Il Blog

mina questa canzone
Pubblicato: 6 anni ago

Ho sempre visto te per primo

mina questa canzoneQuando ancora esistevano i cd singoli promozionali “fisicamente” intesi, quello che anticipava di qualche settimana l’uscita ufficiale dell’album si limitava solitamente a “suggerire” con qualche oscuro elemento grafico quella che sarebbe stata la copertina del disco. Per Non c’è più audio, bellissimo brano apripista di Pappa di latte, il giacimento Maurifero Balletti piazzò sulla cover del promo una sibillina “galletta” d’assaggio della Mina biscottata e intovagliata che avremmo poi gustato appieno sulla busta dell’album. Analogamente, l’anno dopo, sulla copertina di Volami nel cuore, campeggiava un altero e solitario Duomo di Cremona non ancora illuMinato dalla presenza non meno ieratica della nostra Star griffata Versace. Sul singolo Johnny, poi, a preannunciare la sfrecciante apparizione dell’olimpionica Tigre-Ghepardo di Leggera era una timida scarpetta smarrita nel mezzo della pista di atletica. Non meno laconici gli indizi con cui Mauro si è spesso divertito a stuzzicare la nostra curiosità nelle anteprime promo degli album successivi: un particolare cromatico dello sfondo della Monna Mina leonardesca di Olio per Grande amore, una variazione del logo simil-Chanel adottato per N° 0 per Neri, o ancora le indecifrabili sagomine colorate della Mina-con-elefantino-al-seguito di Bula Bula per Vai e vai e vai. Il gioco del “che cosa apparirà” non si è interrotto nemmeno quando, a partire da Facile, è iniziata la nuova era dei singoli “incorporei” inviati come cartolina digitale con allegata copertina scaricabile: i graffiti infantili sulla cover de Il frutto che vuoi erano il segno premonitore della Mina abbozzata da Mauro con magistrale mano bambina per l’album del 2009, così come le cartine colorate di You Get Me prefiguravano l’abbuffata di dolcezza in serbo per Caramella. E tutto lascia credere che anche la non-immagine scelta per Questa canzone contenga – nella sua apparente asetticità – una pur vaga associazione di idee con la splendida e sorprendente Mina che vedremo nella copertina di Piccolino. Qualcuno di voi ha voglia di azzardare qualche ipotesi?

 

Comments
  1. Annunziato

    Ottimo colpo, DS!!! Complimenti per l’articolo Wink !

  2. ADORO QUESTA COPERTINA….bellissima!
    davvero splendida!
    la Mina-Annunaki mi piace davvero tanto.
    Il riferimento agli annunaki e a Nefertiti è tanto evidente quanto intrigante…proprio in questo periodo!

    Per chi volesse approfondire può leggere qui:
    http://decorazionisegrete.blogspot.com/2011/10/mina-diventa-un-alieno-per-il-nuovo.html

  3. Leone Jesolo

    La copertina siderale è sul sito ufficiale sotto aggiornamenti!
    Clap clap clap di nuovo Sig. Balletti. Un concetto completamnte nuovo di copertina, che figata.
    Se la guardate da diverse prospettive si crea una distorsione che ne modifica la percezione di volta in volta. Sembra quasi di vederla attraverso una lente.
    E poi quel candore, l’espressione degli occhi….una Mina spaziale!!!!

  4. PieraPaso

    http://www.youtube.com/watch?v=tugf_V2xHMQ
    guardate e ascoltate la nostra cara MINA
    che canta: OGGI SONO IO
    Grazie MINA Laugh

  5. Giancarlo

    Pubblicata in anteprima la copertina sul minamazzini.com…

  6. Vassallo paleologo giuseppe

    Buongiornooooo cresce l’attesa per PICCOLINO a poco meno di un mese dall’uscita Frown al momento consoliamoci con lo sterMINAto repertorio di nostra Sig.ra ascoltando OGGI SONO IO:

    E non so perché quello che ti voglio dire
    poi lo scrivo dentro una canzone
    non so neanche se l’ascolterai
    o resterà soltanto un’altra fragile illusione
    se le parole fossero una musica potrei suonare ore ed ore,
    ancora ore e dirti tutto di me

    Ma quando poi ti vedo c’è qualcosa che mi blocca
    e non riesco a dire neanche come stai
    come stai bene con quei pantaloni neri
    come stai bene oggi
    come non vorrei cadere in quei discorsi già sentiti mille volte
    e rovinare tutto

    come vorrei poter parlare senza preoccuparmi,
    senza quella sensazione che non mi fa dire

    che mi piaci per davvero anche se non te l’ho detto
    perché è squallido provarci solo per portarti a letto
    e non me ne frega niente se dovrò aspettare ancora
    per parlarti finalmente
    dirti solo una parola ma dolce più che posso
    come il mare come il sesso
    finalmente mi presento

    E così, anche questa notte è già finita
    e non so ancora dentro come sei
    non so neanche se ti rivedrò
    o resterà soltanto un’altra inutile occasione
    e domani poi ti rivedo ancora…

    …e mi piaci per davvero anche se non te l’ho detto
    perché è squallido provarci solo per portarti a letto
    e non me ne frega niente se non è successo ancora
    aspetterò quand’è il momento e non sarà una volta sola
    ma spero più che posso che non sia soltanto sesso
    questa volta lo pretendo..

    Preferisco stare qui da solo che con una finta compagnia
    e se davvero prenderò il volo aspetterò l’amore
    e amore sia
    e non so se sarai tu davvero o forse sei solo un’illusione
    però stasera mi rilasso, penso a te e scrivo una canzone
    dolce più che posso
    come il mare come il sesso
    questa volta lo pretendo
    perché oggi sono io, oggi sono io

  7. francesco cremona

    un grazie piccolino facile notte
    ciao mina
    ciao tà

Comments have been disabled.