Il Blog

Pubblicato: 4 anni ago

Aprendo l’anima così…

Vi anticipiamo la ricca parte riguardante Mina dell’intervista che il nostro Lucio Nocentini ha fatto nei giorni scorsi a Riccardo Cocciante per il prossimo numero di Raropiù

di Lucio Nocentini

La tua carriera si è spesso incontrata con la sua. Se stiamo insieme doveva essere un duetto con lei, invece ci hai vinto  No. Non abbiamo mai parlato di fare un duetto con quel pezzo. Che io sappia.

Eppure Massimiliano (Pani) aveva anche preparato l’arrangiamento, che è stato poi utilizzato per la canzone Acquolina.   Lo chiederò a Massimiliano quando lo sento. Non ne so nulla anche perché Se stiamo insieme l’ho composta a Miami e non avevo un contatto con Mina, in quel periodo. Poi sono rientrato in Europa e ho partecipato al Festival.

Magari (scherzo) era pronta per venire sul palco a Sanremo insieme a te… e poi le hanno preferito Sarah Jane Morris (Missing you)… Comunque, tornando a parlare seriamente, Questione di feeling può essere considerato in assoluto “il duetto per eccellenza” del panorama musicale italiano.   Quando sono andato da lei e gliel’ho fatto sentire, forse avevo sbagliato la tonalità e la maniera. Lo concepivo un po’ più cantato e meno intimo. Quando l’abbiamo provato non era soddisfacente, quindi Mina ha detto: “sai che? Non lo facciamo!” perché lei è drastica, su queste cose. Le ho detto: “mi dai un quarto d’ora, ci penso su e ti propongo qualcosa. Ci lavoro ma mi devi promettere che lo provi!”. Lei ha accettato. Mi sono isolato per un momento e ho capito che non era giusta la tonalità. Allora l’ho cambiata. Sono ritornato in studio e ho chiesto una sequenza per fare una piccola ritmica. Un fender. Ho messo quattro accordi e ho detto: “Mina, adesso io ti chiedo di cantare insieme a me, in maniera intima, semplice”. Lei mi ha risposto: “io queste cose non le faccio. Non mi piacciono”. Ho insistito: però me l’hai promesso! E lei ha risposto: “Va bene, va bene. Lo faccio”. Così ho messo questi accordi e abbiamo cominciato a cantare in maniera molto semplice. Alla fine del pezzo, era una tale meraviglia che… Si è girata verso di me e ha esclamato: “Riccardo, lo sai che questo è un singolo?”. E questa comunque è stata una prova. Poi abbiamo dovuto incidere il pezzo con l’arrangiamento che conosci, ma la magia di quella prima esibizione non l’abbiamo più ritrovata. Anzi mi piacerebbe tanto avere questo provino, se esiste ancora. Era di una bellezza incredibile. Tutti in studio siamo rimasti colpiti dal feeling creato in quei pochi minuti. E questa è la dimostrazione che una canzone può diventare brutta o bella, solo variando dei piccoli elementi. Alcuni arrangiamenti possono modificare, rovinare o esaltare la bellezza di un brano. E’ un equilibrio delicato.

L’altro grande duetto che hai fatto con Mina, Amore, che prima hai menzionato. Come è nato? Anche per quello si è trattato di una sfida?   No. Amore è un bel pezzo di Maurizio Monti sul quale poi abbiamo lavorato insieme. Ma è più suo che mio. Lo trovavo bellissimo da condividere con qualcuno.

Mina ha cantato anche un tuo pezzo molto forte, nel testo, Donna donna donna. Oddio, mi ricordi una canzone che ho quasi dimenticato. Non lo so. L’ho fatto e all’epoca mi piaceva. Ma lo ricordo vagamente. Dovrei risentirlo per darti un giudizio. Il pezzo che ho invece dato a Mina, che lei ha inciso nel 1986 e che amo molto, è Secondo me. Avrei anche voglia di cantarlo io, una volta di queste. Lei nello stesso disco, Sì buana, ha cantato anche Bella senz’anima

Sì. Lì prende delle note altissime. E tu che concludi sul finale…   Sì sì. Una chicca. Nel suo ultimo concerto dal vivo, nel 1978, Mina cantò anche Margherita.

Poi, in Lochness, cantò Se avessi tempo? Un’altra tua bella canzone. Molto “Cocciante”.  Massimo Bizzarri ha fatto il testo. E’ molto interessante. Anzi è bellissimo (e si mette a canticchiarlo!). Quando una canzone è bella…

Bellezza, come mix tra perfezione e imperfezione, come dicevi prima.   Sì. E Mina è l’esempio. Il grande esempio. Lei canta e fa una o due voci, con delle cose messe dentro alla canzone che in studio magari le chiedono di ripetere, di migliorare. Lei si rifiuta. E ha ragione perché sono proprio quelle cose buttate lì, non perfette, che fanno la bellezza. E secondo me la bellezza è relativa. Nella pittura, anche. La gente considerava cose brutte le novità cubiste, per esempio… La dodecafonia agli inizi era definita un miscuglio di suoni incomprensibili. La donna stessa, una volta, per essere considerata bella doveva essere formosa. Adesso non è più così. La poesia di una volta è bella quanto la poesia di strada. Noi artisti dunque passiamo la vita a chiederci: “Che cos’è la bellezza? Dov’è?”. Insomma non esistono delle regole precise checché ne possa dire un musicista incallito.

Mina insomma è stata molto importante, per te.   Io amo molto Mina e penso che lei mi ami molto. Questo lo sento. E mi piace anche la sua semplicità di vita. Ricordo una volta, siamo andati a Milano e lei mi ha cotto due uova al tegamino. Era mezzanotte o giù di lì e lei le ha fatte strapazzate. Buonissime. Devo dire che è bravissima ai fornelli.

Comments
  1. come possa essersi dimenticato di Donna Donna Donna non lo so.
    Qualche anno fa gli chiesi…(davanti a tipo 3.000 persone) proprio di questa canzone perchè mi ricordavo perfettamente di aver letto quando uscì pappa di Latte che a lui non era piaciuto l’arrangimento e come Mina aveva affrontato e modificato il pezzo.
    Non si ricordava di averla scritta.
    niente… ne titolo ne parole…nulla.

    mistero!

  2. Dario

    Eppure mi sforzo, sai Carlo bello!!!

  3. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi c’è una bella canzone che la nostra MINA In Love canta con R.Cocciante è:
    AMORE
    Amore amore
    amore amore
    amore amore, amore amore
    amore amore
    amore amore
    amore amore, amore amore amore

    Una sera di festa a maggio
    tu e l’amico mio
    che cercava parole sui discorsi della gente.
    Eri bella da fare male
    da restare storditi
    quella volta
    quel primo giorno
    che ti ho visto per caso,
    Amore,
    ti ho chiamato il giorno dopo in casa
    e ti ho detto
    Scusa non volevo disturbarti
    ma ieri non hai sorriso,
    non hai detto una parola
    ed io voglio sentire la tua voce
    e sentire il tuo respiro.

    Amore amore,
    amore amore
    amore amore amore
    amore amore

    Amore amore
    amore amore
    amore amore amore amore

    Ciao, che fai tu da queste parti
    qui al portone mio?
    Se aspettavi qualcuno
    non significa che sia io,
    E’ una bella serata questa di primavera,
    e ti senti sicuro di non perdere mai.
    Amore,
    ti ho trovato un giorno sotto casa
    e mi hai detto
    Senti io non penso ormai che a te
    dimmi solo se hai voglia di un momento insieme a me
    o io possa sparire adesso,
    una foglia che alza il vento .
    Amore amore,
    amore amore
    amore amore amore amore amore,
    amore amore
    amore amore
    amore amore amore amore amore

    Amore amore,
    amore amore
    amore amore amore amore amore,
    amore amore
    amore amore
    amore amore amore amo
    Grazie MINA In Love

  4. Romeo

    Se Avesse Tempo..La nostra grande Signora…Ci potrebbe deliziare delle belle melodie del maestro Richard Cocciante …..Dopo Dalla ,credo che il duetto con Lui sia perfetto per compatibilita’ vocale!!!
    Se dovesse ascoltare tutte le nostre preghiere musicali ..La nostra dovrebbe vivere altre tre vite,,che io personalmente le AUGURO!!!

  5. Dario la devi smettere di pensarla come me!

  6. Dario

    Abbiamo lo stesso sogno, ma è tutto il repertorio di Cocciante che a mio avviso Mina potrebbe interpretare …

  7. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi ..c’è la bellissima canzone che la nostra MINA In Love canta in coppia con R.Cocciante, nell’ Album Finalmente ho conosciuto il Conte Draducula è:
    QUESTIONE DI FEELING
    Cantiamo insieme in libertà
    lasciando andar la voce dove va

    Così per scherzo tra di noi
    posso provarci anch’io, se vuoi
    inizia pure, vai

    Sai, la melodia che canterei
    sarebbe quasi un pò così
    potrebbe essere

    Così, aprendo l’anima così
    lasciando uscire quello che
    ognuno ha dentro,
    ognuno ha in fondo a se stesso

    Che per miracolo adesso
    sembra persino più sincero
    nel cantare, nel cantare insieme

    Ah ah ah, ah
    ah ah ah, ah
    questione di feeling,
    ah, ah ah ah,
    ah ah ah, ah
    questione di feeling,
    solo di feeling

    Così per scherzo fra di noi
    improvvisando un pò

    ti seguo pure, vai

    La sera arriva,
    il giorno piano, piano se ne va

    ma se canti resta là

    Ah ah ah, ah
    ah ah ah, ah
    questione di feeling,
    ah, ah ah ah,
    ah ah ah, ah
    questione di feeling,
    solo di feeling

    Aprendo l’anima così
    lasciando uscire quello che
    questione di feeling,
    lasciando emergere in noi
    spontaneamente quel che c’è
    nascosto in fondo

    ah, ah, ah, ah, ah
    ah, ah ah ah,
    ah ah ah, ah
    ah, ah ah ah,
    ah ah ah, ah
    questione di feeling,
    solo di feeling.
    Grazie MINA In Love

  8. mauriziobs

    Io invece dalla Mina di oggi sentirei volentieri la Sua interpretazione del pezzo “Non e’stato per caso”
    Un saluto a tutti gli amici del Mina fan club

  9. Amo molto Cocciante, sostenni molti anni fá un’audizione con lui per il musical i Promessi Sposi dove non venni presa per incompatibilitá fisica o Giulietta (ero giá na vecchiarella) oppure badante (ero troppo giovane e troppo magra). Ricordo ancora la sua umiltá ed umanitá, la ricordo come l’audizione più significativa della mia baby carriera, quella che mi porterò per sempre nel cuore! Cocciante e Mina insieme sono la perfezione! Cocciante dal vivo è una bomba di emozioni, ti rivolta l’anima, lasciandoti senza fiato, come se fosse passato un uragano! Entrambi sono i miei Amanti di Valore

  10. FAvoloso anch’io lo desidero Smile sarebbe magnificaaaaaa cantata da lei

  11. mario basileus

    C’è una canzone di Cocciante che da anni sogno interpretata da MINA: QUANDO FINISCE UN AMORE…

Comments have been disabled.