Il Blog

1505390_10202460473504798_1563785289_n
Pubblicato: 1 anno ago

Pasqua con chi vuoi, Natale con Lei

Un silenzio discografico di due, tre o anche più anni è ormai una prassi consolidata nel periclitante mondo del pop. Nel caso di Mina, però, l’assenza di novità che perdura dai tempi di Selfie è avvertita dai suoi fans con un senso di smarrimento e di apprensione del tutto ignoto agli aficionados di altri artisti che sono soliti riempire il vuoto cronologico tra un nuovo album e l’altro a suon di concerti, ospitate televisive e marchette mediatiche di ogni tipo. Ad incupire ulteriormente gli animi della community mazziniana, oltretutto, è il clima di incertezza che grava tuttora nel quartier generale di Lugano sui tempi e sui modi di uscita dei progetti in corso. L’unica cosa sicura è che – o col doppio album appena terminato o col disco con Celentano ancora tutto da realizzare – avremo comunque una Mina nuova di zecca sotto l’albero di Natale. Certo, il rinato sodalizio tra la Tigre e il Molleggiato sarebbe – se confermato – la perfetta ciliegia finale sulla torta in quest’annata che, dopo troppe stagioni dominate dai fatui fuochi di paglia dei talent show, vede le vecchie glorie della musica italiana più che mai alla riscossa col trionfo sanremese di un gruppo non più di primo pelo come gli Stadio, l’ennesima rinascita dell’Araba Fenice Patty Pravo con uno dei migliori album della sua carriera, la reboante definitive reunion di quei decrepitoni dei Pooh (cit. Franca Valeri), senza contare la serie di sold out messa a segno in giro per gli stadi d’Italia dai due old gringos Morandi e Baglioni. In attesa di comunicati ufficiali, noi del Minafanclub ci mettiamo al lavoro con la passione di sempre per una fanzine – la numero 80 – che sarà comunque ricca di sorprese pur dovendo ancora una volta limitare al massimo la parte riservata alle news. Nel frattempo, tanti auguri di Buona Pasqua a tutti voi e – soprattutto – Buon Compleanno a Lei!

(Photo: Gaetano Lo Presti – La torta è del Mastro Pasticciere – e socio fondatore del Club parmense – Marco Piancastelli)