Il Blog

Pubblicato: 6 anni ago

La solitudine della Numero Uno

Qualche settimana fa, ad una lettrice di Vanity che le chiedeva che cosa provasse riguardandosi nel glorioso duetto televisivo con Battisti e se le mancassero quei momenti, Mina ha risposto: “No, non mi mancano affatto. Forse perché li ho vissuti pienamente, senza riserve. Sapendo bene quello che stavo facendo e come. Conoscendo le difficoltà e le leggerezze di quella che viene trattata come musica minore. Le maltrattate canzonette. Che, qualche volta, hanno nel loro cuore una verità che tanto semplice non è. Invece, mi mancano i pezzi. Quella qualità altissima che era la cifra di Battisti. Sai, io sono un’esecutrice pura. Cioè, non scrivo e devo solo sperare che mi arrivino pezzi interessanti. Ma, da anni ormai, tutti gli autori cantano ed è molto difficile che si privino di una canzone realmente bella per darla a me…”. La constatazione – amara? Brutale? No, semplicemente lucida e realistica – era ovviamente riferita alle grandi firme del cantautorato che, se solo riescono a comporre un brano all’altezza del loro mito, stanno ben attenti a tenerselo stretto (ma a giudicare dalle ultime proposte dei pochi “intoccabili” attualmente in auge, pare proprio che riuscire a sfornare una fragrante ciambella col buco sia ormai diventato anche per loro un evento a dir poco raro). In realtà, di belle – e talvolta ottime – composizioni, nella buca delle lettere di casa GSU, continuano ad arrivarne a iosa, “quasi” altrettanto numerose di quelle che giungevano a Mina nei tempi aurei in cui gli uffici milanesi della PDU erano il crocevia obbligato (e agognato) di tutta la migliore musica d’autore del Belpaese. “In questi anni di crisi discografica – ci ha spiegato Massimiliano a proposito del rinnovato fermento creativo che circonda la mamma – molti cantanti-autori stanno tirando i remi in barca e sono sempre meno convinti di lanciare in proprio le loro canzoni, preferendo affidarle all’interpretazione di Mina”. Le proposte valide giunte anche nel corso dell’estate sono state così tante e così convincenti da indurre Mina e il suo team a “riaprire” l’album praticamente già chiuso il luglio scorso e a rimettersi al lavoro dalla fine di agosto – e almeno fino a metà settembre – per realizzare qualche altro brano in extremis. E’ quindi probabile che il disco veda la luce non prima degli inizi novembre. Poco male, vista l’abbondanza di carne al fuoco che pare preludere ad un album “ancora più bello – assicura Max – di Facile e di Caramella…”.

Comments
  1. loris (Author)

    Pietro, sei tu che ci regali sempre dei messaggi che meriterebbero di essere ritagliati e conservati… Smile

  2. pietro

    A Pina e Franco: grazie per le belle parole!

  3. loris (Author)

    Bravissimo Alessandro. Aggiungo solo che quel disegno era stato originariamente realizzato – se ben ricordo – per la copertina di un album di figurine dedicate alla storia della televisione italiana in omaggio su SORRISI. Quanto alla destinazione benefica di parte degli introiti del 45 giri, ci auguriamo che la missione-Bontà sia poi andata a buon fine…

  4. Al_Fi(e)

    ciao Agostino, buona domenica.
    Mina appare nella copertina di “amico é”, così come tanti altri personaggi, ma non partecipa alla canzone (nella copertina ci sono, come noterai, anche personaggi non cantanti, come Enzo Tortora, Mike Bongiorno, Franco & Ciccio, Maurizio Costanzo…).
    per quanto riguarda il progetto “Missione bontà” non ti so aiutare, mi spiace
    Al_Fi(e)

  5. francesco cremona

    facile domenica a tutti…. ed ecco una legittima curiosita….

    di questo disco ( cd) o presunto tale, esiste anche l edizione fisica, o è solo una raccolta digitale, con tanto di copertina????

    http://www.facebook.com/photo.php?fbid=145889142170758&set=o.121797257843206&type=1&theater

    ..com’ era bello quande le cose si potevano vedere e toccare ancora……..

    ciao mina
    ciao tà

    quando partiamo per il conto alla rovescia per il nuovo album??

  6. AGOSTINO CANCIELLO

    Buongiorno a tutti e buona Domenica.
    Ieri mi è ripassato tra le mani il 45 giri di Dario Baldan Bembo “AMICO E'” dove in copertina appare tra gli altri anche La nostra Mina. Sto sentendo e risentendo tale canzone ma proprio non riesco a sentire la Sua Magica e unica voce. Qualche “storico” del Club sa indicarmi a quale punto attacca Lei o almeno dirmi qualcosa a riguardo? Così come negli anni 80 Mina partecipò al progetto “MISSIONE BONTA'” del dash per la costruzione di una scuola credo in Africa, con quale Canzone?
    Perdonatemi se mi alzo la domenica mattina con questi “Dubbi”, ma pensandola come Pietro, l’attesa del nuovo album mi sta togliendo il sonno, e si sa CERTE COSE SI FANNO QUANDO NON PUOI DORMIRE…
    Piera buona Someday da Milleluci anche da me…
    Agostino

  7. PieraPaso

    http://www.youtube.com/watch?v=ZO2mtoOy9rg
    Buona SOMEDAY..a tutti Voi..cari Amici..Fans di MINA
    Quale SOMEDAY..preferite questa o quella di MILLE LUCI
    grazie Laugh MINA..per tutte due.

  8. Una actriz argentina di origini italiani, parla di Mina in un giornale argentino .Che bello trovare il nome di MINA anche qui !

    http://www.clarin.com/espectaculos/Virginia-Innocenti_0_532146796.html

  9. PINA

    Ciao, Pietro. Ho letto il tuo commento sul “nuovissimo” di Mina veramente con vivo interesse e soddisfazione. Grazie per avere scritto. Credo che tu abbia solcato quelli che sono anche i nostri pensieri, le nostre sensazioni, le nostre cognizioni del momento e di sempre. Di questa occasione, che non rappresenta un solito evento discografico, metti chiaramente a fuoco e “fermi” nella giusta luce della sua straordinarietà. Grazie.

  10. Franco Ghetti

    grande Pietro.
    grazie MINA.

  11. pietro

    C’è poco da fare: basta un semplice comunicato stampa del tipo “Mina su Ping, proseguono i lavori del nuovo disco in uscita a novembre” per far salire l’adrenalina alle stelle a tutti i suoi fans (sottoscritto incluso!). Per l’attesa e dunque la curiosità sul nuovo progetto musicale, che visti i comunicati ufficiali del blog e le ultimissime riguardo la riapertura del disco già bell’è pronto, tutto ciò fa presagire la pubblicazione di un disco imperdibile, memorabile. Stellare, aggiungo io. E che meraviglia questa spasmodica attesa, davvero foriera dei frutti che vuoi. Che meraviglia questa Mina che stupisce ancora una volta per l’assoluta non prevedibilità del suo operato. Questa Mina che non conosce davvero il verbo “accontentarsi”, capace di ri-mettersi in discussione quando i giochi sembrano già fatti. Non è unica anche in questo? E allora mi chiedo se l’imminente parto coniugherà l’intimismo di ALTRO con l’audacia di KYRIE, passando attraverso la struggente FRUTTA E VERDURA, virando tra gli svariati registri di ATTILA e di VELENO, piuttosto che nel rinato osare della FACILE CARAMELLA o del sublime cantato di MINA®? Questa attesa mi piace, mi piace da impazzire. Perché addormentarsi sapendo che domani ci sarà ancora una nuova Mina da scoprire ebbene, il solo pensiero può davvero – per paradosso – non farmi più dormire!

  12. alberto imparato

    grazie max … concordo, non ne valeva la pena…

Comments have been disabled.