Il Blog

Pubblicato: 8 anni ago

Diranno che è Facile…

(Aggiornato il 3/11/2009)

Eccovi rapidamente le prime date certe relative al lancio promozionale del nuovo album di Mina: giovedi 29, a meno di imprevisti, Facile dovrebbe essere presentato in anteprima da Vincenzo Mollica sul TG1, mentre venerdì - giorno in cui il sospirato bene arriverà finalmente nei negozi - appariranno le recensioni del disco sui quotidiani. Nulla di certo, invece - a parte le anticipazioni malgiogliesche pubblicate nel numero scorso – sul tradizionale appuntamento con l’articolo di Sorrisi. L’inarrestabile Cristiano, in compenso, sarà protagonista di un’intervista di Gabriele Parpiglia – dal titolo Io e Mina – sul numero di Chi in edicola da mercoledì 4…

Comments
  1. Minofilo

    Ciao MadameX, attenta ale perplessità, qui non sono una cosa buona…Puoi esprimere solo consensi, non critiche… Spero che un giorno non lontano potro’ incontrarti di nuovo, l’ultimo incontro è stato troppo fugace… Giovanni

  2. Lillo

    «… You need me, You feel me, You love me, as I love you…»
    I love Mina.

  3. PINA

    Due cerchietti al pollice destro… ma, soprattuto, la solita voce da incanto!
    Non ho ancora il disco.
    Tra i testi pubblicati, mi ha subito emozionato “Con o senza te”. Sono certa che avremo tanto da tutta questa opera. Per me, ancora poche ore.

  4. ale Bs

    è un album bellissimo…anche se sulla tua bocca lo dirò è ancora nel mio cuore… e nella mia mente

  5. angelomusica

    La voce piu’ sublime e incredibile del pianeta ritorna a regalarci grandi emozioni. Wink

  6. giulia_z

    ribadisco l’incondizionata simpatia!

    ciao simone, buona serata e buona attesa

  7. Simone-Roma

    E meno male che ero io la persona “inutilmente veemente” e suscettibile.
    Per fortuna..

    Per quanto strano ti possa sembrare, il link postato era un segno di distensione che, evidentemente, non hai voluto cogliere.

    Pazienza. Me ne farò decisamente una ragione.

  8. Franco Ghetti

    LA PENSO UGUALISSIMO A TE. CHE STRANO. DI SOLITO NESSUNO LA PENSA COME ME.
    CIAO FRANCO. GRAZIE.
    GRAIE MINA.

  9. madameX

    Come sempre l’emozione la grande emozione della sua magica voce….Mi metterei davanti alla FNAC già da adesso……Quella foto che da il biberon ai pupazzi è davvero dolce…..Della copertina avevo delle grosse perplessità…Domani dopo l’ascolto potremo commentare meglio…Ma il brivido felino è già riuscita a regalarcelo…..Domani saremo alla FNAC ma stasera ragazzi…al Pincio tutti al Pinciooooooooo

  10. giulia_z

    simone.
    converrai con me che questa cosa sta diventando grottesca e davvero poco dignitosa, oltre a entrarci poco con il blog in cui si svolge.

    comunque, ti ringrazio per la simpatica segnalazione. per quanto possa sembrarti incredibile, credo che se mi fosse davvero interessato avrei potuto cavarmela da sola. ti prego, non mi sottovalutare fino a questo punto Wink. fai come me, che do credito all’alta opinione che hai di te stesso.

    e adesso, amichevolmente, godiamoci quella che è forse la sola cosa che attualmente ci accomuna: l’attesa per l’evento di domani!

    con simpatia
    giulia

  11. CIRO69

    hai ragione pure a me ha toccato molto,a voi ricorda una persona che non c’e’ piu’, a me ha ricordato invece una persona ch e’ andata via ma solo da me.

  12. franco-jesolo

    disco straordinario!!!!!lo sto ascoltando da 2 ore e mi meraviglio come sempre, di come questa voce possa toccarti il cuore. grazie MINA per quel gioiello “CON O SENZA TE”. Non mi vergogno a dire che, sentendo questo brano, hai fatto piangere mia moglie e me. ci hai fatto ricordare una persona grandissima che adesso non è più con noi.

  13. Simone-Roma

    Carissima,
    non mi permetterei mai di giudicare nessuno.
    Mi limito solamente a rispondere nel merito.

    Ad ogni modo, per facilitarti nell’attesa, se clicchi su questo link, potrai visionare tutti gli orari dei negozi della catena Feltrinelli.
    Devi soltanto scegliere il tipo di megastore cui ti rivolgi abitualmente (“Libri e musica”, “Musica” etc.) e si aprirà una nuova pagina con tutti i negozi. Cliccando sul tuo, compariranno magicamente gli orari.

    http://www.lafeltrinelli.it/fcom/it/home/pages/puntivendita/negozi.html

  14. giulia_z

    che belle le immagini della copertina e del libretto che sono state passate al tg. trovo che siano minosissime! e attendo con una certa trepidazione di ascoltare il duetto con Manuel Agnelli…il pezzeto che è passato in uno dei due servizi sembra promettere molto bene!

  15. Simone-Roma

    Per rivedere il servizio del Tg1, basta collegarsi al seguente sito:

    http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/home.html

    Sulla sinistra c’è il video dell’ultima edizione (la parte riguardante la Signora è al minuto 31.30 circa)

    Stesso dicasi per il Tg2 (l’edizione delle 20,30 ancora non è stata caricata):

    http://www.tg2.rai.it/dl/tg2/Tg2HP.html

  16. giulia_z

    presumo che l’avermi sottilmente dato della scema sia la GIUSTA reazione alla mia presunta “cattiveria”… Grin

    hai ragione…anche io ho decisamente ALTRO a cui pensare!

    tipo: domani la feltrinelli aprirà alle 9.00 o alle 9.30…?? no perchè nel primo caso dovrò aspettare di uscire dal lavoro per andarmi a comprare sto disco…azz…e l’attesa si prolunga!!! Frown

    ciao simone

    ciao MINA

  17. Raiça

    Alien l’ho visto pure iu..Carne vivaaaaaaaaa…..mi è presa un Colpo al cuore, sì è vero la foto è così tenera Oops! VOGLIO CHE ARRIVI DOMANIIIIIIIIIIIIIII DAI DAI DOMANI… Alien grazie Mario per le foto grazie mille Grin stupende!! Buona sera a tutti..

  18. Luigi Proto

    visto Federico. Evviva!

  19. Luigi Proto

    Sicuro che ne parlano che ne parlano anche al tg2. Ad ongi modo mi sono già sintonizzato

  20. Simone-Roma

    Carissima,
    come hai brillantemente dedotto, se posti un messaggio sotto il mio mi sembra come minimo logico pensare che in qualche modo possa essere rivolto al sottoscritto. E in tal senso ho risposto.

    Per il resto, sorvolo su altri piccolissimi dettagli della tua “opinione”.
    Ora abbiamo altro a cui pensare.

    Buona attesa anche a te.

    P.S. Avrò anche un bassissimo senso dell’umorismo, ma rileggendo il tuo messaggio è davvero difficile cogliere uno spirito ironico (men che meno nella faccina). Anche perchè, per fare un esempio che non c’entra con il tuo messaggio – ma che in qualche modo è attinente-, una cattiveria detta col sorriso, resta sempre una cattiveria.

  21. Luigi Proto

    Siano in feeling Mario, anche tu come me hai colto la bellezza di Carne viva.

  22. Minofilo

    Ragazzi, che tenera la foto di quando Lei da il biberon a due pupazzi di cartone!!!! Dai, tutto sommato e’ molto tenero il tutto!!! Ho appena visto il servizio di Mollica al TG1, ricomincio ad essere speranzoso! Che bello, non mi capitava da tanto essere in tilt per l’uscita del disco! Speriamo bene!!!

  23. Luigi Proto

    Io sono carne viva… ecco già sentire la voce di Mina in questo brano al tg 1 mi ha procurato una forte emozione che solo lei sa dare, già mi piace e che bella che è la copertina. Dai dai domani arriva presto… non resito più. voglio FACILE

  24. MarioBeda

    Ne parleranno anche al TG2 !!!!!!!!
    “…Io sono caaaaaaaaarneeee vivaaaa!!!!”

  25. Federico Mazzini

    Ok,allora a domani!
    Ho appena visto il servio di Vincenzo Mollica, sono molto entusiasta!!!
    Bacio!

  26. ragazzi ho sentito carne viva… mamma mia che emozione… è meravigliosa…. voglio l’albummmmmmmmmm

  27. Luigi Proto

    Caro Federico, credo che tu io e tutti bisgona pazientare ancora un poco e poi penso che Loris metterà on line tutto sul nuovo disco di Mina, così come il sito di Mina.
    Apsettiamo per favore, per noi il rito della presentazione e poi dell’acquisto(la penso ocme Franco GHETTI)è qualcosa di speciale, ripeto è magia.
    Un saluto

  28. robertobagna

    Condividere tanta sana follia con tanti, con tutti voi mi fa quasi morire dal ridere, ma è un riso pieno di emozione, la stessa che provo ogni volta che vado all’acquisto dell’ultima Mina. Sono li davanti al commesso con in faccia l’espressione di chi chiede quasi una ovvietà, sono qui davanti a te, caro commesso per compiere un rito che mi coinvolge nel corpo e nell’anima e tu lo sai benissimo perché è una festa collettiva. Grazie, no, non serve che mi fai il pacchetto, lo aprirò subito, l’auto è parcheggiata qui fuori, lo ascolterò subito, su-bi-to. Non mi fermo a condividere con te o altri questa cerimonia, corro a casa e già in auto Lei sarà con me, per me e le storie che canterà le canterà per me solo. Per oggi. Domani scatterà la follia dei nostri applausi. Grazie Mina. Anche questa è felicità.
    FACILE, no!!!!!!!!!!!???????????!!!!!!!!!!!!!

  29. Luigi Proto

    Ed io sto qui in fremente attesa che Vincenzo Mollica presenti il disco e poi domani finalmente l’scita nei negozi. E per me è sempre magia.
    VIVA MINA

  30. Diego

    Tanto tra poche ore l’avrai dal vivo!

  31. Federico Mazzini

    Qualcuno potrebbe postare la copertina di “Facile”?
    Grazie mille! Grin

  32. Marco Chiandotto

    Buonasera a tutti SONY MUSIC Comunicato Stampa

    http://www.minamazzini.com/news/

    Ciao Grin

  33. Pasqualina

    sono anch’io in trepida attesa del TG1..e domani finalmente potrò rendermi conto se suppongo giusto, quando dico che le due song di Malgioglio saranno sicuramente all’altezza delle altre scritte in passato per Mina. E se poi in FACILE ci saranno brani di Mingardi(perdonami caro Ciro69 se sono in disaccordo con te, ma io comprai BAU proprio peri pezzi di mingardi) spero che ripetano la grandeur (grandeur per me naturalmente) di Datemi della musica..magnificamente duettata, in quel cd, con la Tigre..ciao

  34. link a questa pagina
    29 ottobre 2009
    SONY MUSIC
    MINA FACILE Comunicato Stampa di Esce il nuovo disco di MINA “FACILE”

    FACILE MINA

    Data di pubblicazione: 30 ottobre 2009

    Esce il nuovo disco di inediti di Mina, e la prima curiosità è scoprire chi sono, fra i tantissimi autori (celebri, noti o sconosciuti) che puntualmente propongono le loro composizioni, quelli che hanno avuto il privilegio di entrare nella ristretta rosa dei selezionati.

    Per “Facile”, e per le dodici canzoni del disco, Mina ritrova vecchi amici, conferma recenti frequentazioni e, come sempre, regala opportunità a giovani talenti e incontra nuovi compagni di viaggio.

    L’incontro forse più sorprendente di questo album è quello con Boosta dei Subsonica, che in un’intervista del novembre 2008 aveva dichiarato: “Per me una collaborazione con Mina resta un desiderio da avverare”. La realizzazione di quel desiderio – “Non ti voglio più”, un gran pezzo che suscita memorie di Beatles e di Roxy Music – è uno dei momenti più intensi di “Facile”.

    Ma non meno eccezionale è la canzone che in un certo modo intitola l’album: “Adesso è facile”, un brano che si muove nelle suggestive atmosfere sonore del “nuovo rock italiano”, arrangiato dagli Afterhours, scritto da (e cantato in coppia con) Manuel Agnelli: a conferma dell’apprezzamento di Mina per la band milanese, già espresso nel corso dello scorso Festival di Sanremo.

    Una deliziosa copertina di Mauro Balletti racchiude dodici canzoni – numero fatidico per chi ha sempre amato gli album in vinile – che però diventano tredici perché “Questa vita loca” viene replicata in versione diversa come ghost track, nascosta al termine dell’ultimo brano “ufficiale”.

    E di queste dodici canzoni – scelte una per una con la consueta attenzione e curiosità, registrate nel corso di un anno e mezzo di lavoro, restando sempre aperti a proposte che arrivino anche all’ultimo e che possano trovare posto nella tracklist – ognuna troverà i suoi estimatori e i suoi sostenitori accaniti: perché ce n’è per molti gusti diversi, in “Facile”, dalla cover della canzone sudamericana (appunto “Questa vita loca”) al brano fresco e un po’ british (“Con o senza te”), dalla torch song (“Carne viva”) al pezzo ironico e aggressivamente sensuale (il singolo “Il frutto che vuoi”) alla canzone compostamente cantautorale ma segnata da un potente graffio vocale (“Ma tu mi ami ancora?”).

    C’è tanta varietà, in “Facile”, che l’ascolto del disco scorre come da titolo: il sequencing dei brani è così ben pensato da evitare ogni momento di pausa e ogni prevedibilità, ogni canzone è cantata da una Mina diversa – e sempre, non c’è bisogno di dirlo, al massimo dell’espressività, assecondata da arrangiamenti semplicemente efficaci (li firmano Franco Serafini, Nicolò Fragile, Gabriele Comeglio e Massimiliano Pani, che è anche il produttore dell’album).

    Ecco: verrebbe da dire, se fossimo ancora ai tempi in cui le cose andavano diversamente da oggi, che ognuno dei brani di “Facile” è un potenziale singolo radiofonico. Sono canzoni la cui forza comunicativa si rivela già al primo ascolto, e la cui cantabilità ti conquista già al secondo. Canzoni che non hanno bisogno di essere raccontate, e che rendono pleonastiche anche queste parole che avete appena finito di leggere.

    NOTE SUGLI AUTORI
    Cristiano Malgioglio, la cui ultima collaborazione con Mina risaliva al 1985 (aveva firmato il testo italiano di “Mi mandi rose”, inclusa in “Finalmente ho conosciuto il Conte Dracula”) è l’autore del testo di “Questa vita loca”: e se “Mi mandi rose” era “Todo prosa” del brasiliano Agepê, “”Questa vita loca” è “Vida loca”, una composizione del cubano naturalizzato messicano Francisco “Pancho” Cespedes. In “Facile” Malgioglio firma anche, con Corrado Castellari, “Carne viva”; una canzone che aveva già annunciato due anni fa, direttamente dall’”Isola dei Famosi”, di voler proporre a Mina.

    La coppia Andrea Mingardi – Maurizio Tirelli, già protagonista di buona parte della tracklist di “Bau”, è presente con quattro titoli: “Ma tu mi ami ancora”, “Non si butta via niente”, “Più del tartufo sulle uova” e “Eccitanti conflitti confusi” – quest’ultima è già edita, e intitolava l’album del 1985 del cantautore bolognese.

    “Con o senza te” porta le firme di Samuele Cerri – da tempo nel gruppo dei collaboratori di Mina – Mattia Gysi e Axel Pani: i tre insieme avevano già firmato “Per poco che sia”, in “Bau” (Axel, figlio di Massimiliano Pani, aveva dato la sua voce – per un messaggio in segreteria telefonica – a “Portati via”, uno dei brani di “Bula Bula”).

    Axel Pani ha scritto anche, insieme a Maurizio Morante (presente nei dischi di Mina già dal 1991), “Il frutto che vuoi”, il singolo che ha anticipato l’uscita di “Facile”.

    “Volpi nei pollai” è opera della coppia di autori formata da Matteo Mancini e Gianni Bindi, esordienti alla corte di Mina; come pure Luca Angelosanti e Francesco Morettini, qui autori di “Ma c’è tempo” con Stefano Cenci (già autore nel 1998 dell’ormai classica “Brivido felino”).

    Vantava già un precedente, come autore per Mina, Manuel Agnelli (era sua, in “Leggera”, 1997, “Tre volte dentro me”, rivisitazione di “Dentro Marilyn” degli Afterhours), che qui ha scritto “Adesso è facile” (e duetta con Mina nel brano).

    Debuttante assoluto è infine Davide Dileo, meglio noto come Boosta, fondatore e tastierista dei Subsonica, che firma “Non ti voglio più”.

    FACILE MINA

    1.Questa vita loca (Vida loca)
    2. Con o senza te
    3. Volpi nei pollai
    4. Ma tu mi ami ancora?
    5. Non si butta via niente
    6. Adesso è facile
    7. Carne viva
    8. Ma c’è tempo
    9. Non ti voglio più
    10. Il frutto che vuoi
    11. Più del tartufo sulle uova
    12. Eccitanti conflitti confusi

    1. Questa vita loca (Vida loca) 3 . 5 3
    (F. Cespedes / C. Malgioglio) – Edizioni: Warner Chappell Music Italiana Srl
    Arrangiamento e tastiere: Franco Serafini – Chitarre elettriche e acustiche: Luca Meneghello
    2 . Con o senza te 3 . 2 8
    (S. Cerri / M. Gysi-A. Pani) – Edizioni: GSU
    Arrangiamento: Massimiliano Pani – Programmazione e tastiere: Ugo Bongianni
    Batteria: Lele Melotti – Basso: Paolo Costa – Chitarre: Luca Meneghello – Clarinetto: Gabriele Comeglio
    3 . Volpi nei pollai 4 . 0 9
    (M. Mancini-G. Bindi / M. Mancini-G. Bindi) – Edizioni: GSU
    Arrangiamento: Massimiliano Pani – Programmazione e tastiere: Ugo Bongianni – Batteria: Lele Melotti
    Basso: Paolo Costa – Chitarre: Luca Meneghello – Clarinetto: Gabriele Comeglio
    Cori: Giulia Fasolino, Moreno Ferrara, Antonio Galbiati, Stefania Martin, Massimiliano Pani
    4 . Ma tu mi ami ancora? 4 . 2 0
    (A. Mingardi-M. Tirelli / A. Mingardi) – Edizioni: Cidem / GSU
    Arrangiamento: Massimiliano Pani – Batteria: Lele Melotti – Basso: Lorenzo Poli
    Chitarre: Luca Meneghello – Pianoforte: Ugo Bongianni
    Cori: Giulia Fasolino, Moreno Ferrara, Antonio Galbiati, Stefania Martin, Massimiliano Pani
    5 . Non si butta via niente 4 . 1 5
    (A. Mingardi-M. Tirelli / A. Mingardi) – Edizioni: Cidem / GSU
    Arrangiamento, programmazione e tastiere: Nicolò Fragile – Assistente alle programmazioni: Nicola Fanari
    Batteria: Lele Melotti – Basso: Paolo Costa – Chitarre: Luca Meneghello
    Cori: Giulia Fasolino, Moreno Ferrara, Antonio Galbiati, Stefania Martin, Massimiliano Pani
    6 . Adesso è facile 3 . 5 0
    (M. Agnelli) – Edizioni: Germi / GSU
    Arrangiato dagli AFTERHOURS – L’altra voce è di MANUEL AGNELLI – Chitarra acustica: Manuel Agnelli
    Chitarra elettrica, slide e E-bow: Giorgio Ciccarelli – Basso: Roberto Dell’Era – Batteria: Giorgio Prette
    Archi: Rodrigo D’Erasmo – Tecnico di registrazione: Tommaso Colliva
    7 . Carneviva 4 . 1 9
    (C. Malgioglio / C. Castellari) – Edizioni: GSU
    Arrangiamento: Massimiliano Pani – Programmazione e tastiere: Ugo Bongianni – Batteria: Lele Melotti
    Basso: Faso – Chitarre: Luca Meneghello – Sax soprano: Gabriele Comeglio
    8 . Ma c’è tempo 4 . 1 9
    (L. Angelosanti / F. Morettini-S. Cenci) – Edizioni: Warner Chappell Music Italiana Srl / GSU
    Arrangiamento: Massimiliano Pani – Programmazione e tastiere: Ugo Bongianni
    Batteria: Lele Melotti – Basso: Lorenzo Poli – Chitarre: Luca Meneghello
    Cori: Giulia Fasolino, Moreno Ferrara, Antonio Galbiati, Stefania Martin, Massimiliano Pani
    Arrangiamento fiati e flauti: Gabriele Comeglio – Trombe: Emilio Soana, Pippo Colucci
    Tromboni: Mauro Parodi, Angelo Rolando
    9 . Non ti voglio più 4 . 5 5
    (D. Dileo) – Edizioni: AC Europe Records / GSU
    Arrangiato, suonato e prodotto da Davide Dileo
    1 0 . Il frutto che vuoi 3 . 1 4
    (M. Morante / A. Pani) – Edizioni: GSU
    Arrangiamento: Massimiliani Pani – Programmazione e tastiere: Ugo Bongianni
    Batteria: Lele Melotti – Basso: Faso – Chitarre: Luca Meneghello
    Cori: Giulia Fasolino, Moreno Ferrara, Antonio Galbiati, Stefania Martin, Massimiliano Pani
    1 1 . Più del tartufo sulle uova 5 . 1 4
    (A. Mingardi-M. Tirelli / A. Mingardi) – Edizioni: Cidem / GSU
    Arrangiamento: Gabriele Comeglio – Batteria: Lele Melotti – Basso: Paolo Costa – Chitarre: Luca Meneghello
    Pianoforte: Ugo Bongianni – Trombe: Emilio Soana, Pippo Colucci
    Tromboni: Mauro Parodi, Angelo Rolando – Sassofoni: Gabriele Comeglio
    1 2 . Eccitanti conflitti confusi 3 . 4 6
    (A. Mingardi-M. Tirelli / A. Mingardi) – Edizioni: Cidem / GSU
    Arrangiamento, programmazione e tastiere: Nicolò Fragile – Assistente alle programmazioni: Nicola Fanari
    Batteria: Lele Melotti – Basso: Paolo Costa – Chitarre: Luca Meneghello

    1 . Questa vita loca (Vida loca) 3 . 5 3
    (F. Cespedes / C. Malgioglio) – Edizioni: Warner Chappell Music Italiana Srl

    Quando tu mi manchi / Devo avere calma / Sento il cuore che si danna
    Perché il pensamento / Non regala il tempo / Di sentire che ti sento
    Anche se sta dentro / Questo sentimento / Sento che è eterno / Questa litania che mi porta via
    Perché non ti tengo / Non ho la tua bocca dentro la mia bocca / Con quello che intendo io non mi arrendo
    Anche se sta dentro / Questo sentimento / Sento che è eterno / Questa litania che mi porta via
    Perché non ti tengo / Non ho la tua bocca dentro la mia bocca / Per quello che intendo io non mi arrendo
    Questa vita loca loca loca / Con la sua loca realtà / Che mi rende loca loca loca / Senza più serenità
    Però apro bocca a questo soffrimento / Che non mi abbandona porque a mí me toca / Esta vida loca
    Anche se sta dentro / Questo sentimento / Sento che è eterno / Questa litania che mi porta via
    Perché non ti tengo / Non ho la tua bocca dentro la mia bocca / Per quello che intendo io non mi arrendo
    Questa vita loca loca loca / Con la sua loca realtà / Che mi rende loca loca loca / Senza più serenità
    Però apro bocca a questo soffrimento / Che non mi abbandona porque a mí me toca / Esta vida loca
    Porque tú me faltas / Y extraño tu boca / Porque a mí me toca / Esta vida loca

    2. Con o senza te 3 . 2 8
    (S. Cerri / M. Gysi-A. Pani) – Edizioni: GSU

    Forse non c’è più ragione / Di pensarti più di tanto / Ma se intanto canto, canto te
    Ecco, sono qui a parlare / Con la gente che mi chiede / Come sto, ma io rispondo a te
    Mi attraversano la mente / Centomila e più conferme / Che dovunque vada, sei con me
    Cammino e incontro solo te / Mi guardo intorno, vedo te / E se mi addormento, dormo te
    E appena sveglia poi / Mi stringo forte a te / Con o senza te
    E non so se rido o piango / Ma rivedo ogni tuo sguardo / E che rida o pianga, sei con me
    Non saprei come spiegarlo / Sai com’è, ma vai a capirlo / Tutto intorno suona un po’ di te
    E se provo a distrarmi / Dimmi come posso farlo / Tutto intorno dice dove sei
    Se apro una mano, trovo te / Se guardo lontano, vedo te / E se chiudo gli occhi, vedo te
    E se li apro poi / Io sono accanto a te / Con o senza te
    Se chiudo gli occhi, vedo te / E se li apro poi / Sono accanto a te / Con o senza te

    3. Volpi nei pollai 4.0 9
    (M. Mancini-G. Bindi / M. Mancini-G. Bindi) – Edizioni: GSU

    Come hai potuto pensare che / Gli occhi, forse, non ti tradissero
    Le tue parole sono piume che / Nelle tue mani finiscono / Quando mi credevi già tua
    Ora che la tua parte la faccio io / Vedi che non giocavi soltanto tu
    Ma per un attimo hai visto in me / Un paio d’occhi più limpidi / Forse, ci speravi anche un po’
    Ma come mai non ridi più? / Beccato con quell’aria da innocente
    A caccia nella notte noi / A una preda poi non si rinuncia mai / Siamo volpi nei pollai
    Lo sai, sembra facile fingere / Con me, hai peccato d’ingenuità
    Nei tuoi sorrisi che ingannano / È lì che i denti si vedono / Corti, per la fame che hai
    Ma come mai non ridi più / Beccato con quell’aria da innocente?
    A caccia nella notte noi / A una preda poi non si rinuncia mai / Siamo volpi nei pollai
    Confondi l’alba col tramonto / Tu vuoi vivere così?
    Ma devi stare un po’ più attento / Siamo tutti furbi qui
    Ma come mai non ridi più? / Beccato con quell’aria da innocente
    A caccia nella notte noi / A una preda poi non si rinuncia mai / Siamo volpi nei pollai

    4. Ma tu mi ami ancora? 4 . 2 0
    (A. Mingardi-M. Tirelli / A. Mingardi) – Edizioni: Cidem / GSU

    Ho una certa urgenza di capire / ma non ti vorrei disturbare
    Ho dei vecchi mobili, che devo sistemare / e dei vestiti da smaltire
    Ho un quadro nuovo da attaccare / vorrei dare qualche tocco di colore
    e mettere un po’ in ordine i libri che ho in giro / tirare un po’ il respiro
    E allora, volevo farti una domanda / perché per fare tutto bene / sapere quello che conviene … o no
    Ma tu, mi ami ancora? Ma tu, mi ami ancora? Ancora …
    Io non so camminare su un piede solo / non so se sto strisciando oppure volo
    se devo far la spesa, per una o due persone / se devo apparecchiare per nessuno
    E allora, vorrei farti una domanda / per fare tutto quanto bene / sapere quello che conviene … o no
    Ma tu, mi ami ancora? Ma tu, mi ami ancora? Ancora …
    Avanti, avanti, avanti, tutto va avanti, risate e pianti
    come se fosse facile e irrimediabile, come se lui mi amasse
    Avanti, avanti, avanti, tutto va avanti, risate e pianti
    come se niente fosse, come se non contasse, come se lui mi amasse
    Ma tu, mi ami ancora? Ma tu, mi ami ancora? Ancora

    5. Non si butta via niente 4 . 1 5
    (A. Mingardi-M. Tirelli / A. Mingardi) – Edizioni: Cidem / GSU

    Ci son giorni che chi ce la fa più / Sei raso terra con gli occhi all’insù / vuoi rottamare presente e passato
    telefonare al mondo e darti ammalato / Poi ti guardi allo specchio e ti dai del deficiente
    perché lo sai che della vita non si butta via niente
    Dentro al mio maglione con un buco / ascolto “the best” dei Temptations
    Passo in rivista amori amati e sfortunati / che sembravano e non sono mai stati
    Poi tiro un sospiro e mi do del deficiente / perché lo so che della vita non si butta via niente
    You need me, you feel me, you love me, as I love you / Mi pensi, mi senti, mi ami
    Ci son giorni pesanti come incudini / grigio noia, piagati da abitudini
    Ti viene voglia di rompere col mondo / e di lasciarti andare là sul fondo
    Poi ti guardi allo specchio e ti dai del deficiente / perché lo sai che della vita non si butta via niente
    You need me, you feel me, you love me, as I love you / Mi pensi, mi senti, mi ami
    Poi ti guardi allo specchio e ti dai del deficiente / perché lo sai che della vita non si butta via niente
    You need me, you feel me, you love me, as I love you / Mi pensi, mi senti, mi ami
    You need me, you feel me, you love me, as I love you / non si butta via niente

    6. Adesso è facile 3 . 5 0
    (M. Agnelli) – Edizioni: Germi / GSU

    Dici che mi vuoi perciò mi avrai / Dici che mi sai e poi si sa / Che tanto facile è tanto facile
    Adesso che non c’è più lei / È tanto facile adesso è facile / Sapere cosa vuoi / Capire cosa sei
    Ma ti ho aspettato e scopro / Che sei già passato dentro me
    So che tu mi vuoi / Prendimi se puoi / E dici che mi sai / E poi mi va
    Adesso è facile è tanto facile / Adesso che non c’è più lui / È tanto facile è solo facile
    Capire cosa c’è / O dirsi che non c’è / Ricominciare a vivere con me per me
    E adesso è facile è tanto facile / Davvero splendidi io e te / Adesso è facile è tanto facile
    Capire cosa c’è e amare quel che c’è / Ricominciare a vivere per me con te / Ricominciare a vivere per me

    7. Carneviva 4 . 1 9
    (C. Malgioglio / C. Castellari) – Edizioni: GSU

    Mi sto chiedendo come farti contento / e cosa per te rappresento
    Ma almeno dimmi che sono l’amante del momento
    E se lo raccontassi, ti cascherebbe il mondo / per quella notte indecente
    Tu non avvicinarmi, non far finta di morirmi
    Io sono carne viva, ahi, sono carne viva / sono la tua vitamina / la tua penicillina
    il tuo pentimento / il tuo cedimento / la tua compassione / la disperazione / senza mai un’attenzione
    Io sono carne viva, ahi, sono carne viva / le mie gambe fra le tue gambe / la pressione che mi scende
    sono la tua missione / la tua religione, / non so cosa farne / ma sono carne della tua carne
    Odio il perdono, l’amore all’improvviso / non voglio essere l’ultima tua chance
    ma tu incatenami, trattienimi all’istante
    E se lo raccontassi, ti cascherebbe il mondo / per quella notte indecente
    Tu non avvicinarmi, non far finta di morirmi
    Io sono carne viva, ahi, sono carne viva / sono la tua vitamina / la tua penicillina
    il tuo pentimento / il tuo cedimento / la tua compassione / la disperazione / senza mai un’attenzione
    Io sono carne viva, ahi, sono carne viva / le mie gambe fra le tue gambe / la pressione che mi scende
    sono la tua missione / la tua religione, / non so cosa farne / ma sono carne della tua carne

    8. Ma c’è tempo 4 . 1 9
    (L. Angelosanti / F. Morettini-S. Cenci) – Edizioni: Warner Chappell Music Italiana Srl / GSU

    Voglio rimanere così sul tuo cuscino / Svegliarmi piano piano con te col tuo profumo
    Il sole arriva dolce fin qui dalle persiane / Come una scena fuori dal tempo
    E dondolarci, coccolarci così come bambini / Gustare ogni secondo che il mattino dà
    E fuori tutto va di fretta, lo so, è una rincorsa, lo so
    Ma c’è tempo / Tutto il tempo per noi / Passa lento / Ti voglio e mi vuoi
    Così intenso / Ogni istante per noi / Vorrei avere di te tutto il tempo
    Raccontarci piano io e te sogni e pensieri / Sfiorarci fino all’anima e quasi sorpresi
    Poi trattenere il fiato così senza parlare / Seguendo solo il ritmo del cuore
    E accarezzarci e respirarci così fino a domani / Sperando che domani non arrivi mai
    E la vita va di fretta, lo so che non aspetta, lo so
    Ma c’è tempo / Tutto il tempo per noi / Passa lento / Ti voglio e mi vuoi
    Così intenso / Ogni istante per noi / Vorrei avere di te tutto il tempo

    9. Non ti voglio più 4 . 5 5
    (D. Dileo) – Edizioni: AC Europe Records / GSU

    Se non fossi di plastica cercherei di scaldarti / Non ti conoscessi rimarrei aggrappata
    Ogni notte che sprechiamo qui / Muoio accanto all’intenzione
    Non ti voglio più / Non mi pesa sai / Non ti amo più per l’eternità
    Io ti lascio qui / Non mi chiedere ragioni
    Ora che sei girato io prendo fiato e me ne vado / Senza suole come un ladro a cui han nascosto ogni tesoro
    Ogni giorni che incomincerà / La luce sarà una ferita
    Non ti voglio più / Non mi pesa sai / Non ti amo più per l’eternità
    Io ti lascio qui / E non chiedermi ragioni

    10. Il frutto che vuoi 3 . 1 4
    (M. Morante / A. Pani) – Edizioni: GSU

    Io lo so chi sei, tu sei un’altra lei / Ne ho viste tante ormai
    E se è lui che vuoi, / Non ti dico di no / Io problemi non ne ho
    Se pensi che mi faccia effetto te l’ho detto già / Non è nessun delitto, fai pure
    Cogli il frutto che vuoi / Se hai fame soprattutto di lui
    Se lo tenterai tu l’avrai lo so / Lui non sa dire no / Ma rimane mio, perché dentro di lui
    So viaggiare solo io
    Di te domani più nessuna traccia resterà / Il tempo di una doccia e via
    Cogli il frutto che vuoi / Se hai fame soprattutto di lui
    Ma se vuoi di più, di una notte tu / Speranze non ne hai / Lui rimane mio, perché dentro di lui
    So guardare solo io
    Amore puro, amore vero non lo troverai / L’ho messo già al sicuro e adesso
    Cogli il frutto che vuoi / Se hai fame soprattutto di lui

    11. Più del tartufo sulle uova 5 . 1 4
    (A. Mingardi-M. Tirelli / A. Mingardi) – Edizioni: Cidem / GSU

    Più di qualsiasi cosa possa dire / Più di una giornata in riva al mare / Più del pane col salame
    Più di quando mangio quando ho fame / Più di un tramonto rosso fuoco
    Più di una vincita al gioco / Di una serata con gli amici / Più dei bei tempi felici
    Io ti amo, io ti amo / E forse è meglio che lo dica piano
    Perché ho paura che il mondo se ne accorga / E mi riporti dall’alto fino a giù
    Più di un grattacielo di New York / Di una medaglia d’oro nello sport / Più di un rialzo in borsa
    Più di una bella corsa / Più di un qualsiasi invito / Di un lavoro ben riuscito
    Più del tartufo sulle uova / Di una motocicletta nuova
    Io ti amo, io ti amo / E forse è meglio che lo dica piano
    Perché ho paura che il mondo se ne accorga / E mi riporti dall’alto fino a giù
    Più di un qualsiasi invito / Di un lavoro ben riuscito / Più del tartufo sulle uova / Di una motocicletta nuova
    Io ti amo, io ti amo / E forse è meglio che lo dica piano
    Perché ho paura che il mondo se ne accorga / E mi riporti dall’alto fino a giù
    Fino a giù, fino a giù / Io ti amo, io ti amo, ti amo di più

    12. Eccitanti conflitti confusi 3 . 4 6
    (A. Mingardi-M. Tirelli / A. Mingardi) – Edizioni: Cidem / GSU

    Torno a casa troppo stanca / perché non mi diverto più
    strade, case, forse eravamo eroi / guarda in queste foto, siamo noi
    La sera mi trovo qui con te / giochiamo a carte e non so perché
    tu vinci mentre io sono ancora assorta / in cerca di eccitanti conflitti un po’ confusi

    Registrato e missato da Celeste Frigo per Bluesound
    Mastering: Maurizio Biancani – Fonoprint
    Assistente al mastering: Gabriele Rocchi
    Copertina e disegni: Mauro Balletti
    Realizzazione grafica: Mauro Balletti, Stefania La Gioiosa
    Responsabile della comunicazione: Michele Di Lernia
    Prodotto da Massimiliano Pani

  35. PieraPaso

    caro Franco,
    sei stato un po’ troppo …con Antonio..porello!
    poteva succedere anche a te Rolls Eyes a vederlo per primo :!:
    Piera

  36. PieraPaso

    pardonn..errare umane est!
    Piera :!:

  37. PieraPaso

    è per KD131 Confused: Confused:
    la mia domanda
    Piera

  38. PieraPaso

    Caro….
    perchè non scrivi un nome vero? Confused: Confused: Confused:
    grazieeee mille da
    Piera

  39. ?!Giorgia?!

    ciaooo,da quanto tempo che non vi leggo,eh si con la scuola non ho piu il tempo di prima.
    ho letto tutti i vostri commenti e ancora non ci credo,finalmente domani potrò vedere,ascoltare e ammirare il nuovo album di Mina.
    mi sembra ieri che qui leggevo:a fine ottobre il nuovo album di Mina,invece è domani,sono contentissima Alien
    vi mando un bacio ciao ciao

  40. MarioBeda

    Fra poco più di un’ora terminerà l’attesa e finalmente potrò ascoltare quella voce calorosa che in questi ultimi anni allieta ogni vigilia: la voce di…Vincenzo Mollica del TG1!!!
    Come sempre, condenserà in nemmeno un minuto tutto ciò che ci sarà da sapere sul nuovo album,vedremo la copertina, qualche immagine di repertorio di Mina in studio, sentiremo una manciata di secondi di “Il frutto che vuoi” e/o qualcosa di un altro brano a caso, ci sarà magari anche una domandina al ciuffo bianco emozionato di Malgioglio…
    Domani un altro immancabile rito: prima di recarsi al negozio dei dischi, tappa nelle edicole per fare la solita incetta dei quotidiani più disparati per la raccolta degli articoli!!!

  41. CIRO69

    Amici io tremo al solo pensiero delle canzoni di Mingardi io amo Mina e ascolto tutto di lei ma nella mia personale e ripeto personale classifica Bau lo metto all’ultimo posto so che suscitero’ polemiche a non finire ma e’ la verita’ con ogni cd di Mina mi capita di volerlo ascoltare riascoltare e ancora ascoltare bhe con bau non mi successe e lo dico a malincuore perche’ la mia adorazione per Mina sfiora quasi il patologico.

  42. giulia_z

    e aggiungo…con un pizzico di senso dello humor in più si sarebbe potuto cogliere il senso umoristico della faccina che seguiva il commento sul rovinare la sorpresa…
    mah… boh!

  43. giulia_z

    mamma mia come ti scaldi!

    in realtà se devo rettificare il mio post (che per il resto sottoscrivo nuovamente dalla prima all’ultima parola, chiedendo peraltro umilmente scusa se non posso fare il paragone con quanto accaduto gli anni scorsi visto che faccio parte del club da troppo poco tempo Rolls Eyes ) lo faccio solo in riferimento al luogo in cui l’ho postato (cioè in replica al tuo)…le mie parole non si riferivano al tuo link, che come dici giustamente tu è alla portata di tutti sul sito di tgccom, ma era una riflessione fatta in generale su quello che ho visto passare nel blog nelle ultime settimane, ispirata dal commento di kd131.
    che dire…rimango ancora più perplessa riscontrando con quanta suscettibilità e inutile veemenza si risponda a opinioni diverse dalle proprie, espresse per quanto possibile con serena civiltà…
    un caro saluto e buona attesa
    giulia

  44. Claudio Napoli

    Ciao a tutti!

    Per caso (ma davvero per un puro caso) ho appena visto la copertina e che dire… è stato un colpo al cuore, è assolutamente una MERAVIGLIA!!!
    Mi immagino già da ora le vagonate di martellate sui ciondoli da parte dei tanti ai quali questa cover non piacerà: eppure quanto dice di sè Mina con quest’immagine… è FACILE da capire, o no?!
    Auguro per domani un buon ascolto a tutti!

  45. Ancora più canzoni di MINGARDI??? Frown

  46. Grande Minaaaaaaaaaaa…

    Domani ci farà provare grandi emozioni sentendola cantare!

  47. Simone-Roma

    Scusa, Giulia, sarò tardo, sarò scemo, ma proprio non capisco tirare fuori adesso, un giorno prima della pubblicazione del disco questi discorsi.
    Mi sembra che, una certa dose di curiosità ci sia da parte di tutti e che, in questa occasione, su questo blog, tranne qualche rarissimo caso, si sia mantenuto in generale un rispetto mancato in occasione di altri dischi. Non ci sono state grandissime fughe di notizie, non c’è stata alcuna soffiata.
    Ora, se la Sony a poche ore di distanza dalla pubblicazione del cd dirama un comunicato pubblicato su Tgcom, sky.it, La nazione, ansa e compagnia bella, fatto appositamente per essere letto da tutti e per informare le persone dei contenuti del disco, perchè mai non si sarebbe rispettato il lavoro di Mina?

    In più, come ho detto prima, aggiungerei che nessuno ti obbligava a spingere il mouse sul link postato, dove campeggiava bella in evidenza una scritta “ecco i dettagli del disco”.
    Avrei capito se avessi scritto “La giusta ricetta per una carbonara coi fiocchi”..
    Mah, o come dice Mina, Boh..

Comments have been disabled.