Il Blog

242683258_415377519952303_8051580174603525092_n
Pubblicato: 1 mese ago

Sette volte settembre

Settembre 1962 – Dopo un’estate insolitamente povera di serate dal vivo (eccezion fatta per qualche data alla Bussola) ma fitta di impegni all’estero (in Francia, in Spagna e soprattutto in Germania dove, sull’onda del successo di Heisser Sand, un sondaggio di popolarità l’ha incoronata “star femminile dell’anno” davanti a Connie Francis e Caterina Valente), Mina appare fino a tutto settembre oggi nove sere nella serie di 15 Caroselli della Birra in cui, diretta da Antonello Falqui, interpreta “alla sua maniera” altrettante Divine dello spettacolo. Il rientro ufficiale sui teleschermi italiani avviene però – a quasi due mesi dall’ospitata a Eva e io – domenica 30 settembre nella terza puntata di Alta pressione, programma musicale del 2° canale per la regia di Enzo Trapani e la conduzione di Renata Mauro. Oltre ad un medley dal vivo dei suoi maggiori successi, la Tigre esegue in playback il suo hit del momento, Renato, e presenta il fratello Alfredo, in arte Geronimo, che propone la bellissima La gente ci guarda. L’apparizione precede di una decina di giorni il ritorno di Mina come concorrente – nonché come interprete della sigla di chiusura Stringimi forte i polsi – nella nuova edizione di Canzonissima con Dario Fo e Franca Rame…
Settembre 1972 – Conclusa – con la serata del 16 settembre per l’occasione immortalata in una registrazione audio e video – la sua trionfale ma sfibrante stagione di concerti sul palco della Bussola con la big band diretta da Gianni Ferrio, Mina annulla per tutto il resto dell’anno qualsiasi nuovo impegno pubblico limitando la sua attività professionale ai consueti appuntamenti in radio con Andata e ritorno e Pomeriggio con Mina e alle registrazioni in Basilica delle canzoni del nuovo 45 giri autunnale e dell’album di inediti che vedrà la luce prima di Natale insieme al disco live
Settembre 1982 - Spetta alla fanzine n° 9/10 del Mina fan club parmense (l’unica con doppia numerazione della nostra storia, per rimediare alla mancata uscita del bollettino estivo) l’onore truffaldino di svelare in anteprima la copertina e i titoli del nuovo 45 giri in uscita a fine settembre, Morirò per te/Oggi è nero. Ma è il settimanale Eva Express, nelle stesse settimane, a pubblicare le prime splendide immagini scattate a Mina (e a Massimiliano) nelle immediate vicinanze della nuovissima sala luganese in zona Pazzallo dove il team mazziniano sta ultimando il primo album doppio dell’era post-Basilica.
Settembre 1992 - Un increscioso “incidente” tecnico che, al rientro dalle vacanze, stava rischiando di cancellare alcune delle tracce incise proprio nella fase conclusiva dei missaggi costringe lo staff degli studi GSU a rinviare di un paio di settimane – dal secondo al quarto venerdì di ottobre – l’uscita del nuovo doppio di Mina. Sul contenuto e sulla copertina del quale vige – come sempre – la più rigida consegna del silenzio. Nel frattempo, Massimiliano, a un anno dal suo felice esordio cantautorale con L’occasione, è alacremente impegnato nelle registrazioni del secondo album la cui pubblicazione è prevista per il prossimo aprile in concomitanza col 30° compleanno…
Settembre 2002 – Finalmente quasi pronto, a tre e anni e mezzo dal precedente Olio, l’attesissimo nuovo album di inediti di Mina. Da una rosa iniziale di venti brani provinati, sedici dei quali effettivamente registrati, sono poi scesi a quattordici quelli che, prima della chiusura per ferie degli studi di Lugano, Mina aveva selezionato per la tracklist finale. Alla riapertura della sala, il 10 settembre, un’ulteriore scrematura ha ridotto a 12 i titoli inviati negli studi Nautilus di Milano per la masterizzazione definitiva a cura di Antonio Baglio. A fine mese, intanto, vedrà la luce nei negozi Succhiando l’uva, cd singolo d’assaggio griffato Zucchero di un disco che si preannuncia ricchissimo di ghiotte primizie d’autore…
Settembre 2012 - “In quest’aria che precede di poco l’autunno – ha scritto un non meglio identificato Massimo nel numero 38 di Vanity Fair del 26 settembre – sento già profumo di nuovo album (il tuo intendo). Ti aspetto”. “È pronto – gli ha puntualmente risposto Mina, con la generosità di indiscrezioni sul proprio lavoro in sala che ultimamente la contraddistingue - e con Mauro Balletti e Gianni Ronco stiamo finendo di realizzare la copertina. Le copertine, veramente… poi capirai il perché”. Parole sibilline che nel giro di poche settimane troveranno non una, ma ben 12 differenti soluzioni…
Settembre 2022 – Prevista inizialmente per il prossimo 20 settembre – giorno in cui l’indimenticabile Giacomo Mazzini avrebbe compiuto 108 anni – la conferenza stampa di presentazione della Nuova PDU avverrà invece nella seconda metà di ottobre. In tale occasione Massimiliano Pani, Milena Martelli, Michele Di Lernia, Mauro Balletti e altri volti vecchi e nuovo dello staff mazziniano illustreranno ai giornalisti i numerosi progetti in arrivo per l’autunno-inverno per quanto riguarda sia le emissioni su LP, su nastro analogico e su file digitale NFT (acquistabili online in esclusiva sul sito di imminente apertura www.pdumusic.com) sia le nuove uscite relative al back catalogue 1967/’93 che continuerà a essere fisicamente distribuito nei canali tradizionali dalla Warner. Negli stessi giorni vedrà la luce anche la nuovissima fanzine numero 91 le cui prime 21 pagine – copertina compresa – saranno dedicate a questa pioggia di novità, mentre gli altri articoli del numero riguarderanno la Mina 1965, la ristampa del libro Mina e Battisti – Il duetto presentata dall’autore Enrico Casarini e un’intervista di Alessandro Mariotti a Drusilla Foer