Il Blog

Pubblicato: 4 anni ago

Repetita iuvant

Poco incline da sempre – salvo rari casi eccellenti – a ricantare se stessa, consapevole che i classici del suo passato è quasi sempre bene che continuino a risplendere nelle loro incisioni originali, Mina non ha mai esitato invece a “rivedere e correggere”, alla luce delle nuove consapevolezze interpretative maturate negli anni, gli standard attinti ai repertori altrui, e come tali meno strettamente ricollegabili a Lei. Non c’è perciò da stupirsi se anche in 12, come avvenuto in tanti precedenti album di cover, la Tigre sia voluta tornare “sul luogo del diletto” riprendendo alcuni titoli già rintracciabili nella sua discografia di ieri (e di ier l’altro) come Love Me Tender e I’m glade there is you. E se per iperclassici del calibro di Over The Rainbow e di I’ve got you under my skin, precedentemente affrontati da Mina solo in remote occasioni radiotelevisive, il recupero discografico è un atto quasi doveroso, più curiosa e sorprendente è la presenza nel nuovo album di Everything happens to me, da lei già eseguita nel ’64 nel suo primo, leggendario LP Ri-Fi e poi, 29 anni dopo, riproposta in versione unplugged con un trio di musicisti quasi identico, se si esclude Maurizio Dei Lazzaretti alla batteria al posto di Alfredo Golino. a quello che l’ha accompagnata in 12. Di quella scintillante seconda incisione minosa del brano di Dennis-Adair il nostro Antonio Bianchi sottolineò nella fanzine numero 40 “la grande pulizia esecutiva, la misura accentuata, la voce in grande evidenza su percorsi rarefatti. E’ proprio su queste melodie che le voci ‘storiche’ rischiano di svelare inesorabilmente la perdita di smalto. E invece, Mina le percorre con grande controllo ed estremo buon gusto. Sarebbe assurdo, però, dire che la voce sia rimasta immutata (malgrado la nuova Everything... richiami magicamente la versione del ’64): la timbrica si è arricchita di un velo di espressività più intenso ed inquietante. Si avverte un senso di sofferenza insolito in una voce tanto pulita e chiara. Ben vengano, dunque, i brani che evidenziano queste caratteristiche…”. E ben vengano, aggiungiamo noi oggi, altre dieci, cento, mille Everything happens to me, se a ridar loro ogni volta nuova vita è una Voce capace di rimanere sempre incorruttibilmente unica e inconfondibile pur nel suo eterno rinnovarsi…

Comments
  1. Simone-Roma

    Da domani sarà in rotazione radiofonica “Over the rainbow”, primo singolo estratto da 12.
    Speriamo che il singolo sarà anche scaricabile su Itunes, perchè se dobbiamo aspettare le radio stiamo freschi (sono talmente impegnate a passare sempre le stesse 4/5 canzoni orripilanti, dietro lauto compenso, che non possono permettersi di far ascoltare il nuovo singolo della numero uno della musica leggera italiana).

    http://www.radiowebitalia.it/dischi-a-novita/radio-date/sony-music/item/77449-mina-%E2%80%9Cover-the-rainbow%E2%80%9D

  2. emilio bocchi

    Visti gli autori
    Imogene Carpenter .Lenny Adelson.

  3. emilio bocchi

    Sul sito del Mina Mazzini è stato riportato l’articolo di Pippo Augliera dove dice che Anytime Anywhere è la canzo’ène dei Gottard…
    Ma c’è anche quella di Sara Bightman.Io però credo sia quella di Sinatra.

  4. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..c’è una canzone che MINA..ha cantato di gia’..e che saea’ una “rosa” delle 12 del 4.12 è:
    Everything happens to me
    I make a date for golf
    and you can bet your life it rains
    I try to throw a party
    and the guy upstairs complains
    I guess I’ll go through life
    just catching colds and missing trains
    Everything happens to me

    I never miss a thing,
    I’ve had the measles and the mumps
    And every time I play an ace
    My partner always trumps
    I guess I’m just a fool
    who never looks before he jumps
    Everything happens to me

    At first I thought that you could break this jinx for me
    That love would turn the trick to end despair
    Now I just can’t fool this head that thinks for me
    I’ve mortgaged all my castles in the air

    I’ve telegraphed and phoned
    and sent an airmail special too
    Your answer was goodbye
    and there was even postage due
    I fell in love just once
    it had to be with you
    Everything happens to me.
    Everything happens to me.
    Grazie MINA In Love

  5. Ciao ! La Mina intimista mi fa impazzire.In “Mi guardano” LEI canta da Dio: Attenta alle sfumature, con una voce calda , dolente .Perfetta. Io invece o conosciuto prima la versione del 1971 e anche se la versione del ’63 è bella, questa del ’71 mi piace di più per la maturità della Voce e l’arrangiamento di lusso.

  6. salvo da siracusa

    Il mio commento precedente era per Cristian Lucano per ” M guardano”!!!

  7. salvo da siracusa

    Questa canzone molto semplice come testo, e’ stata sempre una delle mie preferite anche fin dalla prima versione che mi ricordo benissimo….visto la mia tenera eta’!!!!!! Nella smisurata discografia di MINA si riscoprono, a volte dopo tempo, delle canzoni dimenticate per motivi vari ma che riascoltandole ci danno tanta emozione! Io in questi giorni ho ”rispolverato” Che m’importa del mondo!!!! ciao

  8. PieraPaso

    Ieri ho ricevuto la Rivista RARO n. 248.del nostro super caro amico Fernando Fratercangeli, con in copertina una bellissima foto di MINA. In Love ..tratta dall’ Album “Un’ anno d’amore Giapponese” e nell’interno c’è tutto un servizio sulla discografia Giappionese degli anni ’60
    Complimenti a Fernando che ha fatto la Convetion per il 25′ anno di RARO..merita la mi Stady-ovatiion ..per tutte le “rarita” di MINA In Love che trova per NOI fans.
    Amici Fans non perdete questa copia..entra nel collezionisnioi! io ho tutte le copertine di RARO..con MINA In Love

  9. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..rimetto amcora una cover di Elvis Presley ..la ma prima PASSIONE …che non scordo MAI..una canzone che MINA In Love canta stupendamwente..nell’ album Caterpillar è: LOVE ME TENDER
    è anche una delle 12 “rose” Smile
    Love me tender
    love me sweet
    never let me go.
    You have made
    my life complete
    and I love you so.
    Love me tender
    love me true
    all my dreams fulfilled.
    For my darlin’ I love you
    and I always will.
    Love me tender
    love me dear
    tell me you are mine.
    I’ll be yours through all the years
    till the end of time.
    Love me tender
    love me true
    all my dreams fulfilled.
    For my darlin’ I love you
    and I always will.

    Love me tender
    love me dear
    all my dreams fulfilled.
    For my darlin’ I love you
    and I always will.
    Grazieee MINA In Love

  10. emilio bocchi

    Sono d’accodo con te Cristian la versione riletta in Quando tu mi spiavi in cima a un batticuore è davvero stupenda e malinconica e la sua voce è certamente più matura e dolente che nella vecchia versione del 63.

  11. Romeo

    Grazie Maxmin
    ti ringrazio

  12. Romeo

    Grazie Mario
    Vado a cercarmi RARO
    sei gentilissimo

  13. Mi viene in mente la MERAVIGLIOSA rilettura di “MI GUARDANO” , una delle mie canzone di MINA più amate che non mi stanco mai di ascoltare. Secondo me la canzone è stata valorizzata con questa magnifica seconda versione .

  14. MarioBeda

    Per Romeo. Eccolo:
    http://thumbsnap.com/vm5q63lA

    Emissione 1974 – Copertina standard ( fonte RARO n°167)
    Smile

  15. Maxmin

    Si Romeo,
    esiste una versione con foto di un carosello barilla del 69..

  16. Christian contaMINAto Mangano

    Loris, illuMINAci! Ci sarà o no il singolo pubblicitario?

  17. Romeo

    Buon Giorno Minosi…….Aiuto !!Vorrei sapere per favore se conoscete l’esistenza di un 45 giri della sig,ra
    con E poi /Non tornare piu’ con copertina alternativa a quella che tutti noi conosciamo …grazie!!
    IL 4 Dicembre ….e’ alle porte ..prepariamo i nostri lettori !!
    romeo

  18. Domenico Roma

    Sono completamente d’accordo.
    Everything happens to me è una canzone meravigliosa con un testo molto particolare. Ho sempre preferito la versione del ’93 a quella del ’64 ed ho voglia di preferire quella del ’12 (che strano scriverlo così, ma si può?) a quella del ’93.
    Comunque nell’interlude della versione Lochness, sicuramente Lei parla, ma non sono mai riuscito a capire cosa dice!
    Per quello che riguarda questo disco, sono felicissimo della scelta delle canzoni e aspetto con ansia di sentire la SUA versione di “I’ll be seeing you” che è da pelle d’oca, soprattutto nella versione live di Sarah Vaughan.

    Buona giornata a tutti
    Domenico

Comments have been disabled.