Il Blog

Pubblicato: 10 anni ago

Regressioni di settembre

Settembre 1960 – Dopo un’intensa estate di concerti concentrati principalmente in terra toscana e in attesa di partecipare alla sua seconda Canzonissima (al via dal 15 ottobre), Mina si prepara ad un’altra importante manifestazione canora, ovvero il 1° Festival della Canzone Napoletana d’avanguardia in programma il 29 e il 30 settembre nel Teatro Mediterraneo del Capoluogo campano. Per l’occasione canterà, diretta da Bruno Canfora, quattro nuove canzoni in lingua partenopea: ‘O ‘ffuoco, Nuie, Celeste e Cieli rose e blu, quest’ultima – a differenza delle prime tre – destinata a non vedere mai la luce su disco…

Settembre 1970 – Mentre Insieme prosegue la sua marcia trionfale in Hit Parade, si susseguono le voci di un grande ritorno di Mina sui teleschermi con un nuovo show di Antonello Falqui – provvisoriamente intitolato Studio Continuo – che la vedrebbe protagonista nei mesi invernali al fianco di Paolo Villaggio e Nino Manfredi. Il progetto, come tanti altri, sfumerà, ma la presenza di Mina sul video sarà comunque assicurata di lì a poco con un’importante ospitata in RAI (A E noi qui con Gaber, il 3 ottobre) e, sulla TV Svizzera Italiana, con la partecipazione nelle sorprendenti vesti di “valletta” a sei delle 22 puntate del telequiz Il Calderone, condotto da Paolo Limiti dal 5 ottobre.

Settembre 1980 – Ultime sedute di registrazione in Basilica per il doppio album Kyrie che vedrà la luce a fine novembre. Mina scarta in extremis alcune canzoni dalla scaletta (tra le “vittime”: una prima versione arrangiata da Oscar Rocchi di Zio Tom di Concato, la romanticissima Mi manca da morire di Romano-Monti Arduini, la cover di Verde luna poi recuperata l’anno dopo, nonché diverse canzoni di “fedelissimi” come Soffici e Baldan Bembo). A disco quasi chiuso, però, la Mazzini si rende conto che al doppio “manca” qualcosa. “Avrei ancora bisogno di una cosa melodica – chiede a Simonluca, che già firma 5 pezzi del disco ed è presente in sala con lei durante i missaggi finali - ce la faresti a scrivermela entro domani?”. Un pochino spiazzato da quella richiesta repentina, Alberto Favata – questo il suo vero nome – si mette subito al lavoro e nel giro di una notte compone la stupenda Chi sarà. Il mattino dopo la fa ascoltare a Mina che ne rimane entusiasta. In quattro e quattr’otto Simonluca realizza l’arrangiamento e Mina ci canta sopra. “Credo che nessun’altra canzone – ci confesserà in seguito Mister Kyrie – abbia mai avuto una gestazione così rapida…”.

Settembre 1990 – Mentre manca poco più di un mese all’uscita del doppio annuale di Mina, la factory di Lugano lancia sul mercato un fantomatico disco-mix (PA 169) contenente una divertita e accattivante rilettura – in doppia versione vocale e strumentale – della celebre Mr.Robinson di Simon & Garfunkel. Mistero assoluto sull’identità dell’esecutore del brano, celato sotto lo pseudonimo di Surprise Package. Solo in seguito si scoprirà che si tratta di Massimiliano Pani, alla sua prima prova discografica in incognito in attesa del debutto ufficiale come cantautore. Che avverrà solo tra un anno con l’album L’occasione

Settembre 2000“Sembra di essere tornati ai tempi del suo ritorno sulle scene nel ’78”, ci confida sibillinamente in questi giorni di fine estate Mauro Balletti, alludendo alla gran quantità di progetti (il sito ufficiale di imminente apertura), di uscite discografiche (il disco di canti sacri in uscita a ottobre), di clamorose sorprese (legate al neonato sodalizio pubblicitario con Wind) che coinvolgeranno Mina tra gli ultimi mesi del 2000 e l’inizio del 2001…

Settembre 2010 – Dopo aver fatto da splendida colonna sonora alla nostra estate, Caramella si appresta ad essere il disco di Mina in carica anche per  quest’autunno. A breve dovrebbe essere lanciato in radio il terzo singolo (scelta più probabile: la fantastica Solo se sai rispondere di Max Casacci). Massimiliano Pani, dal canto suo, si prepara a tornare in TV su Raiuno dal prossimo 8 settembre come esperto di musica nel baby talent della Clerici Ti lascio una canzone. E nello stesso giorno riprendono anche – nel daytime di Raidue – gli interventi di Benedetta Mazzini in qualità di opinionista nella nuova edizione di X Factor. E per noi del Club, entro fine mese, un appuntamento importante: quello col nuovo numero 71 della fanzine…

Comments
  1. PieraPaso

    si’ la versione della Bassey è superlativa!
    annulla la Ciccone, dai ascolta il consigllio
    della Piera che ama l’Arte vera
    ..spegni la Ciccone.

  2. Gil

    Forse anche io, come Piera, ho qualche limite perché ammetto che pur trovandola piacevole, la versione della Material Girl comunque non mi entusiasma… Sarà anche perché vedo la Ciccone artista soprattutto dalla vita in giù mentre si esibisce ammiccando e sgambettando e, almeno in questa versione, alla Ciccone ho preferito addirittura la nostra “normalissima” Gigliola Cinquetti.
    La Bassey indubbiamente è tra le più grandi artiste della scena musicale internazionale ma su tutte le innumerevoli ri-letture della canzone “Ne me quitte pas” le mie preferenze vanno alla stratosferica “Nina Simone”. Però non male nemmeno quella di Sting!
    Ognuno ha i suoi gusti…. Forse poco condivisibili, ma comunque da rispettare.

    http://www.youtube.com/watch?v=QZa_-AwqClg

    http://www.youtube.com/watch?v=0Q7w7gk1JhQ

  3. Dario

    Se mi permetti non si possono dimenticare altre interpretazioni, quella in assoluto che preferisco è di Dusty Springfield : http://www.youtube.com/watch?v=wyCVxPEPx5Y

  4. No Piera…ma figurati,il tuo commento lo davo per scontato.
    Non dico che sia un capolavoro assoluto (secondo me la versione definitiva è quella della Bassey http://www.youtube.com/watch?v=gpgnFFf7PME) dico solo che è una versione sorprendente considerando che vien fuori dalla Material Girl.

  5. PieraPaso

    caro Ivan,
    mi perdonerai se scrivo
    che a me non piace!
    Piera

  6. ciao piera anche il mio primo autografo di MINA è sulla cartolina con la foto di QUANDO TU MI SPIAVI…che coincidenza!!!!un abbraccio

  7. Posso farvi ascoltare questa versione di If you go away (Ne Me Quitte Pas) cantata da Madonna in un demo in presa diretta voce e piano?
    COnsidertando appunto che si tratta della signora Ciccone…tanto di cappello!!!!
    http://decorazionisegrete.blogspot.com/2010/09/madonna-incanta-con-if-you-go-away-voce.html

  8. francesco cremona

    mentre sento che mi vuoi, ti voglio e non dovreiii, , ,

    intanto caramella fa 14, e guadagna 3 posizioni nella classifica di fine agosto, se solo i singoli avessero avuto il successo che si meritano in radio, speriamo in solo so sai rispondere, , ,

    http://www.fimi.it/classifiche_artisti.php

    ciao mina

  9. PieraPaso

    Si’ TRE VOLTE SI’..anche per me questa canzone MI GARDANO la ritengo Straordinaria!
    questo bellissimo Album QUANDO TU MI SPIAVI IN CIMA A UN BATTICUORE
    sul “vinile” si vedono i segni del giradisci..e la copertina è consumata
    dalle mie mani..segni che ho lasciato con AMORE..verso la “grande voce” di MINA ROTFL
    e su questa foto di questo Album ho il “primo” autografo di MINA ROTFL

  10. massimo catti

    più veloce della luce….mi batti sempre!
    piccola considerazioneGrinopo 40 anni di vita nello spettacolo limiti vuole farci credere che non conosce i meccanismi con cui si lanciano le trasmissioni? di essere stato “travisato” ??? come direbbe totò,ma ci faccia il piacere!!
    trovo poi davvero penoso questo uso delle interviste “a polemica inserita” per il lancio della trasmissione autunnale….

  11. loris (Author)

    Giorgina bella, guarda che condivido esattamente come te quanto scritto da PG. Anch’io vorrei che la Mina di CARAMELLA entrasse nelle orecchie e nel cuore dell’Italiano medio al pari di GRANDE GRANDE GRANDE e SE TELEFONANDO. Il discorso di MINISSIMA è un altro: sia che si parli delle meraviglie del suo presente, sia che si rifriggano le sue glorie passate, di Mina si considera sempre e solo “una parte”. Si potrebbero confezionare decine di special sui mille aspetti del suo personaggio e della sua carriera, ma il ritratto che ne verrebbe fuori si limiterebbe ogni volta a qualche frammento di un immenso affresco. Logico che la soluzione più facile e scontata (oltre che premiata dal grosso pubblico: la replica di MINISSIMA è stato uno dei pochissimi programmi in prime-time dell’estate di Raidue a superare il 10% di share) è quella di celebrare la Mina televisiva del luogo comune come ha fatto Limiti. Ma il successo di DADADA dimostra che si può attingere all’archivio RAI in modo diverso, più creativo e più attento alla qualità e alla rarità del materiale ricercato. Pensate che bello – che so – uno special su “Mina e il Sudamerica” con filmati d’epoca (da MOLIENDO CAFE’ a BAHIA, da INSENSATEZ a CORCOVADO, da BALADA PARA MI MUERTE a LA PIOGGIA DI MARZO) integrati con audio più recenti (da QUE SERA alle performance con Irio De Paula a Gran Varietà, fino a OBLIVION di Piazzolla) visualizzati con immagini e soluzioni grafiche varie. Il tutto commentato in studio da ospiti coerenti col tema come Franco Cerri, Celso Valli, Gianni e Alba Ferrio, Massimiliano o chi vi pare. Oppure MINA E I CANTAUTORI partendo da Gianni Meccia e Paoli arrivando a Boosta e Axel Pani. O ancora: MINA E I DUETTI, e qui ce ne sarebbe per tre puntate. E poi MINA E IL CINEMA, con spezzoni dei suoi musicarelli e con le scene dei film cui le sue canzoni hanno fatto da colonna sonora fino ad oggi… Piccole monografie che ci regalerebbero ogni volta una Mina diversa e sempre nuova.

  12. splendida song del periodo italdisc, forse la più bella in assoluto.grazie vassallino, un abbraccio dal mare di jesolo.

  13. Vassallo paleologo giuseppe

    Buondì carissimi mazziniani quest’oggi per chiudere il giradischi e darvi appuntamento a lunedì suono per voi una delle più belle canzoni del periodo ITALDISC anche se successivamente ripresa nel 1970 per l’album QUANDO TU MI SPIAVI IN CIMA UN BATTICUORE ….MI GUARDANO:

    Sai
    che mi guardano,
    giudicandomi una stupida
    che non sa, che non sa
    che sbaglierà credendoti
    che sbaglierà seguendoti
    dove vuoi, dove andrai.
    Ma tu sei l’orizzonte
    di questi primi sogni
    più fantastici d’una favola.

    Sai
    che sorridono quando vedono
    che mi stringo a te
    e non so, e non so
    se le tue labbra aride
    mi baciano, mi illudono,
    non lo so, non lo so.
    Ma sottovoce mormori
    parole da vertigine così
    non penso più
    a quelli che mi guardano.

    E non so, e non so
    se le tue labbra aride
    mi baciano, mi illudono,
    non lo so, non lo so.
    Ma sottovoce mormori
    parole da vertigine così
    non penso più
    a quelli che mi guardano.

  14. PG non sai quanto sono d’accordo con te, io mi batto sempre su questo punto, cioè l’adesso!! Ora!! Il Presente di Mina!! Anche perchè la Mina di allora è stata, ora ce n’è un’altra di Mina, più matura, consapevole, spontanea, vera, sentita, carnale, ha scrittto gran parte della musica italiana, ma ora bisogna battersi per farle riconoscere il coraggio di mettere sul mercato canzoni innovative, di ricerca, sperimentazione, avanti a tutto e a tutti. Limiti ha dei limiti, la trasmissione sembrava la celebrazione di una defunta, scusate ma lo dovevo dire, scusa Loris lo sò che non sei d’accordo, ma io non ce la facevo più a tenermi stò cecio in bocca!! AMO LA MINA DI ADESSO!! Quel che è stato è stato, ora lei è la somma di tutto quello che è stato, che è e che sarà!! Silly

  15. emilio bocchi

    Si hai perfettamente ragione caro PG ,infatti anche a me non era piaciuta per niente la trasmissione di Limiti ma trovo comunque nelle parole di Grasso un sottile livore verso la signora .Certo che amerei una trasmissione che parlasse della Mina di questi ultimi anni,e che finalmente la facessero finita con i soliti pettegolezzi da rivista scandalistica,infondo a parte il non farsi più vedere ha fatto molto di più da quando si è ritirata dalle scene che prima, ma purtroppo di questo non parla nessuno e le trasmissioni di Limiti sono tutte rivolte al passato.Cosi il grande pubblico pensa che Mina sia sempre la stessa di Grande grande grande Parole parole o Non gioco più.La televisione è cosi anche quando invitano Vanoni o Milva le impongono il solito medley della Filanda dell Appuntamento dando pochissimo spazio alla produzione attuale o ad un nuovo disco di queste artiste .Nada ospite di una Domenica in doveva promuovere un suo nuovo pezzo e dopo aver aspettato a lungo di entrare in scena visto che era troppoo tardi avrebbe dovuto fare il solito medley del Cuore è uno zingaro senza proporre la novità dato che non c’era più tempo
    e Nada se nè nandata mandando al diavolo il sig.Baudo.
    Le cose funzionano cosi se hai una ceta età sei fuori e ti chiamano solo per il tuo passato.
    Infatti guarda che tristezza di trasmissione è I migliori anni eppure funziona.

  16. casimiro lotti

    E BRAVO LORIS CHE CI HAI RACCONTATO TUTTI I SETTEMBRI CANORI DELLA GRANDE MINA.

  17. rob

    Sono anch’io d’accordo con PG, e devo dire che Aldo Grasso, notoriamente non tenero – non soltanto con Mina, ma praticamente con nessuno, visto che il dente avvelenato ce l’ha di professione, stavolta riconosce a Mina la statura di “artista e intellettuale”, che mi pare un bel tributo all’intelligenza – non soltanto in campo artistico – della Nostra. Quanto alla trasmissione di Limiti, avevo gia’ detto all’epoca quel che penso: va bene passare qualche vecchio successo, ma sarebbe stato meglio dare il giusto spazio alla creativita’ e continuo impegno nella produzione musicale degli ultimi anni

  18. pietro

    Prendo spunto dal bell’intervento di PG:
    E’ davvero sempre e purtroppo la solita storia. Delle molteplici, multiformi, innumerevoli Mine che ci hanno attraversato (stanno attraversando la nostra vita) quella che la comunicazione (tv, radio, giornali, rotocalchi) sembra ancora privilegiare – meglio sarebbe dire “conoscere” – è ancora oggi, unicamente legata e connotata alla Mina “visiva” e “visibile”. Punto. Della Mina post ’78 – eccezion fatta per il clamoroso exploit del 2001 –nonostante le puntuali e talvolta molto troppo frettolose recensioni degli album, cala poi sempre un sipario approssimativo e dunque poco circostanziato. Invidie, gelosie, rabbia, pretese? Ci stanno tutte, temo. La cattiva digestione che i più hanno di Mina riguardo le sue scelte sono ancora, evidentemente, davanti ai nostri occhi. Altrimenti non si spiegherebbero serate a lei dedicate senza contare foto e articoli (?) con l’unico obiettivo se non quello della pedissequa riproposizione di Colei che ammaliava l’Italia intera (e non solo) con la sua presenza dal vivo. Ma stiamo parlando di molte decadi fa. Troppe per appellarsi ad un passato che invece è ancora – oggi e più che mai – tangibile presente. Perché Mina è per certo, oggi più che ieri, tra gli Artisti in circolazione che maggiormente si mette in discussione (dai contenuti musicali in primis), osando e sfidando leggi (commerciali, parola sicuramente a lei poco codificabile) che manco nessuno. Niente. Non succede niente. Gli altri, loro – dalla carta stampata al video – imperterriti continuano a inserire e riproporre la stessa VHS. Sapore di lotta improba? Sì. Fortuna che Lei, l’artefice in-volontaria di tanto pandemonio, continua invece solo e unicamente a comunicare con la Musica. Sì, davvero con la emme maiuscola. Mina se ne frega dello star-system? Brava, bravissima! Perché solo in questo modo ascoltiamo quello che le dice il (suo) cuore, l’istinto, il sentire. Privato in tal modo dall’assillo dei riscontri. Pazzia, incoscienza? Forse. Ma vivaddio. Poiché solo così arrivano il coraggio, le felici intuizioni, percezioni primitive prive di calcolo alcuno, mediazioni. Mina che sgombra il campo da qualunque ipocrisia o faciloneria. Ma per chi come il sottoscritto e tantissimi altri, che continuano a seguire il suo percorso, ebbene credo non passi giorno che non ci senta in debito con Lei. Per certi miracoli musical-discografici che portano, ad esempio, il nome di FACILE, CARAMELLA, piuttosto che l’omaggio alle arie sacre e a quelle di ogni tempo. E a seguire… Lasciamo dunque ai detrattori, agli incompetenti, ai faciloni e agli arroganti il “facile” compito di “giudicare”. A chi invece sente ancora oggi e sempre l’”urgenza” di ascoltarla – viatico – ci basta solo saperla: abbassare la luce, indossare le cuffie e “viverla” ad occhi chiusi. Per assaporare quell’emozione, quell’esperienza che ha semplicemente un nome. Mina. Tu chiamala magìa…!

  19. Lillo

    Mi trovi pienamente d’accordo, PG.

  20. mario r.

    “in questa stanza già l’aria mi manca…”
    http://www.youtube.com/watch?v=KA7zg-0nImo

  21. PG

    Caro Emilio l’articolo non è nè bello nè brutto, ma dice una cosa esatta: quella trasmissione, già al primo passaggio, era una cosa indecente; replicarla è stato uno dei momenti peggiori della televisione estiva, piena di niente (tranne Da Da Da, il cui livello culturale è superiore alla media, vedi gli accostamenti tra spezzoni)
    Poi penso che Aldo Grasso non ce l’avesse con Mina, ma con chi le infligge, e ci infligge, sempre le stesse rifritture, anche se colorizzate. A questa stregua è vero: se Mina avesse voluto che si dicessero di lei sempre le stesse cose ritrite se ne sarebbe stata a casa RAI, con le solite parruccone. Invece lei fa cose nuove, che nessuno cita (tranne chi collabora attivamente con lei) e sembra lontano anni luce dalla realtà attuale e dallo stereotipo in cui tutti i “televisionari” (compreso Paolo Limiti) la vogliono.
    Ma, onestamente, non vi piacerebbe una trasmissione che analizzasse quello che Mina ha artisticamente fatto negli ultimi 20 anni? Non siete stanchi di trasmissioni in cui si cita, a ripetizione come in un disco rotto, che “è stata ostracizzata dalla RAI perchè aspettava un figlio da un uomo sposato” e tutte le considerazioni del caso (chissà come girano le palle a Massiliano Pani quando sente ripetere questa cosa!)?
    Forse abbiamo in un certo senso il diritto di pretendere che si parli anche dell’ultimo anno di Mina, non solo di quando cantava “Nessuno”, cosa di cui ormai non se ne può più.
    Chiedo scusa per il tono polemico, ma sono molto deluso da come in situazioni pubbliche viene ormai ritratta Mina, e spero nella comprensione di chi apprezza quello che – attualmente – fa, e non solo di quello che, in un passato remoto, ha fatto.

  22. PieraPaso

    http://www.youtube.com/watch?v=m9EkaQO-y9E
    A Voi..cari AMICI..che bello e con MINA ROTFL

  23. PieraPaso

    si’ caro Diego,
    una volta si faceva sulla Fanzina
    questi sondaggi..Loris ci leggerà
    senz’ALTRO..bellisssssssssimo Album di ROTFL MINA
    buona sera da
    Piera

  24. emilio bocchi

    E a te sembra un bell’articolo…io trovo che Grasso ultimamente abbia anche lui il dente avvelenato con Mina.

  25. Diego

    Ciao a tutti!!
    Visto che è finito un decennio, perché non promuovere un sondaggio sulla canzone (e sul disco) più bello degli anni ’00? Smile

  26. Pasqualina

    ..cavolo succede tra Mina e Limiti?????…invece, ecco cosa ha detto su OGGI Lucherini a proposito di Belen Rodriguez::”..Come fenomeno, mi ricorda invece Mina: esce indenne da qualsiasi scandalo. Trasforma ogni rovescio in un trionfo”….un abbraccio a tutti! Kissed

  27. MarioBeda

    EDICOLA:
    – Settimana IN (2.9.10 n°6) trafiletto dedicato all’articolo di Mina in difesa di Morgan (piccola foto da Del mio meglio n°8).
    – STOP (9.9.10 n°22)Intervista a P. Limiti, arrabbiato con Mina e Max Pani,l’argomento è sempre lo stesso…( 2foto: da Il Calderone e da Teatro 10)

  28. Lillo

    *richiesta

  29. PieraPaso

    ..bella song, grazie Vasssalino
    perchè è piena d’AMORE
    SI’ L’AMORE ROTFL che piace e vuole
    Piera

  30. PieraPaso

    http://www.youtube.com/watch?v=Lq6dt6O1xF0
    ..è il mio BUONDI’ a tutti VOI cari
    Amici Fans della “Grande Voce” la nostra
    M I N A ROTFL

  31. marcello

    ecco un bell’articolo si Aldo Grasso sulla trasmissione di Limiti:

    http://www.corriere.it/spettacoli/10_settembre_02/rai-delle-repliche-grasso_d92daf7c-b653-11df-83d3-00144f02aabe.shtml

    buona giornata a tutti!

    m.

  32. Amante

    Un video stupendo, con questa canzone:

    http://www.youtube.com/watch?v=4gcgsoZ8E3o

  33. Vassallo paleologo giuseppe

    Buondì ed in questo giorno di ordinaria follia voglio suonare uno dei più bei brani del periodo RIFI….peccato non abbia visto luce su 45giri….NOI DUE:

    Noi, noi due, io e te un anno fa,
    il primo bacio, un’alba pallida
    quasi di domenica, giorni e notti, notti e giorni
    sempre più vicini, sempre più stupidamente innamorati,
    soli al mondo io e te.
    Io lo so che dopo tanto tempo
    avrei dovuto consumare tutto il bene che c’è in me
    ma se tu mi guardi son capace di commuovermi
    e di sentirmi un po’ come quel giorno di un anno fa.
    Io e te, noi due, noi
    Io lo so che dopo tanto tempo
    avrei dovuto consumare tutto il bene che c’è in me
    ma se tu mi guardi son capace di commuovermi
    e di sentirmi come quel giorno di un anno fa,
    io e te, noi due, noi.

  34. Maxmin

    Ragazzi/e..qualcuno ha sentito il nuovo spot della barilla??…è un frammento ma sembrerebbe Jingle bells…

  35. Io aspetto:
    1-Attimo per attimo ( versione del film SISSIGNORE)
    2-COME UN FIOR SFIORIRÒ ( esclusa di QUANDO TU MI SPIAVI…)
    3-NO ( in spagnolo ) (esclusa di SALOMÉ)
    4-ARRIVEDERCI , QUANDO, LET’S TWIST AGAIN, TUTTI QUELLI CHE HANNO UN CUORE ( escluse di CATENE )
    5-VENTO NEL VENTO e RESTA CUMME ( escluse di PAPPA DI LATTE)

    CI sono altre che non ricordo , e ci saranno tantissime che nemmeno sappiamo e non sapremo mai (¿?) . Mi accontenterei con le bellissimi brani in spagnolo, francese e inglese della PDU degli anni 60 e 70 che non hanno visto ancora la luce su suporto digitale. ROTFL Ma la speranza è l’ultima a morire

  36. Luigi Proto

    Le regressioni di Settembre che hai scritto, sono sempre fortissime. Sono contento che si da il via al terzo singolo di Caramella, così avremo modo di apprezzarlo ancora di più, perchè anche se lo cohosciamo, risentendolo si ha modo di riscoprirlo come un bellissimo film quale è Caramella.
    Una meravigliosa sorpresa, il ritorno in tv di Massimiliano.

  37. fra_jazz

    gran bella notizia!finalmente il brano di max casacci varcherà l’etere!l’ho ascoltato una marea di volte nel mio ipod mentre mi crogiolavo al sole di calabria…un brano adatto per dare nuova carica e operatività alla mia “officina mentale”.salve gente!

  38. Franco Ghetti

    io si l’ho vista . ciao grazie. franco

  39. si possono dare baci tra belle addormentate? Sono ammessi?? ahahahah Io sono pronta!! Silly

  40. Tiger Peolpe Buona sera!! “Solo se sai rispondere” è una delle mei preferite, quindi sono contenta che si incominci coraggiosamente a proporre una Mina più “Rock” moderna anzi direi “futurista”. Per Massimiliano un grande in bocca al lupo, la Clerici è molto simpatica, anche se io non amo molto le trasmissioni con la spettacolarizzazione dei bambini, ma avrò piacere sia di seguire lui che Benedetta sul pomeridiano giornaliero di Xfactor, i due fratelli vanno alla grande!!! Ne sono felice!! Oggi su Vanity Fair viene posta una domanda a Mina che riassunta sarebbe “quando scriverai un tuo libro?” e lei ha detto che non ne scriverà, io ci speravo tanto, tanto, ci sono rimasta un pochino male. Peccato, ma se penso che lei è una donna di un ‘intelligenza acuta e fuori dal comune, comprensiva di follia e genialità, spero che cambi idea!! MINA SCRIVECE STò LIBBBBRROOO!!! ROTFL

  41. PieraPaso

    ..caro Dario
    domani con la luce vera, vado a vedere la mia
    enorme rubrica dei “vinili” di ROTFL MINA
    mi sembra,,che c’è lo’

  42. saverio

    Io c’è lo quel disco………….ma non pensavo fosse così raro.

  43. Amante

    A che punto è il progetto della Carosello con tutte le 60 canzoni della Mina Italdisc finalmente in cd?

  44. Dario

    Avevate mai visto questo disco? 33 GIRI LP MINA / EVERGREEN SEVEN SEAS GXI 9013 (JAPAN) Periodo RIFI :
    la foto penso sia rarissima
    http://thumbsnap.com/gBPJyPsg

  45. GiacoMino

    Queste regressioni sono sempre un’idea deliziosa!
    Grazie Loris!

  46. Dario

    … e non potresti essere tu il bel principe che sveglia le belle dormienti?

  47. loris (Author)

    Sonnecchiano al sicuro in mezzo a decine e decine di altre belle addormentate. Che aspettano solo un nostro bacio. Chissà mai quando…

  48. Interessantissimo pezzo, Loris… una curiosità: le varie Zio Tom (che sto ascoltando proprio adesso nella bella versione inclusa in Ti conosco mascherina) e i diversi pezzi scartati da Kyrie da qualche parte dovranno pur sonnecchiare, no Struggle ?!?

  49. francesco cremona

    uaw,
    quante belle notizie storiche e curiosità, di cui non sapevo o ricordavo, come la canzone cieli rose e blu, chissà se non l abbia mai incisa veramente, che dire poi dei pezzi scartati per kirie, mi manca da morire , il titolo prometteva bene però, e poi il surprise package di pani, che sorpresa ritrovarlo a ti lascio una canzone, chissà quando quei ragazzini intoneranno i pezzi di mamma, speriamo con l occasione possano eseguire anche pezzi di mina recente, ti lascio una canzone parte però l 8 di settembre, . . . Kissed

    facile regressioni di settembre a tutti, Evil Grin

    ciao mina

    ciao tà

Comments have been disabled.