Il Blog

Pubblicato: 9 anni ago

Sorrisi e Arene

Formato gigante, foto enormi, quattro capitoli tematici per un totale di 32 pagine a 2,90 euro: è lo Speciale Mina di Sorrisi a cura di Aldo Dalla Vecchia che troverete in edicola a partire da venerdì 19 marzo (lo stesso giorno, tra l’altro, in cui uscirà il già segnalato Gli altri con l’inserto Queer e il pezzone di Rina Gagliardi). Anche il settimanale Gente aveva in progetto di festeggiare i favolosi Seventies della Signora con un superfascicolo extra, ma per problemi di tempo e di budget si è accontentato di un “normale” articolo (di Andrea Tomasi) all’interno del prossimo numero della rivista. Per quanto riguarda la TV, in attesa della trasmissione di Paolo Limiti di lunedì 29 su Raidue e dello “speciale” previsto su Raistoria giovedì 25 alle 9,30, è confermata per domenica 14 su Raiuno una puntata tutta dedicata a Mina dell’Arena di Massimo Giletti con contributi esclusivi di Patty Pravo, Cristiano Malgioglio, Paolo Limiti, Alain Elkan, Peppino Di Capri, Sandro Mayer e Marino Bartoletti. A prestissimo con altri aggiornamenti!

Comments
  1. Gil

    Cara Maria,
    a me ha fatto piacere che c’era anche Klaus Davi perché almeno s’è capito di che pasta è fatta la minoranza dissenziente che lui rappresenta degnamente… A parte che ai suoi interventi rumoreggiavano tutti gli ospiti, lo stesso pubblico si mostrava infastidito dalle sue balorde argomentazioni. Anzi, a proposito del pubblico, penso che qui tutti se ne saranno accorti che era formato prevalentemente da giovanissimi e ogni qualvolta la telecamera li inquadrava, mostrava ragazzi rapiti da ciò che stavano ascoltando e vedendo, ma nessuno di questi che avesse mostrato un’espressione di meraviglia come se per loro Mina non fosse affatto una novità e gli applausi partivano spontanei e non a comando.

  2. Maria Pellegrini

    Franco quello che ci hai raccontato è stupendo. Quello che ci tedia è ben altro :!: un abbraccio LOL

  3. Franco Ghetti

    alcuni giorni fa , essendo questo un periodo speciale per ” noi “, mentre ero in classe mi sono preso dieci minuti per me e per i miei ragazzi.
    bene per farla corta ho chiesto se conoscevano MINA.
    bene, non potete immaginare cosa e’ venuto fuori. non solo la conoscono , ma hanno cominciato a dire : a me piace questa , a me piace quell’altra ……. e a cantarle…… con tutte le parole. sono rimasto abbasito. non ci credevo.
    la colpa??????? delle mamme, dei babbi e dei nonni.
    sapete quanti anni hanno ??? 15-16.
    sapete da dove vengono ???? italia naturalmente ma anche moldavia, romania, albania, turchia, ecc ecc e proprio questi sono quelli che mi hanno stupito di piu’.
    scusate se vi ho tediato.-
    ancora e per sempre : grazie MINA.

  4. francesco cremona

    mi sto chiedendo come farti contento, e cosa per te rappresento,

    ma almeno dimmi che sono l ‘ amante del momento.,,,

    a chi la cantereste oggi? Oops!

    anche al seguente sito, si parla di Mina a l’ arena.:

    http://www.tvblog.it/.

    volami nel cuore mina.

    ciao mina

    ciao tà Grin

  5. Maria Pellegrini

    LORIS … Dario Salvatori a me, come a quasi tutti, sta sul ca… volo e mi piace da morire dirlo…. oltretutto il pischello,sempre più mascherato da giovinastro, ormai vicino alla fine della sua avventurosa vita di “critico musicale” sempre più conciato come un arcobaleno, senza averne i colori e il fascino, non sò se mi fa scompisciare dalle risate oppure resistere alla tentazione di buttarlo nel c….
    Alla soglia ormai prossima, anche per lui, della terza età dovrebbe farsi un esame di coscenza.

  6. Valerio

    Ciao ragazzi bella roba in programma, mi fa davvero piacere… Smile
    Ma Paolo Limiti condurrà il programma il 29?? O.O E’ pazzo…è pazzo…

  7. Maria Pellegrini

    Giulia… Giulia.. lascia perdere. Godiamoci questi momenti alla pari di quelli passati di quelli presenti e di quelli futuri. Te lo dice una vecchia fan della Mina Un bacio Shock

  8. Maria Pellegrini

    Giulia, Klaus era più che imbarazzato, rispetto al suo standard e anche abbastanza ammutolito nel suo solito ruolo e molto molto meno aggressivo del solito per mancanza di argomenti. Lascio mal volentieri ma inevitabilmente spazio ai finti “critici-denigratori” tali Shock per necessità e per mestiere perchè, del tutto e dico del tutto, inutili Wink :!: :!: MINA NON SI PUO’ TOCCARE male per chi ostinatamente ci prova e tempo perso per chi non lo capisce. Ciao Smile

  9. PieraPaso

    …arrivo solo ora dalle carte,domani con LA CALMA vedro’ la registrazione dell’Arena, ma forse mi basterà leggere i messaggi..quelli “corti” li preferisco..
    Vi do’ una bella e dolce buona sera
    Piera
    W MINA e NOI Fans :!:

  10. PINA

    Marcello, lo sai? Poco fa sono andata e riascoltarlo il tuo grido “sei unica”. Si, credo proprio che Mina abbia avuto la stessa reazione e provato una grande emozione.

  11. PINA

    Marcello, io ancora ho presente lo stupore e l’ entusiasmo che ha preso anche me a quell’incontenibile e straziante “Brava” gridato da un altro appassionato, durante una pausa tra un brano e l’altro. Quando anche lei venne scossa dal suo trance e riportata alla osannante realtà. Quando, nel sentirlo, s’è girata di scatto, e con un’espressione di meraviglia ha accennato a un sorriso e subito, umilmente, si è ricoperta il viso con tutte e due le mani.
    Chissà se ha avuto la stessa emozione al tuo “sei unica”?….

  12. osvaldoRM

    Mah! L’unica cosa che ho notato è che non sono riuscito a sentire una canzone di Mina dall’INIZIO alla FINE. Sicuramente Paolo Limiti saprà fare di meglio!

  13. Simone-Roma

    Ops, ho visto che hai corretto il messaggio, come non detto!! Grin Grin

  14. osvaldoRM

    Ciao Marcello!
    Sei entrato anche tu nella storia con quel: “Sei Unica!”. Quante volte abbiamo sorriso e abbiamo condiviso questa tua affermazione dopo quella memorabile esecuzione di “Georgia on my mind”. Per noi che non c’eravamo e che abbiamo vissuto il concerto solo attraverso i solchi di un vinile il tuo urlo sicuramente ci ha reso più partecipi di quella magia e di quell’amore che si respirava in quelle serate.

  15. Simone-Roma

    Loris, ma non è che Marcello si riferisce a quel “Sei unica..” gridato tra “Georgia on my mind” e “Angela”?
    Posso dire che quel grido, alla fine di quell’interpretazione così splendida, l’ho sempre trovato perfetto (come provo sempre brividi infiniti per l’ovazione da stadio scatenata dalla strepitosa versione di “Margherita”). Discorso a parte per le varie interruzioni di “Lacreme napulitane” da te citate, quelle sì davvero moleste!
    Un abbraccio!

  16. Pasqualina

    trovo molto divertente, anzi no che dico, esilarante l’essere ( a detta di Loris)uno “zanicchiano irriducibile” del dario salvatori..the gustibus non est disputandum, avrebbe detto qualcuno ma, ahha tal gustibus rende sicuramente ancor meno credibili le sue elucubrazioni in fatto di musica ed esecutori…ma è cmq solo una mia opinabile opinione..

  17. cidi

    Loris, un po’ ti capisco…
    Però a me quel “sei unica” ogni volta fa accapponare la pelle, perché avrei voluto essere lì io a gridarlo!
    Marcello, che invidiaaaaaaaaaaaaa!

  18. Gil

    Beh si, cara Giulia
    Le osservazioni che fai tu sono giuste e quelle frasi che tu citi, estrapolate dall’articolo (senza però riportare il prima e il dopo) risultano un po’ irriverenti… Però non mi sembra che Salvatori abbia annoverato Mina nella categoria degli “schizoidi” anzi, l’ha esclusa (in verità io avrei salvato anche la Garbo). E’ vero che si pone dei dubbi circa la sua generosità d’artista perché continua ad incidere dischi senza apparire, però nel contempo le riconosce “la capacità di gestirsi senza bisogno di esserci in un mondo in cui nessuno può fare a meno dell’immagine”. Ha evidenziato che “non rinuncia a proteggere i figli al limite del nepotismo, da brava nonna trova il tempo di occuparsi dei nipoti”… ma ritengo che un’osservazione del genere rende onore a Mina perché dimostra che è legata ai valori indissolubili della famiglia. Insomma ha fatto una serie di considerazioni “sue” nel valutare le due facce della medaglia ma alla fine l’immagine di Mina non ne risulta affatto lesa… dipende da con quale ottica si considera tutto l’articolo. E’ scontato che noi fan irriducibili stiamo sempre sul chi va là e trasformiamo la pagliuzza in trave… non a caso c’è stato chi ha fatto il processo all’arena di Giletti prima ancora che andasse in onda e invece…

  19. giulia_z

    Grandioso Ivano!!!!!

    Grin Grin Grin

  20. giulia_z

    Ecco, allora diciamo che il mio problema in queso caso è l’ignoranza che ha preceduto la lettura di questo articolo: il Signor Salvatori mi perdonerà se confesso qui che fino ad oggi era per me un illustre sconosciuto! Per questo a me son saltate agli occhi solo le “jenaggini”….d’altronde, da qualche parte doveva pur cominciare a stare antipatico anche a me, no?!
    Accetto l’ottimo compromesso da te proposto, caro Loris. E al posto del bicchierone indigesto, brindo alla nostra con un bel calice di Cabernet friulano Grin
    Bacissimo

  21. Ivano

    Klaus Davi: “ma i giovani sanno chi è Mina? la conoscono?!”
    io ho 19 anni e ho iniziato ad incuriosirmi a Mina da quando ne avevo 11(grazie all’interpretazione di “Oggi sono io” in Mina in studio), per incominciare ad amarla verso i 15(attraverso Bula Bula). ho tanti amici e amiche che conoscono Mina, che amano le sue canzoni, vecchie e nuove e non credo che sia una cosa rara! anzi secondo me ultimamente c’è stata ancor di più una riscoperta di Mina da parte dei giovanissimi! alla fine, non tutti ascoltano i Tokio Hotel! ahah
    buona domenica a tutti Grin

  22. loris (Author)

    Cipollissima, non mi sono sfuggiti quei dettagli che sono – è vero – la solita “cauda veneni” che contraddistingue da sempre ogni scritto su Mina del Salvatori (che non mi è mai stato simpatico, come tanti altri molesti reduci del Clan Arbore). A Dario Salvatori Mina non è mai piaciuta e lo sappiamo (lui è da sempre uno “zanicchiano” irriducibile e sono affari suoi), ma proprio per questo nel suo non indispensabile articolo ho apprezzato le affermazioni in positivo chiudendo un occhio davanti alle inevitabili jenaggini. Facciamo così: tu ci hai visto il bicchiere mezzo vuoto e io quello mezzo pieno. Ma entrambi possiamo benissimo fare a meno di berlo…

  23. Ganimede Fe

    la mia antipatia per dario salvatori (per spiegarvi come mai l’ho nominato) risale proprio in occasione del sanremo di bonolis, dove continuava a ripetere che la Nostra “sfruttava” il festival per fare uno “spottone” (cito testualmente) alla Celentano, che fa programmi solo in occasione di nuovi album. a mio avviso, quello che continuano a non capire loro è che Mina è una cantante, il suo mestire è fare e vendere musica. semmai, Davi per primo, dovrebbe riconoscere a mina, e al suo staff, la grande abilità comunicativa che lui, esperto di comunicazione, si sogna lontanemente. Mina è abile nell’esserci senza apparire e nel mantenere alta la sua popolarità, ma al contrario di molti altri (grandi come lei nel sapere comunicare:Madonna una su tutte)Mina sà coniugare Arte e popolarità.

  24. giulia_z

    Carissimo Loris, rimango un po’ stupita, lo confesso.
    Sarà che oggi mi è toccato di fare le pulizie anzichè celebrare il dì di festa e quindi non sono di ottimo umore…ma francamente mi pare che il signor Salvatori non abbia celato minimamente la sua volontà critica nei confronti della Nostra, e non solo in quanto artista…
    Mi riferisco ad esempio a quando afferma che il “modo tutto suo di esserci e non esserci” la protegge da scocciature ma “non fa onore al suo essere artista”; o a quando, ironicamente, la paragona a personaggi che hanno condiviso la sua scelta ma che erano “schizoidi”, “al limite del disturbo psico-fisico”; oppure ancora a quando accenna al suo proteggere i figli “al limite del nepotismo” o afferma che il suo incidere dischi pur non apparendo “non è riservatezza, bensì astuzia”. E ancora, quando scrive, testualmente: “in tutta questa azione di rimessa, di pura difesa, non è mai contemplata la generosità d’artista, al punto di non capire bene se la cantante ha un problema con la sua età (…), con l’interpretazione della stessa o addirittura con problemi più futili, per esempio la sua grassezza”. E a quando infine presume che i bilanci di vita che la Signora farà in occasione dei 70 anni “saranno volutamente sbadati, privi di rimpianti e rimorsi”.
    Sì, è vero, in certi punti si lascia andare a delle “robe” che assomigliano a dei complimenti, ma non vedo come si possa dire che il ritratto che ne fa sia lusinghiero, come affermi tu. A meno che il nepotismo, la mancanza di generosità, l’astuzia, l’avere dei problemi con la propria età o “grassezza” (mi ripeto: che cattivo gusto!), la mancanza di rimorsi, la deliberata non-autocritica siano tratti che si addicono a persone degne di stima, e io non me ne sono ancora accorta…
    Ti abbraccio Wink

  25. madameX

    Grande Mario Rossi come sempre…….Ho visto l’Arena di Giletti…..Ma si ragazzi quel Klaus l ‘hanno messo li tanto per rompere i cojoni……li ha rotti…….ma chi se ne frega Le sue idee sono solo valse a far capire la grandezza della nostra Mina
    Grande Marcello anch io mi sono sempre chiesta ma chi sarà mai…..Mistero svelato…..E la sciura Patty Pravo…peccato che quando parla non capisco cosa dice……Non so se sono in un po rinco…. o lei che è un po fuori….Ma ragazzi Ma che ce frega ma che ce inporta…Mina è nostra e noi siamo tutti Lei……baci…..

  26. loris (Author)

    Premesso che non amo molto Dario Salvatori… dove sta tutta questa “cattiveria” nell’articolo? E’ un ritratto di Mina – lucido e disincantato quanto si vuole – scritto da un appassionato di musica leggera che ha sempre ammesso di non essere uno sfegatato fan della Mazzini, ma mi sembra che il succo del pezzo sia comunque lusinghiero e positivo. Averne, di “stroncature” così…

  27. loris (Author)

    Aaaaahhhh. Marcello, che cosa mi dici?! Mi chiedo quante volte ti saranno fischiate le orecchie da trentadue anni in qua, dato che ogni volta che ho riascoltato GEORGIA da Live ’78 ho sempre regolarmente inveito contro quell’anonimo (fino ad oggi) “sei unicaaa!” sbraitato nel bel mezzo dell’esecuzione frantumandone il pathos. Dovrei studiare una piccola vendetta tardiva, magari – che so – scrivere “Si prega di spiegazzare con cura” sulle prossime buste che ti manderò. Ma ti va bene perché anche il tuo reato, come parecchi altri ben più gravi in Italia, sarà oramai passato in prescrizione. Un abbraccio!

  28. mario r.

    Arene e Sorrisi – due
    http://thumbsnap.com/v/SChujrQa.jpg

  29. mario r.

    Arene e Sorrisi – uno
    http://thumbsnap.com/v/6XByegjB.jpg

  30. Beppe76tv

    ciao a tutti, ed eccomi a voi dopo tanto tempo, ho appena visto la puntata dell’arena e devo dire che mi è parsa molto bella, rispettosa e non funerea, con un occhio di riguardo alla Mina di oggi e di domani, Klaus Davi aveva il compito di fare il disturbatore e il bastian contrario a parte questo ho trovato molto intelligente Malgioglio nel difendere Mina dalle stupidaggini di Klaus. in quanto alla pravo ho trovato molto carini i suoi auguri e in merito alle sue passate dichiarazioni diciamo che sono acqua passata sarebbe bello sentirle cantare assieme, d’altronde per noi per me Mina è l’amore e come tale a volte ci trova vicini o lontano da esso, questa primavera piena di novità per me è come una nuova stagione d’amore con Mina l’amore per la sua voce amore per il suo passato e soprattutto amore per il suo futuro, anche se a volte mi sono sentito distante da lei il mio amore per lei rimane immutato e immutabile grazie Mina per tutto quello che hai fatto è che farai per noi e per me baci a tutti

  31. giulia_z

    Mamma mia… che cattiveria…. e che cattivo gusto anche!!

    Rolls Eyes

  32. giulia_z

    Cara Pasqualina, la mia rabbia infatti, come ho scritto, è solo per lo spocchioso e ignorante sarcasmo di Klaus Davi, che ha dimostrato per l’ennesima volta che purtroppo l’anima di alcuni giornalisti è ripiena del peggiore cinismo e che il loro modo di leggere gli eventi del mondo non è altro che lo specchio delle brutture di cui i loro miseri cervelli sono infarciti; insomma, che spesso la malizia e la cattiveria sono negli occhi di chi guarda… E a pensarci, non è una buona cosa, visto che le sorti del mondo giacciono purtroppo, in quest’era medievale, anche nelle manone di questi individui deprecabili. A questo proposito, concordo pienamente con Simone. Il fatto di vivere nell’era dell’immagine è tutt’altro che una fortuna.
    A parte queste considerazioni, anche io sono stata piacevolmente sorpresa nel sentire con quanto amore si sia parlato di Mina all’Arena. Sicuramente la presenza di una persona posata e intelligente come Paolo Limiti che in più l’ha anche conosciuta di persona ha giovato non poco, credo.
    La cosa più divertente in assoluto è stato il grido d’amore di Malgioglio alla fine…. Troppo bello!!! Alien
    Mina, TI AMIAMOOOOOOOOO!!!!!

  33. marcello murabito

    L’arena e’stata uno spettacolo, e’ di come anno parlato della nostra amata MINA.Quasi tutti benissimo tranne quel bambolotto di Claus Davi,con la sua erre moscia come lui e Patty Pravo prima di parlare dovrebbe prima lavarsi la bocca con la candeggina. Mina sei sempre la piu’ Grande di sempre, Io ti ricordo nel 1978 a Viareggio quando per tre sere mi sono sentito in Paradiso,vedendoti ed ascoltandoti a due metri di distanza dal palco, ero con le lacrime agli occhi. Nel disco Mina live 78 mi riconosco quando ti grido SEI UNICA. Ti voglio un mare di bene. Grazie di esistere .scusate se forse sbaglio scrivendo ma sono sempre emozionato quando scrivi di mina.saluti a tutti

  34. Pasqualina

    A parte klaus davi, a me l’Arena è piaciuta..sono state dette frasi molto belle e anche giuste..bartoletti che dice :”Mina è l’Italia,,come la Francia ha la Marianna, L’Italia ha Mina..Mina continua a vegliare su di noi ecc.” ebbene è meraviglioso e veritiero..lo psicoterapeuta che dice “Mina è nei nostri cuori, vorrei vedere chi tra i cantanti di oggi è capace di entrare nei cuori della gente”, è stupendo e VERO! Ho dei dubbi solo sulla Patty: sarà verace la sua giustificazione su ciò detto in passato sulla tigre?? cmq i suoi auguri mi son sembrati sinceri. W MINA SEMPRE!

  35. Christian Mangano

    Robe da matti

  36. GiacoMino

    Come ti capisco! Twisted

  37. giulia_z

    per la prima volta in questo spazio intendo… perchè lui gli improperi se li meriterebbe spesso e volentieri

  38. giulia_z

    Per la prima volta ho la quasi irresistibile tentazione di fare un elenco degli improperi più volgari rivolti a Klaus Davi……….

    Mad Mad Mad

  39. Anche io trovo l’articolo di Salvadori meno acidulo del solito: tra le mielle futilità però dice una certezza molto condivisibile: “Mina è tutt’altro che un’artista superata”…e personalmente lo penso da sempre…Mina è un abisso avanti a molte giovani leve…così è e così sarà! Smile Buona domenica a tutti!

  40. Romeo

    Simone…devo dire che quasi quasi..sembra meno acidulo che in altre occasioni!!
    Penso che il Sig. Salvatori ami in modo smisurato la Signora
    pero’ x non solo quale arcano motivo non lo voglia totalmente sviscerare al mondo intero!!
    Questa e’ la strana senzazione che percepisco..!!

  41. dracula

    bene…manca poco all’arena di domenica in e a casa mia gia siamo tutti sul divano bianco,si come la copertina di SCONCERTO con l’aggiunta di tramezzini e vino.solo che il divano e’ piccolo e le persone,gli amici,gli etimatori,i veri fans ne sono in tanti:mi sa che per la serata del 29 marzo dovro’ comprare un’altro divano! Smile buona visione a tutti

  42. Romeo

    Ciao Mario….Cavolo…saperlo in tempo …mi inbucavo nella sua cucina!!!!
    Baci x madame

  43. emilio bocchi

    Roberto è il solito risentimento e il sottile (ma mica tanto) rancore che ruota intorno a Mina e alla sua scelta….nessuno che si limiti a parlare della sua arte e che rispetti il suo modo di essere e di fare.
    Anche oggi penso che nè sentiremo delle belle …Ho letto l’articolo di Salvatori e come al solito l’ho trovato irritante e sgradevole..Giusto come dici tu chiacchere da parrucchiere,con tutto il rispetto per le parrucchiere…

  44. grazieee mario, proprio vicina a lei!! che spassooooooo Alien

  45. Simone grazie per quello che hai scritto, a volte è difficle trovare termini, parole… tu sei riuscito a dare voce ai miei mille pensieri confusi… E’ vero la Mina è una rivoluzionaria, è il “Che” della musica italiana (permettemelo senza massacrarmi grazieeeeeeeeee). Ma passo molto tempo a far capire a chi mi circonda che questa scelta non è stata fatta per snobismo, Mina ama il suo publico, lo rispetta, ha solamente deciso di ritornare ad essere umana, visto che tutta la sua adolescenza e giovinezza l’ha data in pasto ai media!! Ha dovuto recuperare troppe cose, tante altre non le avrà recuperate affatto, ha lavorato 20 anni!! Poi è andata in pensione con la minima ihihihih… La stampa si impegna a farla risultare antipatica e snob, poi lei canta e tutto si dimentica. Lei è un’istituzione, le nuove leve parlano di lei, solo di lei, e la cosa che mi impressiona e che lei è riuscita a diventare mito, come la monroe, james dean, ma stando in vita!! Se ci penso mi vien la pelle d’oca, lei è un mito vivente, e questo dà fastidio, io mi auguro solo che vorrà ripetere un evento come nel 2001, ma già che volesse decidere di fare solo la radio a me piacerebbe tantissimo… a proposito Loris si hanno novità sull’argomento??? Buona domenica a tutti a Roma c’è un sole splendido… Grin

  46. robertobagna

    …ma perché Dario Salvatori invece dell’esperto di musica, vista la sua punta acida nei commenti e la sua capigliatura, non si dedica al salone di parrucchiere????
    Che ne sa di ARTE, il signorino, men che meno dell’ARTE DELLA NOSTRA MINA!!!!!!!!!!!!!!

  47. GiacoMino

    Apprezzo molto le tue riflessioni, Simone.
    Il ritiro di Mina è un fenomeno troppo rivoluzionario perchè lo star system contemporaneo possa confrontarvisi in maniera onesta. I vari presenzialisti della tv, della musica, della carta ecc… dovrebbero riconoscere la piccolezza dei propri sogni di prezzemolini, e questo sarebbe paradossale.
    E’ molto più facile pensare che Mina si sia ritirata perchè è ingrassata, perchè “se la tira”, o perchè si ritiene migliore degli altri…
    Sta di fatto che lei, nel suo “esilio”, è molto più umile di tante dive autoproclamatesi tali, e conserva intatta la propria dignità di artista e di persona, al riparo dalle plastificazioni, dal revival selvaggio, dalle ospitate elemosinate…

  48. emilio bocchi

    Ma che bello il tuo scrittto Simone sono d’accordo su tutto,anch’io tremo per queste pseudo celebrazioni e per ogni cosa rivolta a Mina cosi come tremo per il progettoche stà portando a termine Signorini l’ho visto poco fa a Verissimo…insopportabile,al limite del buon gusto nel suo spettegolare…non oso pensare cosa abbia ptuto scrivere su Mina..spero di sbagliarmie di dovermi ricredere.
    L’unica consolazione come dice Ganimede sarà la Signora con la sua voce …

  49. Simone-Roma

    Tremo anche io al pensiero di come verrà trattata Mina nel calderone di Giletti oggi pomeriggio.
    Non è soltanto l’accozzaglia maldestra di nomi che nulla ha a che fare con lei a stupire (Anna Safroncik???), ma il timore che il tutto si trasformi nell’ennesimo teatrino per straparlare di argomenti di cui tutti sono visibilmente digiuni. Un pò come accadde nella puntata di Porta a porta del 2001 quando, per parlare del video-web, chiamarono Elenoire Casalegno e Debora Caprioglio (mirabile l’articolo di Natalia Aspesi su Repubblica in tal senso). L’unico motivo di interesse risiede nella presenza di Falqui, grande signore di una magica televisione oggi sempre più distante e lontana.

    Ad ogni modo, per i cultori degli articoli celebrativi, segnalo questo corsivo del sempre odioso Dario Salvatori.

    http://iltempo.ilsole24ore.com/spettacoli/2010/03/14/1137316-mina_ultima_imperatrice.shtml

    Mai che uno affronti il tema dell’allontanamento dalle scene con un minimo di intelligenza e acume. Mai uno che sottolinei quanto coraggioso e trasgressivo (sì, trasgressivo, in un epoca dove se non appari 3 secondi in una tv locale non sei nessuno o se non hai 5000 contatti su facebook sei una nullità) sia vivere la professione in questo modo. Lei che potrebbe alzare la cornetta e mobilitare qualunque palinsesto non lo fa, mentre frotte di giovanotte sarebbero disposte a donare un rene pur di comparire mezze nude a fianco del solito maschilista conduttore tv.

    Quello che infastidisce molto di Mina agli occhi di cronisti e detrattori vari, è l’assoluta libertà con cui lei si è sempre mossa, fregandosene altamente di ciò che è più giusto fare per compiacere il pubblico pagante (o becerante) e aderendo sempre più alla sua vera natura di madre e di donna, prima che di cantante. In un mondo in cui tutti sono “artisti” (che ridere) o critici musicali, dove i discografici sono sempre meno preparati e il mondo della musica è in crisi nera, lei può permettersi di pubblicare tre dischi in un anno e mezzo, di scrivere editoriali (condivisibili o meno) su un importante quotidiano, di tornare a fare la testimonial per la Barilla, di rispondere alle lettere di fan e cuori infranti su Vanity Fair solo e soltanto alle sue condizioni.
    Difficile da digerire per chi passa la vita ad aderire a modelli imposti da una società sempre più disumana e a cercare il consenso altrui abbandonandosi a qualsiasi turpitudine per avere un minimo di visibilità.

Comments have been disabled.