Il Blog

Pubblicato: 9 anni ago

Con lo zucchero e l’affetto

Il suo Salotto in via Grazioli 22 a Milano è quanto di più somigliante possa esistere alla sede del Mina Fan Club dei nostri sogni: un coloratissimo Eden delle meraviglie straripante di ogni bendidìo (o meglio, bendidéa) dell’universo minoso: foto, poster, locandine, riviste d’epoca, fanzine, gadgets, rarità da collezione e un tripudio non stop di delizie audio e video. Lei, la Marta Marzotto de noantri Nadia Vergano Maggiora Kent, ormai universalmente nota come Madame X, di questo fantasmagorico Tempio è l’amatissima fondatrice nonché la sacerdotessa officiante a tempo pieno, sempre pronta ad accogliere a braccia aperte torme di fedeli (in qualche isolato caso più simili a orde di lanzichenecchi) in pellegrinaggio da tutta Italia e anche dall’estero. Particolarmente imperdibile si preannuncia il Pomeriggio con Mina che Nadia sta organizzando per domenica prossima, 13 giugno, a partire dalle ore 14: un goloso Caramella Party a cui prenderanno parte come ospiti l’amica Giorgia Bassano che delizierà i presenti le sue cover minose, il cantautore Dario Gay e il trasformista Luca Magli. L’invito è esteso a tutti i mazziniani di ogni latitudine (unica condicio sine qua non per l’accesso ad libitum nel Salotto è il pagamento di una quota associativa annua di 20 euro a mo’ di contributo meramente simbolico per le immense spese di gestione che Madame, anche se lei si guarda bene dal farlo pesare, deve fronteggiare per tenere in vita la sua creazione). Chi è interessato può confermare la sua partecipazione telefonando al n° 347 4677348 o scrivendo all’indirizzo mail madamex@fastwebnet.it

P.S. Mentre la meravigliosa Caramella si sta muovendo già molto bene nel mercato (anche grazie alla campagna promozionale stavolta più che mai massiccia ed efficace messa in atto – finalmente! – dalla Sony), la redazione del Club si è messa al lavoro per realizzare la nuova fanzine 71 che sarà pronta tra la fine di agosto e i primi giorni di settembre. All’interno, il consueto dossier sul nuovo album con testimonianze ed interviste agli autori e ai musicisti del disco (da Berlincioni a Silvio Amato, da Max Casacci a Boosta, da Mauro Santoro a Massimo Moriconi, da Paolo Benvegnù a Franco Serafini). Altri pezzi forti del sommario, un’inchiesta di Antonio Bianchi sulla situazione della canzone al femminile in Italia (l’illuminante titolo provvisorio è: Bambole, non c’è una Mina!) e un dettagliato e curiosissimo excursus - intitolato Quando la band passò – sui gruppi italiani cantati da Mina nell’ultimo mezzo secolo, dagli esordi con gli Happy Boys alle recenti incursioni in casa Subsonica. Come sempre, faremo del nostro meglio per regalarvi una rivista il più possibile degna di Lei…

Comments
  1. PieraPaso

    Caro Sergio,
    ti chiedo troppo se metti qui ..se riesci la copertina del Cd
    CAPIRO’ se c’è lò’
    basinn dalla
    Piera

  2. PieraPaso

    è VERO..caro EMILIO
    io sono testimone oculare che dici LA VERITA’
    che hai tutte le pareti pieneeeeeeeeeeeeeee!
    di Laugh MINA Laugh
    complimentei..VORREI ri-vederle
    A N C O R A

  3. grazie emilio, pensa che quel poster ce l’ho in perfette condizioni. l’età fa brutti scherzi!!!!ciao

  4. Gil

    Caro Franco,
    mi trovi d’accordo con te quando affermi : “…comunque c’era sempre il negoziante che li divideva anche se per me era un vero e proprio sacrilegio!”

    Infatti i dischi del periodo 72-77 io li ho comprati nella confezione originale doppia (che ancora conservo), ma si da il caso che furono molti i negozianti che li dividevano vendendoli separatamente e, pertanto, già a pochi giorni dalla loro uscita, un volume dello stesso “doppio” svettava ai primissimi posti della Hit Parade rispetto all’altro volume che, stranamente, stazionava nelle posizioni più basse… Forse sarà anche per questo che a pochi mesi dalla loro immissione sul mercato discografico la stessa Mina sdoppiava i suoi lavori traendone volumi unici per la vendita separata, visto che numerosi negozianti comunque dividevano ciò che Lei aveva unito… Big Smile

  5. Sergio

    Ciao ragazzi voglio condividere anche con voi questa mia gioia personale: Ho appena comprato su Ebay il CD originale: “MINA CANTA IN INGLESE” del 1995. E’ stata dura trovarlo perché ORMAI, come sapete, è fuori produzione!. Son al 7° cielo!.

  6. Sergio

    Sì Emilio son veramente belli questi poster MINOSI. Complimenti!.

  7. emilio bocchi

    Hai ragione Dario, io il poster di Mina canta Lucio l’ho fatto incorniciare insieme a tante altre cose e ora davvero non ho più pareti libere.

  8. Dario

    Bellissimo, Emilio io lo conservo ancora perfetto, mentre il bellissimo poster di MinacantaLucio/La Mina (opera di Piero Crida) è molto rovinato e deteriorato … certo che i doppi dal 1971 al 1977 sono stati uno spettacolo sia dal punto di vista musicale che grafico … veri capolavori

  9. emilio bocchi

    Che gioiellino…quante perle ci sono in quei favolosi Gran Varietà…

  10. emilio bocchi

    Non riesco a fotografarlo9 meglio…

    http://thumbsnap.com/i1Fqc3RF

  11. emilio bocchi

    Per Franco Jesolo ecco il poster che conteneva Singolare Plurale,una volta aperto si vedeva una Mina sdoppiata in due con la famosa mano dalle sei dita.

    http://thumbsnap.com/j8yQBeXT

    http://thumbsnap.com/MCTMxVeB

  12. Paoloud

    “There’s a small hotel”, brano eseguito da Mina a “Gran Varietà ’78”, ma non inciso, fa parte di “Pal Joey”. Era stato scritto da Richard Rodgers e Lorenz Hart per il musical “Billy Rose’s Jumbo” del 1935 e in seguito utilizzato per la rivista musicale “On Your Toes” del 1936

    Quando si trattò di portare sullo schermo “Pal Joey” che tanto successo aveva avuto a Broadway nel 1940 con Gene Kelly nel ruolo del protagonista, Harry Cohn, capo degli studi Columbia, avrebbe voluto ancora lui. ma Gene Kelly era sotto contratto con la Metro Goldwyn Mayer. Cahn allora si orientò su James Cagney e più tardi su Cary Grant, ma l’avvento della seconda Guerra Mondiale, congelò il progetto fino ai primi anni cinquanta.
    Cohn avrebbe voluto Marlon Brando e Mae West per i ruoli chiave, ma fu Frank Sinatra a spuntarla.

    E Sinatra fu così gentile da lasciare il primo posto in cartellone a Rita Hayworth, legata da lunga data con contratto alla Columbia.
    Nel film sia Rita Hayworth che la co-protagonista Kim Novak sono doppiate nelle parti cantate.
    Rita Hayworth fu doppiata da Jo Ann Greer e Kim Novak da Trudi Erwin.

    Anche nella trasposizione cinematografica le canzoni erano la parte migliore di “Pal Joey” e vennero mantenute dieci canzoni del musical originale di Rodgers & Hart, più quattro brani aggiunti: “My Funny Valentine,” “There’s a Small Hotel,” “I Didn’t Know What Time It Was,” e “The Lady is a Tramp”.

    Mina – There’s a Small Hotel

    http://www.youtube.com/watch?v=MqaeKIX-4wI

    There’s a small hotel
    With a wishing well
    I wish that we were there together
    There’s a bridal suite
    One room bright and neat
    Complete for us to share together

    Looking through the window
    You can see that distant steeple
    Not a sign of people — who wants people?
    When the steeple bell says,
    “Good night, sleep well,”
    We’ll thank the small hotel together

    And when the steeple bell says,
    “Good night, sleep well,”
    We’ll thank the small hotel together

  13. mi permetto di dissentire. in quegli anni fino al 2003, io avevo un negozio di dischi molto conosciuto nel Veneto anche perchè ci potevi trovare tutto di MIna.dal Doppio bianco 1+1(Dalla bussola-Altro) Nov. 1972 a Mina con bignè-Mina quasi Jannacci- Ott.1977 gli album sono usciti tassativamente in confezione doppia. il doppio bianco 1+1 in origine non aveva le copertine che conosciamo ora dei 2 lp che erano contenuti in una busta doppia ispirata in tutto e per tutto al White album dei Beatles, scritte a rilievo comprese, con un album fotografico per il live e uno di disegni per “altro”. nella primavera successiva vennero divisi e messi in vendita con le attuali copertine. ciao

  14. mi permetto di dissentire. in quegli anni fino al 2003, io avevo un negozio di dischi molto conosciuto nel Veneto anche perchè ci potevi trovare tutto di MIna.dal Doppio bianco 1+1(Dalla bussola-Altro) Nov. 1972 a Mina con bignè-Mina quasi Jannacci- Ott.1977 gli album sono usciti tassativamente in confezione doppia. il doppio bianco 1+1 in origine non aveva le copertine che conosciamo ora dei 2 lp che erano contenuti in una busta doppia ispirata in tutto e per tutto al White album dei Beatles, scritte a rilievo comprese, con un album fotografico per il live e uno di disegni per “altro”. nella primavera successiva vennero divisi e messi in vendita con le attuali copertine. Frutta e verdura-amanti di valore erano avvolti in un manifesto con foto agli infrarossi, mina canta lucio-la mina dal manifesto prerafaellita, con bignè-quasi Jannacci dalla famosa bag con la firma di Mina. non ricordo la confezione di singolare e plurale, anche perchè qualche “simpatico”amico mi ha fregato la copertina di plurale! comunque c’era sempre il negoziante che li divideva anche se per me era un vero e proprio sacrilegio! ciao

  15. Si,la mia domanda era quella. Mi riferivo agli album dal ’72 al’77. Grazie!

  16. Paoloud

    Mina – You Get Me (Ghost track) Caramella – Video di paoloud

    http://www.youtube.com/watch?v=f0LDeiU1iBA

    (Sequenze tratte dal film “La mia Africa” di Sydney Pollack – con Robert Redford e Meryl Streep)

    You Get Me
    di Pam Sheyne – Teitur Lassen

    If I say no, if I resist
    If I don’t give in to this
    Would it be a lesson or a loss?

    Suddenly I know what it’s about
    Thoughts come in, and words come out
    Suddenly I’m not killing time
    It’s all over now

    You get me
    You get me

    Like a beautiful song
    You heard a million times
    Like the rainbow’s end
    You can never find

    You get me
    You get me

    If I say yes, if I let go
    And face the consequence I’ll know
    Will it lead to living with regret?

    Suddenly the walls are coming down
    I won’t be the same when I come around
    Suddenly I am understood
    It’s all over now

    You get me
    You get me

    Like a crimson sunset
    Where the sky meets sea
    Like no one alive
    But lives in my dreams

    You get me
    You get me
    You get me
    You get me

    Like a beautiful song
    You heard a million times
    Like the rainbow’s end
    You can never find

    It’s hard to ignore
    And undeniable, too
    This feeling inside
    When I look at you

    You get me
    You get me

  17. Gil

    E infatti non c’è stata la stessa casistica per i vari dischi… Alcuni furono proposti insieme per la vendita anche se erano volumi separati, e altri esclusivamente in doppio e poi divisi dopo. Però, per quanto riguarda quelli degli anni ’70, quasi tutti si acquistavano nello stesso giorno sia insieme che separati e infatti all’epoca occupavano diverse posizioni di classifica nonostante facessero parte dello stesso lavoro e sembra che Cristian a questi si riferisse.
    In ogni caso, basta che Cristian apre il “minamazzini.com”, va sulla discografia dal 1960 ad oggi e fa scorrere il cursore per i vari anni e potrà verificare come è stata proposta la vendita in quegli anni per ogni singolo album, sia in doppio che a volumi separati.

  18. loris (Author)

    Mi sono un po’ perso nel tuo discorso in cui fai riferimento anche ad album singoli. La discografia di Mina in doppio album ha avuto negli anni mille varianti e nessuna regola rigidamente rispettata. Mi sono limitato a rispondere in modo sintetico alla domanda di Cristian che – immagino – intendeva riferirsi a quei doppi usciti dapprima in confezione unica (talvolta racchiusi in una sovracoperta esclusiva come avvenuto tra il ’72 e il ’77) e solo in un secondo tempo – a volte dopo poche settimane, altre dopo mesi – in volumi separati. Ma faremmo notte a indagare tutte le diverse emissioni dei doppi ufficiali da 1+1 a Pappa di latte e di tutte le emissioni speciali natalizie degli anni successivi…

  19. Gil

    Caro Loris,

    penso che bisogna fare distinzione tra i volumi che uscivano esclusivamente in un doppio “unico” (Mina live 78, Attila, Caterpillar, Italiana, ecc…) e le uscite contemporanee ma a volumi separati (“Altro/Dalla Bussola”, “Mina cantalucio/La Mina”, ecc…) e, se ho capito bene, Cristian chiede se si potevano acquistare lo stesso giorno anche quando i volumi erano pubblicati separatamente e la risposta sicuramente è si perché da “Dedicato a mio padre” in poi io ho comprato nello stesso giorno (anche prima del Natale) le numerose pubblicazioni doppie anche quando si potevano vendere separatamente.

    In alcuni casi la vendita all’inizio era unica anche nel caso di volumi separati, per altri invece era possibile acquistare anche un singolo volume e infatti “Singolare” e “Plurale”, “Mina con Bignè” e “Mina quasi Jannacci”, “Frutta e verdura” e “Amanti di valore”, ecc… entravano contemporaneamente in classifica ma occupando posizioni diverse.

    Però come giustamente dici tu è’ capitato spesso che, in prossimità del Natale, Mina ripubblicava il “doppio”(o i due volumi separati in un unico doppio) magari aggiungendo alla confezione qualcosa proprio per la ricorrenza (e per incrementare la vendita) o, viceversa, che dopo il Natale separasse la vendita dei volumi precedentemente proposti in un’unica soluzione.

  20. PieraPaso

    caro DOTTORE, chiè che la canta questa supenda CANZONE
    piena di MAGICA FOLLIA che bisogna chiamre il Medico di guardia!
    magari potresti essere tu! Laugh

  21. PieraPaso

    caro AGOSTINO
    su Famiglia Cristiana, non è apparso niente ancora a riguardo la CARAMELLA
    Le mie sciure me l’avrebbero detto, se so’ qualcosa in merito, te lo facciosapere!
    BUONDI’speciale cantato da MINA Laugh e dalla
    Piera
    nazionalee
    un po’ stonata

  22. loris (Author)

    Gli album doppi che inizialmente uscivano in confezione “natalizia” unica e indivisibile dopo qualche mese – di solito, a primavera – venivano ripubblicati in volumi separati. Era questa la tua domanda, Cristian?

  23. Gli album uscivano lo stesso giorno e di solito non divisibili anche perche’ confezionati assieme o in busts doppia o racchiusi in un manifesto o come nel caso di quasi jannacci-con bigne’, in una borsa.hola!

  24. madameX

    Bellissima canzone Vassallino.Vedo che il Giradischi è stato messo in buone mani e ogni giorno ci regala una bellissima MINA.
    Ragazzi io non seguo le classifiche Per me MINA sarà e rimane sempre Prima nel mio corazon felino.
    B giornata a tutti mentre friggo come Piera per le 1000 cose da fare
    L’ultima volta che mi sono alzata così presto credo sia stato il giorno della mia nascita.

  25. Vassallo paleologo giuseppe

    In questo giorno di ordinaria follia il giradischi suona per noi tutti QUANDO VEDRO':

    Quando vedrò
    che non m’ami più
    io me ne andrò
    per la mia strada.
    Quando vedrò
    che non sei felice
    mi costerà ma ti lascerò.
    Mi basterà
    guardarti in viso
    e scoprirò
    se sei cambiato
    ti chiederò
    di darmi un bacio
    così saprò
    la verità.
    Guardami
    non dire niente
    se non vuoi
    ma baciami
    e la tua bocca parlerà.
    Quando vedrò
    che tu m’ami ancora
    non prenderò nessuna strada
    se non la sola
    che porta da te.

    Ti chiederò
    di darmi un bacio
    così saprò
    la verità.
    Guardami
    non dire niente
    se non vuoi
    ma baciami
    e la tua bocca parlerà.
    Quando vedrò
    che tu m’ami ancora
    non prenderò nessuna strada
    se non la sola
    che porta da te.

  26. Ganimede Fe

    buongiorno a tutti “fratelli” mazziniani. Mi chiedevo, ascoltando Caramella: Ma siamo certi che Mina è ancora una cantante popolare? ascoltare i suoi nuovi lavori non è cosa semplice come forse poteva aessere qualche decennio fa. Adesso richiede impegno, concentrazione, orecchio e , perchè no, cultura musicale. Certo, non mancano mai i brani, da me preferiti, alla mina come amoreunicoamaore o carne viva, mogolbattisti..ma proprio in caramella, le sonorità e i testi, per non parlare dell’interpretazione, c’è qualcosa di alto, di nicchia, di ricercato. Di popolare è rimasto, forse, veramente poco. Anche nella scelta dei duetti è cambiato qualcosa. sarebbe facilissimo per Lei ammiccare al grande pubblico scegliendo come patner un Baglioni, un D’alessio (per carità) o Ramazzotti,il successo sarebbe assicurato, così come il passaggio nelle radio e le vendite(pensiamo al commercialissimo mina celentano), invece sceglie artisti conosciuti sì, ma non certo nazional-popalari vedi manuel Agnelli e seal.E’ certamente avanti la nostra Mina, mai banale, mai prevedibile.

  27. Ciao! Anch’io aspetto che l’argomento su “Ridi Pagliaccio” sia riproposto nella rubrica: “Minastory in doppio album”,ma capisco che c’è tanta novità in torno a Mina che non c’è spazio per tornare indietro. MI piacerebbe anche la “storia” di quelli album singoli che ,immagino, sono stato subject di vecchie fanzine, ad esempio i dischi mitici come : Plurale, Cinquemilaquarantatrè , Mina (Scimmia) , Quando tu mi spiavi …, Dalla Bussola. Tu parli di Antonio Bianchi ,anch’io leggo sempre con interesse quello che scrive Antonio Bianchi.Ma voglio dire che una delle cose che leggo e rileggo ,perche le ritengo delle più belle e interessanti scritte nelle ultime fanzine , è il dossier scritto da Loris chiamato: “CERTE COSE SI CANTANO”( nº 65 ). È stato un lavoro stupendo, che mi ha fatto imparare e capire tantissimo sulle canzoni di Mina. Complimenti davvero!
    E dopo leggere il dossier sulla discografia di Mina in Spagna, divento un pò geloso e aspetto anche un dossier sulla discografia di Mina nella Argentina! Cosa ne pensi,Loris?? Razz

  28. Una domandina per i “vecchi” fans di Mina. Quando i LP doppi erano pubblicati negli anni ’70, i volumi separati e
    quelli che venivano uniti ( ad esempio: Frutta e verdura/Amanti di valore , Minacantalucio/La Mina , uscivano lo stesso giorno ?. Intendo dire, si poteva comprare i due volumi separati e i due nella busta speciale lo stesso giorno o si doveva aspettare un’altra data???Grazie!

  29. madameX

    ahhh ahhhh…..lo sai che io la so lungaaaaaaaaa …..preferisco darti la risposta su FB….mio meraviglioso ALEX………TVB

  30. AGOSTINO CANCIELLO

    Buonasera a tutti.
    Qualcuno sa se il Mitico gigi Visigna ha già dedicato (o quando e se lo farà) un servizio a Caramella su FAMIGLIA CRISTIANA? Piera Cara lo sai tu?
    Che bei video che state facendo complimenti. Avrei una proposta da fare se Loris in primis e tutti siete d’accordo:
    possono i realizzatori-partecipanti dei video di questo straordinario nuovo cd di Mina mettere la sigla MFC (mina fan club naturalmente) accanto al titolo della loro opera in modo che diventi il distintivo-chiave della loro partecipazione a questo meraviglioso gioco di cui noi siamo la giuria e da partenoi facile da trovare nel mare di video che spuntano ogni giorno su youtube.
    Ke ne dite?
    Buonanotte Buonanotte
    agostino

  31. Da ricordare questa stessa canzone cantata da Mina e Lelio Luttazzi nella 6º puntata di Studio Uno.Bellissima!

  32. casimiro lotti

    SONO ULTRA FELICE CHE CARAMELLA E’ ENTRATO NELLA ALTA CLASSIFICA DEI DISCHI PIU’ VENDUTI SE LO MERITA LE CANZONI SONO VERAMENTE BELLE E POI LA GRANDE VOCE DI MINA CI EMOZIONA SEMPRE DI PIU’.UN BUON LAVORO PER LORIS CHE STA PREPARANDO LA SUPER FANZINE71. CIAO A TUTTI.

  33. gianfranco

    Bravissimo Simone, la tua rielaborazione è molto bella e dolce allo stesso tempo. Complimenti!!!!

  34. saverio

    Ho letto che c’è già un piccolo riassunto sul contenuto della prossima fanzine.Penso che a questo punto la rubrica MINASTORY in doppio album non verrà più ripresa,peccato.Per me rimane in assoluto la rubrica più interessante trattata in tutti questi anni.Grande Antonio Bianchi che con le sue analisi mi faceva scoprire sempre cose nuove sulle canzoni dell’album trattato e grande anche Loris con tutte le curiosità,il dietro le quinte,le canzoni scartate,la stampa giornalistica ecc.Io comuncque spero sempre di vedere prima o poi sulle pagine della nostra fanzine RIDI PAGLIACCIO.Eravamo rimasti lì,giusto?

  35. Paoloud

    “I’ve Got My Love to Keep Me Warm” fu scritta nel 1937 da Irving Berlin ed inserita nella colonna sonora del film “On the Avenue” dello stesso anno, distribuito in Italia con il titolo “La signora della 5ª Strada”, dove ad interpretare la canzone sono Dick Powell e Alice Faye.

    La versione strumentale di Les Brown con arrangiamento di Skip Martin pubblicata su etichetta Columbia divenne un best seller da Hit Parade nel 1949.

    A parte Billie Holiday, che incise “I’ve Got My Love to Keep Me Warm” già nel 1937, tutte le versioni più degne di nota appartengono agli anni cinquanta: da Ella Fitzgerald e Louis Armstrong a Della Reese, da Doris Day a Dean Martin.

    Sinatra la incise nel 1961 per l’album Ring-A-Ding-Ding, Tony Bennet nel 1968.

    In anni più recenti la Versione di Bette Midler (2006).

    Mina e Johnny Dorelli interpretano “I’ve Got My Love to Keep Me Warm” come brano finale della fantasia dedicata allo swing nella trasmissione radiofonica “Gran Varietà” dell’8 gennaio 1978. Al pianoforte Armando Trovajoli.

    http://www.youtube.com/watch?v=6AQqhx9Soik

    The snow is snowing, the wind is blowing
    But I can weather the storm!
    What do I care how much it may storm?
    I’ve got my love to keep me warm.
    I can’t remember a worse December
    Just watch those icicles form!
    What do I care if icicles form?
    I’ve got my love to keep me warm.

    Off with my overcoat, off with my glove
    I need no overcoat, I’m burning with love!
    My heart’s on fire, the flame grows higher
    So I will weather the storm!
    What do I care how much it may storm?
    I’ve got my love to keep me warm.
    I’ve got my love to keep me warm.

    I’ve got my love to keep me warm.

  36. PieraPaso

    cara madamX,
    si’un grazie a te..lo grido a SQUARCIACOLA
    perchè vedo dietro le quinte CHE FATICA ..fai ad
    allestire il tuo Salotto
    ti faccio la mia “stendyovetion” speciale
    Piera
    nazionale
    Tessera n.1 del Salotto!
    che ha un’imprtante musicista che ha suonato con MINA
    nel LIVE’78..nel prossimo incontro.. che TU FARAI

  37. madameX

    http://thumbsnap.com/hEA8JHF8
    Sono Luigi e metto questa foto per ricordare il Caramella Day.

  38. Jessicuccia90

    Un pò di tempo fa, quando sapevo ben poco del mondo Minoso, vidi un servizio in tv su Mina e vidi pure questo Salotto fondato da una certa Madame X, con mille Mina, tappezzato completamente della Divina. Mi è rimasto in testa, mi ha entusiasmata!
    Bene, oggi che so un pò di più di questo mondo, mi piacerebbe davvero farne parte!
    Prima o poi lo farò! Entro l’anno spero.
    E’ davvero bello quello che fate e la passione che ci mettete.
    Complimenti! Grin
    Baci.

  39. Romeo

    Scusate la mia ipermetropia!!!!..MINOSITA’ MINOSITA’..MINOSITA’ovviamente!!

  40. Romeo

    Bravo Mario…non se ne puo’ piu’..2 co…..ni Madamex mi consenta!!!
    Non sara’ una grave perdita culturale x noi spegnere la TV per un giorno.
    Mi mancheranno La7 e Rai 3.
    Mi Consolero’ FACILmente con tante CARAMELLE …sempre alla menta ovviamente…condite di MONOSITA’!!
    Romeo

  41. simoneco

    Ciao a tutti ragazzi vi mostro una delle caramelle che sto preparando per Mina…mi farebbe molto piacere avere qualche vostro commenti!!!
    Grazi a presto Buonagiornata

  42. madameX

    Che bello aprire il MFC e ritrovarsi li ad aspettarvi a braccia aperte.

    E’ propio questo lo scopo di questi incontri diventati ormai mensili.
    La ricerca degli artisti, i contatti, devo dire un grazie a Fabio Biasiutti..anche per le splendide locandine ormai da collezione.
    Il salotto nato per caso solo per la gioia di stare insieme certamente non sapeva di avere quel successo inaspettato.
    Forse perche è nato con la modestia con la semplicita e con la complicita di tanti tigrotti che insieme abbiamo giuocato ritagliato appiccicato con i mezzi che avevamo.
    Ho vissuto nei salotti della Milano bene I meravigliosi salotti della Gigina Bay Di Pavanello Aprizzese della contessa Cicogna e della Marzotto.No questo non ha niente da vedere.Un po di sedie trovate per caso qualche divano Ma tanto amore e sopratutto tanta MINA.
    Eppure con la modestia in cui è nato da quel SALOTTO sono passati dei grandissimi personaggi..Dal mitico Renzo Donzelli.a Davide Matalon dal rimpianto Bruno DE Filippi alla splendida figlia(e qui devo ringraziare la nostra Piera Nazionale tessera n 1)
    Fernando Fratarcangeli il regista Alessandro(oddio non ricordo il cognome…che figuraccia) che ha e scandalizzato Venezia per il contenuto del suo film che parlava della presunta omosessualita di Hitler. regalando a tutti i partecipanti un dvd.
    Tato Crotti e Giovanni Bassi hanno presentato il loro libro MINA prima di MINA.
    Le bellissime voci di Elena Ravelli Sabrina Colombo I viale Mazzini Franca De Filippi Alfredo Bolzoni ed altri
    Tanti personaggi vicino al mondo Mazziniano.coristi personaggi dello spettacolo hanno parlato di Lei ognuno con i propi aneddoti ci hanno deliziato entusiasmato.
    Be sto scrivendo troppo e chiedo scusa di aver rubato tanto spazio
    Grazie al meraviglioso Mauro Balletti grande Signore e grande Maestro e a tutti quelli che anche da lontano hanno e collaborano con foto cartelloni e tutto cio che riguarda il pianeta MINA
    Grazie a Paolo Piccioli Grazie a LORIS REMO che sranno con noi
    Tra musica spettacoli e gioia voglio ricordare le mie battaglie personali.Le mie performance a volte scandalistiche per i benpensanti.
    Ma che m’importa
    Le mie lotte contro qualsiasi tipo di violenza continueranno sempre.
    La violenza sulle donne.La pedofilia L’omofobia.La tortura sugli animali non posso accettle e ogni volta tratterò un tema.
    Chi non vorrà ascoltare ne vedere potra uscire e fumarsi una sigaretta chiudere gli occhi e tapparsi le orecchie e far finta di niente.
    Non aggiungo altro Domenica..saremo tutti li.
    Certamente non è la mitica grande Convencion che solo il MFC sa creare ma il SALOTTO è solo un gruppo di amici che hanno voglia di stare INSIEME madamex

  43. mario r.

    Ieri mi sono trovato d’accordo con Mina su La Stampa, oggi mi trovo d’accordo con Celentano su la Repubblica.

    “Se Masi oscura Annozero
    spegnamo la tv per un giorno”
    Adriano Celentano scrive una lettera a Repubblica.

    La vicenda del giornalista come spunto per una riflessione sulla libertà di informazione, la pubblicità, le devastazioni ambientali
    di ADRIANO CELENTANO
    Adriano Celentano
    con Michele Santoro
    CARO direttore, non credo che nel 2012, come ci racconta l’omonimo film, ci sarà la fine del mondo. Certo però i segnali che ci arrivano da ogni parte del pianeta sembrano tutt’altro che incoraggianti. E quanto più i segni appaiono di ordine distruttivo, tanto più i politici, quelli che comandano, sembrano essere investiti da una stupidità devastante.

    La Terra ci avverte che non è più possibile dipendere dal petrolio. E per farcelo capire ci sta vomitando addosso 19mila barili di peste al giorno, oscurando il mare degli americani e rischiando quindi, di avvelenare l’intera catena alimentare. Questo è ciò che ha causato Bp, la più grande azienda petrolifera del mondo, che come dice Obama è rigorosamente attenta a contare gli spiccioli con la gente del Golfo Messico vittima di questo immane disastro. E pronta invece a pagare dividendi da 10 miliardi di dollari ai suoi azionisti. Il fatto che poi siano morti 13 lavoratori anche questo è sembrato del tutto irrilevante. La marea nera però non si ferma. Un segno questo che, da parte della terra, ci arriva come un qualcosa che ha tutta l’aria di un ULTIMATUM: “Se continuerete a trivellarmi, il mare di tutto il pianeta morirà. E prima ancora, morirete voi”.

    Un avvertimento quindi dalle dimensioni catastrofiche che tuttavia sembra non impressionare minimamente il governo italiano. E’ di pochi giorni infatti, la notizia che riguarda un via libera da parte del nostro folle governo a trivellare il bel mare della Sicilia.

    Evidentemente i rosicchiatori della maggioranza han pensato che tutta quella purezza nelle acque cristalline dei siciliani è sprecata. Perché non imbrattarla con un po’ di petrolio e di catrame? Il guadagno che se ne ricaverebbe sarebbe abbastanza per seppellire l’intera isola. E a breve scadenza la Liguria e il Veneto.
    Senza contare poi la riapertura delle centrali nucleari contemporaneamente alla chiusura della LIBERTÀ DI STAMPA, a onor del vero non ancora a REGIME, ma il governo ci sta lavorando con tenacia e perseveranza. Tutti segni questi (di SQUILIBRIO), che vanno di pari passo con l’incazzatura del Pianeta. Un altro dei tanti segni apparentemente di minore importanza, è per esempio quello del direttore generale della RAI Masi, il quale ha epurato la trasmissione di Michele Santoro, spezzato a metà la voce della Dandini, mentre la danza di Ballarò si avvia ad essere più fuori che dentro. Ma il segno peggiore è forse quello che viene dalla gente, a cui Berlusconi rimbocca accuratamente le coperte. Una specie di torpore dal quale gli italiani, pare non abbiano alcuna intenzione di destarsi.

    Perché destarsi vorrebbe dire reagire, combattere le ingiustizie contro la democrazia. Contro il bavaglio. Contro la corruzione. Naturalmente non certo con la violenza. Ma con le stesse armi che impone sua MAESTÀ “il PROFITTO”. Fin dai più remoti albori del mondo, è stata l’arma più potente e moderna che ci sia. Nessuno mai però si era accorto che quest’arma la posseggono solo i poveri. La vera grande ricchezza non è quella dei ricchi. Ma quella dei poveri. Non c’è nulla di più ricco di chi non ha niente. Poiché è il popolo dei poveri che decreta la ricchezza dei potenti.
    Ecco che allora se il prossimo palinsesto della Rai lo decideranno i poveri anziché Masi, succederà che Santoro non potrà non andare in onda.

    Dobbiamo solo decidere il giorno, non ha importanza se di mercoledì, giovedì o lunedì. L’importante che nessuno guardi la televisione nel giorno in cui Santoro è stato cancellato. Un Buco Nero, quindi, per Rai e Mediaset che durerà finché egli non sarà riammesso col suo “Annozero”. Viene spontaneo domandarsi quanto potrebbero reggere sia la Rai che Mediaset il peso dei mancati introiti provenienti dalla pubblicità nel giorno in cui nessuno guarderà la televisione. Sarà, dunque, il giorno di una nuova rivoluzione. Una rivoluzione silenziosa che non avrà bisogno di finanziamenti. Poiché senza una lira, ma soprattutto senza alcuna violenza avremo registrato il maggior profitto mai realizzato nelle perdite del consumismo. Sarà quindi il giorno della nascita dell’ANTIPROFITTO, che sconfiggerà i mali del profitto.

  44. Paoloud

    Mina – Ma comme faje – Video di paoloud

    http://www.youtube.com/watch?v=lgs4sS_bWBI

    (Sequenze da “L’avventura” di Michelangelo Antonioni con Monica Vitti e Gabriele Ferzetti)

    Mina – Ma comme faje
    di Maurizio Morante

    ‘A colpa è sul’a mia ca nun capisco chiù
    pecché te stò vicino
    si pure tien’o core dint’a chillu core tu
    nun faje trasì a nisciuno
    nun saccio comme faje
    a dì te voglio bene
    Si parle e te staje zitto m’accarizze chiagne e ride
    sulo quanno te cunviene
    e nun te mporta ‘e niente
    pecché tu sì accussì
    tu me daje riso e chianto
    fin ‘a me fà murì

    ‘Acolpa è sul’a mia ca nun capisco pecché rieste
    pecché nun m’abbandune
    ‘o ssaje ca nun m’abbasta pecché ‘o ssaje ca nun è chisto
    ‘o mod’e vulè bene
    Nun saccio comme faje
    sì comme nu mariuolo
    C’a scusa ‘e m’abbraccià m’arruobb’e scelle e t’e nascunne
    pe paura ca io volo
    ma pure s’i’ putesse
    nun m’abbastass’o cielo
    Scennenno te dicesse
    Io senza te nun volo

  45. PieraPaso

    Cari Amici fans di MINA..”correte” Voi che potete..nel Salotto di madameX
    il 13 Giugno passerete una Domenica Specialeeeeeeeee, Kiss piena di MINA Kiss
    ve lo dice la
    Piera
    Nazionale
    che ha la Tessera n.1 del Salotto
    p.s.
    chi avrà il numero di Tessera piu’ basso a Settembre daro’ in regalo un 45gg.di MINA Laugh del Giappone..quindi correte a fare la Tessera del Salotto

Comments have been disabled.