Il Blog

Pubblicato: 14 anni ago

Torna, caro vinil

di Mauro vinilefacilePennazio

Sta per concludersi un anno memorabile, per noi mazziniani di ogni età e latitudine. A cominciare da “quelle briciole di più” rappresentate dai cinque Riassunti d’amore che hanno allietato la nostra estate: quante e quali cantanti possono permettersi in un sol colpo 5 – dicasi 5 –  raccolte di brani così sostanziose e di alto livello? Queste deliziose ciliegine si sono lievemente inserite sul piatto forte dell’anno: la pubblicazione di due album tra i più belli e sorprendenti dell’intera carriera di Mina. Ancora una volta, più che mai, la Nostra Signora della Canzone ha spiazzato tutti, prima proponendo l’amato repertorio del melodramma (e dintorni), filtrato dalla sua palpitante sensibilità di donna e artista; e poi regalandoci l’album pop contenente il più alto tasso di classe interpretativa di questo ormai denso scorcio di millennio. A dispetto di tutti i pregiudizi e le critiche malevole che tentano puntualmente e vanamente di scalfire ogni suo lavoro discografico, ha sfornato Facile, un disco che trasuda energia e amore:  stimolante eppure rassicurante, sospeso tra sperimentazione d’autore e sonorità carnali. Ma la vera novità di questo anno di grazia, l’evento epocale di un 2009 ricco di così tanta Mina, è senz’ombra di dubbio il grande ritorno del vinile, negli anni precedenti sospirato, evocato, richiesto a suon di petizioni e proclami… L’amato e indimenticato trentatré giri o long playing o padellone che dir si voglia, è tornato alla grande a girare sugli accoglienti piatti dei nostri quasi disoccupati impianti a fedeltà più o meno alta… E in che inaspettata abbondanza: per primo l’intero periodo d’oro della  RiFi e successivamente gli esordi targati Italdisc  stanno rivedendo la luce grazie alla casa discografica Halidon: mentre la Sony non vuol essere da meno e immette sul mercato, a ritmi vertiginosi, preziosissime copie numerate degli album mazziniani dell’ultimo quindicennio in versione picture disc! E in tutto questo ristampar di solchi hanno trovato spazio anche i due capolavori neonati! Vinile, “caro” vinile mai finito in soffitta, sei tornato con un maquillage che ti ha ringiovanito: nero, bianco, rosa o picture, con o senza copertina… E’ bello ritrovarti fra le mani e riascoltare il tuo timbro caldo e  avvolgente. Un mare, un oceano di note che scaturiscono (alcune per la prima volta) dai solchi accarezzati da tanti pick-up folli di desiderio… E’ nuovamente il trionfo del disco suddiviso in “lato A” e “lato B”, con i ruoli ben definiti per ogni canzone a seconda della sua collocazione: generalmente le più “forti” in apertura di facciata, poi una intimista, a seguire una di spessore interpretativo e una leggera, prima del pezzo forte nel finale di entrambi i lati… gerarchie a volte sovvertite ma sempre pronte a essere ristabilite nel disco successivo. La rivincita della fatica meccanica e del tempo scandito da misure umane sulla comoda ripetitività del virtuale… Oppure non è vero niente, ed è solo che vogliamo tornare giovani e riassaporare il gusto di arrivare a casa con un nuovo “ellepi” di Mina, aprire la confezione, appoggiare delicatamente il disco sul piatto, far partire il tasto start, fare scendere con cura la puntina sul bordo, accomodarci  in poltrona o sdraiarci sul tappeto, chiudere gli occhi e…”Quando tu mi manchi/devo avere calma/sento il cuore che si danna…”

Comments
  1. renz

    LA GENTE NON SA DI facile ne’ piu’ ne meno di altri cd di altri cantanti.oggi tutto si brucia in fretta xchè cè altro davanti agli occhi e orecchie. brutto o bello che sia.tutto si brucia nello spazio di un giorno.e parlo della publicita’. non sono le radio che non si adeguano ma mina che è fuori, e le fa onore, dal sistema del pagamento alle radio, con i soldi o con il corpo. e parlo naturalmente di ospitate nelle radio come fanno tutti.la sony lo ripeto, non puo’ fare di piu’, secondo me.mina col corpo non cè.cosa dovrebbe inventarsi x una voce priva di corpo?un altro sanremo? con tutto il battage creato sul festival che ha avuto anche su mina i suoi effetti positivi. quanta gente avrebbe conosciuto e parlato del cd melo’ senza quella campagna pubblicitaria?avere certi spazi non è semplice se si è latitanti.io credo cque che mina sia conscia di questo e non ambisca a fare piu’ boati ad ogni uscita di un suo disco. credo gli interessi il pubblico a cui puo’ arrivare e lasciare un gran ricordo con gli ultimi lavori che ha fatto e non solo con i vecchi.secondo me è molto positivo fare delle colection saltuarie xche’ chi si avvicina ad un artista x curiosita’ vuole avere un immagine globale inizialmente. difficilmente si compra un cd di inediti a meno che non venga regalato. a me da piu’ fastidio quando la si calunnia e la si sminuisce volutamente non riconoscendole il suo ruolo ed il suo posto senza ne’ conoscerla bene o neanche essersi soffermati ad ascoltare ogni suo lavoro. noi sapiamo che mina è un mito xchè cè arrivata ad esserlo con la sua arteproprio grazie al fatto che ha potuto lavorare sulla sua voce e con la sua voce.spogliandosi del personaggio è venuto fuori tutto il suo valore e negli anni , grazie ai dischi che ha fatto , i nuovi artisti si sono sempre scontrati con la sua voce ed il suo talento e sono stati tutti fermati nella loro ascesa.oggi mina è talmente grande che nessuno definisce un nuovo artista la nuova mina. perchè tutti riconoscono che è talmente in alto( grazie anche ai lavori cxhe ha fatto in questi annie alla sua popolarita)che non ha paragoni o eredi.ne’ la pausini nè giorgia. tutte hanno mostrato i loro limiti. ma ci rendiamo conto che ogni hanno mina è inclassifica in mezzo a gente che potrebbe esser sua pronipote come carta , amoroso ecc?e senza batter ciglio , stando comodamente a casa sua.e questo grazie a lei che si fa amare da tantissima gente che la ama e la RISPETTA PRIMA DI TUTTO.

  2. GiacoMino

    A GiacoMino piace questo elemento!

    La mia domanda è: cosa possiamo fare attivamnte e in prima persona per promuovere il disco?
    Al di là di pubblicare link sulla mia pagina di Facebook, al di là di far ascoltare l’album agli amici che salgono sulla mia auto, cosa posso fare?
    Ho convertito con Facilità mia sorella, dello zoccolo duro di Vasco, ed ora Facile ha scalzato Tracks 2 dallo stereo, ma non basta…
    Voce di un uomo che grida nel deserto! Dovremo andare con lo stereo in spalla per strada?

    Forse firmare una petizione da inviare alla Sony non è una cattiva idea, anche se potrebbero riderci in faccia… Ma perchè non fanno promozione??? Il disco è stato prodotto, l’hanno distribuito, e adesso vogliono lasciarlo sugli scaffali? Non è controproducente prima di tutto per loro? Non capisco…
    Neanche uno straccio di spot TV, e siamo quasi a metà dicembre… Come fa la gente a sapere che per Natale può regalare Facile?

    Allargando il discorso, e per non volerci sentire a tutti i costi “i perseguitati”, credo si possa affermare che ormai tutti gli artisti vengono un po’ abbandonati al proprio destino dai discografici… Della serie: promuovetevi da soli, io sto a vedere chi mi fa incassare di più… E chi si perde viene rimpiazzato.
    Solo che per Mina questo loro atteggiamento è molto più problematico, perchè non ha modo di fare promozione diretta (fatta eccezione per casi rari e davvero poco ripetibili come Sanremo).

    Sulle radio non so più fare affidamento…
    Evito volontariamente il discorso sul singolo di lancio, il frutto che non avrei mai voluto, perchè finirei col dare ragione ai dj che non l’hanno passato… (prego, accettate un parere unicamente personale senza crocifiggermi).
    Ma “Adesso è facile” è forte, ha tutte le carte in regola per vivere in FM. Perchè non la sento mai? La passeranno una volta al giorno solo su Radio Italia, che purtroppo non fa molta tendenza…
    E’ davvero tutto un discorso di soldi? E’ mai possibile che non possa decidere il “pubblico sovrano”? Insomma, se la facessero sentire almeno un po’, l’ascoltatore potrebbe decidere se richiederla. Nel televoto, almeno, tutti hanno diritto agli stessi tempi di esposizione mediatica…
    La verità è che l’ascoltatore deve volere solo certe cose, è così?
    Tristezza…
    Potrei indignarmi per cose più serie, certamente, ma anche queste faccende “leggere” parlano di un mondo strano, dove non siamo più abtuati ad esercitare il giudizio o il senso critico, solo a ricevere passivamente dall’alto…
    Ma l’alto cos’è? Ci sarà da fidarsi?

  3. mario r.

    No, carissimo Loris, ADEGUARSI MAI!
    Peggio chi si perde nel titatutto…..

  4. loris

    E invece – caro Mario – Giorgia e Lillo non hanno fatto che fotografare con lucidità – sia pure con profonda amarezza – una situazione reale. Si può far finta di nulla ed abbandonarci – qui, nella nostra rassicurante Bula Bula di irriducibili – agli entusiasmi di sempre, ma il momento che stiamo vivendo è quello che è e prenderne razionalmente atto non significa assolutamente – al contrario di quanto sostieni tu – adeguarsi all’andazzo generale e rassegnarsi al tritatutto di ogni valore. Possiamo prendercela con le radio che ignorano Mina, con la Sony che fa poco o nulla per sostenere con una promozione adeguata l’artista più prestigiosa della sua scuderia, con una larga fascia di pubblico ormai rassegnata alla “mediocritas” dei fenomeni passeggeri sfornati dai talent show televisivi e pronta a trangugiare passivamente ciò che passa il convento mediatico, possiamo anche inveire contro il degrado culturale prodotto dal “lavaggio dei cervelli e delle coscienze” perpetrato da decenni da parte di chi detiene il controllo semitotale di TV e stampa… ma la realtà rimane questa e non cambia semplicemente foderandosi gli occhi di salame. FACILE è un disco bellissimo, ma è purtroppo vero che tanta, troppa gente sa a malapena che è uscito. E proprio per questo, ora più che mai, è importante che il Fan Club continui ad esistere e sostenere Mina con la passione (non cieca e non sorda) di sempre. Con la certezza che anche questo momentaccio passerà e che il domani, quando avremo finalmente questi anni bui alle spalle, sarà migliore e ristabilirà i giusti valori delle cose. Io ci credo.

  5. mario r.

    Ho letto Lillo e Giorgia.

    Giorgia e Lillo penso che siamo messi molto male è tutto un triturare un scappare via, fare presto, tirare fuori il prossimo “fenomeno” e poi ricominciare. Cosa resta: NULLA.

    Però se andiamo un pochino col pensiero a cosa resta di Mina, cazzo, è tutto lì, non scappa via niente, la sua traccia è definita, il suo lavoro ci parla, si sentono profumi artigianali, si intravede una bottega un forno del pane senpre fresco, buono.
    Noi lo sappiamo, peccato chi si perde nel trittatutto.

    bula bula, mario rossi-

  6. renz

    ho letto l’indignazione di alcuni xchè mina non sia pubblicizzata e non passa nelle radio. ma , dico , ci rendiamo conto dei tempi in cui viviamo, dovequelli emergenti che le case discografiche hanno tutto l’interesse a spingere” xchè sono il futuro della stessa impresa, vendono 40 50 mila copie andando in vetta alla hitparade. oggi la pubblicita’ non serve a nulla xchè chi vuole il cd se lo scarica da internet o se lo fa masterizzare.di dischi se ne vendono pochissimi e chi compra sono solo gli adulti o gli strafan di un big e solo x collezione. ma avete visto la fine dei cd di vanoni consoli, amoroso morandi , buble’ elisa , pausini. toccata e fuga grazie ai fans. mina vende tutto il catalogo. chi piu’ di lei vende i dischi di ieri come quelli di oggi?nessuno.e poi avere quasi 15 compilation in un anno ………. chi le ha?vendute dai giornali e edicole.son sicuro che mina in primis non si lamenta. è la realta’ di oggi. ma avete visto che tutti si riversano a fare cover xchè gli inediti non si vendono.e alcuni big non vendono manco quelli , comprese le loro inutili compilatin.vasco si è ridotto a fare compilation e dischi rarix i suoi fans. è finita l’era del sold out. oggi ognuno si cura il suo orticelloe a prezzi stracciati.mina ha il coraggio di un bel disco ma i mezzi x farlo conoscere sono le tourne’ee basta. la forza del live puo’ convincere ancora. manco la tv puo’ piu’ niente. vedi morandi che manco i suoi fans hanno comprati i suoi dischi. mina è privilegiata xchè suscita ancora interesse x quello che fa e lo dimostrano le critiche che attendono i suoi lavori. ma al lato pratico manco i piu’ grossi amanti della musica si siedono in poltrona con le cuffiea ascoltare un buon cd. abbiamo tutti frettaed in fretta consumiamo tutto.cè troppa carne inutile al fuoco e quando arriva quella buona non vogliamo gustarla xchè abbiamo perso il gusto del bello.sono i tempi. avete visto la carmen alla scala .di tutto si è parlato tranne che degli interpreti.di mina x fortuna si parla anche fuori dai suoi dischi .. e gli altri li fa vendere xchè esser con lei porta un sacco di pubblicita’: vedi vanoni, celentano , giorgia, baglioni( x 1 munuto di voce solamente). che vogliamo? piano piano il mondo di mina aumenta sempre xchè lei arriva al cuore e gente sensibile cè ne . gente che pian piano comprera’ tutta la sua opera. è mina che sceglie noi arrivando al nostro cuore , x forza.io non mi DISPIACIO DI NON ESSER FAN DI PAUSINI O FERRO CHE TROVIAMO SPESSO NELLE RADIO O IN CLASSIFICA.NON HO UN LORO DISCO XCHè NON MI PIACCIONO . MANCO X CURIOSITA’.VORRO’ VEDERE SE I LORO FANS A 50 ANNI AAVRANNO ANCORA VOGLIA DI SENTIRLI.MINA Cè E GRAZIE A DIO CI COMMUOVE ANCORA E COSI’ TANTE PERSONE CHE A LEI SI AVVICINANO… PER CASO.TANTA VITA A QUESTO MIRACOLO CHE è MINA … E A NOI CHE CI NUTRIAMO DI LEI COME LEI SI NUTRE DI NOI.

  7. madameX

    Buon Giorno Tigrotti….
    Vassallino al contrario questa canzone ha un velo di malinconia e mi disarma come tutto l’LP che considero forse uno dei più belli…
    Svegliarsi rinco….e ascoltare MINA CANTAJANNACCI nun te viene per niente la voglia de TIRA A CAMPA’….
    Io mi ascolto Come volpi nel pollaio…..almeno mi riprendo..
    Un abbravccio a tutti i tigrotti un bacio a te speciale ovviamente sulle labbra…ta madame

  8. PieraPaso

    si caro Vasssssalino,
    è il mio motto TIRA A’ CAMPA’
    Buondi a te e a tutti, con un bàsinn
    Piera Razz

  9. Vassallo paleologo giuseppe

    Buondì a voi tutti….Meglio non parlare di meteo…Giusto Loris? Alien Oggi il giradischi suona TIRA A CAMPA’ brano strepitoso….un brano che da carica…ascoltatelo anche voi!!!

    Vivere di malinconia
    è come darsi in malattia
    43, Via Procaccini
    c’è qualcuno che sta peggio anche di te.
    Vengono a galla le bugie
    e il naso non si allunga mai
    mai, mai, mai.
    Tira a campà
    tira a campà
    tira a campà
    Pasquale
    la dignità, l’impunità
    son cose tanto lontane.
    Tira a campà
    tira a campà
    tira a campà
    Pasquale
    non tocca a te
    capir prchè
    se un uomo muore
    la vita va.

    Parlar da soli è una mania
    e chi sta zitto in pizzeria
    è quello là, Via Procaccini
    sempre là che piange e ride anche per te
    guardarsi intorno e non capire
    che la canzone sta per finire.
    Tira a campà
    tira a campà
    tira a campà
    Pasquale
    la dignità, l’impunità
    son cose tanto lontane.
    Tira a campà
    tira a campà
    tira a campà
    Pasquale
    non tocca a te
    capir prchè
    se un uomo muore
    la vita va.

    Kiss Wink

  10. Caro Lillo, il tuo post, mi ha dato lo spunto per sottolineare due cose che hai detto anche tu e che pensavo proprio oggi quando stavo in macchina. Ma la SonY dorme??? O cosa? Stò facendo più pubblicità io a Mina con la mia pagina Facebook, con il passaparola che la sony con la pubblicità al cd!!!Nessuno sà dell’uscita del cd!!! Io sono indignata per questa cosa!! Non sò se sia il caso di raccogliere firme per protestare sul fatto che il cd di Mina non sia stato per niente pubblicizzato. MINA TORNA ALLA EMI!!!! La Sony fece un contratto alla mia carissima amica Lighea e la mise a tacere, lei per 5 anni non potette cantare in giro, ed incidere canzoni perchè la sony aveva l’esclusiva perchè in quel periodo doveva uscire fuori una certa Irene Grandi, ora a chi tiene di più la Sony se MIna non è pubblicizzata per niente? chi stà distruiendo contemporaneamente? Non può essere che un capolavoro del genere stia passando in sordina, Mina non può essere destinata solo ad un pubblico di nicchia, lei è la Regina del Pop italiano cazzo!!! Facciamo qualcosa…. Se vi hanno dato ascolto per i vinili ci daranno ascolto anche per questo… Evil

  11. Francesco

    Grazie Franco per le news!

  12. Lillo

    FACILE è un gran bel disco. E la NON TI VOGLIO PIU’ è la dimostrazione di quello che Mina riesce a fare con la sua voce: straordinariamente moderna, in grado di cogliere il senso dell’oggi. E’ la mia preferita in assoluto. Ognivolta che l’ascolto mi sembra di vivere quel dolore. Strano: mi piace perché parla di una separazione in corso.
    Belle tutte le altre interpretazioni che – a parete il duetto con Manuel Agnelli – rientrano nel cliché del repertorio minesco.
    Detto questo non accetto:
    1) il fatto che Mina non sia più trasmessa dalle principali radio, praticamente dai tempi del Mina-Celentano. Le ragioni saranno più o meno valide (passaggi pagati, pubblico giovanilista, ecc.) ma è così;
    2) il fatto che Mina sia ridotta a un mero fatto di collezionismo: Novegro, fiere del dei vinili, uscite di vinili pictures, RIFI, PDU, EMI e SONY: mi sa di archeologia e di antiquariato;
    3) il fatto che, a quanto pare, MINA la compriamo solo noi: una, max due settimane di permanenza nei primi dieci e giù, in picchiata libera, nel fondo delle classifiche. Non importa? A me dispiace;
    4) il video di Benedetta che mima la voce di Mina. Non mi piace. Servirà a far rientrare FACILE in classifica?
    resta il fatto che lei non c’è e non si manifesta. Resta una presenza immaginata.
    Evocata, supplicata, omaggiata… ma mai appalesata.
    Solo fan (tra cui il sottoscritto) che ne giustificano le rispettabilissime scelte, che la difendono a spada tratta, i giovani “Ma lei – ah ah ah – ascolta Mina?” e io “Ma che cazzo dici? Ma sai chi è almeno?… ascoltala qua e poi mi dici” eccetera eccetera.
    Una storia che va avanti così da tempo, ormai.
    Per me riascoltarla è ogni volta un massaggio al cuore e un toccasana per la mia anima.
    Anche se triste.

  13. Sergio

    Per Savy, FrancoPisa e GiacoMino,

    GRAZIE di cuore ragazzi a tutti e tre delle preziosissime informazioni e della email della Halidon (grazie Giacomo). Ora mi sento un pò più sollevato a sapere che vi sono arrivati. Cominciavo anch’io a preoccuparmi di non “vederli”!. Essendo quasi un mese che li ho ordinati, se sarò fortunato, dovrei riceverli la settimana prossima.

    GRAZIE ANCORA

    Ciao

  14. FrancoPisa

    ops .. volevo dire: 8

  15. FrancoPisa

    x SERGIO
    Ricapitolando: i vinili pictur sinora usciti e stampati dalla SONY sono:
    prima emissione:
    CANARINO MANNARO (doppio)
    N° 0
    BULA BULA
    seconda emissione:
    OLIO
    LEGGERA
    TODAVIA
    Terza emissione:
    NAPOLI
    NAPOLI SECONDO ESTRATTO
    L’ALLIEVA
    la prossima emissione verso la metà di gennaio dovrebbe comprendere:
    PAPPA DI LATTE (doppio)
    CREMONA
    SCONCERTO
    Avendo avuto modo di parlare con un addetto ai lavori mi ha “confessato” – salvo ripensamenti da parte della SONY – che non vedranno la luce in pictur disc gli LP di VELENO e DALLA TERRA, perchè dicono ce ne sono ancora molti in magazzino (Boh…) usciranno invece gli altri due rimanenti e cioè MINA-CELENTANO e BAU mentre è incerta la raccolta TI AMO.
    RIPORTO TESTUALMENTE QUELLO CHE MI E’ STATO RIFERITO.
    Per quanto riguardano le emissioni della HALIDON riguardanti i LP ITALDISC – sono usciti:
    Prima emissione
    TINTARELLA DI LUNA – MH 181 – 1° LP
    IL CIELO IN UNA STANZA – MH 182 – 2° LP
    RENATO – MH 185 – 5° LP
    MINA 7 – MH 187 – 7° LP (Raccolta)
    devono ancora uscire e non so quando:
    DUE NOTE – MH 183 3° – LP
    MOLIENDO CAFe – MH 184 – 4° LP
    STESSA SPIAGGIA STESSO MARE – MH 186 – 6° LP
    MINA 20 GRANDI SUCCESSI – A 11 (Raccolta)- quello con la foto con il boa bianco;
    MINA INTERPRETATA DA MINA – AS 36 (Raccolta) – uello con il vestito giallo plissettato;
    CANTANAPOLI – Z 30/6 (compilation) quello dove MINA canta o canzoni in napoletano.

  16. GiacoMino

    Ciao a tutti!
    Anch’io ho comprato i due vinili in questione sul sito della Halidon, e vi confermo che per riceverli ho dovuto aspettare circa 40 giorni… Al 30° giorno ho iniziato a preoccuparmi e così ho scritto una mail alla Halidon per chiedere informazioni, indicando il codice associato al mio ordine. Forse sarà una coincidenza, ma nel giro di una settimana i dischi sono arrivati…
    Se a qualcuno può servire, l’indirizzo è
    press@halidononline.com

    Buona serata!

  17. savy

    Buonasera a tutti.Sono strafelice per il ritorno del vinile.Colleziono MINA in vinile dal 1993,ora sono a circa 280 ma non vi dico i soldi spesi tra ebay e mostre del disco.Ho rinunciato a viaggi,vestiti,cene fuori,insomma a tante cose pur di avere un lp in più.Ma ora quando mi giro e li vedo tutti allineati l’orgoglio è veramente tanto anche se c’è ancora tanta strada da fare.Volevo dire a SERGIO che anch’io ho ordinato i dischi ma li ho comprati direttamente sul sito della halidon ma ancora non è arrivato niente.Mi hanno scritto dicendomi che sono in arrivo.HO ordinato RENATO e MINA N 7,non sò se è uscito anche MOLIENDO CAFE’,forse ti confondi perchè ha la stessa copertina di MINA N 7,cmq voglio vedere le nuove uscite.Appena mi arrivano ti faccio sapere.Buona serata a tutti.

  18. Francesco

    E’ una gioia però avere e guardare quei vinili esposti… come quello di NAPOLI SECONDO ESTRATTO che raffigura quel micidiale Totò che è una potenza della natura… ma non sono da meno gli altri… il problema ora è questo: visto che li ho messi tutti esposti a mò di vetrina nello studio se ne usciranno degli altri??? Dove li metto???? non ho più spazio!!!!

    Saluti da Palermo
    Francesco

  19. francesco cremona

    è già, purtoppo si, e mi dispiace tanto, perchè facile è un bel lavoro veramente, che non merita di passare inosservato come quasi sta succedendo, mi auguro che il singolo ed il video possano rilanciarlo, non solo in classifica, ma come progetto musicale, molto ma molto valido. che possa essere, la strenna di natale, in quest’ ormai forse ultimi tempi in cui si acquistano i supporti fisici per la musica,.

    anche ieri regalando il disco, a una persona adulta, molto esperta musicalmente, che aveva perso però la produzione post ritiro di mina, mi ha telefonato, per complimentarsi della scelta, del disco, di come è suonato e meravigliosamente cantato.

    per il resto. per Mina, ha ragione il nostro Antonio Di Sario, viene snobbata alla grande, e in tutti modi possibili quasi.

    chissà come andra a finire, intanto facile rimane un gran bel disco, un gran bel vinile, che rende la nostra vita “en rose”……. Oops!

    facile serata a tutti. e facile feste.

    non vedo l’ ora esca il vinile picture di Cremona, visto che il primo ancora non riesco a recuperarlo almeno a prezzi, per me, accessibili.

    introvabile già invece, l’ appena sfornato picture di napoli2, la presenza di totò in copertina, credo faccia gola a tutti, e lo rende ancora più da collezione.

    facile caccia a tutti.

    vi voglio bene,

    ciao mina

    ciao tà

  20. Diego

    Bom… “Facile” è uscito dalla classifica FIMI… va beh, tanto si sapeva… Chissà se “Adesso è facile” riesce a riportarlo dentro… Se no pazienza! La Mina di oggi sta diventando una cantante di nicchia, tanto di cappello! 8)

  21. Sergio

    MESSAGGIO URGENTE PER TUTTI VOI AMICI:

    Avrei bisogno di sapere, per cortesia, se c’è qualcuno di voi che sia riuscito ad acquistare nei negozi on line od in quelli tradizionali, ipermercati, ecc, i seguenti vinili della HALIDON: “Renato, Moliendo Café & Il Cielo In Una Stanza”. Io li ho ordinati da Nannucci.it quasi un mese fa e non mi sono ancora arrivati!. Gli ho mandato una mail qualche giorno fa e mi hanno detto che la casa discografica è piccola e che invia la merche ai negozi col contagocce!. Però ora sembra siano in arrivo! Speriamo che sia la volta buona!. Non li ho potuti ordinare direttamente dal sito della HALIDON perché non ho la carta di credito. Alla HALIDON vendono solo con carta di credito e NON hanno neppure un indirizzo e-mail per poterli contattare!.

    Volevo sapere se anche voi avete avuto problemi nel trovare questi dischi!.

    GRAZIE A TUTTI di cuore per la vostra collaborazione. Mi potete contattare anche qui: sergiomoncini@virgilio.it

    Ciao

  22. Ciao Piera, bentornata!!!

  23. Sergio

    Vero Antonio, purtroppo è così, l’ho notato anch’io codesta cosa!. MINA ormai paga da anni il fio delle proprie scelte. Monomale dicono che l’Italia sia un paese democratico! Alla faccia della democrazia! Ditemi voi se questo atteggiamento dei media verso la nostra amata MINA vi sembra democratico…Mah

  24. Sergio

    OH finalmente bentornata tra noi Piera! UN BASINNNNN
    CIAO Grin

  25. emilio bocchi

    è vero ormai sono anni che i media si comportano cosi nei confronti di Mina…..è il solito risentimento per il suo silenzio…

  26. PieraPaso

    ..E SONO ANCORA QUI..E NON MI SEMBRA VERO ..
    DI RITROVARMI QUI CON VOI cari Amici del MINA FANS CLUB
    Vi mando un bàsinn a tutti FORTISSSIMO Razz con lo smack da
    Piera Razz

  27. Antonio Di Sario

    Scusate se per un attimo esulo dall’argomento “vinile”, ma permettetemi di esprimere tutta la mia rabbia perchè mi convinco sempre più che nei confronti di Mina c’è un vero e proprio ostracismole emittenti radio, private o pubbliche, salvo qualche rarissima eccezione, non mandano in onda i singoli estratti da quel capolavoro che è “facile”, non parliamo poi della stampa, Sorrisi e Canzoni, a distanza di circa un mese e mezzo dall’uscita di “Facile”, non si è degnato di decicargli nemmeno uno straccio di recensione: è proprio una vergogna!

  28. Gianni-69

    Davvero bentornato vinile! io appartengo alla generazione che ha acquistato più Cd che 33″, ma devo dire che il padellone dà proprio un’altra emozione.
    Chissà che anche la EMI non pensi bene di ristampare qualche album storico, mi vengono in mente Altro e Con bignè, magari in versione picture. Questa volta però firmiamo tutti la petizione che lo vogliamo rigorosamente e tassativamente con copertina di cartoneSmile
    un saluto a tutti

  29. Ho ascoltato “Facile” in vinile.
    Solo il lato A – dovevo correre a lavoro.
    Ma quanto mi piace!!!
    Non vedo l’ora di ascoltare “Non ti voglio più” e poi di sentirLe canticchiare …dadi dada dada dada da da… attraverso i solchi del vinile!!! Ma c’è tempo… E IL VINILE E’ MIO, E’ MIOOOOOOOO!!!!
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA… (risata malvagia)!!!

    ps
    sì, lo so, la domanda per l’interdizione mia moglie l’ha già fatta.

  30. Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!! Ciccio non infierire, che a me quelli della Feltrinelli di Catania hanno consegnato solo “Facile” e per il nervoso, un feltrinellicidio faccio, B E D D A M A T R I S A N T I S S I M A ! ! ! Wink

  31. madameX

    Buon Giorno Tigrotti.
    Qui a milano ce sta o sole….
    Vassallino è talmente bella la canzone/ oltretutto la storia vera di una protesta) che non ci sono veramente parole…
    Il bello del lavoro di JANNACCI è la malinconia riuscendo avalutare le canzoni in dialetto Milanese.
    Certamente non internazionali come quelle napoletane però in questo LP sarà sicuramente l voce di Mina la maniera in cui le canta che divent<no magia,,,,,,

  32. madameX

    Buon Giorno Tigrotti.
    Qui a milano ce sta o sole….
    Vassallino è talmente bella la canzone/ oltretutto la storia vera di una protesta) che non ci sono veramente parole…
    Il bello del lavoro di JANNACCI è la malinconia riuscendo avalutare le canzoni in dialetto Milanese.
    Certamente non internazionali come quelle napoletane però in questo LP sarà sicuramente l voce di Mina la maniera in cui le canta che divent<no magia,,,,,,

  33. loris

    “In questa FREDDA giornata?”: A Giuse’, a Palermo oggi il meteo indica tra i 12 e i 15 gradi di temperatura! E l’altro giorno, per du’ gocce d’acqua finalmente cadute sulla tua magnifica città riarsa, imprecavi peggio di Noè nel bel mezzo del diluvio. Per la prossima canzone del giorno ti consiglio: “Cappottino / i guantini e poi / al caldo tu sarai…”. Sei unico!

  34. Vassallo paleologo giuseppe

    In questa fredda giornata il giradischi suona un brano meraviglioso….VINCENZINA E LA FABBRICA….non servono parole….ma ascolto Grin :

    Vincenzina davanti alla fabbrica,
    Vincenzina il foulard non si mette più.
    Una faccia davanti al cancello che si apre già.
    Vincenzina hai guardato la fabbrica,
    come se non c’è altro che fabbrica
    e hai sentito anche odor di pulito
    e la fatica è dentro là.
    Zero a zero anche ieri sto Milan qui,
    sto Rivera che ormai non mi segna più,
    che tristezza, il padrone non c’ha neanche sti problemi qua.
    Vincenzina davanti alla fabbrica,
    Vincenzina vuol bene alla fabbrica,
    e non sa che la vita giù in fabbrica
    non c’è, se c’è com’è ?

    Buona giornataWink

  35. mario r.

    Il Giradischi torna a suonare…….

    Buon Giorno con M I N A
    http://thumbsnap.com/v/osIQ4nyL.jpg

  36. Pasqualina

    che fascino davvero il giradischi..quello di una volta col piattone e che va a puntina!..io di vinili mazziniani ne ho una trentina e peccato che il mio vecchio gira è a dormire dal tecnico da almeno due anni e dice che ormai è bello che defunto..una domanda: ma li vendono ancora di quei giradischi lì..o quello che avete voi sono quelli di vecchia data ormai estinti..e se si consuma la puntina come fate..da qualche tempo nn sono più in vendita nemmeno le puntine..perlomeno al negozio che ho visitato io, così mi hanno detto..buona giornata a tutti Smile

  37. Francesco

    PS. I vinili picture usciti finora??? Sono qualcosa di spettacolareeeeeeeee tutti ma proprio tutti!!!

  38. GiacoMino

    Di niente, è un piacere!
    Più che per fare delle precisazioni, ho scritto perchè mi faceva piacere condividere queste piccole abitudini…
    Ciao Sergio, e buona serata!

  39. Sergio

    Per GiacoMINO,

    OK, allora fai come me. Anch’io mi godo gli LP (tranne quelli rari appunto!). Dal primo tuo post e quello di Emilio sembrava che il discorso dell'”ascolto vinili” valesse per tutti, indipendentemente dal suo valore e pregio!.

    OK, grazie GiacoMINO per la tua precisazione!. Ciao

  40. GiacoMino

    Io ho scoperto Mina con la Studio Collection del 1998, per cui anch’io l’ho comprata prima su cd. Grazie al cielo, però, sono riuscito a recuperare quasi tutti gli LP PDU, meno le solite bestie nere, e tutti sanno a quali mi riferisco… (Canarini, Battistini e Scarafaggini…)
    By the way, quando parlo di ascolto costante dei vinili mi riferisco a quelli relativamente facili da trovare, i domatori di hit parade.
    Di certo, se avessi un Moliendo Cafè MINT gli cucirei una copertina con l’uncinetto e mai al mondo lo esporrei alla luce del giorno o all’umidità del mio respiro… Insomma, anch’io certi album li tocco come se scottassero, ma si tratta di pochi eletti…
    Gli altri me li voglio godere! Grin

  41. madameX

    Se penso solo a più di un anno fa Quando abbiamo raccolto più di 500 firme per riavere il VINILE. di MINA
    Chissa se è anche merito nostro di questo ritorno….
    O forse era destino? Questo non lo sapremo mai..però noi abbiamo creduto in questo…e rimarremo sempre nel dubbio
    Ma dai tigrotti godiamoci sto SOGNO……forse quelle 500e più firme qualcosa hanno fatto….Chissa?

  42. Sergio

    Ciao Giacomino,

    Che bello sentire che anche tu sei un amante del vinile! E’ proprio vero, il vinile ha tutto un altro suono, un altro fascino rispetto al più metallico suono del moderno CD. Però, c’è anche da dire che, per esempio, nel mio caso, sono stato QUASI costretto a collezionare tutta la Sua discografia in CD (fatta eccezione per 6 Long playing comprati negli anni ’80 e ’90, quando ancora si producevano i 33 giri). Io ho cominciato ha collezionare i dischi di MINA purtroppo solo dal 1997 e quindi NON ho potuto trovare tutta la discografia in vinile. Inoltre, il PC ce l’ho solo dalla fine del 2003.

    Per quanto riguarda il discorso che faceva Emilio sull’ascolto del padellone nero, è giustissimo, però bisogna anche tener presente che ci sono, come sapete, alcuni dischi esteri molto rari che, ammesso che si riescano a trovate, costano un sacco di soldi e quindi è un peccato rischiare di rovinarli col continuo ascolto! Io, ad esempio, ho deciso di registrare su cassetta quei rari vinili che son riuscito ad acquistare, proprio per non rovinarli col tempo. E’ vero che ascoltare un nastro inciso non è la stessa cosa che ascoltare direttamente il vinile sul piatto del giradischi, ma è anche vero che la copia UNICA del prezioso vinile trovato con tanta fatica almeno non verrà rovinato dalla puntina. Naturalmente io la penso così, poi ognuno è libero di fare come vuole! NON CI DIMENTICHIAMO però ragazzi che le nostre collezioni valgono ORO e che un LP raro rovinato rovina pure tutta l’intera collezione! Inoltre, di alcuni dischi rari NON è facile trovarne una seconda copia da comprare!
    Scusatemi per questo lungo e forse noioso poema (lo sapete che non amo scrivere lunghi post), ma a volte non riesco ad evitarlo!

  43. anthony888

    io è un mese che ascolto solo VINILI….beh cosa dire??? hanno una marcia in piu’……..peccato che sto cominciando tardi a collezionarli….VI faccio una domanda….MA SE IO NE ASCOLTO SEMPRE UNO PIU0 VOLTE AL GIORNO LA QUALITA’ DELLA MUSICA DIMINUISCE?? Razz

  44. emilio bocchi

    Hai ragione GiacoMino il fascino del vecchio caro vinile amato anche da Mina,tanto da inserire il rumore della puntina all’inizio de La fin des vacances…
    Trovo anch’io che bisogna ascoltarli e usarli ….
    Che senso avrebbe riporli in uno scaffale senza ascoltarli,toccarli, per paura di rovinarli meglio usarli e sentire la magia di quel suono caldo anche con qualche piccolo fruscio …

  45. Diego

    Sai che hai proprio ragione sull’ascolto del vinile?! Anche le canzoni che si saltano quando si ascolta un cd acquistano valore!!!

  46. GiacoMino

    Ah, che spettacolo i vinili picture!!!

    E più in generale, che spettacolo ascoltare la musica sul mio giradischi!
    Saranno trascorsi a malapena due anni da quando ho cominciato a collezionare gli album di Mina in vinile, ma sono bastati a convertirmi al fascino della puntina, e i miei cd si sono ricoperti di polvere…
    Sì, lo so, un bravo collezionista dovrebbe salvaguardare i propri pezzi e conservarli dall’usura, ma io non riesco a non ascoltarli. Io non sono nè bravo, nè collezionista!

    Ad ogni modo, mi sono reso conto che il vinile è riuscito a disciplinare il mio modo di fruire la musica. Si ascolta tutto l’album, un pezzo dopo l’altro e nell’ordine stabilito. Altro che skippare e salterellare da una parte all’altra del cd! Ti tocca stare lì, ascoltare e cercare di capire… Sì perchè anche le canzoni brutte, quelle che in passato avrei saltato, hanno le proprie ragioni da esporre, e alle volte sono più valide di altre, solo meno dirette…

  47. madameX

    Buon giorno TIgrotti e b domenica
    Bellissimo le scritto,bellissimo il ritorno del VINILE tanto atteso tanto sospirato tanto amato
    Questa mattina leggendo le parole di Mauro voglio mettere sul GIRADISCHI mai cosi’ attuale la parola GIRADISCHI …Quando tu mi spiavi in cima a un batticuore…. Le parole scelte da Il mio nemico è ieri……
    Sdraiata nel letto della mia cameretta ricordo ancora quel giorno lontano che tornavo a casa col vinile sottobraccio con quella sua bellissima intensa copertina di una donna vissuta Una MINA da brividi.
    Questa mattina la rivoglio ascoltare…dopo una nottata trascorsa in discoteca tra una musica assurda e lo sballo totale….
    Questa mattina ho propio bisogno di questo LP, della sua voce ,della sua dolcezza che solo lei sa darmi.

    La voglio dedicare a chi questa notte mi ha presa per mano ed è riuscito a farmi VOLARE….talmente in alto che non ho nemmeno paura di cadere………

    Il mio nemico è ieri

    Il mio nemico
    è ieri,
    un giorno,
    troppo grande
    perché
    si possa vedere
    due volte
    nella vita.
    Il mio nemico
    è ieri,
    quando
    tu non sapevi
    che poi
    mi avresti avuta
    e ti sembrava un sogno.
    Adesso
    questo amore
    nemmeno lo assapori,
    ti sembra naturale
    pretenderlo da me.
    Adesso
    le mie labbra,
    se vuoi,
    le puoi baciare
    ma ti ricordi ieri
    cos’ero io per te
    cos’ero io per te.
    Il mio nemico
    è ieri,
    quando
    tu mi spiavi
    in cima
    a un batticuore
    e me lo nascondevi.
    Amore,
    no, mio amore,
    devi dimenticare
    quel che son stata ieri,
    è stato troppo grande
    non lo sarò
    mai più.

  48. ciao a tutti e soprattutto al carissimo Mauro…
    bello il tuo sscritto. davvero molto.

    ma vorrei fare un APPELLO ai fortunati possessori di SKY…

    CERCO (più o meno) disperatamente una registrazione dello speciale andato in onda in questi giorni, non vorrei mancasse un tassello alla mia collezione digitalizzata.

    OFFRO in cambio qualsiasi cosa vogliate delle mie DVDizzazioni.

    fatevi sentire, grazie moltissimo.
    massimo.serzio@fastwebnet.it

    p.s. ma il video lo si vede in giro?

  49. Francesco

    Meraviglioso Mauro… che come sempre ci emoziona nello scrivere le emozioni che proviamo nel comprare e poi scartare e ascoltare il caro vecchio vinile. Baci

    Francesco

Comments have been disabled.