Il Blog

Pubblicato: 7 mesi ago

Dilettevoli eccedenze 2

COMUNICATO STAMPA PDU

Nuovo disco: Esce “Dilettevoli Eccedenze 2”, La collana voluta da Mina per ospitare le perle dimenticate in un cassetto. Mina seleziona, per questo LP, canzoni utilizzate per la pubblicità o per progetti cinematografici e le arricchisce con diversi inediti mai pubblicati prima su disco: “Abban-dono”, nuova registrazione 2023; “La palla è rotonda”, inedita in questa versione bossa nova; “Malatia”, classico napoletano vestito di un nuovo arrangiamento; e due strepitosi live in studio, registrazioni del 1971. “My way” e “Too close for comfort”, dove un’orchestra di fiati e archi accompagna Mina con grande swing. Completa l’album una versione alternativa di “Fever”. In copertina, una Mina grafica elaborata da Gianni Ronco.

Nuovo video: Dilettevoli Eccedenze 2 include il singolo “Abban-dono”, il cui videoclip è stato realizzato dallo IULM AI Lab, il laboratorio di intelligenza artificiale dell’Università IULM di Milano. Spin-off di Ateneo, il laboratorio, che combina saperi umanistici e competenze tecnologiche, è caratterizzato da un approccio multidisciplinare e non convenzionale all’uso dell’AI. Diretto creativamente da Eugenio Di Fraia e realizzato da un gruppo di esperti, consulenti e coreografi grazie all’utilizzo di diversi software di AI all’avanguardia (incluse versioni Beta ancora sperimentali), il videoclip presenta molteplici rappresentazioni fantastiche di Mina che si relazionano con lei nelle tre fasi della vita: bambina, ragazza e anziana. Per mezzo di oltre trenta immagini simboliche differenti, il video intreccia la figura di Mina con la storia dell’arte, evidenziando la capacità della tecnologia di trascendere i confini temporali e unire passato, presente e futuro. Il videoclip non solo rende omaggio a Mina come artista e donna, ma, riflettendo la filosofia dello IULM AI Lab: “Artificial Intelligence for Business & Humanity”, mostra che l’AI può essere utilizzata non solo come tecnologia per la generazione di immagini, ma come potente strumento narrativo per raccontare storie capaci di suscitare “emozioni amplificate”.

Nuovo sito minamazzini.it

Nel 2000 Mina è stata la prima a lanciare un sito web. Oggi, a distanza di ventitrè anni, PDU realizza con  Social Humans una nuova versione. Un gruppo di giovanissimi informatici, guidati da Daniela Cheli, ha messo online il nuovo progetto, che coniuga estetica e musica. Il sito contiene diverse sezioni che organizzano il vasto e poliedrico lavoro che Mina ha svolto in televisione, radio, pubblicità, inclusi tutti gli articoli che ha scritto per La Stampa, Liberal e Vanity Fair. Completa il sito la sezione discografia, che presenta in ordine cronologico esclusivamente gli album e i singoli pensati e voluti da lei, lasciando fuori le compilation realizzate da terzi. Una curiosa sezione Dicono di lei, riporta fedelmente citazioni di personalità dello spettacolo e della cultura, insieme ad alcuni fra i più bei commenti giornalistici, tratti da varie testate. Un e-commerce offre e organizza i prodotti fisici in Vinile, CD e NFT pubblicati da PDU.