Il Blog

Pubblicato: 6 anni ago

In other words… I love you!

Nell’imminenza della pubblicazione da parte della EMI della special edition CD+DVD – celebrativa del Quarantennale – del LIVE ’72, vi riproponiamo alcuni estratti del dossier Mina e l’orchestra! che Antonio Bianchi scrisse per la fanzine numero 58 del 2003 alla vigilia della prima emissione in DVD del mitico concerto…

di Antonio Bianchi

Mina Live ’72 (o Dalla Bussola che dir si voglia) è un fiore all’occhiello nel suo genere. Lo stesso Live ’78, più celebrato, ne è, per alcuni punti di vista, inferiore. Innanzitutto dal punto di vista tecnico: tra le testimonianze on stage è la più pulita: il Live ’78, in confronto, ha le fascinose ruvidezze e la piattezza sonora di una cassetta pirata. E poi c’è la questione dell’organico: senza nulla togliere alla sezione ritmica dei concerti di Bussoladomani, il récital del 1972 sfodera uno staff di 23 elementi, fra musicisti e coriste, selezionati tra i migliori del periodo. La battaglia è impari: un gruppo di supporto contro una big band. L’essenzialità contro l’energia sovrabbondante di un’orchestra di fiati. In entrambi i casi, Mina marca le sfumature. E io la preferisco con la big band, dove la battaglia dei decibel ha un sapore più legittimo.

Dalla Bussola perde il match a livello di varietà del repertorio. Con soli tre brani in italiano – i mogolbattistiani Io vivrò senza te e E penso a te; la stupenda Fiume azzurro di Albertelli e Riccardi, capolavoro di 5043, scritta in stile simil-Battisti – l’album del 1972 concede ben poco all’autarchia. Nella versione in video c’è anche un medley (Non credere, E se domani, Insieme, Bugiardo e incosciente, Parole parole e Io e te da soli) che ha il sapore di una rapida e frettolosa concessione promozionale al proprio passato. Mina, come sempre, guarda altrove. E, in questo caso, guarda esplicitamente al mercato internazionale. Questo documento audio-video sembra fatto apposta per agevolare la promozione di Mina sul mercato anglosassone: è molto più facile inviare una musicassetta che organizzare un ambizioso e dispendiosissimo tour coast to coast

… Fra le sette canzoni confluite su disco regna un marcato gusto a stelle e strisce: quattro brani in inglese, di cui uno – Laia Ladaia – spruzzato di Brasile nel ritornello in portoghese. E’ molto americana anche la formazione degli arrangiamenti di Gianni Ferrio, così come i riferimenti agli States sono alquanto sfaccettati anche a livello strutturale interno: una ballad spruzzata di swing, un classico country riletto in chiave jazz, una gemma a metà tra rock e rhythm’n’blues e un riferimento al latin jazz, con un arco cronologico che abbracci almeno trent’anni…

… In Someday You’ll Want Me To Want You (e non, come erroneamente scritto sull’album, You Want Me To Want You), Mina incarna un ruolo “quasi strumentale”, giocando – a pari livello – a un botta e risposta mimetico con gli straordinari assoli di Oscar Valdambrini (tromba), Gianni Basso (sax tenore) e Dino Piana (trombone), tre vere leggende del jazz made in Italy. E’ un dialogo tra Mina e l’orchestra nel solco della più rigorosa ed esclusiva dimensione “afroamericana”. Un exploit, un caso isolato nella produzione di Lady Mazzini, specie considerando che Doodlin’, incisa nel 1991 in Caterpillar, è più pedissequamente ricalcata sul modello Sarah Vaughan- Count Basie (…)

Comments
  1. PieraPaso

    http://www.youtube.com/watch?v=QmNGVdVsZsM
    ALLORA I0′..ascotiamo la nostra “Grande Voce” di MINA
    che canta:INSIEME..che rimane una song Evergreen nella musica LEGGERA..Grazie MINA Kiss

  2. Vassallo paleologo giuseppe

    Buondì e buon inizio settimana a voi tutti….che bello poter avere una versione deluxe di DALLA BUSSOLA speriamo che almeno il medley venga inserito al cd di cui fa parte una bellissima versione di INSIEME:

    Io non ti conosco
    io non so chi sei
    so che hai cancellato con un gesto
    i sogni miei
    sono nata ieri nei pensieri tuoi
    eppure adesso siamo insieme
    non ti chiedo sai quanto resterai
    dura un giorno la mia vita
    io saprò che l’ ho vissuta
    anche solo un giorno
    ma l’avrò fermata insieme a te
    a te, a te, che ormai sei mio
    tu l’amore io
    insieme, insieme
    la, la, la, la, la
    io ti amo e ti amerò
    finché lo vuoi
    anche sempre se tu lo vorrai
    insieme, insieme, insieme a te
    la, la, la, la, la, la, la, la,
    tu l’amore io
    insieme, insieme
    io non ti conosco
    io non so chi sei
    so che hai cancellato con un gesto
    i sogni miei
    sono nata ieri nei pensieri tuoi
    eppure adesso siamo insieme
    non ti chiedo sai quanto resterai
    dura un giorno la mia vita
    io saprò che l’ ho vissuta
    anche solo un giorno
    ma l’avrò fermata insieme a te
    a te che ormai sei mio
    tu l’amore io
    insieme, insieme
    la, la, la, la, la
    tu l’amore io
    insieme, insieme.. ah.

  3. MarioBeda

    QUARANTA!!!
    11 marzo 1972: 1° puntata di TEATRO 10!

  4. PieraPaso

    una buona DOMENICA SERA
    http://www.youtube.com/watch?v=pxIa_dTa7C0
    tutti Voi cari amici Fans di MINA In Love
    in primis a Loris e a REMO..
    con un bàsìnn speciale..della
    Piera
    nazionale

  5. PieraPaso

    Buona domenica a tutti Voi cari Amici Fans di MINA..
    in primis Loris e Remo ..ops
    buona DOMINGA
    http://www.youtube.com/watch?v=waMbEabNMac
    dall’Album: Quando tu mi spiavi in cima a un batticuore..
    un Album capolavORO
    Grazie MINA Laugh

  6. Giancarlo

    Hai ragione, non avevo letto con attenzione il tuo messaggio.

  7. Al_Fi(e)

    Scusa, Giancarlo, forse non mi sono espresso bene io o non hai letto attentamente ciò che ho scritto.
    Ti ripropongo la frase esatta: “se davvero si pensava a chi il concerto non ce l’ha bastava ripubblicare il DVD (il CD già si trova tranquillamente)”
    ovviamente io sono a favore del fatto che il repertorio di Mina sia reperibile negli anni futuri, ma l’operazione “CD+DVD-in-cofanetto-deluxe” mi sa di furbata per cercare di far ricomprare i supporti anche a chi li possiede entrambi, e non solo alle “nuove generazioni”
    Al_Fi(e)

  8. pietro

    Le poche righe del post bastano e avanzano per alimentare nuovamente un desiderio. Un sublime piacere. Ovvero quello di riascoltare, come fosse ieri, l’insuperato live della carriera di Mina. Poi, felice come non mai, vado a leggermi più e più volte il commento di Antonio Bianchi. Esclamativo. Non c’è niente da fare: avrei tanto voluto aggiungere qualcosa, ma non ci riesco. Perché in ogni suo scritto Antonio Bianchi, comme d’habitude, mette al nostro servizio – come nessun altro – una chiarezza, un’analisi, una circospezione, una sorta di…“check-up” (lo chiamerò così) circa il tutt’altro che PICCOLINO (!) mondo mazziniano. Devo dirlo: Antonio Bianchi è davvero definitivo quando comunica in questo modo. Alla stessa stregua di Mina quando re-interpreta un brano di altri e solo lì ti accorgi che quel pezzo, proprio così, proprio come lo fa Lei, andava cantato. Antonio Bianchi mi rende dunque febbricitante, perché vorrei avere tra le mani, già da oggi, l’imminente cofanetto celebrativo (e il sottoscritto gode, felicemente e fortunatamente, della versione LP…!). E qualora le aspettative (l’inedito medley finora mai pubblicato su disco, piuttosto che ulteriori nuove immagini) dovessero andare un po’ deluse, poco mi importa. Perché? Perché se il cosiddetto “zoccolo duro” dei fans mazziniani si è purtroppo andato via via assottigliando col tempo ebbene, di costoro io voglio però orgogliosamente ancora oggi farne parte. Che altro aggiungere? Nulla, dico io. Ha già detto tutto Antonio Bianchi, così come quando l’ugola della Tigre – inconsapevole! – compete, gareggia e vince (!) l’ardua sfida con Valdambrini nel “Someday”. La voce di Mina osa, cresce, si erge a pari livello della tromba di Oscar. Per gli immortali sarà cosa normale o di tutti i giorni. Per me no!

  9. PieraPaso

    si’ caro Riccardo LE
    leggo quante EMOZIONI..Vi ha dato MINA..
    CHE MERAVIGLIA..il vinile di CREMONA in vetrina Vi CAPISCO..
    perchè SUCCEDE anche a me..QUANDO trovo un “vnile” di
    MINA Kiss nuovo
    RESTO LI’basita a guardarlo..
    ti do’ un buon
    http://www.youtube.com/watch?v=u12VBj8du90
    speciale con un bàsìnn della
    Piera
    nazionale

  10. Giancarlo

    No, scusate, ma io la penso in tutt’altro modo. Dalla Bussola è praticamente irreperibile (ve lo assicuro, io l’ho cercato in lungo e in largo…) e mi spiace che l’unica testimonianza visiva di un concerto di Mina sia introvabile. Roba da non crederci. E’ ovvio che si tratta di una iniziativa che non si rivolge ai fan storici che, per forza di cose, hanno tutto di tutto, ma alla generazione di fan più giovani che, con fatica e pazienza, si dedicano al lungo lavoro di acquisto di tutto il repertorio di Mina. Detto questo, facciamo l’ipotesi che un giorno tutto il catalogo Emi venisse esaurito, supponiamo che non fosse più possibile trovare, se non dagli strozzini di ebay, neanche un titolo di quell’immenso repertorio. E che, di conseguenza la Emi, o chi per lei, decidesse di ristampare tutto. Che fareste, vi lamentereste del fatto che non ci sono inediti?

  11. Al_Fi(e)

    Completamente d’accordo, invece. come già azzardai all’epoca in cui la notizia del CD+DVD venne postata sul blog, penso che l’unica vera novità sarebbe inserire il medley nel CD. ma anche questo sarebbe poco per invogliare all’acquisto chi, come me, Romeo e molti altri, possiedono quel meraviglioso concerto in ogni forma conosciuta (manca giusto un cofanetto di 78 giri e poi siamo al completo).
    Ci sono bellissimi brani di Mina ancora non pubblicati in CD né in altre forme (penso a “il conformista”, “fai piano, fai presto”, “arrivederci”,”quando”) che credo meriterebbero più attenzione e priorità, rispetto all’ennesima ripubblicazione di qualcosa che già esiste. se davvero si pensava a chi il concerto non ce l’ha bastava ripubblicare il DVD (il CD già si trova tranquillamente): queste raschiature di barile, lo dico sapendo di essere in disaccordo la quasi totalità dei frequentatori del blog, mi piacciono poco…
    Al_Fi(e)

  12. Riccardo LE

    ….Ciao Piera, mi sono divertito a leggere della tua nipotina e della figlia di Laura (che saluto)….è incredibile come lo stesso mito possa legare due generazioni….mio figlio, ad esempio, ha solo 12 anni ed è un fan sfegatato di Mina (come il papà)…..mi torna in mente un episodio risalente a tre mesi fa circa. Da tempo cercavo il vinile Cremona per la mia collezione, che appariva solo di rado su ebay e a prezzi stratosferici. Infine ho partecipato ad un’asta, e, i minuti precedenti la scadenza li abbiamo passati insieme, nello studio, a rilanciare e sperare di aggiudicarci il disco. Quando ci siamo riusciti, ci siamo messi a saltare entrambi dalla gioia, sembravamo matti, lui ha chiamato alcuni suoi amici (pensa) per raccontarlo e il disco è rimasto esposto per due mesi nella vetrina della libreria….praticamente un’icona….sembrerà banale, ma sono piccoli momenti di felicità vissuti insieme…. (grazie a Mina, of course.) .Un salutone grande dal Salento….Riccardo

  13. PieraPaso

    Grazie cara Laura,
    del tuo simpatico messaggio per me..sì sono una “vecchia” Fan affezionata al Mina Fans Club..dai primi anni del Club con le Fanzine scritte a mano da Loris..che custodisco in cassaforte..ha! ha!..
    Si’ con Maya..spero che SUCCEDErà quello che è successo a me con Elvis Presley..peerchè QUAND’ERO PICCOLA..mia sorella vent’anni piu’ di me, mi faceva ascoltare Elvis..che ora è sempre nel cuore e nella MENTE..spero sara’ COSI’ per Maya con MINA..complimenti a tua figlia che ti accompagna a passare INSIEME belle giornate ad ascoltare la “Grande Voce” di MINA In Love
    ti do’ un BUONDI’ con un bàsìnn speciale della
    Piera
    nazionale

  14. PieraPaso

    Mi piace,
    cara Pina il tuo messaggi pieno di sagge parole per MINA Foot-In-Mouth
    complimenti da
    Piera

  15. laura52

    Carissima Piera!fedelissima e costante presenza di questo fantastico blog! mi ritrovo nell’orgoglio che provi nel dire che tua nipotina che è un fan di Mina! é quello che sento io per mia figlia( 24 anni)ha iniziato ad ascotare le canzoni di Mina prima dalle mie cassette e poi tramite Cd apprezzandola sempre di più e oltrpassando la mia conoscenza perchè non so come fa , scopre sempre nuovi brani ed è arrivata a dire che ce ne sono per tutti gli stati d’animo e tutti ad un livello artistico unico!e in casa mia, grazie a lei , la voce,l’arte di Mina accompagna le nostre giornate .
    é bello che le nuove generazioni l’apprezzino e non solo per la sua produzione più conosciuta come la nostra televisione ottusamente continua a trasmettere quando parlano di lei senza tener presente i capolavori post anni 79!
    Meno male che c’è Internet e il nostro blog!
    Un “brava ” alla nipotina e alla nonna Piera che sicuramente le ha fatto conoscere e amare Mina! Laura52

  16. PINA

    “Mina live ‘72”… “Mina e l’orchestra”…
    Un tutt’uno… Una “vecchia” storia, iniziata con “Studio Uno ‘61”.
    Il miracolo che si ripete… Quello del feeling tra Mina e l’orchestra. Mina che guida l’orchestra, Mina che segue l’orchestra … una intesa infinita, una forza artistica irrefrenabile, irresistibile.
    E lei è orchestra… Una storia troppo avvincente!

  17. Bella notizia ! Ma devo dire una cosa che spero: Il medley ingiustamente tagliato dalla scaletta del cd e l’inizio di “YOU’VE MADE ME SO VERY HAPPY ” . La produzione di Mina è così rica che bisogna aggiungere qualcosa di diverso per fare queste uscite più interessanti . E sarebbe stupendo aggiungere delle fotografie del LP in un libretto o ,perchè no, fotografie inedite che sicuramente ci saranno tantissime. Lo so ,Loris, non siamo MAI contenti. Ma avendo il cd e il dvd se non si da un toco un pò più ellaborato si rischia di cadere in una proposta trascurabile.

  18. PieraPaso

    Grazie caro Sergio dei complimenti alla mia Maya!
    Non ti so’ dare risposta per l’uscita DALLA BUSSOLA specia!
    Ricambio il buon weekend

    p.s.
    Mi ero di menticata nel mio primo Messaggio..di fare i complimenti a Antonio bIANCHI..per i suoi commeni sulle canzoni..la mia preferita è SOMEDAY In Love

  19. Sergio

    Grande Piera…non avevo dubbi che avresti comprato TUTTO ciò che uscirà!! Anch’io farò la stessa cosa!!.
    La tua Maya sì che se ne intende di musica!!
    Ma quando uscirà DALLA BUSSOLA special Edition?? Si sa già??

    Buon weekend a tutti!!

  20. PieraPaso

    Anche io c’è l’ho DI GIA’ in duplice copia..per paura che uno si rovini..ma senz’ALTRO..prendero’ TUTTO quello che la EMI farà uscire in special edition del “live 72″..ne prendero’ due copie, una la regalo alla mia nipotina Maya ti sette anni..GRANDE GRAND Fan di MINA Kiss
    p.s.
    Maya con la sua PASSIONE..chiederà alla Maestra di farlo vedere a scuola all’ora di Musica. Laugh

  21. Romeo

    Parzialmente concordo con te !!!
    Possiedo L’originale DLP 1+1 …Comperato nel lontano 1972
    i CD il VHS il DVD !
    Ovviamente credo che in primis sia per tutti quelli che ancora non lo possiedono .
    Spero che questa volta la EMI ho chi per lei …ORMAI non ci si racapezza piu’ con le Case Discografiche,Abbia la cortezza di fare un lavoro alla stregua dei 3 CD in Lingua
    e non come ha suo tempo fece con i 59 CD rimasterizzati e con copertine abbastanza mediocri!!
    Credo che la Sig.ra meriti il Meglio.
    Per finire ben vengano queste iniziative .
    Romeo

  22. Jack Vitale

    ma inediti dal vivo nuovi non se ne trovano? il Live citato non è una novità abbiamo disco cd whs e DVD …dobbiamo ricomprare sempre le stesse produzioni?……

  23. mauro

    Non c’è niente di meglio, credo, per tornare a pensieri positivi dopo una settimana “un po’ così” per la musica italiana, che tuffarsi nell’energia e nella vitalità di “Dalla Bussola” come preferisco chiamare quel 33 giri (e poi VHS e poi cd e poi acora dvd e domani Special edition cd+dvd!)ormai entrato nella Storia.
    Quel “Mina e l’orchestra!”, accolto dagli applausi, che introduce la sigla lo riascolto da quarant’anni e da quarant’anni mi vengono i brividi.
    Brividi di adrenalina che esplodono nei sette minuti di “Someday” e non si ricompongono più…
    “Dalla Bussola”… al suo pubblico a casa, così come tanti anni dopo sarà “Dalla terra”…a ogni cuore sensibile.

Comments have been disabled.