Il Blog

Pubblicato: 13 anni ago

Adesso è… singolo

746_1Nomen omen. Non c’era certo bisogno della sfera di cristallo per prevedere che la splendida title-track duettata con Manuel Agnelli sarebbe stata scelta quanto prima come secondo estratto promozionale di Facile dopo l’ingiustamente snobbata (e sempre più bella, riascolto dopo riascolto) Il frutto che vuoi. In attesa del comunicato della Sony che al più presto dovrebbe ufficializzare la data di lancio di Adesso è facile nelle radio, vi proponiamo una miscellanea di pareri espressi da critici illustri o da semplici fans, tutti concordi nel ritenere il brano degli Afterhours un vero asso nella manica – ma non certo l’unico – di quest’ultima fantastica Mina.

Adesso è facile è un duetto-capolavoro: una melodia all’italiana costruita come una larghissima ballata rock in cui convivono archi e chitarre elettriche...” (Federico Vacalebre, Il Mattino)

“Per quanto riguarda la scelta per il prossimo singolo, penso che per acciuffare nuovi giovanissimi e soprattutto i programmatori radiofonici, l’accoppiata Mina-Agnelli sia particolarmente azzeccata…” (Lillo Avarello, dal Minafanblog)

Adesso è facile / è tanto facile / capire cosa vuoi…”: la sto canticchiando da stamattina, a colazione, al lavoro, e adesso tra i fornelli…” (Fra_jazz, dal Minafanblog)

“Il momento più folgorante, cesellato e virtuoso del disco è senza dubbio quello di Adesso è facile. Perché Mina ha chiesto che i suoni fossero quelli degli Afterhours per un brano su due persone che sanno da tempo di essere fatte una per l’altra, ma non riescono ad incontrarsi...” (Mario Luzzatto Fegiz, Corriere della Sera)

“Acida, catatonica, sballata, impasticcata. Un bellissimo singolo” (Antonio Bianchi, sms)

“Ho trovato spesso inutili i duetti, ma Adesso è facile mi ha folgorato. Agnelli mi piaceva quando ero ragazzino, ora lo riscopro più maturo e più bravo di allora. E Mina qui è inarrivabile…” (Endymior. dal Minafanblog)

“Il più puro stile Afterhours viene enfatizzato da una melodia sghemba e subito riconoscibile, anche per via del duetto che si intreccia tra le voci di Manuel e della protagonista dell’album. Visto l’interessante approccio della Signora a questo mondo alternativo, sarebbe sfizioso ascoltarlo in un album intero di quel tipo, con la voglia di rimettersi in gioco…” (Marinella Venegoni, La Stampa)

“Semplicemente bella e a stento riesco a dire altro. Ogni elemento, in questa canzone (le due voci, il testo, la musica, l’arrangiamento) si amalgama e si dissolve in modo così perfetto da creare vera magia…” (Giulia Zotti, dal Minafanblog)

“La voce giovane e pulita di Manuel si armonizza con stupefacente equilibrio alla Sua…” (Rossana Rossello, e-mail)

“Una canzone importante, una delle più belle degli ultimi anni. nella sua semplicità e nella sua essenzialità. Manuel la canta benissimo, addirittura meglio di Mina, che intelligentemente sembra lasciare all’autore tutta la scena…” (Marco Mangiarotti, in un’intervista rilasciata al sito Il Sussidiario.net)

Adesso è facile rappresenta tutto ciò che mi aspetto da un brano inedito di Mina: intensità, melodia, modernità e classicità. Lontano dai cliché, dai manierismi, dai dejà vu…” (Francesco Italia, nel Minafanblog)

Comments
  1. danielino

    va a ciapà i rat!
    Grazie per la pizza cara Piera e per i gioielli che mi hai regalato.Alien

  2. Vassallo paleologo giuseppe

    Scegliere dal repertorio che Bruno Lauzi ha scritto per Mina è sempre difficile…quest’oggi per il giradischi voglio mettere su CERTE COSE SI FANNO l’ultimo brano che ha scritto per Mina….la scelta mi è venuta in mente questa notte….con la mente anch’io ho scavalcato il davanzale ma tutto il resto meglio non raccontarlo….lasciamolo alla mia mente Alien
    Attendo i vostri commenti!!!!!

    Certe cose si fanno
    quando non puoi dormire
    quando viene la luna
    e ti chiede di uscire,
    senza alzarti dal letto
    scavalchi il davanzale
    e voli senza ali
    e non ti puoi far male.
    Il paese che dorme
    non ti vedrà passare
    ma lui non sta dormendo
    ti sentirà arrivare
    e sei dentro il suo letto
    e gli pesi sul cuore
    e lo chiami per nome
    e gli gridi l’amore
    lo cavalchi ridendo
    sembri un’onda di mare
    e lo lasci sfinito
    che comincia ad albeggiare.

    Certe cose si fanno

    Certe cose si fanno

    E rientri volando
    come sei arrivata
    sei di nuovo nel letto
    solo appena affannata
    il tuo uomo si alza
    esce presto al mattino
    non s’è accorto di nulla
    pur dormendo vicino.
    Ti verrebbe da dirlo
    lo vorresti gridare
    ma si sa certe cose
    non le puoi raccontare
    certe cose si fanno
    quando non puoi dormire
    quando viene la luna
    e ti chiede di uscire.

    Certe cose si fanno

    Certe cose si fanno.

    Baci a voi tutti…buona giornata Grin

  3. Pasqualina

    L’ULTIMA OCCASIONE solo Mina la può cantare, perchè è una song minosa assai…sì, Piera..anch’io amo l’arte vera, di minona nostra..baci e buona giornata a tutti Smile

  4. Franco Ghetti

    io continuo a sperare che MINA faccia di testa sua come ha sempre fatto.
    ci ha sempre sorpresi. molto. ha fatto cose lontane dai miei pensieri anni luce.
    e tutto quello che ha fatto e’ sempre stato molto meglio di quello che io potevo desiderare.
    per questo io dico sempre : grazie MINA. ( perche’ lei va sempre molto oltre quello che io desidero.).
    grazie MINA. Grin

  5. PieraPaso

    Pomeriggio MINOSO casa mia con Madamex e Danielino e Raffaele
    dopo una mega pizza..mi hanno legato alle CATENE a vedere XFator..
    mi si è bloccata la pizza sullo stomaco a vedere Renga che “tentava” di cantare
    l’ULTIMA OCCASIONE con il microfono dentro la bocca per far capire che aveva un filo di voce AIUTATEMI a vedere miaa squadra ITALIANA
    W Piera
    che ama l’arte vera Rolls Eyes Cry Cry Cry

  6. savy

    HO visto anch’io il cd della Vanoni e lo comprato come faccio spesso con i suoi lavori.Penso che non sia ai livelli del precedente,a parte qualche pezzo.Mi piacerebbe che anche MINA facesse una cosa cosi,ecco la mie scelte.Raccontami di RENGA,Sere nere di FERRO,Magari di ZERO,La notte dei pensieri ZARRILLO,Non si può morire dentro di BELLA,Ridere di te di VASCO,Nomadi di BATTIATO,A domani di BAGLIONI,Perdere l’amore di RANIERI,Io per lei di PINO DANIELE,E’Delicato di ZUCCHERO.Ne avrei tante altre,mi fermo qui.Sono scelte un pò strane,magari non sono tutte conoscute,ma queste canzoni cantate dalla signora……………non voglio neanche immaginare.Buona cena.

  7. Lillo

    … e pensare che per PAROLE DI BURRO Carmen Consoli, in un’intervista, disse che avrebbe potuto cantarla Mina (o roba del genere)…

  8. mario r.

    Una domanda fotografica per la Buona Sera.
    http://thumbsnap.com/v/Z6FRcDR9.jpg

    bula bula, mario r.

  9. il mio sogno sarebbe che Mina collaborasse o con gli Avion Travel, magari duettando con Peppe Servillo, oppure con Capossella, con lui per me si divertirebbe come una pazza e chissà cosa ne uscirebbe fuori, Biondi Mina? Non saprei, lui mi piace molto, ma con Mina non lo sento poco, lui è bravissimo negli assoli, in tutti i duetti che l’ho sentito mi è piaciuto poco, ha una voce particolare, nei duetti ne esce male, lui è bello ascoltarlo assoluto, come un wisky senza ghiaccio. Loro si conoscono già, quindi basta solo aspettare, se sono rose fioriranno… Razz Alien

  10. Pasqualina

    letto su DiTutto..”L’impressione generale è che lei si diverta ancora. Basta ascoltare la risata forzata nel finale de Il frutto che vuoi: quale cantante di alta classifica si concederebbe una cosa del genere nel pezzo scelto come primo singolo? Il fatto è che da decenni Mina è al di sopra di qualunque classifica, è un’istituzione della canzone italiana e fa più o meno quello che vuole…..del resto, di solito si compra un disco di Mina per riascoltarne la voce. Che è ancora tutta lì, in qualche punto leggermente arrochita (dal tempo o per scelta?), e capace di tenere la scena con un mazzo di canzoni molto eterogenee, che probabilmente solo Mina può permettersi di presentare raccolte nello stesso album…”…. Mina è al 5 posto nella superclassifica di Sorrisi..buona serata a tutti Smile

  11. francelucca

    Il risultato delle classifiche è veramente di quel che riguarda Mina la cosa che mi interessa di meno,anzi, non mi interessa proprio per niente.Penso che oggi come oggi potrebbe fare anche il piu’ bel disco della sua carriera e le cose non cambierebbero,non c’è spazio per artisti come lei nei gusti dell’italiano medio che ancora oggi compra i cd.Siamo sopraffatti dalla mediocrità, per non dire dalla bruttura per cui non dobbiamo meravigliarci.
    Quello che mi fa rabbia è che ogni volta, puntuale ad ogni pubblicazione ci sia qualcuno che inizia a fare le sue piu’o meno dotte critiche.Addirittura sono arrivata a leggere cose del tipo..farebbe meglio a ritirarsi in bellezza.
    Dico io…ma come si fa a scrivere o pensare cose del genere?Io sono stata deliziata(ma deliziata tanto) dalla sua voce con Ideale e molte altre di STBLD e adesso sono nuovamente deliziata da molti brani emozionanti di Facile.Tutto questo in meno di un anno, grazie al cielo.Fin tanto che la sua voce mi toccherà il cuore e mi donerà tanta poesia e bellezza non riesco neanche a immaginare il giorno in cui smetterà di cantare.Tiè Evil Evil Evil

  12. Domenico/Napoli

    Condivido pienamente!

  13. Domenico/Napoli

    Cosa poter aggiungere al commento di Simone e alla varie repliche? Purtroppo questo è il quadro. Come Giacomino seguo solo, ed in parte, X Factor ed in merito vorrei però lanciare una lancia a favore dei concorrenti; non discuto sulle qualità atistiche; c’è anche qualcuno bravino; mi fà triste pensare che sono solo dei bravi ragazzi pieni di entusiasmo e sarà, veramente difficile per loro, non cadere nella perfida giostra dei discografici, che penseranno solo a far nascere chissà quale nuovo idolo per poi ucciderlo, pronti a sfornane un altro e così via… per poter continuare ad esistere in questo mondo “mordi e fuggi” è veramente più dura di qualche anno fà. Ecco Mina è stata grande anche in questo, quante volte l’abbiamo detto! Ha subito capito in quale mondo poteva andarsi a “menare” e non ha voluto che ne fosse fagocitata.
    Sà che è amata e sà come continuare a regalarci la sua arte.

  14. Gianni-69

    Concordo con Pasqualina….un duetto o un intero disco con Mario Biondi sarebbe davvero quanto di più ci si può augurare Grin

  15. madameX

    Buo Giorno Tigrotti…Vassallino di questa canzone hai già detto tutto tu e non aggiungo commenti anche perchè mi sono appena svegliata e accendo lo stereo…..e mi ascolto Le volpi nel pollaio..Bacetto a tutti ……

  16. Francesco

    Quando arriva il 20??? ho voglia di mettere le mani sui padelloni picture in uscita!!! Sopratutto LEGGERA e FACILE!!!!

  17. Pasqualina

    eh..nn sarebbe male cara Piera!..ma intanto nn so se avete ascoltato il nuovo cd di Shirley Bassey “The Performance”..una meraviglia!..come nel cd di Mina, nemmeno qui si butta via niente…e chissà come lo rifarebbe la Tigre lo splendido brano Apartment..secondo me magnificamente!..

  18. PieraPaso

    caro PG
    leggo con piacere, che condivi il mio pensiero, si’ non c’è piu’ la Tv bella del
    SABATO SERA che inantava chi la vedeva, perchè c’è MINA
    con Studio uno ’61 -’65
    Canzonissima ’68
    Sabato sera
    Teatro 10
    Mille Luci
    Piera Rolls Eyes
    che ama l’arte vera
    e in questi spettacoli c’è nè tanta

    p.s.
    ti posso chiedere per cortesia, scrivi un nome “vero” c’è piu’ -arte-
    che un due sigle che non so’ a chi mi rivolgo, grazie anticipate

  19. Ganimede Fe

    ho appena visto le canzoni che ha inciso la Vanoni in “più di te”.
    Mi piacerebbe se anche Mina facesse un disco del genere. Tra tutte mi piacerebbe sentire la sua versione di:
    “Non me lo so spiegare” di Ferro,”Parole di Burro” della Consoli,”Eppure sentire” di Elisa, “Suprime” di Robbie Williams,”Chissa se stai dormendo” di jovanotti e tante tante altre…
    (l’ho riscritto perche il primo non lo trovo)

  20. PieraPaso

    grazieee, caro Mario r
    per la tua buona giornata con MINA
    mi dà ALLEGRIA
    bàsin da
    Piera Grin

  21. PieraPaso

    cara Pasqualina bella,
    a me piacerebbe un “duetto” con Massimo Ranieri con la canzone: “L’istrione”
    due voci con tanto talento..che cantano una canzone autobiografica
    Piera
    lo spera Razz

  22. Pasqualina

    è vero caro Ganimede..ma qualcosa mi dice che un duetto Mina- Biondi sarebbe un bell’evento.. molto interessante..e di successo..

  23. mario r.

    grazie Ganimede.
    Giorgio Gaber è grandissimo, attualissimo.
    Spero che Mina oltre a “Lo shampoo” di Giorgio Gaber trovi e ci regali altre sue canzoni…. al Bar Casablanca………

  24. Vassallo paleologo giuseppe

    Questo brano lo trovo molto più ironico di quello che può sembrare Alien

  25. Ganimede Fe

    Magari cara pasqualina. un duetto Mina-Mario Biondi sai che goduria. Anche se con la vanoni non ha avuto granchè successo.

  26. Ganimede Fe

    anche a te carissimo Mario.
    ti dedico “shampoo” di gaber versione Mina. ti piace?

  27. Ganimede Fe

    e per fortuna che sei allegro! non oso immaginare che musiche ascolti quando sei triste Razz

  28. Vassallo paleologo giuseppe

    In questa bella mattinata in cui mi sento molto allegro il giradischi suona RADIO altro stupendo brano che porta la firma di Bruno Lauzi…un brano da brivido Grin

    Ma che brutta domenica
    a parlare di lei
    io che mi sento ridicola
    se potessi morirei
    sono stanca, e tu?
    beviamo qualcosa
    che ci tiri su.
    Hai trovato l’America
    e vuoi lasciarmi qua
    tu che non sei più giovane
    lei bambina ancora a metà.
    Ragioniamo
    non metterti a ridere
    pensiamoci
    ma il cuore è una radio che va,
    va da sola
    e tu vai in onda insieme a lei
    io che vi spegnerei
    ma la musica tua, lo sai
    la sento più forte che mai
    e così canto anch’io
    a modo tuo,
    Santo Dio
    mi fai fare quel che vuoi
    io seguo i ritmi tuoi,
    coricati su un fianco poi
    stiam già ridendo di noi
    e dei fantasmi miei,
    cosa darei
    se così riderai di lei.

    Ripensandoci
    a me non fa bene
    parliamoci
    ma il cuore è una radio che va
    va da sola
    e tu vai in onda insieme a lei
    io che vi spegnerei
    ma la musica tua, lo sai
    l a sento più forte che mai
    e così canto anch’io
    a modo tuo,
    Santo Dio
    mi fai fare quel che vuoi
    io seguo i ritmi tuoi,
    coricati su un fianco poi
    stiam già ridendo di noi
    e dei fantasmi miei,
    cosa darei
    se così riderai di lei.

    Buona giornata a voi tutti Alien

  29. mario r.

    Una Magnifica Giornata con M I N A

    a tutti
    http://thumbsnap.com/v/M7ZUeDqC.jpg

  30. Pasqualina

    buona giornata a tutti..avete ascoltato la versione in inglese di E SE DOMANI, di Mario Biondi??..e sì che Mina dovrebbe pensare un giorno a fare un duetto con lui…che voce, ragazzi!!..

  31. Simone grazie per quello che hai scritto, sei stato bravissimo nel fare il quadro attuale del nostro tempo. Io guardo sia X factor che Amici quando posso, quando ne ho voglia, quando non ho niente da fare di meglio, ma solo perchè voglio essere cosciente di ciò che accade, voglio sapere cosa succede per potermi difendere. Una volta i discografici se li coltivavano i talenti, se non fosse stato così non avremmmo avuto un De Gregori, un Fossati ect ect. i discografici veri aspettavano lp giusto, ed incitavano i talenti, ora, come hai detto tu caro Simone, è tutta carne da macello e mi dispiace per questi ragazzi, per alcuni, pochissimi le carte in regola ce le avrebbero. Pensate a Mina a quando ha esordito se le avessero dato una sola possibilità, come adesso forse neanche lei ce l’avrebbe fatta, se Mina fosse stata della mia generazione 77′, credo proprio che non ce l’avrebbe fatta, è troppo uno schifo, ed anche su Vanity Fair quando le scrivono che vogliono fare cantanti lei esorta a seguire altre strade perchè la piazza è satura, perchè ce ne sono troppi di cantanti, troppa carne al fuoco. Io ringrazio la vita, i panici di Mina, le sue inadeguatezze, le sue fobie, i suoi problemi, tutto c’ho che sembrava negativo allora e che l’hanno indotta a ritirarsi, meno male che non se l’è sentita più, che ad un certo punto ha detto basta, voglio riprendermi la mia vita, a voi lascio la mia voce, il canto, la mia arte. Grazie alla vita, al suo destino questo è accaduto, altrimenti ce la saremmo persa per strada… Mina potrebbe solo una cosa per me, se lei sentisse l’esigenza e la voglia di cantare live, solo per lei per una sua esigenza personale, lei potrebbe tornare e cantare alla Scala e basta… non potrebbe altro, ma questo solo per un esigenza sua, ogni artista prima o poi sente nostalgia del palco, io sono certa che anche lei ne ha avuta con tutte le sue paure, perchè le paure erano prima di entrare, non durante e neanche dopo, quando si è sul palco si cavalca l’onda e ciò che si prova è inspiegabile. Il palco è come una droga, la magia che unisce il gruppo, la complicità, sono momenti indimenticabili e Mina lo sà. Sono talmente entusiasta di questo cd che lo ascolto ripetutamente, ed anche se dovrei ascoltare altro (per lavoro) non ce la faccio, ormai sono “Facile” dipendete. Un saluto a Simone e per favore non fucilatemi per il riferimento al concerto della Scala è stato solo un pensiero condiviso con voi Notte a tutti, dolce notte anche a Mina Grin

  32. PG

    Beh, scusate, ma allora perchè a noi piace Mina e non una Pinca Palla qualsiasi? Forse perchè, come dice con un po’ di enfasi la Piera, perchè ci piace “l’arte vera”, mica quella roba li’ che danno in televisione! Grin
    Con affetto, un “vecchio”! (di quelli che si ricordano di aver visto, incantato, da bambino, Studio Uno)

  33. PieraPaso

    la Piera non vede MAI X Fator e Amici
    perchè ama l’arte “vera” 8O

  34. robertobagna

    Bravo Simone-Roma, fai una analisi che condivido, mi piace il tuo sguardo a tutto tondo che fai sul mondo musicale radiofonico e televisivo. Pochi talenti, rari professionisti, troppo autoreferenzialismo, poco pochissimo spessore.
    Ascolto e riascolto FACILE e ho deciso che MINA non solo è una grande ARTISTA che fa con la sua VOCE “Arte”, è anche Architetto. Lei progetta e costruisce edifici strabilianti. Questo disco è misurato calcolato edificato senza errori, è un palazzo con molte stanze: 12 e un ripostiglio un po nascosto e Lei ci guida da una stanza all’altra e poi ci lascia andare dall’una all’altra, a piacer nostro. Che bella intimità……ecco questa è quella che Mina ci asseconda. E’ un rapporto così bello e così Facile.
    Cari coinquilini oggi mi sono fermato per un bel po’ nella stanza MA C’E’ TEMPO. Devo dire che sono stato molto bene!!!!!!!
    GRAZIE MINA

  35. GiacoMino

    Ho sempre evitato Amici come la peste, ma confesso, per correttezza, di guardare X-Factor…
    A parte questo, caro Simone, mi piace molto quello che hai scritto e ti confesso che l’ultima cosa che vorrei al mondo è vedere Mina invischiata nelle dinamiche della tv contemporanea…
    Di Lei basta la Voce, perchè dice tutto quello che da Lei voglio sapere.

  36. Sergio

    GRAZIE Gianni dell’informazioni buona giornata…intanto ne ho presi 3!.

  37. Vassallo paleologo giuseppe

    Miei cari sono appena tornato…..sono contento che il pezzo vi sia piaciuto…ho avuto un incontro con il mio conterraneo Mario Beda…..abbiamo fatto delle foto con FACILE nei nostri monumenti…poi invieremo le foto a Loris!!!
    Kiss Grin

  38. Romeo

    Simone..sai che per una buonissima parte sono daccordo con te.
    Ogni tanto capito su XFactor…(Amici non posso giudicarlo..non ne ho visto mai una puntata)la cosa che mi lascia perplesso ,non e’ tanto la trasmissione di per se ,ma la preparazione dei cantanti..sono tutti un po’ calanti..al limite della stonatura…lo so che ormai l’orecchio degli spettatori e’ abituato a questo ed altro.
    Provo molta tristezza,alle volte noia,di fronte a questi programmi.
    Rivedendo poi le performance su canzoni Di MJ …Ho pensato …ragazzi lasciate perdere…la musica non e’ per tutti…quasi quasi ,sono daccordo con la Signora vanoni che dice che sul Palcoscenico non ci si inventa dall’oggi al domani.
    La Signora Mazzini ,sta bene dove sta’.
    Ciao
    Romeo

  39. madameX

    Ma allora la tua è na fissa……cara Piera….2 o forse tre o 5043? l’importante non è entrare ma uscirne…… enon ho bisogno di chiedere il permesso Ciao piera CONTINUA CON LA VITA DEL GERaniooooo curiosaaaa

  40. Gianni-69

    hanno le copertine in ottimo e duro cartone, del tutto simili alle originali. ovviamente diverso è il numero di catalogo, per le ristampe Italdisc, mentre per i Ri-Fi è mantenuto anche quello, sia per il vinile nero che per il picture

  41. PieraPaso

    cara madameX
    non trovi niente perchè non hai scritto in quanti letti hai usato la tua CARNE VIVA?
    vado e “corro” a leggere la vita del geranio perchè è MEGLIO mille volts!
    Pierina
    biricchina Oops!

    p.s.
    Loris ci sgriderà!

  42. mario r.

    Simone-Roma ciao, ho la tua stessa “visione” di come la TV è ridotta a un’immane porcata. La TV segue solo il profitto della pubblicità, fregandosene degli utenti che a sua volta inebetiti da venture, panarielli, bonolis, marie varie, clerici e non vado oltre (sia chiaro, io questi guitti appena avverto la loro presenza scappo a gambe elevate) fanno di tutto per non fare nulla.
    Io voglio vedere il sudore, la fatica, lo sfinimento di un artista se si fa pagare per esserlo.
    Credo che se non si ritorna al gatto morto da tirare sul palcoscenico (ora è la stagione dei cachi, vanno bene anche quelli) quando ci prendono per il culo, io starò ancora con la cara TV molto spenta.

    mario rossi-

  43. madameX

    Ma Piera che ridere quando dici che diventi ROSSA….Fra poco ti farò diventare VIOLA….Dai che ti piace CARNA VIVA….In fondo siamo VIVE……Ma cosa stai dicendo?… Non trovo propio niente in quella notta indecente……. Leggi la vita del geranio….che te calmiiiiii…TVB

  44. Simone-Roma

    La scelta del singolo mi sembra ottima, ma, se una decina di anni fa avrei scommesso un centone sul successo in radio di questo pezzo, oggi punterei molto meno.
    Il panorama odierno è assai desolante: se anche Celentano sente la necessità impellente di scrivere che X factor è un programma eccezionale (e va detto che la stessa Mina apprezza il programma – de gustibus, 8O -), se le radio propinano a profusione gli ultimi, osceni, singoli di Tiziano Ferro, Laura Pausini ed Elisa, se una come Alessandra Amoroso viene lanciata come personaggio principale di uno show di Raiuno, mi sembra difficile che un singolo di Mina possa ancora avere successo.
    E questo non per il valore del pezzo in sè, ma per il contesto culturale in cui il brano si inserisce.
    Negli ultimi dieci anni la nostra società è cambiata profondamente; l’avvento dei primi reality-show e la successiva comparsa dei talent (reality a tutti gli effetti, contenenti tutte le caratteristiche più negative e deteriori dei programmi tipo “Grande fratello”, con la differenza che il tutto viene ammantato dall’aura mitologica del “noi facciamo arte” – si vabbè, come nCyclops hanno mutato profondamente il rapporto tra il “personaggio televisivo”/”cantante-cantautore-musicista” e il pubblico. Tutti, anche quelli più riottosi, anche quelli più restii ad abbandonarsi a confessioni e a partecipare ad immondi teatrini televisivi, alla fine hanno ceduto a farsi psicanalizzare in tv, a concedere dettagli pruriginosi della propria vita al famelico pubblico adorante, smanioso di sapere quanti coiti settimanali raggiunge il proprio idolo o quanti metri di corna decorano la sua luminosa testa.
    A quanti di voi è capitato di imbarazzarsi per certe ridicole interviste cui sovente si sottopongono gli “artisti” (che ridere, sono tutti artisti, pubblicano uno scarsissimo singolo di cui nessuno sente il bisogno e già si fregiano di cotanto titolo, pavoneggiandosi come se fossero, che so, Aretha Franklin dopo anni di meritatissimi successi) durante le loro maratone-promozionali per i cd in uscita?
    A me capita spesso.
    In tutto questo contesto, ove l’immagine è tutto, ove la musica è solo un ammennicolo secondario, si inserisce la nostra Mina. Da decenni non rilascia interviste, da decenni non fa promozione ai suoi dischi, da decenni non concede tracce della sua vita intima e personale. Pubblica solo dischi. E articoli che, nel bene o nel male, riflettono il suo pensiero sui grandi temi e vicende della nostra società. Anche nella rubrica di Vanity Fair spesso svicola con brutalità e schiettezza alle domande troppo personali dei lettori. Nessuna concessione al voyerismo, nessuno strappo alla fame e alla curiosità pelosa del pubblico parlante. Lo stesso “ritorno” del 2001 non è un caso se sia stato giudicato in alcuni commenti come un pò freddo. Mina in tutto il filmato mostra come lavora, come prepara i suoi cd, non fa faccine, non ammicca, non parla delle sue depressioni (figurarsi, oggi tutti ne hanno una), delle sue delusioni, dei suoi cibi preferiti.
    Grandissimo affronto al pubblico “sovrano”.
    Ma come si permette, una cantante che deve tutto al suo pubblico, continuare a fare l’unica cosa che si richiede ad una professionista, ovvero pubblicare cd e cantare, a non lasciarsi torturare dalle domande sceme di una Bianchetti o di un sempre più imbarazzante Baudo? Oggi, più che mai, la sua scelta appare fastidiosa, fuori da ogni logica. Se c’è gente che venderebbe un rene per cinque-minuti-cinque di popolarità posticcia in televisione, davvero si può pretendere che Mina possa essere considerata dai dee-jay, dai programmatori radiofonici, dalle tv, dai giornali che hanno imposto questo modello culturale? Mina può sopravvivere solo come elemento nostalgia (“ah, che bei tempi quelli passati, i programmi erano migliori, stupendi, di classe” è la litania riproposta ogni volta da gente che vanta al suo attivo programmacci spazzatura da denuncia penale), ma non come personaggio attuale, perchè altrimenti farebbe crollare i castelli di carta elevati da persone che hanno a cuore soltanto le loro tasche e il mantenimento del rincitrullimento globale.
    Scusate per questo sfogo così amaro, ma ho davvero le scatole piene di sentire ogni giorno esaltati programmi spazzatura come X-Factor o Amici (la De Filippi, mio dio!!), di indignarmi nel vedere i discografici trattare come carne da macello questi tizi che partecipano a siffatti show (“..Sei mesi in tv? Bene, ti pubblico il dischetto fotocopia con i pezzi fatti con lo stampino, sicuramente venderà bene, poi ciao ciao a te e ai tuoi sogni, mica penserai che possa essere il lavoro della tua vita, mica penserai di volerti emancipare dal ritornellone appiccicoso e dalle liriche da adolescenti alle prese col primo batticuore, mica penserai di voler pubblicare un disco decente, vero?) di vedere giornalisti televisivi tessere le lodi di questi letamai, di assistere allo squartamento cui si sottopongono molti miei coetanei che inseguono il sogno di pubblicare un cd, inconsapevoli di essere sbranati dal tritacarne televisivo e dai mille squali che circolano indisturbati.
    Inutile dire che, se alla “maccioranza degli itagliani” questo comportamente reca fastidio, a me avvicina ancora di più Mina, come essere umano, prima che come artista.
    Di una cantante che chatta con me da mane a sera svelandomi se è stitica o se ha litigato col marito non saprei proprio che farmene. Ed è forse anche per questo che non ho mai cercato un suo contatto, non le ho mai chiesto nemmeno un autografo, non le ho mai scritto. Mi basta la sua voce. E non mi pare poco.

  45. Sergio

    Buongiorno giovani!

    Ma non ho capito bene….ma gli LP della Halidon appena usciti che tipo di copertina hanno?

    Per Piera…Anche a me, lo sai, non piacciono le ristampe. Però, siccome gli originali su Ebay costano un occh’io della testa, ho optato per quelli della Halidon (e ne ho ordinati 3 da Nannucci.it)

    Si so quanto valgano questi rari vinili su EBAY…Il 33 giri in francese originale del 1976 che ho appena comprato su una bancarella qui vicino a casa e pagato € 60,00, su EBAY lo vendevano a € 250,00 (roba da pazzi!). Grin

  46. PieraPaso

    ..bella, stupenda canzone IL POETA scegliere le parole o la voceee di MINA è difficile, perchè nelle paroke c’è il RACCONTO di una storia “vera” di un bravo cantauto..che ha scritto belle canzoni d’AMORE che purtroppo ci ha lasciati, e si sente la mancanza di questi capolavori :!:
    Piera Razz

  47. PieraPaso

    Caro Danielo bello,
    ieri l’ho visto il simpatico show che ha fatto,un po’ gasato il Malgioglio “innamorato” di MINA che ha scritto belle e “toste” sexy canzoni per MINA la CARNE VIVA è hardina e birricchina..te lo dice la
    Pierina Oops! che ha il visso ROSSO a sentirla..ha! ha!

    si il Cristiano un Bravo se lo merita! dalla
    Piera Lamp

  48. madameX

    Buon Giorno TIGROTTI…ciao Vassallino non potevi scegliere canzone più bella
    La voglio dedicarla a Luigi Tenco poeta e alla sua anima tormentata
    La voglio dedicare a THOMAS CHATTERTON poeta maledetto dove un tampo lontano ho avuto l’onore di recitare i suoi testi per la regia di Giancarlo Pavanello.
    A tutti quei poeti che hanno avuto la conferma della loro grandezza dopo aver fatto la loro scelta.
    Ad Alda Merini poetessa dell’anima…. a quel suo sguardo a quella sua risata ironica, tra una sigaretta mai finita mentre mi leggeva le sue poesia bucandomi il cuore in quelle nebbiosi notti milanesi mentre spiavo la sua anima che ha conosciuto la follia e la sua gran voglia di non vivere.

    A loro che ci hanno lasciato non solo la sua arte ma anche il suo dolore
    ORA DICONO FOSSE UN POETA E SAPESSE PARLARE D’AMORE COSA IMPORTA SE IN FONDO UNO MUORE E NON PUO’ PIU’ PARLARE DI TE…… madame

  49. PieraPaso

    grazie caro savy,
    ma ripeto quelli dell’Holidonn non mi attirano molto E POI sto’ accendo un “mutuo” per l’LP-Italdisc Mh 186 MINA stessa spiaggia stesso mare..”raro introvabile” vai vedere e leggere su Ebay quanto costa..rimani SENZA FIATO..io nella scelta dei “vinili” mi attirano questi “veri” primi cartonati con bella grafica, dove si vede in copertina la nostra MINA.
    Perdona questa “vecchia” e povera
    Piera Oops!
    che ORMASI lo è diventata davvero..per prenderei i “vinili” molto “rari” della nostra MINA

  50. Vassallo paleologo giuseppe

    Buondì miei cari mazziniani questa mattina sul giradischi suoniamo IL POETA….meraviglioso brano di Bruno Lauzi inciso da Mina nel 1969 per l’album BUGIARDO PIU’ CHE MAI….PIU’ INCOSCIENTE CHE MAI….Attendo commenti:

    Alla sera
    al caffé con gli amici
    si parlava di donne e motori
    si diceva son gioie e dolori
    lui piangeva e parlava di te.

    Se si andava in provincia a ballare
    si cercava di aver le più belle
    lui restava a guardare le stelle
    sospirava e parlava di te.

    Alle carte era un vero campione
    lo chiamavano il ras del quartiere
    ma una sera giocando a scopone
    perse un punto parlando di te.

    Ed infine una notte si uccise
    per la gran confusione mentale
    un peccato perché era speciale
    proprio come parlava di te.

    Ora dicono fosse un poeta
    che sapesse parlare d’amore
    cosa importa se in fondo uno muore
    e non può più parlare di te.

    Kiss Grin

Comments have been disabled.