Il Blog

Pubblicato: 5 anni ago

Note di San Valentino

Mina_love_collection_2000

In attesa del suo “pensiero d’amore” in arrivo a fine febbraio (l’edizione in vinile di 12) ripeschiamo da un vecchio e dimenticato Sorrisi e canzoni di una trentina di anni fa questo divertente scritto di Mina dedicato alla Festa degli Innamorati

di Mina

San Valentino? Scusate, ma la prima cosa che mi viene in mente è la famigerata “strage” che si fregia di un nome così tenero. Al Capone, Chicago, il Proibizionismo, il charleston e gli anni ruggenti. Oh Dio, con quello che abbiamo visto dopo, anche Al Capone con la sua lobbia, il sigaro Avana e l’abito gessato fa la figura di un buon diavolaccio. A proposito di abiti, Valentino mi ricorda anche la poesia di Pascoli: “Oh Valentino vestito di nuovo…”. O addirittura Valentino, il creatore di moda che veste le superstar e le signore del jet-set internazionale. Non è roba per me… Ma San Valentino, ora che mi ricordo, è anche la Festa degli Innamorati. Possibile, è già passato un anno? Proprio vero che quando si è innamorati, proprio innamorati, il tempo vola. Non è così, amici di Sorrisi?…

Comments
  1. PieraPaso

    Stamattina sul giradischi..c’è una canzone capolavORO.
    che MINA In Love canta ..nel Live ’72 è:
    Someday (You want me to want you )
    Per darVi cari AMICI Fans la buo Domenica
    I know that someday, you’ll want me, to want you
    When I’m in love with somebody new
    You expect me to be true, and keep on loving you
    Tho’ I am feeling blue, you think I can’t forget you

    Until someday you’ll want me, to want you
    When I’m in love with somebody else
    And although you don’t want me now,
    I’ll get along somehow
    And then, I won’t want you

    I know that someday, you’ll want me, to want you
    When I’m in love with somebody new
    You expect me to be true, and keep on loving you
    Tho’ I am feeling blue, you think I can’t forget you

    I know that someday, you’re gonna want me, to want you
    When I am strong for somebody else
    And although you don’t want me now,
    I’m gonna get along, somehow
    And then, I won’t want you
    I won’t want you
    And then, I won’t want you
    Grazie MINA In Love

  2. PieraPaso

    Stamattina, sul giiradischi..c’è una cazone straordinaria che la nostra MINA In Love canta è:
    TU SARAI LA MIA VOCE
    “Friggo” di sentirla nel “13”
    Tu sarai la mia voce
    e con te porterai
    le parole che io
    non riesco a dire mai.
    Per un’ora di luce
    quanto buio di più,
    ma ogni luna rinasce
    da un sole che va giù.
    E griderai
    la mia follia
    a un cielo che
    non è più mio,
    lui sarà là,
    ti ascolterà,
    tu sarai la mia voce
    e lui lo capirà.
    E gli dirai
    che i giorni veri
    sono soltanto
    quelli di ieri,
    gli chiederai
    dei miei domani,
    tu sarai la mia voce
    dentro le sue mani.
    Tu sarai la mia voce
    e le porterai tu
    le parole che ormai
    non ho più.
    Grazie MINA In Love

  3. PINA

    Ciao, Vittorio.
    Eccoti accontentato, per il minimo che posso fare. Le mie foto sono venute tutte male. L’unica che “si salva” è questa. Ma, per me, è la più bella del mondo.
    http://thumbsnap.com/idCjh47z

  4. PINA

    Ciao, Cristian.
    Grazie per il tuo riscontro. Purtroppo non ho le “Fanzine” 43 e 44. Magari potessi almeno solo vederle e leggerle… Avevo sentito o letto che si erano fatti degli interessanti dossier sulla mitica stagione di “Bussoladomani”, ma non ho mai avuto il piacere di conoscerli. Spero sempre di poterne avere la possibilità, qualche volta.
    Per questa occasione, intendevo dire che pensavo ad un dossier su “Fanzine” tutto di commenti, ricordi, immagini, emozioni riportate da noi fans che abbiamo avuto il privilegio di assistere almeno ad una di quelle serate.

  5. PINA

    Ciao, Agostino, grazie per quello che hai scritto. Adesso so che ti rivolgevi a me e, anche se mi hai chiamata Maria, non ha importanza. E’ un bellissimo nome.
    A me capita, spesso per la fretta, per l’emozione, per tutto quello che ci sta attorno a martellarci e, soprattutto per non “correggere il compito” prima di consegnarlo, che va a finire con qualcosa che sfugge, o si digita una parola piuttosto che un’altra. Nel mio messaggio delle 2,37 (e certo, a quell’ora!…) ad esempio, avrei potuto scrivere “brevemente” piuttosto che “velocemente” e poi ho scritto che Mina non parlava mai in scena, durante i concerti. Come se mi riferissi ai suoi concerti in generale. Mentre, invece intendevo fare riferimento esclusivamente ai concerti di “Bussoladomani”. Mi ricordo benissimo, fra le tante esibizioni, le sue deliziose introduzioni ai brani dei concerti con Gaber, ma a “Bussoladomani”, almeno stando a quanto so finora, fra un brano e un altro non spiccicava parola. Solo i suoi “grazie”, di tanto in tanto. E poi il “ridi… ridi” dell’album “mina.live”, alla presentazione dei musicisti e, la sera del “mio concerto”, quel prezioso “Di più… di più. Per loro, di più”.

  6. AGOSTINO CANCIELLO

    Perdonami Pina l’emozione fa brutti scherzi…E’ imperdonabile ti ho chiamato Maria…
    Scusami per la poco carina defaiance!!!
    Baci

  7. AGOSTINO CANCIELLO

    Ciao Grazie simone per l’informazione. Anch’io per esserci avrei voluto essere nato prima…

  8. francesco cremona

    per chi guarda ancora la tv, eheh ed ha pagato il sempre piu inutile e incomprensibile canone stasera su rai 1 tra gli ospiti del programma di max giusti dovrebbe esserci ospite monica naranjo, con questa scusa ascoltiamo questa song,,,,,,,,,

    http://www.youtube.com/watch?v=5HORE1XByUQ

  9. G.VITTORIO

    Un saluto a tutti e una preghiera per quelli che hanno fotografie del Live 78 vi prego pubblicatele sul blog!!!!!
    Ringrazio tutti quanti!

  10. simone po

    Ciao a tutti gli estimatori della nostra Immensa. Posso dire con certezza che nella data del 22 luglio 1978 a Bussoladomani con Mina c’era il gruppo di cabaret La Smorfia. Dico con certezza perché ho il biglietto con la data del concerto e tra il pubblico c’era mia sorella. Io allora “non avevo l’età” e mi dovetti accontentare del lungotransenne di viale Kennedy, mentre la Nostra stava cantando (e si percepiva una certa magia anche da fuori…); ricordo le note di una Talentuosissima Armonica che segnava in un tratto marcato di bellezza quella notte versiliese. Se solo si potesse riavvolgere il tempo e lo spazio farei di tutto per poter entrare anch’io su quella gradinata. Da allora la mia profonda ammirazione per Mina non è mai cessata.

  11. G.VITTORIO

    Salve Agostino Canciello io ho avuto la fortuna di assistere al Live 78 ( penso fosse dell’8 luglio) con i Gatti di Vicolo Miracoli nella prima parte dello spettacolo, poveri gatti non sapevano più che pesci pigliare perchè la gente era a dir poco assetata della Madre di tutte le Cantanti della quale si percepiva la vicina presenza ancora prima di vederLa, poi………. è arrivata Lei e Bussoladomani si è trasformata in un incanto indimenticabile non ci sono parole sento ancora i brividi sulla pelle anche se faceva caldo, ricordo pure io dopo l’interpretazione di MARGHERITA CHE IL PUBBLICO ANDO’ IN DELIRIO……..come vorrei tornare indietro!!!
    Un messaggio per loris, nelle prossime fanzine ti prego pensa anche al Live 1978 anche se naturalmente lo hai già fatto ma siccome io non le ho poture avere ne sento LA FAMEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE. Salutissimi

  12. AGOSTINO CANCIELLO

    Ciao Maria.
    Ho sempre saputo che per le passioni non c’è latitudine, tempo e ne differenze sociali che tengono. Eppure ogni volta, come questa volta con te, mi meraviglio fino alla commozione. Grazie Maria e tu sai perchè!!!
    Passando al live 78 secondo me ci vorrebbe una fanzine intera per contenere le testimonianze, le foto amatoriali fatte, le incursioni “tecniche” del nostro Antonio Bianchi, e chi più ne ha più ne metta. Perchè a mio avviso come per ogni evento della nostra Mina tutto è semplice eppure niente è lasciato al caso e soprattutto ogni cosa ha un significato…
    Non so se riesco a spiegarmi.
    Ecco la mia voglia di fare chiarezza e ricostruire l’evento a cominciare dalle date, di sicuro ogn’una diversa dall’altra anche se tutte emozionanti in egual modo.Ma per poterlo fare ho bisogno di tutti VOI e non smetterò di ringraziare a chi già ha risposto al mio appello.
    Abbraccio Maria forte e in egual misura a tutti
    Agostino

  13. PieraPaso

    ..finalmente ho sentito ..i due concerti Live che ho Catania e Milano…è sul Concerto al Lirico di Milano..che Bugiardo incosciente è interrotta
    Piera
    t chiede scsa per il ritardo

  14. Mario Ciampoli

    Ciao Pina, grazie alle tue parole sull’umiltà di Mina mi è venuto in mente che le feci una foto (credo dopo “Margherita”, dal momento che mi alzai dal mio posto approfittando della baraonda di giubilo e gioia che si era creata, ed ebbi il tempodi recarmi di fianco al palco): vidi gli occhi umidi di lacrime. È quella che metto sul profilo di cui mi scuso dato che è “una foto della foto posta su Avatar” e la qualità non è buona.
    L’originale l’avevo regalato a mia sorella che l’ha incorniciato.
    Ciao Agostino, scusami se non sono più preciso con le date. Anche se vedo che gli Amici che hanno scritto sono più precisi di me.
    Segnavo tutto, l’ ho fatto per le puntate di “Canzonissima 68″ con data, cosa Mina eseguiva (all’inizio, nel meedley centrale e alla fine), come ho segnato anche per il LIVE 78. Ma ho documenti in ogni dove e devo raccapezzarmi. Per il momento ho trovato la cartelletta con le foto che feci compresi i negativi.
    Saluti a tutti voi carissimi, è bello condividere con persone così belle unitamente a un grazie sentito a Mina anche da parte mia.
    Mario

  15. Ciao Pina ! Non ricordo bene quale numero fosse ma sono stati due dossier dedicate al LIVE ’78 ( FORSE IL NUMERO 43 E 44 )

  16. PieraPaso

    P.S.
    LA NOTTE

  17. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..c’è una canzone che una giovane MINA In Love CAnta e:
    LA MOTTE
    Se il giorno posso non pensarti
    la notte maledico te
    e quando infine spunta l’alba
    c’è solo il vuoto accanto a me.
    La notte tu mi appari immenso
    invano tento di afferrarti
    ma ti diverti a tormentarmi
    la notte tu mi fai impazzir
    la notte
    mi fai imapazzir
    mi fai imapazzir.

    E la tua voce fende il buio
    dove cercarti non lo so
    ti vedo e torna la speranza
    ti voglio tanto bene ancor.
    Per un istante riappari
    mi chiami e mi tendi le mani
    ma il mio sangue si fa ghiaccio
    quando ridendo ti allontani.
    La notte
    mi fai impazzir
    mi fai impazzir.

    Il giorno splende in piena pace
    e la tua immagine scompare
    felice tu ritrovi l’altra
    quell’altra che mi fa impazzir.
    La notte
    mi fai impazzir
    mi fai impazzirr
    Grazie MINA In Love

  18. PINA

    Ciao, Agostino e ciao a tutti.
    Ci sarebbe da fare un bel dossier sulla storica stagione di “Bussoladomani”, con le nostre impressioni. Ed anche io, come te, invito chi ha avuto il privilegio di assistere ad uno dei suoi concerti, di “fermare” le proprie impressioni e rendercene partecipi. Spesso, e già da tempo, ho postato, su questo blog, diversi commenti sulla cronaca e soprattutto sulle emozioni di quello che io ormai definisco “il mio concerto”. Sarei disposta e contenta di “racchiudere” queste impressioni, allo stato sparse fra vari post, in un unico “racconto”.
    Velocemente ricordo le impressioni più profonde, che sono la sua Voce, la sua forte professionalità, l’immensa “grandezza” in scena (un genio da palcoscenico), la sua umiltà e la timidezza nel raccogliere le ovazioni (quando si piegava su sé stessa, nascondendosi il viso con le mani) e la sua nobiltà nei confronti anche dei musicisti e coriste che l’accompagnavano, quando, a fine spettacolo, presentandoli (lei che non parlava mai in scena, ma pronunciava confusa solo qualche “grazie” ogni tanto), chiese al pubblico che applaudiva di continuare, ma non per lei, per i musicisti e le coriste… gridando “Di più… Di più… per loro… di più”. Questa frase è la più cara che ho fra le cose registrate.
    Altra informazione sulla serata de “il mio concerto”, quello del 1° luglio 1978, è che a precedere lo spettacolo di Mina, era Beppe Grillo.
    Grazie ad Agostino, Mario, Marcello, Alberto, Emilio, per le informazioni che state dando su questa bellissima occasione musicale.
    Spero che, su questo blog, continui la sfilza di notizie, ricordi, impressioni su questa grande stagione di spettacoli e, perché no? Loris, possa diventare un vero e proprio dossier su una prossima “Fanzine”.
    Un caro saluto per tutti e grazie a Mina.

  19. Al_Fi(e)

    grazie mille a te Wink
    Al_Fi(e)

  20. AGOSTINO CANCIELLO

    Ciao. Grazie per la collaborazione a te e a tutti quuelli che mi stanno scrivendo o che lo faranno.
    Scrivo una PARZIALE lista dai dati CERTI raccolti:
    24 GIUGNO 1 SERATA INTRODUCE W. CHIARI;
    1 LUGLIO SECONDA SERATA INTRODUCE …
    8 LUGLIO
    18 LUGLIO
    22 LUGLIO
    2 AGOSTO
    8 AGOSTO INTRODUCE G. BRAMIERI;
    19 AGOSTO INTRODUCE G. D’ANGELO;
    23 AGOSTO ULTIMA DATA
    Se qualcuno ricorda o vuole aggiungere qualche altro particolare fa cosa davvero tanto gradita.
    Buonanotte Buonanotte

  21. alberto imparato

    … giustificava …

  22. alberto imparato

    Ciao Agostino,
    ho appena controllato tra i miei ritagli d’annata . Puoi aggiungere queste date ‘sicure ‘ al tuo calendario del Live ’78:
    – Martedì 8 Agosto ( nella prima parte Gino Bramieri – chissà come avrà introdotto la sua amica Mina ! )
    – Sabato 19 Agosto ( nella prima parte Gianfranco d’Angelo).
    Una curiosità: dopo la serata ‘finale’ del 23 Agosto le altre date avrebbero dovuto essere il 2 settembre ,poi spostata al 9, al 12 ed al 16 settembre. Lo ‘strillo’ nelle pagine degli spettacoli dei quotidiani giustificavano questi continui rinvii ‘ a causa del persistere dell’indisposizione di MINA ‘.
    Spero d’esser stato utile. Magari poi pubblica sul blog la serie delle date , e relativo accoppiamento.

  23. Mario Ciampoli

    Ciao Al_Fi(e)
    grazie a te !
    Sia al Politeama di Como che le due sere che lo vidi al Lirico di Milano Giorgio Gaber faceva il “Signor G”.
    Esiste anche un LP doppio dal medesimo titolo.
    Buona serata,
    Mario

  24. Mario Ciampoli

    Ciao Agostino,
    piacere mio ! Devo ricuperare i biglietti che appiccico sempre sul programma di sala qualsiasi spettacolo vedo.
    Ma ricordo che la prima fu il 24 di giugno con Walter Chiari.
    Vi era sempre uno spettacolo che precedeva l’esibizione di Mina.
    Una sera vi furono i “Gatti di vicolo miracoli” ma però il pubblico era così ansioso di ascoltare Mina che disturbò con fischi e buu tutta l’esibizione tanto che Smaila a un certo punto disse qaualcosa tipo “ci rendiamo conto dell’ importanza che il personaggio che deve esibirsi dopo di noi ha, per cui cediamo il passo …”.
    Questo solo per dire il pathos indescrivibile che accompagnò le esibizioni di Mina.
    Ricordo che il preludio (registrato) “Stasera io qui” ogni volta era completamente sommerso da applausi, fischi e urla di giubilo.
    Come Mina entrava in scena era un boato e a fatica il pubblico riusciva a contenersi anche per il resto del concerto.
    Un’altro ricordo che fa venire la pelle d’oca è che alla fine di “Margherita” oltre agli applausi il pubblico picchia i piedi all’unisono sul parquet di Bussoladomani.
    Mentre alla fine del concerto gli applausi e i fischi di giubilo non cessavano mai.
    L’ ultima serata in cui mi recai in Versilia fu a fine agosto-inizi settembre credo …
    Mi recavo sempre alla biglietteria per ritirare i biglietti che prenotavo telefonicamente da Lugano (tra l’altro le impiegate gentilissime e molto professionali) e in lontananza vidi il manifesto di Gino Bramieri e ne fui contento (pensando che anticipasse il concerto di Mina).
    Quando mi resi conto che invece non era così fu uno schock (pur con tutto l’amore sincero e profondo che ho per Gino Bramieri).
    Buona serata,
    Mario

  25. marcello murabito

    x Agostino Canciello le serate del Mina live, sono 08 07 1978 fila 6 18 07 1978 fila 16 alto biglietto senza data numero 2006 sempre nel mese di luglio

  26. Al_Fi(e)

    Interessantissimi ricordi i tuoi, Mario, grazie davvero… vorrei chiederti una piccola curiosità: nella tournée Mina-Gaber (che dici di aver visto) Gaber faceva lo spettacolo del “Signor G” o una rassegna delle sue canzoni? grazie per la risposta Smile
    Al_Fi(e)

  27. AGOSTINO CANCIELLO

    Salve. Vorrei stilare un calendario delle mitiche serate del LIVE 1978 mi potete aiutare? O forse qualcuno di voi già l’ha fatto e se me lo scrive ne sarei grato.
    Grazie
    Agostino

  28. AGOSTINO CANCIELLO

    Buongiorno a te Mario e piacere di conoscerti.
    Grazie per aver colto il mio invito e soprattutto grazie per averci fatto partecipe di quante volte hai avuto la fortuna e possibilità di sentire live Mina. Se ti va ci racconti qualche aneddoto da te vissuto?
    Infine mi dici per favore le date delle tue 4 tappe al tour del 1978 (mamma mia non riesco ad immaginare come ci possa sentire nell’aver assistito a quattro e dico quattro serate live di Mina!!!!????!!! io sarei morto di emozioni!!!!)?
    Grazie ancora
    Agostino

  29. PieraPaso

    Caro Mario, è sempre bello leggere il tuo WIND che arriva dalla Svizzera..è pieno di calore Minoso..ha! ha! si’ perchè sei vicino a Via Ciani..mi raccomando se vedi MINA In Love ..dalle un saluto speciale della
    Piera
    nazinale

  30. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..c’è una stupenda canzone..
    che MINA In Love ha cantato a Senza Rete..dal Live è:
    VIVA LEI..
    si’ VIVA MINA..io lo grido a SQUARCIAGOLA

    Arriva lei, guardate come fa
    e quanto avrà da lui per niente che gli dà
    evviva lei, che non lo ascolta mai, che non gli crede mai,
    che anche senza te sorride, dorme e va,
    e sopravviverà
    viva lei
    che piangere lo fa, che si difenderà
    viva lei
    che gli renderà tutto il male che lui ha fatto a me
    gli insegnerà che sapore ha l’infelicità
    evviva lei
    evviva lei
    che non lo cerca mai, che non lo adora mai, che anche senza lui,
    la vita la vivrà
    e non si arrenderà.
    Viva lei
    che piangere lo fa, che si difenderà
    viva lei
    che gli renderà tutto il male che lui ha fatto a me
    gli insegnerà che sapore ha l’infelicità
    evviva leI
    Grazieee MINA In Love

  31. Mario Ciampoli

    Carissimo Agostino,
    volentieri !
    Di volta in volta che se ne presenterà l’occasione e in funzione di quanto le news del Sito sollecitano spero mi venga in mente qualcosa di Mina LIVE.
    Intanto ti dirò che a inizio stagione cercavo sul Corriere il calendario dove Mina si sarebbe esibita durante la stagione estiva (tanto che mio padre mi faceva osservazioni dicendo che per me il giornale consisteva solo nel leggere notizie di Mina e dell’Inter; naturalmente lui per primo era un fan accanito di Mina e sfegatato dell’Inter; quando Mina cantò a Sanremo e mio padre rientrò nottetempo, ci svegliò mia mamma, mia sorella, mio fratello e me simulando il gesto con cui Mina pronunciava BLU le mille bolle BLU con la mano, tanto era rimasto colpito – mio padre suonava anche il mandolino e faceva le serenate a mia mama sotto la finestra della camera da letto).
    Mi è rimasto impresso, oltre che la Bussola naturalmente, l’ Embassy di Rimini, il Gatto Nero (mi pare) di Gabicce, ecc. ecc.
    Tutti luoghi che rappresentavano per me la Caverna col tesoro di Ali Baba, ma ero troppo piccolo per potermi spostare.
    La prima volta che ho visto Mina dal vivo è stato a Como e a Milano (con Gaber) e nel 1978 a Lido di Camaiore quattro volte.
    Quando la quinta decisi di portare mio padre purtroppo fu la sera che Mina si ammalò e fu sostituita da Gino Bramieri.
    Buona serata,
    Mario

  32. PieraPaso

    …scusa il ritardo, sentiro’ le tre versioni di Live che ho ti faro’ sapere
    Piera

  33. io volevo sapere se si tratta della stessa registrazione in cui Bugiardo e Incosciente è interrotta…

  34. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..c’è la bella canzone che la nostra MINA In Love canta..nell’Album : Ti conosco Mascherina: è
    NOTTE DI SAN VALENTIMO
    Lenta va la notte metropolitana
    valore non ha la seta della mia sottana,
    io con te, inebriante sensazione,
    ho scelto te, dannato amore mascalzone,
    mi sento dentro il canto di un cigno
    che vuol morire,
    amore avaro buttato a finire
    in una notte sola.

    Sarà il delirio, non posso gridare
    non ho più canto in gola.

    Notte di San Valentino,
    dannato amore,
    notte bianca, notte stanca, tu
    ti conosco, è la fine.
    notte di San Valentino,
    amore amaro
    notte bianca, notte stanca tu
    mi conosco, è la fine,
    ma chi sei tu?
    Graziee MINA In Love

  35. PieraPaso

    Caro Domenico,
    SCRIVIMI..in posta a: piera.pasotto@tiscalinet.it
    il tuo indirizzo di casa
    bàsìnn speciale della
    Piera
    nazionale

  36. AGOSTINO CANCIELLO

    Ciao Domenico, anche io come te sono di Napoli e conosco bene il Politeama per concerti di altri non di Mina purtroppo ahimè.
    Che bello quando raccontate le vostre esperienze Live. Fatelo sempre e ancora. Anzi, se Loris me lo permette vorrei lanciare la rubrica IL MIO SOGNO LIVE dove ogni fan (cito Emilio, Mario, Piera,Pina, Maria, Loris, Franco ecc) che avuto la fortuna di assistere ad un recital Live della nostra Mina di raccontarlo. Specificando la data (giorno, mese, anno, e siate minuziosi di particolari) e ogni emozionante dettaglio. Vi va?
    Un fortissimo abbraccio a tutti, soprattutto a chi come me non ha avuto la fortuna di sentirla dal vivo.
    Agostino

  37. Domenico/Napoli

    Solo ora ho letto i post dell’altro giorno! Pierotta e si che la voglio la registrazioneeeee! Ho avuto conservato per anni la locandina dei due concerti che ha tenuto con Gaber a Napoli nei due anni consecutivi; era un libretto con le fotografie con quel vestito bianco lungo che lasciava intravedere un po’ di pancia, usato pure sul LP Bugiardo più che mai….cazzo! l’ho perduto nella ristrutturazione di casa..lo cerco ancora! ma dove l’avrò conservato! Il politeama di Napoli sì che veniva giù! Due episodi, che forse ho già citato in questa sede, mi sono rimasti più impressi.
    A Napoli era più che normale che cantasse “Indifferentemente”..e quando sussurrò. “si tu maccire io nun te rico niente” e fece il gesto del pugnale nello stomaco curvandosi…( quasi da sceneggiata napoletana!) il putiferio….e poi nel parlato che faceva tra un brano ed un altro dal pubblico si levò un urlo: Sei una Madonna! oh Dio con quelle stacche di coscie tutte da fuori! allora Lei si schernì e disse: ” E’ troppo!” e giù un altro putiferio….
    Aspettai fuori dal teatro a tutti e due gli spettacoli che vidi, con la speranza dell’autografo sul libretto..ma niente! chissà da dove uscì.. Sono immagini indelebili che porto sempre con me…PIEROTTA allora aspetto la registrazione. Credo la scaletta sarà un po’ differente, ma era una Sua prerogativa..a seconda delle serata toglieve o aggiungeva qualche brano. Bacioni.

  38. PieraPaso

    Stamattina, sul giradischi..c’è una bellissima canzone che la nostra MINA In Love canta è:
    VALENTINO VALE
    Valentino vale più di te
    Balla bene il tango
    Valentino m’ama più di te
    Piange quando piango
    E poi e poi non ne ho
    Finchè tu ne vuoi
    Ad esempio c’è Wolfango che
    Pensa solo a me.
    Però stasera ho capito che
    Mi sto affezionando a te
    Baciamoci baciamoci così
    Soli soli
    Però stasera ho capito che
    Io ho il cuore che pensa a te
    Baciamoci baciamoci perchè
    Sei l’amore
    Sei l’amore.
    Valentino vale più di te
    Langue per amore
    Valentino quando guarda me
    Cambia di colore
    Ma sei tu solo tu
    Ciò che piace a me
    Tu possiedi un certo non so che
    Non lasciarmi più.
    Grazie MINA In Love

  39. MarioBeda

    Lo ricordo bene queste articoletto,c’era anche una piccola foto del 1978 durante le prove per il live..All’epoca Sorrisi usava solo quelle Smile

  40. Come sempre… le sue… sono perle di saggezza!!! Grin

Comments have been disabled.