per questo che mi è sfuggita di mano. Già, perché quasi per caso, viene fuori che il celebre regista e la grande cantante avrebbero dovuto lavorare insieme. Sarà stato venticinque anni fa, forse di più, non ricordo esattamente. E mi pare fosse in occasione di Mahagonny alla Scala. Mina la conoscevo già come cantante. Da quando aveva cominciato la ammiravo molto e avevo seguito anche i suoi cambiamenti, la sua maturazione. Probabilmente siamo entrati in contatto per via di Corrado Pani, che in quel periodo lavorava con me. E deve essere stato durante un dopoteatro, in un locale qui a Milano: parlavamo tutti e tre assieme e io le dissi un po’ così, buttandola lì, Potresti fare qualcosa di diverso con la tua voce. Possiamo vederci. Lei era molto interessata, Giorgio mi piacerebbe tanto, rispose. Fu dopo che cominciò a mostrare un po’ di timori e in seguito venne anche fuori, senza che nessuno lo sapesse, che aspettava un bambino. Il nostro progetto finì lì. Prima ancora di cominciare. Chissà cosa ne sarebbe venuto fuori. Giorgio Strehler lo racconta con una certa tenerezza, ma senza rimpianti. Al contrario di Milva, di Ornella Vanoni con cui ha lavorato, artiste, anzi, che ha formato, e qualcuno dice trasformato, Mina resta per lui un temperamento interessante, originale, ma pur sempre una donna lontana, una conoscenza occasionale. Questo sul piano personale. Perché, sia chiaro, io la Mina la conosco bene. Ho sempre seguito il suo lavoro e ancora oggi ascolto i suoi ultimi dischi. E’ la mia curiosità: un intellettuale, un uomo di teatro deve saper vedere fuori dal proprio ambito. E poi via, non verrà a dirmi che nella vita di ognuno di noi non c’ è stata una canzone che ha accompagnato anche solo un momento. La mia vita non è stata tutta Shakespeare o Brecht. Anzi, c’ è stato un periodo in cui Mina ha accompagnato il mio lavoro, le mie letture, come quando si ascolta un disco mentre magari si legge o si fanno altre cose. Se dicessi che certe canzoni di Mina, che so, Il cielo in una stanza, fanno parte del tessuto della mia vita, non direi una bugia. Ma gli incontri veri, quelli che hanno marcato anche il mio lavoro, sono stati altri. Milva per esempio. Lo sa Giorgio Strehler che tra queste due grandi cantanti italiane, ai tempi, non correva buon sangue o almeno così si diceva? Milva non me ne ha mai parlato. Non so niente. Comunque cosa vuole, sono due artiste differenti. Milva la conosco benissimo e la sua cosa più splendida, oltre alla bravura, alla voce, è l’ accanimento, la determinazione che ha messo nella sua voglia di maturare, di cambiare. Mina, mi pare, ha fatto tutt’ altro di sé e della sua vita. Da suo ammiratore (ma nel ‘ 69, fu anche suo promotore, almeno indirettamente, quando al teatro Lirico, per il cartellone del Piccolo Teatro ospitò un doppio recital di Mina e Gaber che ha fatto storia), Giorgio Strehler apprezza soprattutto l’ eccezionalità, la sua originalità per un paese come il nostro. In Italia siamo pieni di cantanti telefonati. Sì, tutti a imitare un genere, oppure Frank Sinatra, Barbra Streisand. Tutto finto. Mina invece non ha mai copiato nessuno. Ha cercato di essere se stessa anche quando aveva cominciato con l’ aria della giovane esordiente un po’ sfrontata. Chiaro, chiaro che la sua forza è la voce, ma soprattutto il modo come l’ ha usata. Lei ha spaziato su tutti i registri, dal basso all’ acutissimo, e siccome non è una cantante lirica se lo può permettere e con questo continua ad affascinarci. L’ avrebbe trasformata Giorgio Strehler se avesse lavorato con Mina? No, cosa vuoi trasformare. L’ ho vista in televisione, nelle vecchie immagini in bianco e nero di antichi spettacoli, con quei suoi orpelli, con quegli abiti che oggi ci paiono orribili… Eppure a lei sono sempre stati bene. Adesso non so più come è. Ma anche questo fa parte del suo mistero, della sua personalità se non sfuggente, almeno molto particolare. Ha deciso di far figli, di mandare all’ aria il mondo della canzone. Ha deciso di ritirarsi, magari anche dal proprio cliché. Forse non sono scelte difficili, ma sono sintomi di una certa personalità. Come ammiratore, io dico che avrei voluto vederla ancora; come regista, magari, mi sento più vicino a un’ artista che invece lotta fino alla fine, che espone di sé anche l’ immagine della vecchiaia. Ma questi sono discorsi. Mina ha vissuto. Come rimproverarglielo?.

    bula bula, mario r.

  35. Sergio

    Ciao Luigi

    Sì Nuur piace più in francese pure a me!

  36. madameX

    caro IDRAULICO…ELLA è ELLA..ma MINA è MINA..comunque grazie…Mo faccio come la Pierotta che chide il nome a tutti….Ma sto sifone me lo aggiusti o nooooo. non è che sei L’IDRAULICO LIQUIDOOOO…bacetto

  37. Luigi Proto

    Hai fatto benissimo Sergio a condividere con noi il 33 giri francese di Mina. Di questo album su tutte le canzoni, ti consiglio l’ascolto di Lumière in una versione ancora più forte della già bellissima Nuur e poi ovviamente lo strepitoso brano inedito per l’Italia Cigarette.
    Un abbraccio

  38. red_fox_tale

    scusa, che differenza fa’ il mio nome?

  39. emilio bocchi

    Piera non ti arrenderai mai ….

  40. Idraulico

    Madamex ti voglio dedicare UNA CANZONE OVER THE RAINBOW però non voglio scomodare il mago di Oz e la grande Judy ma te la dedico cantata dalla GRANDE GRANDE GRANDE Ella Fitzgerald, non me ne vogliate male fans di Mina lo sono anche io fin da ragazzino ma la Ella per me… E POI Mina non la ancora cantata….. SMILE

  41. PieraPaso

    Caro Mario,
    se vuoi ho una copia da darti..il mio “Controllore di volo”
    ne ha trovate due o tre
    famm SAVE’
    buona sera da Oops!

    Piera

  42. PieraPaso

    perchè non scrivi un nome vero?
    grazie da
    Piera

  43. red_fox_tale

    Perchè ne avevo parlato un mese fa ed era stato cancellato il commento… Frown

  44. angeloparigi

    Chere Madame x mais bien sur …pas de probleme!!!
    Lo sai che non avrai bisogno di farmi gli occhi a mandorla…
    Per l ‘inscrizione al MFC ne parlero questa sera con Loris.
    E non dimentichero neanche la quota dei 20 euro per il tuo Salotto.
    Gros bisous
    AngeloparigiSmile

  45. fra_jazz

    cmq del duetto con manuel agnelli degli afthehours se ne parlava,e pare che avevano mandato un brano a mina..da fan della band confermo le voci.”tre volte dentro me”cantata da mina è spettacolare,e poi l’assolo della chitarra elettrica..brivido!

  46. Diego

    Perché “proprio”?

  47. Sergio

    Buongiorno a tutti ragazzi

    State tutti bebe? Spero di sì. Stamane sono particolarmente felice perché son riuscito a trovare quel tanto agognato 33 giri in lingua francese del 1976 che cercavo da anni!

    Ho voluto condividere con tutti voi questa mia gioia tutta MINOSA!.

    Ciao a tutti.

    Non m’invidiate tanto ehe!

Comments have been disabled.