Il Blog

Pubblicato: 9 anni ago

Sapessi come è facile cantare un tuo refrain…

“Di questo disco non si butta via nienteha scritto a proposito di Facile il caro Eno sul suo e sul nostro blog – perché non c’è niente che sia fuori posto: non un arrangiamento che non sia all’altezza, e non un solo respiro che non sia fedele alla storia che viene raccontata. Qui dentro sono palpabili divertimento vero e, per dirla alla Malgioglio, soffrimento sincero. Tutto è molto al di sopra di quanto ci si sarebbe potuto aspettare… Tra i dodici brani dell’album è arduo, e perfino inutile, eleggere i miei preferiti, che tanto, lo so, cambierebbero da un giorno all’altro, ma non posso fare a meno di esprimere la mia esaltazione nell’immergermi nelle atmosfere di Adesso è facile di e con Manuel Agnelli e di Non ti voglio più di Boosta, non perché i due brani siano migliori degli altri contenuti nel disco, ma perché offrono l’ennesima dimostrazione, qualora ve ne fosse ancora il bisogno, che Mina, quella che incanta, non ha età”.

Parole sante, condivise soprattutto da quella netta maggioranza silenziosa di aficionados del blog che ha ritenuto saggio disertare l’urna della nostra tradizionale “classifica dei fans” (in vigore – come i soci più “anziani” ben ricorderanno – fin dai tempi di Kyrie), ritenendo Facile troppo bello ed eterogeneo nella sua interezza per essere smembrato e svilito con graduatorie di gusto dettate dall’umore del momento. E se è vero che la vox populi espressa dal sondaggio tributa una meritata ovazione al duetto targato Afterhours (in testa sia come canzone preferita sia come miglior “secondo singolo” tra i tanti papabili), in realtà lo scarto in termini di gradimento tra la prima e l’ultima in classifica è molto più labile di quanto gli aridi dati statistici potrebbero far credere. Basti dire che per il più autorevole tra i nostri minologi (nonché il più latitante da queste colonne), ovvero Antonio Bianchi, il “45 giri ideale” di Facile vedrebbe accoppiate Non si butta via niente (“Un maliardo, ruffiano, travolgente soul nostrano”) e, pensate un po’, la “musicalmente magica, vocalmente miracolosa” Ma c’è tempo che, al momento, staziona come fanalino di coda – sia pure abbagliante – della nostra mobilissima Top 12. Al di là della disparità delle opininioni individuali su questo o quel brano, comunque, siamo certi che mai come stavolta, in mancanza di una promozione vera, sarà il passaparola positivo del pubblico a sancire – nel tempo – il pieno e meritato successo di questo grande disco degno della migliore Mina.

E in attesa che le classifiche più o meno ufficiali, per quanto ancora possano valere, ci diano i primi responsi sull’andamento del disco nel mercato, segnaliamo con gioia l’imminenza di un evento che certamente non mancherà di dare nuovo slancio mediatico all’ultimo gioiello di casa GSU: la sera del 3 dicembre prossimo alle h. 21,30, presso l’Auditorium Giovanni Agnelli del Teatro Lingotto in via Nizza 280 a Torino, andrà in scena lo spettacolo Le nostre canzoni preferite di Mina, ideato e diretto da Davide-Boosta-Dileo e condotto da Luciana Littizzetto, con la partecipazione di artisti di primo piano della scena musicale italiana come Antonella RuggieroSamuele BersaniJovanottiManuel AgnelliRoy PaciGiuliano Sangiorgi dei Negramaro, Federico Zampaglione e altri, tutti impegnati a rendere omaggio al repertorio della Signora della Canzone in una serata-evento a scopi benefici (a sostegno dell’Associazione torinese CasaOz per i bambini affetti da malattia) con l’accompagnamento musicale del quartetto Gnu Quartet unito alle sonorità elettroniche e agli arrangiamenti per pianoforte di Boosta. Le prevendite dei biglietti sono aperte online – rintracciabili sotto il titolo Musica che cura – Artisti per Casa Oz – già dal 22 ottobre sui canali www.greenticket.it, www.vivaticket.it e www.ticket.it. Altri dettagli sullo spettacolo li troverete nei prossimi post della nostra home page.

P.S. L’amica Delfina dell’ufficio stampa della Sony ci comunica un nuovo rimescolamento di date per quanto riguarda le imminenti emissioni in vinile picture di casa GSU: venerdì 20 novembre usciranno gli LP Leggera, Olio Todavia e l’attesissimo padellone color rosa di Facile, mentre slittano a venerdì 27 le pubblicazioni a 33 giri de L’allieva, Napoli Napoli secondo estratto.

Comments
  1. Franco Ghetti

    me lo sono chiesto anche io………. bohhhhhhh.
    forse lo hanno fatto per chi non lo ha avuto.
    difficile da capire. non resta che aspettare e vedere. ciao
    ciao MINA. Grin

  2. Franco Ghetti

    no decorazionesegrete sul talento no si discute.
    infatti non voglio discutere.
    alcune di quelle che hai nominato le conosco bene ad esempio della bassey ho un casino di roba.
    una voce bellissima e potente. anche le altre hanno una voce bella, personale, potente, la riconosci subito perche’ sono ……..bravissime e sono delle artiste professionalmente molto preparate ( grazie anche all’esperienza).
    quindi non discutiamo il talento.
    ma parliamo di una donna a tutto tondo, come la MINA.
    MINA non e’ solo voce, anzi ti diro’ , se lei avesse basato tutto sulla voce forse non esisterebbe piu’.
    MINA e’ voce, talento naturale, e’ armonia, MINA e’ intelligenza fatta carne e lo ha dimostrato da subito non negli anni, MINA e’ scena lei stessa, non ha bisogno di tante cose. MINA e’ MINA.
    e ti assicuro che ascolto molte voci, hai lasciato indietro la bette midler, mi piaceva un po’ di anni fa……….
    naturalmente non voglio togliere niente alle altre ma ti assicuro e’ difficile coniugare tante cose come MINA possiede in una persona sola. e’ difficile.
    e non dimentichiamo che MINA non si vede dal 1978.
    ti assicuro altri al suo posto non esisterebbero piu’ neanche nell’immaginario collettivo.
    per tornare da dove siamo partiti volevo dirti che tutte le voci femminili con talento mi piacciono, ma non potrei tenere sul lettore cd per giorni interi come faccio per MINA un cd di nessuna di queste.
    quindi non dico che non mi piacciono e che non abbiano talento , anzi……………….. ma quello che mette MINa nelle canzoni e in tutte le canzoni e’ difficile che qualcun altro possa farlo.
    io lo auguro a tutte. ma MINA rimane MINA e inarrivabile. cioa ivan. grazie.
    grazie MINA: Grin

  3. su 1 2 e 3 siamo in accordo…
    4-Mina è certamente tra le più brave.
    5-si,ci sono cantanti con un talento pari a Mina…non foss’alto per quanti cantanti al mondo ci sono…ehehheheheh.
    6-bhe,io dopo averla visto dal vivo 3 volte posso dirti che un talento pari a quello di Mina è soprattutto quello della BAssey…ma aggiungerei Dulce Pontes,Dee Dee Bridgewater,Rachelle Ferrell,Cassandra Willson,Paloma San Basilio, Cesaria Evora,Yma Sumac (scomparsa poco tempo fa) per dirne alcune.
    Queste possono piacere o meno ma sul talento non si discute…
    Saluti Franco.
    Wink

  4. è una tua opinione e la rispetto completamente.

  5. Fernando

    Olio su vinile ho la prima edizione, qual è la differenza ancora una volta? Rolls Eyes

  6. Franco Ghetti

    ivan io sono ignorante.
    1 ) la vanoni mi piace da morire ed ero a milano anno scorso in piazza per sentirla.
    2 ) MINA e’ bravissima
    3 ) ci sono un casino di cantanti bravissime nel mondo
    4 ) non si puo’ dire che MINA sia la cantante piu’ brava del mondo. ( ok ci sto )
    5 ) chi sono gli altri talenti che possono essere da pari a pari con MINA????
    6 ) te lo chiedo non per polemizzare ma per allargare i miei orizzonti musicali ( te lo chiede uno che nella musica ..essendo ignorante…. ama la voce e in modo particolare le voci femminili.
    7 ) grazie per la risposta.
    grazie MINA. franco Grin

  7. Ok! Ma se ghe penso che ero a un passo dall’ascoltare l’allieva IN VINILE…

  8. loris (Author)

    ATTENZIONE: il post è stato appena aggiornato con un’ennesima correzione delle date di emissione dei vinili di casa GSU/Sony.

  9. PieraPaso

    cara Pasqualina,
    copio e incollo il tuo messaggio
    buona sera da
    Piera Oops!

  10. PieraPaso

    ..a me l’Ornella, non mi dice NIENTE DI NIENTE
    non di dà nesssssssssuna EMOZIONE (non mi sgridare)
    Piera

  11. Pasqualina

    Mingardi è autore di 4 song superfavolose, in questo leggendario CD della Grande!…nn posso che dirgli BRAVO! buona serata Smile

  12. infatti…è solo per il retaggio culturale cattolico!
    Sorry….

  13. saveBO

    Un grande Andrea Mingardi…come quando scrive per Mina “Ma tu mi ami ancora”!!! Forza Bologna Andrea! Smile

  14. saveBO

    Ottimo Gil, proprio un commento che condivido in pieno. Smile

  15. franco-jesolo

    Andrea Mingardi dice di Mina su facebook:

    Palme e acqua nel deserto… dopo tanti miraggi, un oasi: il suo nuovo cd. Va bene, direte, sei uno degli autori… è impossibile che tu ne possa parlare male. E sperticarsi in lodi, non credi che nasconda a malapena un cui prodest? No!!!! E poi chi se ne frega! In fondo il mio rapporto con Mina, la più grande cantante italiana di sempre (sono stato scarso, lo so), è dicotomico. E’ vero, fortunatamente, sono uno degli autori che ogni tanto lei prende in considerazione ma anche un fan sfegatato. E allora questo articolo è il fan che lo scrive, non l’autore. Chiamatemi pure Minghi, Mengacci, Mango, Mengoli… (ci ho messo una vita per farmi chiamare Mingardi), ma lasciatemi rovesciare sul tavolo da gioco tutte le fiches che portano alla vittoria. Di che? Della musica, cavolo! La “Tigre” di Cremona che, ritirandosi, molti pensano si sia trasformata nella “nonna” di Lugano, ci manda graffi di una tale intensità che appena ho finito di ascoltare il suo cd mi sono dovuto disinfettare. E’ grande, grande, grande… a livelli inconsueti. Cioè non è grande come al solito o come l’immaginario dentro di noi ogni tanto ce la rivitalizza, è immensa perché capace di sbalordire per energia, freschezza vocale e sensualità. Alla faccia della… “nonna”. Sarà il volontario esilio, sarà la libertà conquistata e difesa coi denti, sarà la capacità di allontanarsi da una discografia pedofila, sarà quel cavolo che sarà, ma la signora Mazzini si comporta come le nuotatrici del sincronizzato. Mentre le altre vanno a fondo lei si erge dalla cintola in su con tale classe e facilità che ci fa sospettare che il suo salvagente sia una incontaminata passione per la musica. Le parole in bocca a lei sono doppiaggi di emozionanti scene da film. Le note, variabili umori di un tempo pazzo e imprevedibile e la potenza della sua voce, mai usata solo per vincere il campionato mondiale di “acuti”, squarcia il cielo grigio di un melodismo uggioso e ripetitivo. Anche la scelta del repertorio, e qui devo fare uno sforzo tremendo per non citare le mie canzoni, denota un’anima in continuo fermento che sceglie di volare alta sulle miserie alimentar-musicali di un era discografica gomorroica.
    Ho letto alcuni pareri degli esperti che hanno ascoltato il suo cd (l’avranno fatto? O si saranno limitati a esaurire l’attenzione dopo i primi solchi di ogni canzone) e la mia sensazione è che spesso quando ci si trova di fronte a un fenomeno si finisce per provare una sorta di naturale fastidio. No, tutto bene. Tutti dicono un gran bene… brava, bravi e grazie. Ma non entrano nella capacità interpretativa, nella drammaturgia di una voce che cerca di comunicare un “yes we can” che oramai interessa veramente a pochi. La tv rifiuta la qualità, le major discografiche sono alla canna del gas e le radio, se non paghi gli spazi, autonomamente non scelgono mai il talento. Preferiscono intasare i loro palinsesti di toni musicali medio bassi, sfregiati da un continuo chiacchiericcio spiritosetto che avrebbe la presunzione di divertire. Attirano tutto sul fondo. “Facile” è un bell’album, ricco di umori, di sudori, di paure e slanci. Venato da una leggera malinconia esistenziale, cosa che aiuterebbe tutti a non prendersi troppo sul serio, assomiglia a quelle barchine di carta che, bimbi, facevamo galleggiare dentro alla vasca da bagno. Erano fogli a quadretti piegati sapientemente, a volte scarabocchiati da una fantasia ingenua e visionaria, ma ci aiutavano a vedere al mare e tutte le cose che pensavamo non avremmo mai visto. Così, Mazzini, ci guida nelle penombre delle feste private, ci porta negli appartamenti di coniugi che si stanno chiedendo se il loro amore sia finito, ci fa spolverare gli angoli delle pulsioni più intime e ci racconta quanto è rimasto di noi.
    Io che non sono… Mingardi e che non ho l’interesse di quattro canzoni rese memorabili da lei in questo album, io che con questo articolo non posso essere accusato di conflitto d’interessi, vi consiglio: questo cd è meglio acquistarlo… ma, in ogni caso, datevi almeno un obiettivo: scaricatelo dal web, fatevelo doppiare (orrore) da uno che l’ha comprato o cercate di ascoltarlo con qualsiasi mezzo. Le proprietà di questo disco sono numerose e terapeutiche. Combatte la depressione, la solitudine, aiuta i casi d’impotenza, risolve la crisi economica e annulla il rischio della suina. Se poi qualcuno chiedesse: e il superenalotto?
    Ci stiamo lavorando e secondo me anche lì, si vince “Facile”.

  16. mario r.

    decorazionisegrete ciao.

    Io non ho mai capito perchè l’inquisizione sia SANTA, tu o qualcun’altro può spiegarmelo, grazie.

    bula bula, mario rossi-


  17. e anche se, c’è qualcosa che ci lega…

  18. renz

    non ho cambiato idea. solo una precisazione sulle spiegazioni date da loris.oggicque ho avuto la conferma che gab da firenze forse non aveva poi molto torto .grazie x avermi involontariamente aperto gli occhi. ognuno è libero di agire come crede e di condividere o meno se le similitudini ci sono. se no arrivederci e grazie.

  19. MA CHE TRISTREZZA (MINA-VANONONI)
    oggi ho ascoltato un po’ (in tv) del nuovo album di Ornella Vanoni ed ho subito pensato cavolo questo è un bel lavoro!!!…credo di comprarlo.
    Poi entro qui e leggo le solite becere polemiche.
    Diatribe tra OLTRANZISTI che difendono (DA COSA POI…) una cantante o l’atra…tra censure e ripicche.

    Ma dico io?
    Se uno ama Mina non puo’ apprezzare un altra voce?…apprezzare un altro lavoro discografico?
    Non è possibile per un fan di Mina dire che il disco della Vanoni è bello senza incorrere nella SANTA INQUISIZIONE ????

    Inoltre trovo assurdo usare frasi come la Vanoni è una grande ma Mina è la migliore di tutte…la più brava del mondo.

    Ma ci vogliamo fare un giro per la musica MONDIALE?
    MINA è TRA LE PIU’ GRANDI IN ASSOLUTO MA NON SI PUO’ DICRE CHI SIA LA PIù BRAVA CANTANTE DEL MONDO!
    l’amore di un Fan puo’ far amare un cantante in modo particolare ma dobbiamo essere onesti.

    Ci sono altri talenti che possono essere paragonati a Mina da pai a pari.
    questo si puo’ dire senza tirarsi addosso le solite ire di chi poi aggiunge:”ma allora tu non sei un fan”

    Io sono un fa,ma sono anche un amante della musica e non sono un estremista.
    Mina è IMMENSA ma questo non deve farci chiudere gli occhi e le orecchie verso altre cantanti.

    Mina ed Ornella poi hanno duettato ed hanno sugellato la loro stima reciproca.
    PUNTO E BASTA!

    APRIAMO I NOSTRI ORIZZONTI MUSICALI…la voce di Mina ci piacerebbe dippiù…

    IVAn

  20. Francesco

    Appunto!!!

  21. kyrie

    Ma tu non avevi detto addio????

  22. renz

    riporto la frase completa della intervista alla vanoni:il titolo siamo ossessionati da mina. la vanoni poi dice:in francia escono articoli come e dio creo’ aznavour , in italia invece siamo ossessionati da mina, il termine di paragone è sempre lei.. ma lei non cè… è troppo facile cosi’.ma finalmente i cantanti giovani hanno smesso di imitare mina e imitano la pausini che è la cantante piu’ popolare in italia e nel mondo.” e questo sarebbe un complimento!!!.io ci rido sopra ma non ammetto che x non urtare i fans della vanoni si sputi su quelli di mina proprio come fanno certi italiani chex non urtare la sensibilita” degli islamici cancellano le loro stesse tradizioni .

  23. mario r.

    OGGI a RADIO CAPITAL
    ore 18,00
    Ornella Vanoni viene intervistata sul suo nuovo lavoro discografico.

    bula bula, mario r.

  24. Amante

    A proposito della Vanoni, il duetto con la Nannini ne “I maschi” è qualcosa di strepitoso. Arrangiamento potentissimo, interpretazione che più azzeccata non si può. Cazzutissima!

  25. Gil

    Caro Loris,
    sono pienamente d’accordo con quanto affermi tu e sono contento che sia stato proprio tu, dall’alto del tuo ruolo qui sul Sito, a fare certe precisazioni smorzando, così, polemiche infruttuose. Vorrei aggiungere di mio che Mina e la Vanoni si sono stimate da sempre e la stessa Vanoni ha dichiarato che Lei si sente spesso con Mina e che avevano in programma una pizza insieme (questo è stato dichiarato da Ornella nella trasmissione TV sui suoi 50 anni di attività musicale in prima serata su RAIUNO). Inveire così per una frase estrapolata da un certo discorso non significa che Ornella voleva attaccare Mina e poi bisogna vedere il prima e il dopo della frase incriminata e sapientemente “manipolata” da Fegiz. Intanto la Vanoni ha sempre detto che Mina, con la voce da Dio che si ritrova, dovrebbe collaborare anche con grandi musicisti (tipo Gil Evans) visto questo straordinario dono che le ha riservato madre natura… e in più di un’intervista ha rispettato e condiviso la scelta di Mina sul fatto di non apparire più. Per chi nutre ancora dei dubbi e ne volesse conferma, basta leggere quanto riportato dal mai dimenticato Flavio a proposito della Vanoni che si esprime su Mina a pag.100 del “SUO” libro “Unicamente Mina”!
    Al limite io ho trovato più offensivo la frase che hanno fatto dire alla Amoroso negli sketch promozionali del programma con Morandi. Alla domanda di Morandi: “Qui al Delle Vittore cantava Mina, ma tu sai chi è?” e la risposta distratta dell’Amoroso: “Si… me ne parlava mia zia!” e questa si che è una battuta che ho trovato estremamente squallida e di dubbio gusto da parte degli autori del programma visto che Mina, più di tutti/e, ha fatto la storia della televisione italiana per cui indirizziamo i nostri strali verso chi adesso si dimostra irriconoscente e non verso un’artista legata a Mina da una stima reciproca.

  26. Pasqualina

    Ornella, sei Grande…..ma Mina è e resta la più Grande di tutte..forever and ever..buona giornata a tutti Smile

  27. Domenico/Napoli

    Pienamente in accordo. Ho letto l’articolo,e anzi mi sembra quasi un complimento fatto a MINA.
    Siamo decisamente su i livelli più alti di professionalità! Due vere signore della musica; MINA nu’ poco ‘e cchiù! LOL

  28. madameX

    B giorno TIGROTTI…Vassallino che dire? basta leggere il testo e dice tutto…..L’indifferenza totale che tu da gran signore giocavi con me…
    La vita è una partita a dama…Ognuno fa le propie mosse.e quando ti rendi conto di essere prigioniera e caduta nella sua trappola. meglio sorridere o autoeliminarsi Il tuo avversario non avrà pietà di te,Ti guarderà negli occhi soddisfatto sapendo di aver vinto la partita. A te rimarrà l’orgoglio di aver saputo giocare con dignità e te ne vai sconfitta col sorriso sulle labbra come un clawn in questo grande circo che si chiama vita fatto di giocolieri prestigiatori fanti regine e re………..madame

  29. mario r.

    Mario Beda (impossibilitato) mi chiede di srivere queste due note.
    1- Pagina su FACILE, n.42 su Di Tutto
    2- Vanoni – Mina, Correere Della Sera

    bula bula, mario rossi-

  30. Louis Seifer

    Secondo me si sta troppo ingigantendo un articolo che di Ornella Vanoni ha ben poco.
    Se notate sul sito del Corriere, in home page, l’articolo che presenta il nuovo disco di Ornella ha la foto di Mina Confused 8O Confused 8O Confused 8O
    Addirittura arrivare a titolare un pezzo che dovrebbe spiegare il lavoro di un’artista con una frase che, isolata dal contesto, non c’entra nulla col progetto, mi fa semplicemente ridere.
    A ben leggere poi non c’è da individuare nessuna invidia. Come dice Loris, “Ornella rimprovera affettuosamente l’amica-rivale di sempre per la sua “assenza”, ma in fondo non ha fatto altro che constatare quanto sia “troppo facile” persino per una Pausini occupare lo spazio mediatico che Mina ha lasciato volontariamente vacante, sottintendendo che non ci sarebbe trippa per gatte se la Signora Mazzini decidesse di ripresentarsi alla ribalta per riaggiudicarsi quel primato di vendite che al momento non è più suo per scelta.”

    Sono convinto che tra le due ci sia una stima incredibile, non a casa la stessa Mina (a differenza di altre artiste che si sono rifiutate: senza fare nomi Patty Pravo Grin ) ha deciso di duettare con lei… e la stessa Ornella ha più volte ribadito nelle varie interviste che la gente e i giornali le vedono solo e sempre in competizione come Coppi E Bartali.

    Quindi, giornalismo e gossip a parte, una grande standing ovation per Mina e Ornella che sono ancora protagoniste (alla faccia di chi le vuole male) del panorama musicale italiano, ognuna con le sue peculiarità ed emozioni Razz

  31. Vassallo paleologo giuseppe

    Ragazzi state dando troppo risalto a questa notizia…non fate le solite primedonne….questo è un discorso tra 2 dive….noi restiamone fuori Alien

  32. ale Bs

    MINA TIRERà UN SOSPIRO DI SOLIEVO DOPO AVER APPRESO DALLA VANONI CHE NON è PI LA NUMERO UNO….AHAHAHAHAAHHAAHAH
    POVERA VANONI, MA NO DOVEVA RITIRARSI???
    PASSO E CHIUDO. 4 EVER ANCHE IO.

  33. renz

    volevo mandarvi un addio a questo sito. visto che un salutino non si nega a nessuno spero che non venga censurato anche questo post.

  34. renz

    mi dispiace contraddirla ma la vanoni non vuole dire cio’ che lei , sig loris ha inteso.quel” troppo facile”Rolls Eyes vuol dire ben altro…

  35. loris (Author)

    Spero che le dichiarazioni maliziosamente evidenziate da Fegiz non scatenino le solite odiose querelles antivanoniane. Non è la prima volta che Ornella rimprovera affettuosamente l’amica-rivale di sempre per la sua “assenza”, ma in fondo non ha fatto altro che constatare quanto sia “troppo facile” persino per una Pausini occupare lo spazio mediatico che Mina ha lasciato volontariamente vacante, sottintendendo che non ci sarebbe trippa per gatte se la Signora Mazzini decidesse di ripresentarsi alla ribalta per riaggiudicarsi quel primato di vendite che al momento non è più suo per scelta.

  36. rossana

    La Vanoni… che Dio la perdoni…!8O

  37. Dicono che i talent show producano solo schifezze.
    «Ma va, sono tutti molto preparati. Magari non hanno ancora l’espressività giusta, ma vocalmente sono straordinari. E mostrano subito una sicurezza… Io al debutto ero un cane e Mina ancora peggio».

    Ma come si permette la Vanoni? Ma parla per te!!! Ma è proprio invidiosa di Mina. Mamma mia!

  38. PieraPaso

    ..bella canzone, bellisssssimo testo, che MINA sà interpretare con grande bravura che sà fare la sua “grande voce” lascia un sigillo forte, quando la risenti diventa una canzone nuva l’ascolti con un’emozione forte come se fosse la prima volta che la canta..sentire
    “e mi vorrai come allora” urlato gridato cantato come solo Lei sà fare.
    Grazie MINA Lamp
    Piera

  39. PieraPaso

    Grazie MINA
    ieri mi hai fatto felice,
    ti faccio la stendyovetion..
    con affetto da
    Piera
    Oops!

  40. oggi mina è amata dai giovani musicisti e autori perchè incarna la libertà di espressione… tanto è vero che organizzano eventi in suo onore… vedasi giorno 3 dicembre a torino. non ci potrò essere Cry

    se solo mina facesse un’apparizione televisiva o un concerto non so cosa potrebbe succedere ai numeri reali Grin

  41. buongiorno ragazzi, avete letto la vanoni cosa dice?

    http://www.corriere.it/spettacoli/09_novembre_12/mina-ossessionati-vanoni-luzzatto-fegiz_008b2eae-cf5b-11de-a0b4-00144f02aabc.shtml

    leggete bene e capirete che all’età che porta ancora si fa dire cosa cantare. Ecco l’invidia con la nostra grande Mina.

    Mina ha scelto la libertà… eppure è sempre sulla bocca di tutti.
    VIVA LA LIBERTA’… VIVA MINA… OGGI MINA RAPPRESENTA PIU’ CHE MAI LA LIBERTA’…

  42. Francesco

    Uff solo io non riesco mai a recuperarne uno… Frown

  43. Francesco

    Sono meravigliosi… hai ragione Christian!

  44. Vassallo paleologo giuseppe

    Oggi è tornato il sole a splendere qui a Palermo ed anch’io sono radioso Grin il giradischi suona per voi L’ULTIMO GESTO DI UN CLOWN…..stupendo brano dedicato anche oggi a Paolo Limiti….io non ho commenti da fare…..pensateci voi Wink

    Con il sorriso dipinto di un clown
    l’ultima scena la faccio per te
    per una
    vita dovrai ricordare
    l’attimo in cui hai perso me.
    L’indifferenza totale che tu
    da gran signore giocavi con me,
    vedi che
    anch’io la so recitare
    e caso strano fa male anche a te,
    chissà perchè tu che eri un re.
    E mi vorrai come allora
    perchè uscendo dalla porta ho riso ancora
    perchè il cuore paga chi non soffre mai e
    e mi vorrai di più ancora,
    bella stupida convinta che l’amore
    fosse dire a
    quel telefono “dai, suona se puoi,
    fa che sia lui, fa che sia lui”.
    E poi c’è un ultimo gesto del clown
    che non vedrai, che io tengo per me,
    togliere questo sorriso e gridare
    che t’amo ancora ma non lo saprai e
    e mi vorrai come allora
    perchè uscendo dalla porta ho riso ancora
    perchè il cuore paga chi non soffre mai e
    e mi vorrai di più ancora,
    bella stupida convinta che l’amore
    fosse dire a
    quel telefono “dai, suona se puoi,
    fa che sia lui, fa che sia lui”,
    fosse dire a quel telefono “dai, suona se puoi,
    fa che sia lui, fa che sia lui”.

    Buona giornata Alien

  45. Oggi ho comprato i 4 vinili “mina n.0″, “canarino mannaro vol. 1 e 2″ & “bula bula”…

    Mamma mia che belli!

    Ciau a tutti!!

    Attendendo il 13 novembre Smile

  46. emilio bocchi

    è stato fatto anche per Sulla tua bocca lo dirò e un cartonato contenitore anche per i 5 cd Riassunti d’amore inoltre per FACILE a Messagerie un mega cartonato all’entrata come è stato messo qui sul blog.

  47. emilio bocchi

    Tanti auguri Benedetta sei bellissima e solare…. Grin

  48. emilio bocchi

    Certamente si ma che negoziante è….

  49. ceralacca

    meglio tardi che mai:tanti tantissimi auguri a benedetta. Razz

Comments have been disabled.